giovedì , 30 ottobre 2014
Home >> Il cane e la legge >> “Divieto di abbaio”: ma il sindaco di Cerro al Volturno non avrà anche qualche motivo valido?

“Divieto di abbaio”: ma il sindaco di Cerro al Volturno non avrà anche qualche motivo valido?

di VALERIA ROSSI -Leggendo qua e là, come solitamente faccio, mi era parso di capire che il Molise avesse i suoi bei problemi da risolvere: un tasso di disoccupazione altissimo, una gestione dei rifiuti prossima all’emergenza, qualche bello scandaluccio politico (non che le altre regioni italiane ne siano esenti, per carità)… ma il sindaco di Cerro al Volturno, provincia di Isernia, cosa si studia? L’ordinanza anti-abbaio.
Secondo questo originale signore, Vincenzo Iannarelli, i cani andrebbero “spenti” (col telecomando?) dalle 13 alle 16 e dalle 21 di sera alle 8 del mattino dopo.
Multe da 25 a 500 euro per chi non rispetta il divieto.
Di fronte a queste alzate d’ingegno non si sa più se ridere o se piangere… anche perché tutti si sono scaraventati a parlare dell’ordinanza sull’abbaio, ma molti si sono lasciati sfuggire il resto dell’ordinanza: ai cani dovrebbero essere riservate “zone della proprietà il più lontano possibile dalle abitazioni dei confinanti e comunque adottando misure idonee a contenere il propagarsi dei rumori provocati dai cani. Dovranno inoltre  essere adottate tutte le misure necessarie affinché i cani non disturbino con il loro abbaiare i passanti sulle aree pubbliche adiacenti l’area dove sono custoditi”.
Il sindaco stabilisce poi che ai cani è vietato l’ingresso, anche se portati al guinzaglio e con la museruola, nei parchi e nei giardini pubblici comunali e in tutte le aree in cui sono presenti giochi per bambini.
In pratica, sarebbero previsti lager per cani (e padroni, I suppose)… tenendoli lontanissimi dai bambini, per carità! (e noi imbecilli che ci sbattiamo tanto per far entrare i cani nelle scuole, non certo per il loro o nostro divertimento, ma per poter dare ai bambini quel minimo di cultura cinofila che impedisca loro, magari, di comportarsi in modo scorretto e di farsi mordere).
In effetti, forse il signor sindaco ha omesso di leggersi un paio di sentenze della Cassazione che riportiamo qui sotto (in una vignetta che al momento sta girando all’impazzata su FB):

Chiunque legga potrà facilmente dedurre che, in caso di multa, potrà fare ricorso con altissime probabilità di vittoria… ma non fermiamoci qui, magari, perché una cosa è certa: quando a un sindaco parte l’embolo su un “problema” (se così vogliamo chiamarlo) ed emana ordinanze al limite del ridicolo, alla base c’è quasi sempre un’opinione pubblica che spinge in quella direzione.
Un paio d’anni fa il sindaco di un micropaese turistico vicino a casa mia introdusse una sorta di “coprifuoco”, vietando l’accesso ad alcune vie cittadine dopo una certa ora: ridicolo anche questo, se non fosse stato per il fatto che i residenti non ne potevano più di sentirsi spaccare i timpani alle quattro del mattino dai reduci (ubriachi e fatti a dovere) dalle discoteche locali.
Insomma: se esistesse ancora la buona educazione, a questo mondo, forse anche i sindaci diventerebbero meno odiosi (o meno ridicoli, a seconda dei casi).

Insomma…
Visto che a dirne di tutti i colori al sciur Iannarelli ci sta già pensando mezza rete, stavolta io vado un po’ controcorrente, chiedendomi quali e quanti cani a Cerro sul Volturno (una vera metropoli di 1.376 abitanti, stando a Wikipedia) siano riusciti a scassare le palle al punto tale da far nascere una presa di posizione di questo tipo.
No, perché i cani abbaiano e hanno il sacrosanto diritto di abbaiare… però, di solito, hanno anche un motivo preciso per farlo.
Ora, se abbaiano per far la guardia, mi pare evidente che non è che possano avere tutte ‘ste occasioni, vista la densità della popolazione. Se invece abbaiano perché sono scazzati, perché si annoiano, perché nessuno se li fila e magari sono mollati in giardino o in cortile a far nulla dal mattino alla sera… allora i proprietari di questi cani meriterebbero sì, una multa. E anche una sonora strapazzata, magari.
Perché i cani VANNO ACCUDITI. Vanno seguiti, vanno educati, gli si devono dare compiti e ruoli, bisogna vivere con loro e badare a loro.
Devono anche stare laddove sta il loro branco, e cioè in casa, specialmente di notte.
Questa pletora di cani abbaianti a me fa subito pensare al menefreghismo dei loro umani…e se così dovesse essere, ben vengano le multe. Anche se l’ordinanza resta decisamente cinofoba (e come tale condannabilissima) nelle altre sue parti, il discorso “anti-abbaio” a mio avviso potrebbe avere anche un suo perché.
Mi auguro, adesso, che il sindaco e i suoi collaboratori vadano spiegando al loro elettorato come va tenuto e gestito un cane, anziché limitarsi a tirar fuori i blocchetti delle multe. Così un’ordinanza apparentemente cinofoba potrebbe rivelarsi “quasi cinofila”.
Altrimenti non vale.


About Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani da utilità per 16. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di 85 libri cinofili e della serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" , nonché conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto e tiene diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI). Da settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) è tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO).

36 commenti

Se hai difficoltà nel leggere i commenti, puoi variare la dimensione del testo:


  1. Claudio Mangini

    Propongo lo sciopero ad oltranza di TUTTI i cani impegnati sulle macerie, nell’antidroga, nel soccorso in acqua, nella ricerca dispersi, nell’anti esplosivi, nell’anti sommossa, nel soccorso alpino, nella guida per ciechi e nella pet terapy.
    E dategli spessatamente un po’ più di PILU al Sindaco!!!
    PS: la pubblicità OPEL con il mio Schanps qui sotto non ha prezzo!!! :)
    Chiù pilu anche per Schnaps!!! :)

    Commento con voti alti. Tu cosa ne pensi ? Thumb up 4

  2. La notizia è che un regolamento comunale non può andare contro una sentenza della Corte di Cassazione, secondo le gerarchie di legge (LEGGI, REGOLAMENTI, USI).
    Spero che la gente si muova in fretta per far sanzionare questo personaggio.


    Vota il commento: Thumb up 2

    • Probabilmente un regolamento comunale non può andare contro una sentenza della Corte di Cassazione, ma c’è l’art.659 c.p (disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone)che è legge. Voglio precisare che ho 2 cani e 6 gatti quindi non sono contro gli animali come qualcuno vuole far credere a chi è a favore di questa ordinanza, ma i diritti e la tutela degli animali non devono ledere i diritti dell’uomo che sono tutelati dalla legge. Ricordiamo che una sentenza non è una legge e leggi, fortunatamente, che tutelano il diritto al riposo ed alla quiete ve ne sono molte ed ancora presenti. Bisognerebbe capire il perché di certe sentenze. Chi sceglie un cane ad un bambino o ad un essere umano e lo tratta, non accorgendosi, con servile sudditanza riservandogli attenzioni e diritti superflui, dovrebbe veramente farsi esaminare da bravi psicologi e farsi curare la psiche bisognosa di forti affetti ricercati nell’animale per ripristinare la coscienza perduta e gli stessi affetti umani smarriti. Sosteniamo attivamente chi cerca, come il sindaco di Cerro, con il proprio lavoro di tutelare i diritti dell’uomo.


      Vota il commento: Thumb up 0

  3. Faccio una premessa, sono la prima a sgridare la mia cana se abbaia quando vede passare un’altro cane o se va dietro all’abbaio degli altri, perchè a volte si lascia prendere dall’entusiasmo e non essendo un canino da 2 kg ma da quasi 40 si sente eccome se abbaia!
    Però allo stesso tempo è come se le dicessi stai zitta e muta,no parlare!!Non se po fa!
    Allo stesso tempo io odio quando i padroni lasciano abbaiare senza controllo i propri cani, magari quelli costretti a stare tutto il tempo chiusi in giardino senza mai uscire, che al passaggio di una formica o una coccinella attaccano con l’abbaio isterico fino a farsi venire le convulsioni.
    Quindi in quel caso prenderei a bastonate i padroni e anche se mi da fastidio alle 6 di mattina o in piena notte, tollero perchè so che alla fine non è tutta colpa del cane!
    Però come è fastidioso l’abbaio di un cane lo sono i bambini di fronte che strillano e piangono, gli adulti che urlano e che suonano in clacson per chiamarsi, i miei vicini di casa che alle 2 di notte ululano e ci svegliano,il pappagallo del palazzo di fronte che fischia a tutte le ore…. Se non potevo tollerare il prossimo me ne sarei andata a vivere su un isola del pacifico e invece….Che facciamo sindaco??Multiamo mezza Roma??

    Commento con voti alti. Tu cosa ne pensi ? Thumb up 7

  4. Nel mio paese (classico paesello-dormitorio satellite di milano, 3000 anime) di gente col cane relegato in giardino ce ne è tanta. Ma tanta davvero.
    E questi cani diventano isterici, appena passi davanti alla loro recinzione (con o senza cane) questi iniziano ad abbaiare forsennati e ovviamente in un secondo si scatena il coro di tutta la via.
    Io per alcune vie non passo più perchè non è possibile che io mi faccia saltare i nervi per dei cani mal gestiti.

    L’altra sera poi rientrando in casa il cane del pian terreno, in giardino, mi ha abbaiato. La padrona, da dentro casa, gli ha urlato “e smettila! perchè devi sempre far così???”
    Mi son morsa la lingua per non dirle che forse se per quasi un anno quel cane non fosse stato relegato solo in giardino tutti i giorni tutto il giorno ora non sarebbe isterico. Ma forse nè!

    E vogliamo parlare del labrador che avevo sotto casa con una gran ansia da separazione che tutto il giorno ininterrottamente piangeva? E al ritorno la padrona che faceva? Lo chiudeva dietro il cancelletto della cuccia e se abbaiava gli urlava “piantala o le prendi”

    E sai quale è la rabbia? che se anche vai dai vigili a far presente la cosa ti rispondono che finchè il cane ha cuccia, acqua e cibo loro non ci vedono nulla di storto!

    Io a questo sindaco tutto il torto non glielo do. Forse lui spera che questa norma induca i proprietari a gestire meglio il cane, forse le sue intenzioni sono buone e ragionevoli ma sicuramente non sa come attuarle in modo che non risulti ridicolo.

    Argomento scottante! Tu cosa ne pensi ? Thumb up 5

    • Nell’ordinanza del sindaco (minuscolo intezionale) io vedo solo cinofobia, abuso di potere e vessazione.

      Il problema è che non è accettabile che la legge venga piegata ed interpretata da superignorantoni.
      La legge sul maltrattamento degli animali dice chiaramente che il non rispetto delle necessità etologiche di un animale è sanzionabile. Non è accettabile che un’animale sociale, qual’è il cane, si possa e debba accontentare di cuccia, acqua e cibo.
      Solo”cuccia, acqua e cibo” sono MALTRATTAMENTO!!!


      Vota il commento: Thumb up 1

      • Io ti do ragione, davvero, purtroppo però le leggi vengono fatte rispettare da persone che “etologico” probabilmente non sanno cosa voglia dire e, a meno che non siano cinofili, non hanno idea di cosa voglia dire “animale sociale” riferito al cane.
        Anche per me cuccia acqua e cibo E BASTA sono maltrattamento, ma la cultura media, almeno qua, è questa. Al cane cosa serve? Cuccia, acqua, cibo ed il giardino. FINE.
        Tanto che mi son sentita dar della maltrattatrice io che ho il cane grosso ma senza giardino. Fa niente che poi sono una presenza costante al suo fianco, che con lei gioco, interagisco, che esce 6 volte al giorno, che appena ha un pelo per storto corro dal veterinario, che la sto educando ed addestrando… ma io non ho il giardino. Ah e uso per lo più il collare! Pensa che brutta persona che sono!


        Vota il commento: Thumb up 3

      • è che la legge la fa la politica, e non i tecnici (tralasciando Monti per carità): perciò l’idraulico si occupa di sanità, l’architetto di agricoltura, l’industriale di viabilità, e l’ingegnere edile specializzato in lager di cani… troppo è chiedere che queste persone si domandino: ma cosa ne sappiamo noi? ci informiamo magari? o non sarà meglio che sta cosa qui specifica la facciamo fare a qualcuno che ne sa e ne ha una esperienza pratica provata? rifacendosi al nostro presidente (quello di ora o quello di prima o quello di prima ancora senza fare nomi): e magari a qualcuno che NON abbia interessi specifici in quella materia se non migliorarla o migliorarne la gestione?


        Vota il commento: Thumb up 0

  5. Io credo che il sindaco sia nel Giusto…il silenzio è SANTISSIMO…sarebbe infatti Meraviglioso poter fare 4 passi SENZA IL RUMORE DEI CRETINI!!!!
    MA NON è POSSIBILE…ormai di gente idiota oltre ogni misura è pieno il mondo e siamo costretti a cibarci il loro salasso verbale, giorno e notte…gente con voce petulante, gente con voce squillante, gente che qundo ride ti va venir voglia di piangere…IMBECILLI cha sanno parlare solo di pallone e di tette…

    ALLORA…MI CHIEDO…forse il sindaco voleva rifersi a loro..chiamandoli “cani” e non avendo la lungimiranza di capire che così la confusione poteva essere MOLTISSSIMA.

    SE, invece il bastardo si riferisse veramente ai nostri amici a 4 zampe…allora penso solo che abbia urgentemente bisogni di uno psichiatra…possibilmente non pagato da noi….che lo possa aiutare a far emergere il suo antico trauma..
    MI CHIEDO..POSSIBILE CHE ODII I CANI PERCHè ERI COSì STRONZO ANCHE DA BAMBINO E ANCHE LORO SI RIFIUTAVANO DI GIOCARE CON TE???


    Vota il commento: Thumb up 3

  6. e come al solito ti do ragione…è vero che l’ordinanza non si commenta, ma se può servire a far sì che proprietari di cani altamente menefreghisti seguano di più il loro quadrupede, ben venga. per fare un esempio, io ho davanti casa una villetta, dove vivono un molossoide non meglio identificato- perchè il cancello è cieco,e in giro non l’ho mai visto- e, fino a poco fa un simil-yorkie. cosatntemente relegati in giardino- che è pure piccolo- abbaiano a tutte le ore del giorno e della notte, ma soprattutto della notte, oltre che ogni qualvolta un cane passa nel raggio di 100 metri. la proprietaria, non paga di ciò, ha ultimamente aggiunto altri due simil yorkie alla sua collezione…casino quadruplicato, ovviamente. un giorno l’ho incrociata e le ho civilmente fatto notare che i suoi cani scassano ampiamente le palle a tutto il condominio, e le ho gentilmente chiesto se poteva tenerli in casa, almeno la notte. La risposta è stata molto meno cortese, e comunque negativa. al che le ho domandato perchè diavolo dovesse continuare a prendere cani che vivono costantemente relegati fuori, e non hanno mai fatto una passeggiata in vita loro. -oltre che disturbare la quiete pubblica, questo secondo me è maltrattamento- la sua risposta è stata ancor meno cortese…insomma, la discussione è finita a vaffanculi-perdonate il francesismo- e la tizia se mi incrocia adesso cambia strada.
    ok, mi sono dilungata, ma il quesito è questo: una persona così, che evidentemente se ne frega del benessere dei suoi cani, nel momento in cui dovesse ricevere una multa quanto ci metterebbe a disfarsi degli stessi? ri-rovescio del rovescio della medaglia..


    Vota il commento: Thumb up 1

  7. è vero che se parte un’ordinanza del genere vuol dire che ci sono cani che evidentemente abbaiano dal mattino alla sera, e dare una multa ai padroni ,agari gi fa capire che i cani vanno accuditi, non piantato in giardino… Il problema però è: se prima non insegni alla gente che i cani se abbaiano troppo lo fanno per stress o noia, e che il problema si elimina facendogli fare delle attività, e tenendoli assieme alla loro famiglia, questi magari prendono la multa, la pagano, ma non sanno come far smettere il cane: e quindi via di botte, urla, museruole, magari arrivando anche a estremismi come il collare elettrico anti-abbaio. Perciò in teoria è una buona cosa sensibilizzare la gente sull’incuris verso i cani, ma oltre a evidenziare e punire un comportamento sbagliato, devi anche mostrare qual’è quello giusto…

    Commento con voti alti. Tu cosa ne pensi ? Thumb up 6

  8. Io abito in città e i cani stanno spesso in casa, non avendo quasi nessuno il giardino. Però sono cresciuta in un paesello e i cani rompevano da morire eh, tutta la notte a oltranza e nessuno che dicesse bah. Sempre relegati in giardino, come unico divertimento quello di abbaiare ai passanti, giorno e notte! Per me è il minimo sindacale (per non rompere ai vicini) tenere dentro i cani almeno la notte e negli orari “di riposo”. Poi l’abbaiata ci sta, per carità, ma quando è incessante fa venire istinti omicidi (nei confronti dei proprietari!).

    Commento con voti alti. Tu cosa ne pensi ? Thumb up 5

    • anche perchè, contrariamente a quello che ritengono i villici, il cane fa bene la guardia solo stando dentro casa!

      di fuori fa solo chiasso e rischia solo la propria incolumità inutilmente


      Vota il commento: Thumb up 2

  9. secondo me non servono necessariamente molte persone che si lamentino, basta che siano quelle giuste a farlo, ovvero personalita’ del paese, amici del sindaco, ecc. Nulla di disonesto, sia chiaro, solo persone che comunque sul sindaco hanno un ascendente maggiore. Al di la’ delle motivazioni, mi sconcerta il fatto che un sindaco ignori deliberatemente una sentenza della cassazione, anche abbastanza famosa. desiderio di pubblicita’ o semplice esasperazione?


    Vota il commento: Thumb up 1

  10. purtroppo le cose, dal punto di vista giuridico e giurisprudenziale, non stanno esattamente come riportato dalla Redazione con il simpatico cartello “attenti al cane” che sintetizza due sentenze della Cassazione… nè come deduce Giovanni Padrone a proposito delle fonti del diritto.

    dico PURTROPPO perchè c’è una sentenza della Cassazione in direzione diametralmente opposta, che varrebbe la pena di leggere (l’avevo anche segnalata come Off Topic in commento a un altro articolo):

    http://www.corriere.it/animali/11_febbraio_10/caccia-cani-abbaiano_bdd43e2a-34e4-11e0-b824-00144f486ba6.shtml

    purtroppo viviamo in un momento in cui tra tasse e multe, qualsiasi Comune è ben disposto a mettere le mani in tasca ai conrtibuenti… quindi non mi sorprenderei se prevalessero, in futuro, orientamenti come questo


    Vota il commento: Thumb up 1

  11. Ma quanto ci servirebbe una bella rubrica con una raccolta di leggi e sentenze su cinofilia e dintorni per migliorarci il livello di qualità della vita….chissà…..magari Valeria ce la regala per Natale….
    Vedi ad esempio queste due spettacolari sentenze della Cassazione che non conoscevo.
    Da compagna angosciata di sette terrier ed una bassotta in furioso collettivo abbaio alle sei di mattina per l’uscita in giardino divento improvvisamente una serena, sorridente compagna di sette terrier ed una bassotta furiosamente abbaianti ecc. ecc.
    Della serie: io ci provo a farli star zitti perchè il sonno dei vecchietti che mi vivono accanto penso che vada rispettato. Però anche se ci scappa uno, due, quattro, va bè, otto abbai (uno per uno mi sembra democratico)non mi carcerano, ecco.


    Vota il commento: Thumb up 0

  12. Quando ho letto la notizia non ho potuto fare a meno di pensare ‘e spieghiamolo al cane da tot ora a tot ora non può più abbaiare’. Di base c’è sempre l’ignoranza delle persone, queste non educano i cani ed i cani abbaiano alle ore più impensate. A 10metri in linea d’aria dalla mia camera da letto c’è una casa dove i proprietari si sono preso un piccolo cane. Loro sono sclerati, roba che li senti litigare urlando alle 2.00 di notte di conseguenza non hanno minimamente educato il cane che si mette ad abbaiare in continuazione; non è raro che mi svegli alle 3.00 del mattino con qualche abbaio delle orecchie :-D Sono certa che se ci fosse una legge anche qui il cane la rispetterebbe e non abbaierebbe più ad orari improbabili :-P


    Vota il commento: Thumb up 0

  13. E i galli? Nessuno pensa a silenziare i galli? In campagna sono molesti sin dalla primissima mattina, ma anche di pomeriggio non scherzano. Almeno alla domenica dovrebbero essere fatti tacere.


    Vota il commento: Thumb up 0

    • cel’ ho! un mio vicino (metropolitano trasferito da poco in campagna) periodicamente si lamenta che i miei galli fanno chicchirichì. in effetti sono sempre 4 o 5, ma dormono su un albero lontano dalle sue finestre, solo che quando inizia uno devono rispondere tutti quelli nel raggio di un chilometro, ma nè io nè gli altri 2 vicini ci perdiamo il sonno. io presumo che il problema sia che il mio vicino mangia male e non si muove abbastanza, quindi soffre di insonnia ed irritabilità.. chissà cosa pensa di grilli e cicale..


      Vota il commento: Thumb up 0

      • Dagli tempo che s’abituerrà anche lui e capirà che si, in campagna ci sono anche i galli!
        Io fino ai 12 anni ho vissuto a milano, in zona piuttosto rumorosa. Quando abbiam cambiato casa per un paio di mesi ho dormito malissimo. In campagna… c’era troppo silenzio! :)


        Vota il commento: Thumb up 0

        • mi avete fatto ricordare di quando ero piccola, e stavo in paese dell’appennino tra lazio e abbruzzo, su un cucuzzolo della montagna a mille metri, dove la sveglia era il gallo dell’orto terrazzato dietro casa mia, e di notte il massimo del rumore era il cuculo (che se gli dici la filastrocca ti dice tra quanti anni morirai… erano un po’ lugubri le vecchiette dalle mie parti) i cani che si sentivano anche se erano a mille km in montagna con le pecore, e qualche lupo sparuto che (diceva nonno) lo capisci che non è il cane, e devi immaginarlo nel bosco che caccia il cinghiale per riportarlo ai suoi cuccioletti nella grotta….

          era bello… e ciò che si sentiva era ciò che si doveva sentire.
          Gli abbai che si sentono i città (almeno quelli che sento io qui a Milano), quelli infastidenti, continui, lamentosi, sono altra cosa. Io quando sento il cane del tipo che è venuto ad abitare qua sotto, che so due mesi che piange piange piange in continuazione, sto male io per lui che cercherà chissà in quanti modi di farsi capire e invece, anche se sta in una bella casa con una bella cuccia, è sempre solo e vede l’altra parte del portone 5 minuti a sera (e c’avrà pure un globo vescicale mica da ridere: può farla una sola votla al giorno un cane maschio in 5 minuti? ditemelo eh se si può così, perchè altrimenti è tortura a tortura, oppure casa di sotto allagata di continuo).

          Ma che si deve fare in questi casi? dai commenti vedete quante persone conosciamo che proprio non sanno tenere nemmeno nel minimo sindacale un cane? io lo dico, non faccio niente. Ma da una persona così me la immagino la risposta se mi azzardassi a dire: ma perchè il suo cane piange sempre in continuazione? Forse ci vorrebbe un po’ più di coraggio (parlo per me, ma credo possiate capirmi e che nella pratica succeda anche ad altri, è il cercare il quieto vivere… troppo spesso)


          Vota il commento: Thumb up 0

        • Troppo silenzio Silvia? … ma la campagna è rumorosissima! grilli vabbe’… le cicale fanno un frastuono terribile che nemmeno il traffico di una statale. L’implacabile cucù è fastidioso, ma anche tutti gli altri uccellini in primavera, quando stanno cercando la morosa, fanno un rumore che devi gridare per sentirti se sei all’aperto.
          Poi c’è sempre qualcuno che lavora (che è suo diritto, ovviamente). Ronzano le motoseghe, scoppiettano i trattori, rombano le bcs…
          La pace della campagna è una leggenda metropolitana (appunto). In tutto questo proprio i cani danno fastidio?


          Vota il commento: Thumb up 2

          • Qui da me le cicale sono una comparsa recente, i rumori che sento qua non son nemmeno paragonabili al frastuono della zona ortomercato a milano… i camion sotto la finestra che alle 4 scaldano i motori, quelli che scaricano e caricano, i carrelli coi bancali che chincaglieggiano sul cemento sconnesso…
            La sera invece c’era sempre il cane della vicina che abbaiava. Non so a chi o perchè ma sempre e solo a quell’ora li, lui abbaiava e io mi addormentavo. Appena trasferita quel cane mi è mancato eheh.


            Vota il commento: Thumb up 0

    • Mesi fa era uscito un servizio dove dicevano che il vicino aveva denunciato i proprietari della casa affianco proprio perché il gallo cantava all’alba :-D


      Vota il commento: Thumb up 0

  14. Ma scusate…mi viene in mente una cazzatina cinofila che però potrebbe avere qualche fondamenta. Se il sindaco è così cinofobo, scommettiamo che non ci sono aree per cani in questo paese? Scommettiamo anche che se ci fosse un’area per cani dove farli sfogare forse abbaierebbero anche di meno?

    E’ un po’ come la storia della moglie che si lamenta perchè il marito le fa le corna ma sul più bello lei dice sempre di avere mal di testa…E ALLORA CHE TI LAMENTI??? Più il sindaco spingerà cani e padroni a rinchiudersi in casa e più questi ultimi faranno casino…

    Semplice matematica cinofila 2+2=4 ah già dimenticavo…è un politico, cosa dobbiamo aspettarci se non la più profonda ignoranza??!! ;-)


    Vota il commento: Thumb up 0

    • Scommettiamo che se anche ci fosse l’area cani sarebbe costantemente invasa di cacche e nessuno dico nessuno ci andrebbe? E chi la userebbe lo farebbe solo come cesso canino?
      Esattamente come vedo succedere qui da me.
      Quando ci portavo Nala era rarissimo vedere altri cani. E ora non ce la porto più perchè fa schifo per colpa dei padroni incivili.


      Vota il commento: Thumb up 0

      • Non so dove vivi Silvia, ma qui a Pistoia le aree di sgambamento sono molto frequentate e, nonostante questo, sono pulitissime e curate dal Comune. Poi per l’amor del cielo, di gente incivile c’è pieno il mondo, ma questo indipendentemente dal divieto di abbaio ;-)


        Vota il commento: Thumb up 1

        • Eh purtroppo nel mio paese non è così. Gente incivile, comune che se ne frega.
          Gia nel paese accanto è diverso, per carità, l’area cani non c’è, ma è pieno di cestini appositi per le feci con rotolo di sacchettini (gratis) incorporato sempre presente.
          Da noi accanto alle 3 aree di sgambamento ci sono i 3 bidoni appositi con distributore di sacchetto a pagamento. Comunque mai visti i sacchetti.
          Qui poi purtroppo la cultura cinofila sta sotto i tacchi. :(


          Vota il commento: Thumb up 0

    • scusate ma avete visto la foto panoramica di quel paese?


      Vota il commento: Thumb up 0

  15. io dico solo una cosa: ma il sindaco è idiota, cretino o tutti e tre?? è come impedire a un umano di parlare, porca miseria! nel condominio di un mio conoscente che ha un alano di 6 mesi che vengo spesso a trovare, ci sono 10 cani compreso lui di cui 4 non escono mai: uno spitz fobico sempre in terrazzo, un jack russel isterico, e una coppia di cani bianchi non identificabili che in 3 dico 3 anni nessuno ha mai visto. ah, e come dimenticare il cane di cui il mio conoscente non sapeva neanche l’esistenza visto che in 3 anni non è mai uscito? pare che viva in kennel sul terrazzo… ma si può?? e appena inizia uno ad abbaiare, subito esce il padrone di turno che urla con la scopa in mano di starsi zitto… gente di cultura a rispetto nulli e inesistenti..


    Vota il commento: Thumb up 0

  16. giancola michele

    sono un cittadino di cerro al volturno e vorrei porvi all’attenzione che il nostro sindaco nn è un novello a ordinanze del genere voglio ricordare che circa un’anno fà ha fatto un’ordinanza di rimozione di n tre galline perchè asseriva che davano fastidio agli abitanti vicini alla rimessa delle galline


    Vota il commento: Thumb up 0

  17. Hidden due to low comment rating. Click here to see.


    Commento con voti bassi. Tu cosa ne pensi ? Thumb up 0

  18. Da me abbiamo il problema contrario; vicini talmente cafoni e maleducati che ascoltano la música ad un volume talemnte alto da dare fastidio ai nostri cani (oltre che a me e a mia moglie). E i cani iniziano ad abbaiare per lamentarsi del rumore… Ci hanno stressato talmente tanto (a me, a mia moglie e ai nostri due cani) che sono felice di cambiare casa (tra tre mesi).
    Ma per rivalsa probabilmente affittero una parte della casa ad un amico che vuole usarla come pensione per cani…


    Vota il commento: Thumb up 0

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.