mercoledì , 26 novembre 2014
Home >> Expo, sport, attività >> Veleno all’expo di San Marino: emergono pesanti responsabilità dell’organizzazione

Veleno all’expo di San Marino: emergono pesanti responsabilità dell’organizzazione

San Marino, il giorno dopo. Dopo aver sentito le testimonianze di alcuni espositori, purtroppo, dobbiamo cambiare radicalmente parere sulle responsabilità dell’organizzazione, che ieri abbiamo ritenuto semplicemente “vittima” della follia del killer.
Intanto abbiamo scoperto che il killer, che agisce già da mesi, non si muove genericamente nella Repubblica di San Marino, come avevamo capito dai giornali, ma proprio nella zona specifica in cui è stata organizzata la mostra: il che rendeva non solo possibile, ma addirittura probabile che la prendesse di mira.
E’ un po’ come organizzare un gay pride in un paese omofobo… o un concerto gospel nel paese di un membro del KKK: è quantomeno prevedibile che possano arrivare guai e quindi la sicurezza dovrebbe essere moltiplicata per mille. Invece, a San Marino, non è successo.

E non solo: sembra che ci sia stata veramente molta approssimazione.
Pubblico quasi  integralmente la mail di un’espositrice che ha vissuto la storia in prima persona:

“Fortunatamente per il mio cane non sono neppure arrivata a prendere numero e cartellino. Ti faccio brevemente la storia di ciò che ho visto e di cui sono stata testimone. Non riporto le mie impressioni, ma solo ciò che è accaduto in maniera oggettiva (anche se ovviamente l’emotività non si può nascondere!).
La prima cosa che ho fatto è stata di portare il mio cane in macchina. poi, visto che ero preoccupatissima, non per la mancata esibizione ma perchè stava succedendo qualcosa di veramente grave, sono andata alla segreteria.
Lì ho parlato con un membro della dirigenza che ancora non aveva capito, o non voleva capire,  la gravità della situazione.
Ho detto che volevo che scrivesse che mi ero ritirata per motivi di sicurezza e che avrebbe seguito una denuncia ai carabinieri: questo lo ha fatto, anche perchè non aveva scelta.
Si stava creando un clima di panico!
Un’altra signora ha intanto chiamato i carabinieri.
Io, a quel punto sono tornata alla macchina e mi sono recata dai carabinieri (gendarmeria), dove sono stata raggiunta da un discreto numero di persone che condividevano il mio stesso pensiero. Dalle ore 9,30 sino alle 13 circa siamo stati sotto il sole  alla gendarmeria! Abbiamo stilato una denuncia contro l’organizzazione della manifestazone, i veterinari della stessa (che secondo noi hanno delle responsabilità enormi), il comune di San Marino e la gendarmeria stessa che non ha impedito lo svolgersi della manifestazione.
Infatti abbiamo saputo, parlando con gli abitanti del luogo, che da diversi mesi c’è questo psicopatico che getta bocconi avvelenati per la strada, tant’è che la gente tiene i propri cani in casa e quando esce li fornisce di museruola affinchè non possano mangiare o leccare cose a terra.
Quindi era storia conosciuta!  E, nonostante questo, si è consentito che la manifestazione andasse avanti.
Non solo:  non vi erano solo polpette con lardo avvenate, ma erano stati sparsi sul terreno erboso, compresi i ring, cristalli di erbicida altamente tossico.
Quello che fa più rabbia è che, mentre io e tante altre persone cercavamo di parlare con i responsabili, all’altoparlante dicevano di continuare l’esposizione e che i proprietari dei cani dovevano, subito dopo il giro, lavare le zampe ai propri cani!
So che ha dell’inverosimile… ma questa è la dura realtà.
Tutti sapevano ma nessuno ha impedito.  E se non fossimo intervenuti in tempo, chiamando i carabinieri, che poi alla fine anno stoppato l’esposizione, a quest’ora sai quanti di noi avremmo pianto i nostri fedeli compagni di vita?
Siamo noi i loro diretti responsabili, siamo noi che li portiamo alle esposizioni… e in casi come questo li portiamo alla morte!
La denuncia l’abbiamo fatta, ma in modo approssimativo, anche se corredata da firme, copie di carte di identità e del volantino che il Kennel Club San Marino elargiva agli espositori: “tenete i cani in gabbia o con la museruola perchè ci sono polpette avvenate”.
Per avere un vero riscontro dovremo fare una denuncia specificando i capi precisi di imputazione ad un legale italiano, il quale si dovrà poi appoggiare ad un collega del foro di San Marino per inoltrare la denuncia alla Procura della Repubblica.
Siamo stati molto bravi: nel giro di poche ore, considerando anche che siamo di sabato, forse si è già trovato il legale disponibile: nel frattempo cercheremo di raccogliere più firme possibili.
SE CI POTETE AIUTARE, PER FAVORE FATELO!!!!!!
Avrei tante cose ancora da dire, ma credimi sono sfinita, per stasera ho esaurito tutte le energie! Credo che in questo momento la cosa più importante sia trasmettere tanto affetto a chi per l’inappropriatezza di alcune (molte) persone, ora sta vivendo momenti davvero difficili.

P.S.: Non ti so dire quanti cani davvero siano morti. Io so di certo 4 ed uno, forse, è riuscito a cavarsela perchè i proprietari lo avevano in camera: ma ancora la prognosi è riservata”.

Dunque, gli organizzatori  non solo sapevano PRIMA, ma hanno saputo anche “durante”, tanto da consigliare di “lavare i piedi ai cani dopo il giro sul ring”.
E non sono stati gli organizzatori a sospendere la manifestazione, ma i Carabinieri.
Tutto questo getta una luce molto diversa sull’accaduto e appare evidente la superficialità con cui è stata gestita la cosa dal Kennel Club sanmarinese.
Purtroppo lasciano quantomeni perplessi anche i commenti di due espositori che tutti, ormai, avranno potuto seguire nel video pubblicato da un giornale locale: sembravano entrambi dispiaciuti SOLO perché l’expo è stata interrotta e non hanno potuto concorrere al campionato sanmarinese. Non una parola sui cani che ci hanno rimesso la pelle o hanno dovuto subire una sofferenza.
Speriamo di aver interpretato male… ma ci chiediamo, a questo punto, se il confine tra cinofila e cinofollia non sia sempre più labile.


About Redazione



78 commenti

Se hai difficoltà nel leggere i commenti, puoi variare la dimensione del testo:


  1. A voi espositori vi consiglio di restare in contatto con l’APAS associazione prot. animali di San Marino qui vi linco il profilo su FaceBook, l’Ass. è da mesi sulle barricate contro il maniaco. http://www.facebook.com/profile.php?id=100001662766010


    Vota il commento: Thumb up 0

  2. io c’ero.Appena capita la gravità della situazione ho fatto presente al presidente Stacchini che dovevano chiudere la manifestazione.E poi sono letteralmente scappata anche perchè ero sola e non potevo lasciare le cagne al sole.Sono a disposizione per azioni legali e firme.


    Vota il commento: Thumb up 2

    • io sono la signora che ha perso la sua cara dalmata avvelenata a San Marino abbiamo bisogno di testimoni firmate la petizione vi prego fatelo per tutte le vittime tra cui la mia GREYTY


      Vota il commento: Thumb up 1

      • @Giorgia: mi dispiace davvero tanto. Un abbraccio senza altre parole…ma diteci dove si trova la petizione da firmare, in modo che possiamo pubblicizzarla.


        Vota il commento: Thumb up 0

      • ERO LI’ QUANDO è ACCADUTO ED HO SENTITO CHE VENIVA CHIAMATA LA VETERINARIA ..MI DISPIACE TANTO….


        Vota il commento: Thumb up 0

      • Cara Giorgia, voglio esprimerle tutta la mia vicinanza per la perdita della sua cara bestiola; io sono fra quelli che sabato, terrorizzata da ciò che stava accadendo, sono comunque riuscita ad evitare il peggio per le mie creature; del nostro gruppo eravamo una trentina e siamo tutti pronti a sostenere tutte le iniziative che si organizzeranno per rendere giustizia a GRETY e agli altri.


        Vota il commento: Thumb up 2

      • Volentieri, mi contatti x cortesia in quanto anche noi vogliamo sporgere denuncia Fstocchi@it.loreal.com


        Vota il commento: Thumb up 1

      • Signora Giorgia, siamo profondamente addolorati per quanto è accaduto. Le notizie sulle modalità in cui l’avvelenamento è avvenuto si accavallano, ma manca una versione definitiva. C’è chi sostiene che i cani abbiano ingerito qualcosa e ci si sia accorti della morte solo dopo alcune ore, chi invece sostiene che i sintomi dell’avvelenamento si sono immediatamente manifestati.E’ molto importante conoscere la dinamica perchè ciò consente di risalire all’ora in cui il folle ha gettato le esche o sparso il veleno. Sappiamo di chiederle una cosa che può provocarle dolore, ma il suo contributo può aiutare a salvare altri cani e a identificare il responsabile. Ci scriva (redazione@latribunasammarinese.net)


        Vota il commento: Thumb up 0

        • Il presidente del Kennel Club Franco Stacchini puntualizza ” i cani sono deceduti fuori dall’area espositiva, e non possiamo essere responsabili di quanto avviene all’esterno”.
          perchè non lo dice hai proprietari dei cani morti a bordo ring


          Vota il commento: Thumb up 2

      • io c’ero e ho potuto vedere di persona parte degli espositori che volevano continuare l’expo !!!!!!!!!!!!!!( pazzesco )

        Tutta la mia solidarieta a Giorgia e a tutti quelli che hanno subito questa situazione di pura follia !!!!!!!!!!!!!
        ma la cosa che piu mi imbestialisce e’ che sugli stessi prati dove si avvelenavano e morivano i nostri cani , c’erano bimbi che giocavano indisturbati e nessuno ha pensato a loro !!!!!!!!!!!!!!
        per megafono venivano date istruzione di tenere e cani in gabbia , di lavargli i piedi , di stare attenti a che non mangiassero nioente
        MA ISTRUZIONI DI TENERE I BAMBINI IN SITUAZIONI PROTETTE NON NE HA PARLATO NESSUNO , E’ STATA UNA FORTUNA CHE NON SIANO SUCCESSE COSE ANCORA PIU GRAVE
        io personalmente imputo la colpa all’organizzazione che per motivi economici ha fatto finta di niente in pieno disprezzo della VITA altrui


        Vota il commento: Thumb up 2

      • Giorgia ..piango per la tua Greyty. non e possibile che queste cose orrende succedano……facciamo quelcosa…..


        Vota il commento: Thumb up 0

      • giorgia il mio indirizzo e-mail è j-corallo@libero.it, ero presente anche io all’esposizione e sono a disposizione per ogni azione che volete intraprendere!


        Vota il commento: Thumb up 0

      • Giorgia eravamo presente anche noi a questa giornata dell’orrore con il mio gruppo di terrier e ti siamo vicini per la perdita come a tutti gli altri che hanno perso i lori amici a 4 zampe , mi sono gia’ espresso dico solo VERGOGNA SAPEVANO TUTTO E HANNO INSABBIATO LA COSA !!! cmq per qualsiasi cosa mandami pure una mail e saremo pronti ad aiutarti!!!


        Vota il commento: Thumb up 0

      • cara Giorgia, veramente non ho parole..posso solo immaginare come tu ti senta..ti sono vicina e ti mando un abbraccio grande grande..<3


        Vota il commento: Thumb up 0

      • Cara Giorgia…. senza parole…. sono ancora indignata per quanto è accaduto… ma ormai dovremmo essere abituati al qualunquismo che regna sovrano in Italia… soprattutto in chi dovrebbe garantire la sicurezza nostra e dei nostri cari… perdita irrimediabile la sua. Io sono stata più fortunata ma non per questo penso di fargliela passare liscia… la denuncia è partita e io sono una dei firmatari… presto invieremo una mail a tutti i partecipanti per richiedere la propria adesione! So che questo non le potrà ridare la sua piccola GREYTY ma almeno non sarà stata sacrificata invano… ci sarà chi si batterà in suo nome! Vergogna, vergogna, vergogna!!!


        Vota il commento: Thumb up 0

      • sono addolorato e ti sono vicino per la perdita del cane. anch’io che ero li per la mostra con la mia “bambina” ho passato una mattina da incubo pensando che avesse potuto venire a contatto con il veleno. tienimi informato per qualsiasi iniziativa l’organizzazione (irresponsabile) dell’expo.


        Vota il commento: Thumb up 0

      • MENTRE CONTINUANO GLI AVVELENAMENTI DEI CANI DA PARTE DEL KILLER SAN MARINO HA CHIESTO AUTORIZZAZIONE ALLA F.C.I. PER POTER ORGANIZZARE UNA NUOVA EXPO INTERNAZIONALE PER IL MESE DI OTTOBRE DOPO LA ” STRAGE DEL MESE DI MAGGIO ” INVITIAMO TUTTI A NON ISCRIVERE PASSATE PAROLA
        Il presidente del Kennel Club di san marino Franco Stacchini puntualizza ” i cani sono deceduti fuori dall’area espositiva, e non possiamo essere responsabili di quanto avviene all’esterno”.
        perchè non lo dice hai proprietari dei cani morti a bordo ring


        Vota il commento: Thumb up 0

  3. cristina durante

    terribile!


    Vota il commento: Thumb up 0

  4. è una vergogna se i fatti sono andat proprio così…
    tantopiù che una delle vittime è(ra) purtroppo la canina di una mia amica,perciò lo sento particolarmente vicino,questo episodio.


    Vota il commento: Thumb up 0

  5. Venerdì sera verso le 19.30 il mio cane era già avvelenato perchè sono arrivato all’expo pronto per il giorno successivo. Alle 2 di notte, mentre ero dal veterinario con il cane preso in cura, la gendarmeria, il presidente del Kennel club sanmarinese e il veterinario di stato, erano già al corrente dell’accaduto quindi, visti i precedenti, avevano il tempo per bloccare tutto evitando tutti gli altri avvelenamenti!!!!! VERGOGNA!!!!!


    Vota il commento: Thumb up 0

  6. Manuela Bianca Biassoni

    Venerdi sera ho saputo tramite FB che c’era questo problema ho cercato di condividere con “tutti” ma purtroppo era troppo tardi!!!Molti erano già arrivati, all’oscuro di tutto ciò che stava accadendo.Il Kennel era già a conoscenza di tutto da tempo e, DOVEVA!!!!, bloccare la manifestazione il mio cane si è salvato perche SAPEVO!!! Ma gli altri???? VERGOGNA!!!!


    Vota il commento: Thumb up 0

  7. Da sammarinese mi scuso con tutti i partecipanti, mi vergogno di appartenere ad una comunità che preferisce nascondere i problemi anziché affrontarli. A San Marino i terremoti non ci sono, la criminalità organizzata non esiste, gli evasori neppure e gli avvelenatori di cani… Si preferisce nascondere la testa sotto la sabbia e far finta di non vedere. So per certo che non solo non si é avvisato ma si é deliberatamente nascosto il pericolo, proprio perché non si voleva “danneggiare” il buon esito della manifestazione. Quindi posso solo augurarmi che andiate fino in fondo a questa vostra denuncia e se non otterrete soddisfazione (la giustizia a San Marino non ha completa autonomia dalla politica) pensate anche all’idea di boicottare la prossima edizione della rassegna canina del Titano. Qui ormai si conosce solo il valore dei soldi.


    Vota il commento: Thumb up 0

    • Grazie sig. Renzo ma sinceramente c’è da prendersela unicamente con gli organizzatori della manifestazione non con voi sanmarinesi che subite le angherie di un povero folle, senza scusanti, ma folle in fin dei conti…. mentre chi organizzava una manifestazione, pur sapendo ha preferito rischiare non solo la vita degli amici a 4 zampe ma anche di bimbi e di chiunque fosse entrato in contatto con le sostanze. Perciò è verso di loro che vanno dirette tutte le nostre ire e non verso di voi!!


      Vota il commento: Thumb up 0

    • Renzo, io, come spero molti altri, non metterò mai più piede ad una manifestazione organizzata dal Kennel club di San Marino.
      mi auguro di cuore che la FCI prenda provvedimento adeguati contro questo ridicoli “ometti” che hanno messo il DIO_SOLDO davanti alla vita dei nostri amici a 4 zampe e soprattutto a quella dei nostri bimbi!


      Vota il commento: Thumb up 0

  8. io c’ero ed ho assistito a scene raccapriccianti, veterinari che prendevano quello che stava accadendo con molta leggerezza, forze dell’ordine disorientate, io per mia fortuna si puo’ dire che non ho sceso di auto i cani. e cosa ancor piu’ grave nell’appello ultimo di sospenzione della manifestazione e stato detto all’altoparlante che veniva sospesa in qanto c’erano anch dei banbini e che poteva essere pericoloso in quanto questi avrebbero potuto mettersi le mani in bocca e rimanere a loro volta avvelenati, quando h sono ripartita verso le 11 dicevano che i cani morti erano oltre 5, è una vergogna chi ha la responsabilita’ deve prendersene carico e noi espositori dobbiamo essere risarciti delle spese sostenute e dei danni morali subiti e per lo stress dei cani che hanno dovuto vivere una situazione simile, VERGOGNA….


    Vota il commento: Thumb up 0

  9. VERGOGNA………………..


    Vota il commento: Thumb up 0

  10. che fossero al corrente è fatto certo, anche noi siamo arrivati venerdì ed abbiamo parcheggiato vicino al suo camper e i manifesti FIRMATI DAL KENNEL CLUB DI SAN MARINO che avvisavano del pericolo erano GIA’ APPESI …….

    spero che il suo piccolo stia meglio!
    Valeria


    Vota il commento: Thumb up 0

  11. silvana marcolina

    sono vicina alle persone che per colpa della superficialità e irresponsabilità del kennel cub sanmarinese ha perso il suo amato io per fortuna non ho iscritto cani il sabato ma solo la domenica e quindi mi sono salvata ,io farò una lettera raccomadata all F.C.I allegando documentazione che dimostra che erano a conoscenza della grave minaccia e che non ne hanno tenuto conto hanno mandato avanti la giostra lo stesso .

    fatelo tutti facciamo capire che non si scherza con la vita degli animali


    Vota il commento: Thumb up 0

  12. @Giorgia Ciao, sono stata una dei primi a vedere la tua cara dalmata Greity morta nel suo kennel, mi dispiace veramente tantissimo…non so se ti ricordi, perchè eri giustamente sconvolta, ma mi sono messa ad urlare mentre i veterinari ti stavano sorreggendo e loro si sono piu’ preoccupati di farmi stare zitta che di altro…..erano le 8 del mattino, tanti cani dovevano ancora arrivare e rischiare la vita, ma per i veterinari e gli organizzatori era piu’ importante nascondere tutto per continuare la manifestazione !!! Ho avvisato piu’ gente possibile, molti non sapevano nulla….rimane solo una grandissima rabbia, perchè sapevano del pericolo mortale per i nostri cani. Venerdi’ sera ne erano gia’ morti e avrebbero dovuto chiudere i cancelli, spiegare l’accaduto e annullare la manifestazione. Ma cosi’ non è stato…altri poveri cani non ci sono piu’……… Un abbraccio Isabella


    Vota il commento: Thumb up 0

  13. io abito a Murata, è da aprile che nn vivo più…. sono proprietaria di un rottweiler, non posso più uscire di casa se non con la museruola. Da 3 mesi praticamente per stare tranquilla mentre la faccio scorrazzare vado fuori confine.. E’ UNA VERGOGNA, HO PURE PAURA QUANDO LA FACCIO ANDARE IN GIARDINO E PRIMA DI APRILE LA PORTA A LEI, PERLUSTRO IO TUTTO… FERMIAMO QUESTO MOSTRO


    Vota il commento: Thumb up 0

  14. sto cercando di pubblicare il link alla petizione ma nn lo prende.. qualche problema di linea o qualche regolamento di tpic?


    Vota il commento: Thumb up 0

    • @Dani: no, no, nessun regolamento! Non capisco perché ogni tanto non prenda i link… forse è il coso antispam che ogni tanto li inchioda.
      Forse non bisogna postare i link da soli, ma con un po’ di testo… altrimenti li scambia per spammate. Provate :-)


      Vota il commento: Thumb up 0

  15. andate sul sito di firmiamo.it poi aggiungete quanto segue
    /justice-for-the-dogs-poisoned-at-san-marino-dog-show


    Vota il commento: Thumb up 0

  16. Gabriella Zurli

    E’ una cosa spaventosa, che non può passare inosservata. Sono vicina a Giorgia e alle altre persone che hanno perso i loro piccoli…. Anch’io so cosa voglia dire vedere morire il proprio cane avvelenato, è terribile! Una cosa per segna per tutta la vita. E quello che hanno sofferto, povere creature! Mi unisco a chiedere che siano fatte luce e giustizia su questa tragica vicenda


    Vota il commento: Thumb up 0

  17. Bene, si fa per dire, stasera a San Marino facciamo una fiaccolata per fermare la strage link: http://www.facebook.com/event.php?eid=175977115793281 ci sarò, mi raccomando appoggiatevi all?APAS, li conosco personalmente e garantisco per Onestà e Serietà … 2 delle mie 3 cagnette provengono proprio dal rifugio dell’APAS di San Marino.
    vi Ri-linko il profilo di FB http://www.facebook.com/profile.php?id=100001662766010


    Vota il commento: Thumb up 0

  18. Non so perchè ma questa storia non mi risulta nuova.
    Una vocina mi dice che è successa una cosa simile sempre a San Marino qualche anno fà per fortuna con meno danni…


    Vota il commento: Thumb up 0

  19. ANCHIO CERO ESPOSIZIONE …..SONO SENZA PAROLE
    IO SONO A DISPOSIZIONE
    SONO CON VOI ……LE LACRIME MI RIEMPIONO IL VISO QUANDO PENSO
    AI CAGNOLINI CHE NON CE HANNO FATTA …
    INFO@WESTIES.IT


    Vota il commento: Thumb up 0

  20. Noi siamo arrivati al Camping San Marino venerdì sera alle 11 e una signora in auto bianca mi ha visto e mi ha avvisato che nella zona della expò un cane era morto per avvelenamento e di fare attenzione. Ho avvsatoun pò di amici che sabato mattina sarebbero dovuti andare in expò ma purtroppo non è servito a nulla nemmeno il tam tam di chi sapeva. Sabato mattina tre cani morti nel giro di poche ore e un amico che era li mi ha raccontato scene di isterismo generale, mentre qualcino correva a preparare i cani altri urlavano per il proprio cane morto nell’indifferenza degli organizzatori. Un’amica di San Marino mi ha detto che sono mesi che muoiono i cani in quella zona e che non solo polpette avvelenate ma anche sostanze collose velenosissime sono state gettate in vari punti. Si sono organizzate delle ronde di volontari nei mesi precedenti nell’indifferenza generale dello stato che non si è curato di nulla. Il kennel club era al corrente della situazione eppure anche se avrebbe avuto il tempo non si è preoccupato di sopendere, di spostare, nulla. C’è stata una superficialità vergognosa nell’affrontare una situazione che era evidentemente grave pur di far proseguire lo spettacolo. Alla tv san marinese stamattina annunciavano che avrebbero deciso una nuova data. Per rispetto a chi ha subito una perdita grave come quella del proprio compagno di vita vi chiedo di boicottare l’expò…. i tempi della legge sono lunghi e tortuosi, ma siamo noi a dover mandare un messaggio chiaro e forte… basta expò a san marino in quel buco di posto, in quello schifo di location per rischiare di perdere un cane, sotto al sole cocente o per qualche malato di mente…. non iscrivetevi e chiedete il rimborso, al posto di Giorgia e della sua dalmata potevamo esserci noi col nostro cane, le dobbiamo rispetto, rispetto perchè ha subito un lutto che non ha UN SENSO


    Vota il commento: Thumb up 0

  21. Credo che il commento del presidente di San Marino sia degno di …., neanche una parola sul dramma, anzi…il dramma per lui è stato un’altro. Quello di aver buttato via in un solo giorno i suoi 27 anni di cinofilia e già pensare alla prossimo expo. Ha detto che deve cambiare luogo perche lì non verrà più nessuno, mesi di lavoro buttati via ecc…ecco la sua responsabilità… voler far l’ expo a tutti i costi. Non ha voluto sospendere l’expo 10 o 15 giorni prima e restituire i soldi delle iscrizione ( allora avrebbe avuto soltanto un mancato guadagno per il 2011 ) invece rischiando….ha preferito non farne a meno.
    COSI HA DETTO:
    “Mi sono crollati addosso 27 anni di impegno nel settore della cinofilia – ammette il presidente – e oggi vanno in fumo mesi di lavoro: erano intervenuti a questa importante esposizione quasi 2 mila cani da tutto il mondo. Un successo sancito anche dal pubblico accorso numeroso e con tanti bambini presenti. Poteva essere un weekend di festa in famiglia. E invece …” Si è sfiorato il dramma. “Riorganizzeremo l’esposizione, – conclude sconsolato – ma dovremo trovare un altro posto perché qui, credo, non ci verrà più nessuno”.


    Vota il commento: Thumb up 0

    • e bravo il presedente…non potevapensarci prima e organizzare la manifestazione il altro luogo visto proprio che avevano quasi 2000 cani e almeno il doppio di persone e BAMBINI che venivano anche da molto lontano..cosa pensava che per magia tutto andasse bene..se verra’ fatta azione legale mi associo contattatemi info@bassethoundallevamento.it


      Vota il commento: Thumb up 0

  22. atteggiamento del Presidente avido e insensibile ritengo sia giusto far un esposto anche nella FCI


    Vota il commento: Thumb up 0

  23. Più si leggono racconti su questa orribile faccenda e più sale la voglia di tornare lì e fare una strage!!!
    E’ assolutamente indegno il comportamento degli organizzatori di tale evento…condivido a pieno il post di Gisella e Pablo…San Marino per tutti noi deve essere OUT!!! Un paese “fabbrica di soldi” che si è proccupato solo di non perdere un week-end di “turismo” e circa 90.000€ di iscrizioni…poi se noi abbiamo perso quello che abbiamo di più caro non importa, non mi stupirebbe sentire una risposta del tipo…”le diamo 1.000€ così il cane lo ricompra”…del resto il livello è stato questo!!!

    Vergogna…mai più in quel paese…che già era oggetto di critica per caldo, posto scomodo e poco adatto ad un evento internazionale!!!!


    Vota il commento: Thumb up 1

  24. per ogni azione legale e non che si vuole intraprendere vi prego di contattarmi, io sono a completa disposizione!
    j-corallo@libero.it
    un abbraccio a Giorgia per la sua dolorosa perdita


    Vota il commento: Thumb up 0

  25. Non ero all’expo, ma sono vicina a tutti quelli che hanno subito la perdita del loro amico….Che dire se non solo che ormai tutto gira intorno ai soldi…e in questo caso sono passati sopra alla sicurezza di tutti, bambini e cani…che schifo….E poi si chiedono perchè la gente non partecipa alle expo!!!


    Vota il commento: Thumb up 0

  26. io ero presente , e un cane dello stesso allevamento del mio è l’unico che è riuscito a salvarsi ! Molto saranno con me , altri ” NO ” . il presidente e gli organizzatori sono gli unici responsabili ! Sarà una lunga battaglia , ma se mai riusciremo ad avere qualcosa ( noi che amiamo i 4 zampe di razza o no ) dovremmo lasciare le nostre iscrizioni ai poveretti che vivono nei canili ! i nostri amici s sono salvati…, altri ” No ” , salviamo ora chi ne ha più bisogno !


    Vota il commento: Thumb up 0

  27. Questa la comunicazione che sta girando per raggruppare le persone presenti sotto l’azione dell’avv. Bonifacio:
    PER CHI ERA PRESENTE ALLA MOSTRA DI SAN MARINO!!! Ho da poco parlato con l’avvocato Giovanni Bonifacio che vuole agire ORA nell’IMMEDIATEZZA dell’evento, onde evitare che la situazione si raffreddi. Gli ho già inviato via mail il mio mandato ad agire cont…ro i responsabili. Fate lo stesso per permettergli di rappresentare il numero di espositori e proprietari più ampio possibile. Solo unendoci e non disperdendo le forze potremo arrivare ad un risultato concreto. Di seguito il testo da inviare alla mail avvbon@iol.it: Gentile Avv. Bonifacio, io sottoscritto XXX XXX, in qualità di espositore e proprietario di cane presente alla mostra di San Marino in data 28 maggio 2011, le concedo mandato per agire nei confronti di chi riterrà opportuno al fine di determinare e sanzionare i responsabili del gravissimo pericolo a cui io e il/i mio/miei cani siamo stati sottoposti. Inoltre, le chiedo, ove sia possibile, di poter recuperare dall’organizzazione dell’evento la tariffa d’iscrizione di cui le allego la corrispettiva ricevuta e le spese di viaggio (carburante e autostrada) da me sostenute (indicare il quantitativo) Cordiali saluti, XXX XXX Cortesemente fate girare il testo della mail. Bonifacio aspetterà 2 GIORNI e poi agirà per conto di chi, nel frattempo, gli avrà concesso il proprio mandato.


    Vota il commento: Thumb up 0

  28. ricevo e inoltro:
    (la stiamo traducendo anche in inglese, francese e tedesco)
    PER CHI ERA PRESENTE ALLA MOSTRA DI SAN MARINO!!! Ho da poco parlato con l’avvocato Giovanni Bonifacio che vuole agire ORA nell’IMMEDIATEZZA dell’evento, onde evitare che la situazione si raffreddi. Gli ho già inviato via mail il mio mandato ad agire cont…ro i responsabili. Fate lo stesso per permettergli di rappresentare il numero di espositori e proprietari più ampio possibile. Solo unendoci e non disperdendo le forze potremo arrivare ad un risultato concreto. Di seguito il testo da inviare alla mail avvbon@iol.it: Gentile Avv. Bonifacio, io sottoscritto XXX XXX, in qualità di espositore e proprietario di cane presente alla mostra di San Marino in data 28 maggio 2011, le concedo mandato per agire nei confronti di chi riterrà opportuno al fine di determinare e sanzionare i responsabili del gravissimo pericolo a cui io e il/i mio/miei cani siamo stati sottoposti. Inoltre, le chiedo, ove sia possibile, di poter recuperare dall’organizzazione dell’evento la tariffa d’iscrizione di cui le allego la corrispettiva ricevuta e le spese di viaggio (carburante e autostrada) da me sostenute (indicare il quantitativo) Cordiali saluti, XXX XXX Cortesemente fate girare il testo della mail. Bonifacio aspetterà 2 GIORNI e poi agirà per conto di chi, nel frattempo, gli avrà concesso il proprio mandato.


    Vota il commento: Thumb up 0

  29. Tutta la nostra solidarietà e il dispiacere per ciò che è successo, veramente grave, poteva esse pericoloso anche per bambini!
    Come mai non ci sono telecamere a questi eventi dovrebbero esserci di obbligo e funzionanti!


    Vota il commento: Thumb up 0

  30. tutto è stato ripreso dalla tv di s. marino ecco il link:http://www.sanmarinortv.sm/attualita/default.asp?id=35&id_n=57182&pagina=1


    Vota il commento: Thumb up 0

  31. Monica: un0amica espositrice era li, proprio mentre facevano le riprese: sono arrivati oltre le 12.30, con 1 medico vet e 5/6 ragazzini con degli zainetti sulle spalle + un’altra persona che li dirigeva; han fatto la scenetta di controllare il prato per il tempo della ripresa. STOP!


    Vota il commento: Thumb up 0

  32. dani , loro sono arrivati molto prima te lo assicuro , hanno ripreso il mio cane per primo ed erano le 11.oo ca . NIENTE RAGAZZINI , solo la giornalista e la persona che riprendeva ! sul link della tv di san marino trovi tutta la storia degli avvelenamenti dal 13 di aprile ad oggi ( compresa la fiaccolata di ieri sera ) se altri sono arrivati non sò , io ero già scappata , ma loro sono stati molto veritieri


    Vota il commento: Thumb up 0

    • nn metto in dubbio .. ho riferito quello che mi ha raccontato la mia amica.. ho visto qualcosa sulla tv s marino e alcuni articoli pubblicati on line .. sconvolgente !


      Vota il commento: Thumb up 0

  33. stanno raccogliendo firme per muoversi legalmente, vi linko il post su facebook.
    io ero lì con la mia shetland e solo per fortuna sono riuscito a riportarla a casa sana e salva.. che schifo :|

    http://www.facebook.com/notes/leonardo-valenti/per-chi-era-presente-alla-mostra-di-san-marino/10150262561197363


    Vota il commento: Thumb up 0

  34. Visto che Facebook cancella i miei messaggi lo riposto qui:
    Comunicato del Kennel Club San Marino su canitalia.it ….a voi i commenti!


    Vota il commento: Thumb up 0

    • Mio personale commento: è un comunicato VERGOGNOSO. Almeno avessero scritto un “ci dispiace”. Una MEZZA parola di solidarietà per chi ha perso i propri cani, ma anche per chi si è spaventato a morte. L’unica cosa di cui si preoccupano è non smenare indietro i soldi. Ekkekazzo.


      Vota il commento: Thumb up 0

  35. il comunicato del KENNEL CLUB SAN MARINO è V E R G O G N O S O


    Vota il commento: Thumb up 0

  36. sono Mirko ed ho lasciato un commento Lunedi’ mattina , leggo con stupore il commento del Kennel Club , non una parola di dispiacere per l’accaduto ma solo un modo maldestro di driblare le varie denunce che stanno arrivando , un ulteriore dimostrazione che a queste persone dei cani non gli frega niente pensano solo ai soldi e ai privilegi,
    UN MOTIVO IN PIU PER PROSEGUIRE CON LE DENUNCE ,UNITI RIUSCIREMO A FARGLIELA PAGARE


    Vota il commento: Thumb up 0

  37. Si dovrebbe contestualmente inviare il tutto all FCI che è molto attenta a questo tipo di problematiche affinché il KC di San Marino sia radiato. Questa gente per come hanno organizzato, gestito e commentato a sangue freddo gli eventi, sono da censurare poiché incuranti e venuti meno a uno dei loro doveri principali, ovvero la tutela dei cani e delle razze canine in generale.
    Qui si è visto la tutela delle loro tasche, delle lobby turistiche degli albergatori, ristoratori e tutto ciò che circonda annualmente l’evento organizzato tra l’altro in un luogo inadatto ad ospitare una manifestazione del genere.
    Poteva anche scapparci l’avvelenamento di qualche bambino o adulto data la potenzialità occulta di questo veleno, incredibile la superficialità di coloro che sapevano e niente hanno fatto per biechi motivi economici.
    Solo la radiazione di questo pseudo kennel e l’abolizione di questa Expo nonché il risarcimento coatto di tutte le spese sostenute da coloro che vi hanno partecipato, possono in minima parte alleviare il dramma vissuto sabato.


    Vota il commento: Thumb up 1

  38. Inorridita/schifata/allucinata..e profondamente dispiaciuta per quei poveri cani che ci hanno rimesso la vita. Sarebbe potuto capitare a uno dei miei ma per fortuna a San Marino non mi sono iscritta e mai mi iscriverò, se anche questa può essere una forma di denuncia a ciò che è successo. E’ stato VERGOGNOSO e se andassi avanti a dire ciò che penso probabilmente offenderei qndi è meglio che mi fermi qui. Per qualsiasi cosa, noi ci siamo a darvi una mano!


    Vota il commento: Thumb up 0

  39. anche io ero presente e come tutti voi sono totalemente inviperita contro chi sapeva e non ha fattu nulla per evitare che l’esposizione avesse luogo!
    a disposizione per firme e/o azioni legali!


    Vota il commento: Thumb up 0

  40. Sig.ra Giorgia.
    In questa maledetta esposizione c’eravamo anche noi con i nostri cani.Ci spiace tantissimo per quello che è capitato a tutte le persone che hanno perso i propri cani.
    Questa organizzazione si è comportata completamente da irresponsabile ma mi chiedo anche come sia possibile che anche il Servizio Sanitario Veteniraio,il Comune e tutti i servizi pubblici di sicurezza abbiamo potuto permettere lo svolgersi della manifestazione sapendo tutto quello che era successo in precedenza.
    Noi siamo veramente arrabbiati in quanto potevamo perdere i nostri amati cani.
    Per informazione generale gente dell’organizzazione sapendo del veleno nei ring volevano mettere dei cellofan sul prato erboso pur di continuare la manifestazione.
    Non so cosa mi abbia trattenuto a dargli un calcio nelle pa..e.
    Ci ha fatto veramente imbestialire anche quel vergognoso comunicato del kennel Club San Marinese.
    A disposizione per firme e/o azioni legali.


    Vota il commento: Thumb up 0

  41. Gabriella Zurli

    Giorgia, contattami tu su fb, io non ci riesco! Grazie!


    Vota il commento: Thumb up 0

  42. Ora non si deve dimenticare, che le future expo sanmarinesi brillino per il vuoto pneumativo che le contraddistinguerà: NESSUNO ISCRIVA PIU’ PROPRI CANI AD EXPO SANMARINESI.


    Vota il commento: Thumb up 0

  43. Guido…. son tutti pronti a iscrivere i cani visto che molti han dichiarato che non andranno…… a molta gente non interessa nulla….. è allettante portarsi a casa un titolo così magari senza nessuno con cui competere!!!!!


    Vota il commento: Thumb up 0

    • Gisella : hai perfettamente ragione !!!!!! e per concludere solo un Handler ( grande ) si è schierato dalla parte nostra !


      Vota il commento: Thumb up 0

    • Gisella, sono conscio di quanto dici, ciò che mi addolora (recte: mi fa incazzare tipo leone sodomizzato) e che a farne le spee sono i cani.
      Io nel mio piccolo boicotterò e cercherò di far boicottare Sanmarino, le sue expo, le sue banche, le sue aziende…


      Vota il commento: Thumb up 0

  44. MENTRE CONTINUANO GLI AVVELENAMENTI DEI CANI DA PARTE DEL KILLER SAN MARINO HA CHIESTO AUTORIZZAZIONE ALLA F.C.I. PER POTER ORGANIZZARE UNA NUOVA EXPO INTERNAZIONALE PER IL MESE DI OTTOBRE DOPO LA ” STRAGE DEL MESE DI MAGGIO ” INVITIAMO TUTTI A NON ISCRIVERE PASSATE PAROLA
    Il presidente del Kennel Club Franco Stacchini puntualizza ” i cani sono deceduti fuori dall’area espositiva, e non possiamo essere responsabili di quanto avviene all’esterno”.
    perchè non lo dice hai proprietari dei cani morti a bordo ring


    Vota il commento: Thumb up 0

  45. Dio Santo! Io non c’ero, ma ho firmato la petizione e ho faticato non poco a non piangere, mi dispiace tanto per Giorgia e per tutti quelli che hanno perso i loro amici. Accidenti poteva accadere di peggio con i bambini in giro!VERGOGNA!!!!!!!!


    Vota il commento: Thumb up 0

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.