mercoledì 5 Agosto 2020

Striscia parla dei cuccioli dell’Est: tutti chiedono come adottarne uno. E io sbrocco

Dello stesso autore...

I perché cinofili: perché il cane sbava?

di VALERIA ROSSI - "Perché" richiesto da un'amica su FB, a cui si possono dare diverse risposte a seconda del fatto che il cane...

Ti presento il… Volpino italiano

di VALERIA ROSSI -  Si potrebbero girare diversi film sul volpino: "Un italiano in America", "Un italiano in Germania", "Un italiano in Danimarca"... e...

Da grande voglio fare il cinofilo…

... ma come, dove, con chi? Domande difficili per un mondo difficile.

Ti presento il… Bullmastiff

di VALERIA ROSSI - Me ne sono trovata davanti una bella coppia a "Cronache animali", e ho pensato "Oddio, possibile che non abbia mai...
Valeria Rossi
Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). Ci ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.

stoppaest1DISCLAIMER: essendo una sbroccata dichiarata, e neppure un vero e proprio articolo, questo pezzo è pieno (ma proprio pieno zeppo) di parolacce.  Sorry, non avrei potuto esimermi dallo scriverle.
Se vi danno fastidio, però, potete esimervi voi dal leggere.

di VALERIA ROSSI – NO, non voglio parlare dei cuccioli dell’Est. Non ne voglio più parlare almeno per qualche mese: esigo una tregua.
Sono più di trent’anni che ne parlo in ogni possibile occasione e a qualsiasi possibile platea: dai giornali, dalla radio, dalle televisioni (solo quelle private e piccolette, perché quando ho cercato di parlarne a RAIUno mi hanno prontamente incerottato), da tutti i dannatissimi libri che ho scritto, in tutti gli stage, i seminari, gli incontri a cui partecipato. Ne parlo pure all’area cani con le Sciuremarie. E più volte ne ho parlato anche da questo sito.
Mo’ basta.
Ormai tutti quelli che potevo raggiungere, credo, li ho raggiunti: se hanno voluto capire, bene… e se da quell’orecchio non ci volevano proprio sentire, mi arrendo.
Sono molto contenta, però, che l’argomento l’abbia trattato Striscia: sia perché il servizio stavolta era fatto bene (quel che è giusto è giusto)… sia perché, ovviamente, Striscia può raggiungere in una sera un numero di orecchie – e di occhi – millemila volte superiore a quello che io potrei raggiungere in cinque o sei vite. E quando c’è un messaggio importante da lanciare mi sta bene chiunque, purché lo lanci nel modo giusto.
Stavolta Stoppa l’ha fatto nel miglior modo possibile, ponendo gli accenti giusti là dove andavano posti
Sta di fatto, però, che al primo moto di soddisfazione, leggendo su petpassion.tv l’articolo che parlava di questo servizio, è immediatamente subentrata la doccia fredda.
Per via dei commenti.
Tolto il primo, infatti, che è un’ulteriore accusa al negozio in cui è stato girato il video… TUTTI i commenti successivi sono di persone di taaaaanto buon cuore che si dicono disponibili ad adottare uno dei poveri cuccioletti sequetrati.
Ci sono solo due voci fuori dal coro: tale Zais, che scrive (e per questo si abbia la mia personale standing ovation): “Fa gola a tanti prendere un cucciolo di razza gratis eh?! ma perchè non andate nei canili ad adottare un cucciolo voi amanti degli animali!!!”, e  la povera “nonna Lina”  (l’ultimo dei commenti, almeno di quelli che ho letto io) che chiede di essere salutata da Iachetti in trasmissione: e vabbe’, qui glissiamo perché queste cose mi fanno troppa tristezza.

stoppaest2Purtroppo, però, il punto non è solo quello sollevato da Zais.
Non è solo la vecchia, bieca storia “stile Green Hill” in cui tutta ‘sta gente a cui non è mai passato per l’anticamera del cervello di adottare un cane al canile diventa improvvisamente prontissima a mettersi in casa il cucciolo di razza gratis.
Qui c’è di peggio, ma di MOLTO peggio. C’è la nettissima sensazione che di tutto ciò che ha detto Stoppa in trasmissione (e di cose ne ha dette, eh! Ha detto che i cuccioli sono tutti di età inferiore a quella prevista dalla legge, che hanno viaggiato in condizioni disumane, che molti sono malati, che alcuni sono già morti…) NON SIA PASSATA UNA SOLA PAROLA.
L’unico messaggio che è realmente passato è stato “cuccioli di razza gratis! Abbuffatevi!”, mentre è rimasto del tutto inascoltato tutto ciò che contava davvero.


Alcuni dei commenti sono davvero allucinanti.
Ve ne copincollo una piccola compilation:

2 mesi fa ho comprato un cagnolino di razza al negozio a Napoli. Dopo 1 settimana il cane è morto. Ho pagato £500 per un piccolo maltese aveva 2 mesi. Il proprietario sto aspettano da alcuni mesi che mi diano un’altro cagnolino però lui vuole più soldi per un’altro più piccolo. Ieri ho visto Striscia la Notizia è ho visto che e uscito questo negozio, è penso che abbiano fatto bene a predere quei cagnolini per fare delle analissi. Spero che quando dianno in adozione i cani possa avere anche io un’opportunita di adottare uno. Io ho tutti i documenti del cane che è morto è anche del vetterinario che mi ha detto che era malato.

A parte che le parolacce partirebbero già per l’italiano… ma la sciura si firma “Johanna” e possiamo illuderci che sia straniera…almeno una cosina sobria ed elegante viene spontaneo dirgliela.
Tipo: MA PORCA PUTTANA! Te ne è già morto uno e ne vuoi un altro che arriva dallo stesso negozio, dalla stessa fonte, da un sequestro in cui già ti dicono che molti dei cuccioli sono morti?!?
Ma ti diverti? Ti piace vederli crepare?
L’hai capito o no, che quei cani sono TUTTI UGUALI,  tutti potenzialmente malati, tutti con la vita appesa ad un filo?
Bisogna farti un disegnino?
Non hanno preso quei cagnolini “per fare delle analisi”, sai? Hanno preso quei cagnolini perché si è configurato il reato di maltrattamento, oltre a quello di truffa. Perché dei cuccioli poco più che neonati hanno fatto un viaggio infernale… e se alcuni di loro non sono neppure sopravvissuti, non è che quelli rimasti possano essere sani come pesci.
Ora, io posso capire l’ingenuo che nulla sa (e nulla si sforza di sapere), capita di lì per caso e prende la fregatura.
Ma tu che ci sei già cascata una volta, come puoi pensare di prendere un altro cane dalla stessa fonte? Ma come fai?
Guarda, facciamo una bella cosa: il disegnino, fallo tu a me. Perché proprio non riesco a capirti.

Io ho visto il servizio e ho pianto per il dispiacere di vedere quei piccoli esserini tenuti cosi’. Io vorrei adottarne uno visto che non posso acquistarlo se vorrete contattarmi ve ne sarei grata. Il chihuahua che Stoppa ha preso in braccio mi ha fatto innamorare a prima vista. Lo curerei come se fosse un bimbo, ho avuto un gatto per 13 anni e l’ho amato come un figlio

Ma brava. Bravissima. Sei una grande.
Non puoi permetteri di comprare un cucciolo e ti metti in casa il frutto di un sequestro di cani dell’Est, che terrai “come un figlio”. Solo che, ciccia… guarda che non è proprio la stessa cosa. Perché, se ti si ammala il figlio, c’è la mutua. Per i cani no.
Quando ti si ammala il cane, sono cavoli tuoi: devi portarlo dal veterinario e pagare le cure euro su euro. Se non hai i soldi per comprarlo, il cane, come stracazzo pensi di poterlo curare? E ancora capirei se tu andassi in canile a prenderti un bel cagnolotto sano, vispo e arzillo: ma NO! Tu vuoi uno di questi cuccioli, dopo aver sentito che molti di loro sono già crepati.
Quindi non siamo all’ipotesi del “SE” ti si ammala il cane: qui l’ipotesi è già reale. Questi cuccioli stanno male già da ora.
Chi gliele pagherà, le cure, a questo tuo “figlio” senza mutua?

Poi abbiamo quelli che si scelgono pure razza, sesso e colore:

Salve vorrei addotare un cane che avete sequestrato ieri a Napoli sarei molto grata se mi sarebbe dato in adozione un chihuahua toy  (sic) femmina o un carlino”.
_________________________________________________________________________________

Ciao sono interessata ad uno dei cuccioli sequestrati a Napoli… il cocker andrebbe bene o anche quello tutto bianco…

Unica risposta possibile: “e una fettina di culo con un po’ di limone, ce la vogliamo mettere?”
Tra l’altro non sanno neanche di che razza stanno parlando. “Quello tutto bianco”: non importa cosa sia. Forse deve fare pendant col divano?

E di quella che pensa già a sostituire il cane che sta tirando le cuoia, ne vogliamo parlare?

Carissimi amici di striscia, come tutte le sere vi guardo e ieri ho visto Edoardo e quei cuccioli, ho un barboncino di 14 anni che ci sta lasciando in famiglia è adorato da tutti noi, mi piacerebbe se possibile adottare uno di quei piccoli che ho visto in particolare un cavalier king o qualsiasi altro cucciolo bisognoso di affetto .

E meno male che era adorato da tutti: pensa se non gliene fregava nulla! Gli davano direttamente una botta in testa?
Che poi non c’è solo il cinismo, eh… c’è anche il fatto che i cuccioli dell’Est possono avere addosso una compilation di malattie letali: quindi mettiamone subito uno assieme al vecchio barboncino malato, dài. Che così magari schiatta prima e si leva di torno, che così decrepito e malconcio non fa più divertire nessuno.

Notare che in quasi tutte queste richieste di adozione si menzionano i bambini di casa.
Dopo che ci sbattiamo tutti da secoli a spiegare che i cani non sono giocattoli, non sono peluches, sono esseri viventi che corrono enormi rischi se lasciati in pasto ai bambini… ecco qua:
“Spero di ricevere una vostra notizia e di riuscire ad accontentare la mia bambina di 3 anni…”
“Vorrei adottare un cucciolo della puntata del 4 febbraio, ho due bambine piccole che non vedono l’ora di coccolarlo…”
“Ho due bimbi piccoli e sarei felicissima di adottare uno di quei cuccioli!..”
C’è pure il lapidario: “Vorrei un cucciolo per mio figlio, grazie”.
E bon, non si sforza di aggiungere una riga.
Meno male che c’era la crisi demografica! Sono TUTTI pieni di bimbi, tutti belli piccolini, così almeno il cucciolo di piccola taglia possono massacrarlo a piacere (perché dubito fortemente che questa gentaglia che sbava dietro al cane gratuito, fottendosene di ciò che ha passato e pensando solo a darlo in pasto ai bambini, si possa poi preoccupare di come questi bambini lo trattino).
Ma prima di chiudere, beccatevi ancora questa.
Che è il top. Quella da hall of fame. Il premio Pulitzer della deficienza.
Pronti? Via!

… (omissis)… da quando il nostro Lycos è volato in cielo i miei bimbi sono spesso tristi e vorrei rallegrarli con la presenza di un cucciolotto da amare, ma non vorrei mai comprarlo perchè per me significa incrementare la vendita illegale di cuccioli da tutto il mondo

Se però il cucciolo vittima del traffico illegale te lo regalano, allora ti va benissimo?
Un sol motto mi sorge spontaneo dal cuor:  MA VAFFANCULO!
E con questo chiudo, perché non ce la faccio più a leggere e tantomeno a scrivere. Al massimo posso andare a vomitare.
Fine sbroccata.

Ti piacciono i nostri articoli? Sostienici!

La consultazione di “Ti presento il cane” è assolutamente gratuita, ma per noi ci sono alcune spese (il server dedicato costa!) e taaaanto lavoro.
Per questo, se qualche lettore (benemeritissimo!) pensasse di darci una mano, può effettuare una donazione (con Paypal o carta di credito).


Nella stessa categoria...

133 Commenti

  1. …. quindi il suggerimento è quello di lasciare questi cagnolini al loro destino nei canili???? andiamo al pratico e non facciamo demagogia!!! Ci sono oramai e qualcuno deve occuparsene!!!

    • no, il suggerimento è: lasciate perdere se non avete intenzione di spendere parecchi soldi e tempo(dal vet o da un educatore/addestratore) per questi cani…perchè non sono cuccioli sani, ne’ caratterialmente equilibrati…perchè sono cuccioli che sono stati staccati dalla mamma troppo presto, che non sono stati assistiti e curati come si deve…il suggerimento è: non pensare di prendere un cucciolo di razza aggratis, perchè su questi cani ci dovrai lavorare…perchè avranno bisogno di più accorgimenti e cure di un cane ben allevato…perchè non sono cani “per tutti”. ben venga qualcuno che vuole prenderne uno, ma solo se sa a cosa va incontro…a tanta fatica, soldi spesi, impegno… quanti ce ne sono di adottanti così? e quanti ce ne sono invece, che nella più totale ignoranza, pensano di prendersi un bel cucciolotto di razza senza spendere un soldo? e che poi magari, visti i problemi caratteriali o clinici, li ammollano per strada?

    • il suggerimento è quello di non prenderli convinti di stare facendo un affare (il cucciolo di razza gratis), anzi, un affare spacciabile per una buona azione, visto che di cani adottabili nei canili ce ne sono migliaia e disponibili tutto l’anno, e che un cucciolo sequestrato ti può far spendere in cure mediche più del prezzo di un cucciolo di razza sano e tipico acquistato in un allevamento serio.

  2. Ciao a tutti,
    premetto che ho un cucciolo dell’Est..l’ignoranza fa brutti scherzi! Ma avevo la speranza che il sapere aiutasse a non commettere ‘errori’ e invece da quello che leggo nell’articolo è veramente una situazione grottesca!?!?! Ma come si fa!?!?! Io l’ho preso in un negozio (ora non compre neppure più un giocattolino di plastica in negozi che vendono animali!)…..è arrivato malatissimo, ogni settimana dal veterinario, gastrite-bronchite-e chi più ne ha iù ne metta….ma eravamo ignari di tutto…E questi cari esseri umani dal cuore tenero dopo essere stati avvisati-informati-messi al corrente della situazione dei cuccioli ne vogliono uno!?!?BAH!!E comunque sono dell’idea che volerne uno -anche gratis o il risultato di un sequestro- incentivi comunque questa tratta, perchè dimostra che la richiesta è alta… non è il cane che è il miglior amico dell’uomo è l’uomo che è il peggior incubo del cane O_o (…senza far di tutta l’erba un fascio però!!).

  3. “La televisiun la g’ha ‘na forsa de leun…”
    così cantava Jannacci tanti anni fa!

    sì, ok ok, è vero, il cucciolo di razza o pseudo razza aggratis, c’entra pure quello…ma cosa dire del cane adulto gettato nel cassonetto qualche giorno fa? anche per lui sono tante le richieste di adozione. E sapete perché? sì, lo sapete…la televisiun! oppure un altro media…

    mi viene in mente una vecchia barzelletta…
    il figlio di uomo di sinistra chiede: “Babbo, ma è vero che i coccodrilli volano?” “O che bischerate tu dici?”
    “…e l’ho letto su l’Unità!” “Volano!?…insomma, via…VOLICCHIANO!”

    Era scritto su l’Unità, qualcosa di vero, per un uomo di sinistra e toscano di tanti anni fa, doveva pur esserci!

    Al giorno d’oggi, invece, se l’ha detto la televisione significa che è vero! se l’ha mostrato la televisione ha maggior valore…

    Provate a mettere un cagnolino di 5 anni sul bancone di Striscia per qualche puntata…un cagnolino non somigliante ad alcuna razza e magari bruttarello…se decidessero di darlo in adozione arriverebbero MIGLIAIA di lettere, mail, telefonate! e da parte di chi?? ma certo! dalle migliaia di persone che non si sognerebbero di adottare lo STESSO cagnolino se fosse in un box del canile.
    Provate a mettere i cagnolini di pseudo-razza in una scatola e cercate di regalarli al mercato; e provate invece a metterli nella vetrina di un negozio e venderli a 300 euro. Bravi! avete già capito…

    • E’ vero che la televisione rende tutto piu’ “attraente” pero’ credimi per i cuccioli di razza sequestrati c’e’ sempre la ressa senza bisogno del contributo di nessuno…

    • Nella societa’ delle apparenze un “cucciolo di striscia” equivale a una marca di lusso, cosi come il “famoso cane del cassonetto” o il cucciolo “quello marrone che stava in alto a destra nelle inquadrature l’ altro giorno in televisione”. Il “cucciolo di striscia” e’ unico, e’ un “qualcosa” (secondo la mentalita di tante persone) che pochi possono vantare e che rende unico chi lo ha. Quasi un “pezzo da collezione”; e se uno volesse guadagnarci sopra, ti immagini a quanto potrebbe offrire le monte del “cucciolo di striscia”? E quante ragazzine fissate con la moda si metterebbero in fila per un cucciolo figlio di cotanto cane? Lo so, e’ tristissimo, ma altrimenti non si spiegherebbe perche tutti vogliono il cucciolo visto in televisione e pochi un “cane anonimo” del canile, anche se fosse piu bello, sano ed equilibrato

  4. Elena…
    Secondo me il punto è un altro.
    Da quello che hai scritto sembri una persaona che si è presa delle responsabilità da questo punto di vista. E per questo meriti sen’altro rispetto. Anche io ho in casa un cane sequestrato che viene dal’est.
    Il punto é che non sono tutti come te, e se leggi i 3 commenti che ha preso Valeria o vai a leggerti tutti gli altri vadrai che non sono tutti capaci e in buona fede quanto te.
    Dal mio punto di vista spero solo che qualcuno abbia cura di questi cani e che trovino una sistemazione decorosa.
    Non si vuole fare di tutta l’erba un fascio, ma scoraggiare chi vuole appunto il cucciolo di “razza” senza pagare. Le virgolette son d’obbligo.
    Quindi non prendertela e sorridi! 🙂 spero che la tua cagnetta stia bene!
    Ciao

  5. Secondo me guarda hai veramente esagerato!! Fare di tutta l’erba un fascio non mi sembra corretto!!! IO HO SCRITTO PER ADOTTARE UN CANINO DI STRISCIA MBEH???? E per la cronaca IO nel 2008 ho adottato una cagnetta al canile che aveva tre anni mezza spelacchiata e praticamente cieca e con una zampetta un po più corta delle altre e che aveva appena partorito, traumatizzata, sequestrata ad un campo nomadi, che aveva paura dei cani e dei bambini (compresi i miei inizialmente tanto per gradire!)!!! MBEH?!?! LA AMO ALLA FOLLIA! E da poco, se ti può interessare, le ho dovuto far asportare un occhietto (ma già lo sapevo al momento dell’adozione)!! E ho adottato anche due gatti al gattile!!! E perchè dopo aver visto quei cucciolini bisognosi che certo sono bellissimi per similitudine alle razze “famose” tu mi vorresti crocifiggere?! Dici che sono destinati molti a morire?? Meglio che muioiano in braccio a me ed ai miei figli piuttosto che dove stanno ora!! Non mi spaventa proprio la cosa!! Allora dovremmo abbandonarli tutti per non scandalizzare la tua anima filantropa e delicata?? Non credo proprio!! Sicuramente sei una persona speciale per il tuo impegno ma non devi esprimere giudizi così radicali!!! Nel rispetto di chi ama TUTTI gli animali, di razza e non…. questi cucciolini ci sono e qualcuno li deve amare!! Se sarò io una di queste ben venga!!

    • Elena sinceramente il tuo commento cosii aggressivo mi lascia perplessa…io non ho letto da nessuna parte nell’articolo di Valeria che quei cuccioli devono morire soli, ma che tante troppe “anime pie” si svegliano per adottare solo in questi frangenti, facendosi passare ipocritamente per benefattori quando in realta’ credono di aver fatto l’affare del secolo (credono perche’ non hanno la nn che minima idea dei problemi seri che quasi certamente questi cani avranno)….ora tolto che a queste persone nn bisognerebbe affidare neppure un trudy, una casa bisogna pur trovargliela cercando degli adottanti seri, se tu credi di far partr di questa categoria perche ti arrabbi? Se si e’ nel giusto non ce n’e’ ragione le sbroccate aggressive e immotivate mi fanno sempre sospettare un pelo di coda di paglia….

    • Tu hai adottato altri cani in canile e quindi puoi anche pensare di adottare uno di questi: ma il 90% delle persone che telefonano scrivono ecc. non si sono MAI sognate di metter piede in un canile. E con quelle ce l’ho.

  6. guardiamo in faccia alla realtà, se vuoi un compagno peloso vai in canile e ne adotti uno alto basso largo stretto giovane vecchio ecc ecc , se vuoi un cane di una determinata razza apri il portafoglio vai in un Allevamento con le contropalle paghi e porti a casa il tuo cane , chi cerca il cane di “razza” “aggratis” vuole solamente fare il furbo , con i cani non si può e non si deve risparmiare mai, se veramente ami una determinata razza riesci sempre in qualche maniera a risparmiare per trovare il tuo cucciolo, se parti volendo risparmiare 99 volte su 100 finisci nei casini ! si rinuncia a un vestito a una vacanza si mettono via i soldini e poi si compra il cane dall’Allevatore serio che saprà anche aiutarti e consigliarti, se invece vuoi solo un peloso da coccolare e amare si va in canile e si prende quel che c’è senza cercare la perfezione! Scusate ma ho sbroccato anche io

    • @chicco:

      concordo al 100%, però c’è un opzione in + x chi volesse un cane di razza ad un prezzo minore, ma badando alla qualità e al benessere del cane (fermo restando che uno deve scegliere questa opzione se non gli importa di avere un cane da esposizione o di prendere un cane cucciolo ecc, ma gli piace la razza tal dei tali x motivi solidi, e non perchè non ha i soldi x comprare il cane a prezzo pieno visto che fra mantenimento e spese veterinarie si spende ben + che a comprarlo):
      – si può chiedere all’allevamento BUONO (se ti piace una certa razza ma non vuoi fare esposizioni ne allevare) di darti un soggetto della razza X che abbia qualche difetto di standard rilevante, ma che non pregiudica la salute (ottenendolo quindi ad un prezzo minore o talvolta perfino gratis come è capitato ad una mia amica con un alano dal colore non indesiderato ma senza alcuna patologia o problema, e adesso ha quasi 10 anni): l’esempio + frequente sono cani di alcune razze con colorazioni del mantello giudicate indesiderate come un boxer bianco non sordo ad es, o un bulldog nero focato.
      – chiedere ad un allevamento buono di darti ad un prezzo inferiore un cane rimasto invenduto o un cane che x limiti di età non può + essere usato come stallone/fattrice (ma si deve essere certi che l’allevamento non trascuri mollando sempre in box questi cani fino al momento dell’affido, sennò si avranno cani con problemi comportamentali).

      Certamente queste opzioni non servono tanto a far risparmiare chi vuole un cane di razza comunque ben selezionato (visto che la vera spesa non è il costo iniziale, e che certi difetti comunque possono aumentare il rischio di patologie, quindi se non si conosce la materia si rischia molto; inoltre non penso che i cani di razza con mantelli non in standard o simili o stalloni e fattrici in pensione disponibili x la cessione a privati gratuita o ad un prezzo concordato, siano poi così tanti), ma possono far felici alcune persone a cui piace il cane della razza X ma a cui non interessa fare esposizioni e/o avere un cane cucciolo a seconda dei casi…e aiutare un allevatore a trovare una buona casa x alcuni suoi cani in età da pensionamento o alcuni cuccioli sani belli e tipici ma con qualche difetto estetico che non ne pregiudica la salute.

      …Oltre all’adorabile staffy della Redazione conosco (e questa volta personalmente: è uno dei rari cani amici della mia pitbulla, e sono amici da moltissimi anni) un pastore belga maschio che una signora ha preso gratis da un allevamento dove aveva fatto lo stallone x 8 anni: ora ne ha 16 e anche se ha un po’ di cataratta porta benissimo i suoi anni ed ha sempre avuto un carattere + che invidiabile; conosco anche una femmina di doberman a fine carriera come fattrice che è stata ceduta gratis ad una famiglia che aveva comprato anni prima un doberman maschio dal medesimo allevamento; in + una mia amica con cui andavo a cavallo molti anni fa ha preso un alano femmina merle, ma esente da problemi fisici, che aveva 4 mesi circa ed era rimasta invenduta all’allevatore, che la cedette gratis a patto che il soggetto venisse sterilizzato (però non so quanto fosse serio visto che, forse x indurla a prenderla, ha detto che altrimenti sarebbe stata soppressa come “soggetto indesiderato” x via del colore, e questa cosa anche se magari è diffusa in certi ambienti, in Italia è completamente illegale!!)..

      • certo ma questo chi lo fà? quasi nessuno, per arrivare a questo devi essere ben inserito in un determinato ambiente e quindi si presuppone che il pensiero di voler un meticcio simile alla razza che ti piace non ti sfiori nemmeno 🙂 in linea teorica il tuo discorso non fà una piega è a livello pratico che scricchiola , non so se capisci quello che voglio dire, ci sono persone che fanno fatica a riconoscere una determinata razza e tu parli di mantelli differenti 🙂 🙂

  7. probabilmente mi sono spiegata male, vorrei che fosse chiaro che io sono molto molto felice che vengano adottati tutti i cani di razza sequestrati, quello che volevo dire è che molta gente (non tutti) si fa molto prendere dalla notizia passata alla tv e, se non riesce ad avere un cane ‘famoso’, magari perchè non ritenuti adatti alla tipologia del cane richiesto, non si ‘accontenta’ di adottare un semplice meticcio … se così non fosse tutti quelli che avevano richiesto i beagle di G.H. avrebbero potuto, come dicevo, svuotare diversi canili …

    anche al nostro canile quando chiedevono dei cani sequestrati e veniva loro risposto che non ce ne erano più, non venivano però a vedere gli altri ospiti … a me questo sembra un atteggiamento quanto meno ‘strano’

    sono andata a lavare il mio ‘cane fantasia’ e nella toelettatura c’era una signora mai vista prima che però ha voluto a tutti i costi dirmni che il suo cane veniva da un allevamento messo sotto sequestro … io non mi sognavo neppure di stare a raccontarle la storia della mia pelosa …

    non so … sarà per tutto quello che si vede facendo volontariato in un canile ma io certe cose faccio fatica a compenderle

    • Quindi le mode assurde adesso sono tre; i minicani da borsetta di razze inventete (toy, minitoy, teacup, minitoynano…) i cani dei dog-designer (che per fortuna in italia ancora non si diffondono ma che negli usa gia spopolano) e i cani salvati nei sequestri…
      Certo che tutto questo non fa un gran bene alla cinofilia…

  8. con le richieste che ci furono per i cani di Green Hill si sarebbero svuotati canili interi oltre a dare una famiglia ad ogni Beagle …

    però non mi pare sia andata così, per lo meno il mio canile non si è svuotato!

    l’hanno scorso anche al canile da noi furono ospitati cani sequestrati da un allevamento … non erano tantissimi, una ventina, andarono via in un attimo mentre gli altri oltre 200 cani stavano a guardare 🙁

    credo che ci sia gente che, non solo vuole il cane di razza gratis, ma poi ama ‘tirarsela’ quando va a passeggio dicendo a tutti ‘io ho preso un cane di XXXX’

    VIVA I CANI DI RAZZA ‘FANTASIA! 🙂

    • Buongiorno Barbara, scusi la franchezza ma se adottiamo solo il suo approccio al problema, non solo non svuotiamo i canili dagli splendidi esemplari “fantasia” ma aumentiamo l’affollamento ulteriore dei canili……

  9. Mi scusi capisco la sua furia iconoclasta verso chi “vuole il cucciolo di razza gratis” ma, fatti i debiti e doverosi controlli non è meglio cercare di darli in adozione anche a chi vuole solo “cuccioli di razza”? si potrebbe tranquillamente farli pagare (una cifra ragionevole) da devolvere ai canili o trovare qualche soluzione similare……

    • Piero, la sua proposta “sulla carta” risulta ottima per non andare ad aggiungere altri cani a canili già strapieni, ma anzi dargli un ritorno economico per aiutarli. Il fatto è: come possono trattare il cane dei padroni di questo tipo? Gente che sceglie il cucciolo per colore e risparmio economico senza preoccuparsi della salute (facilmente compromessa) che farà del cane adulto quando dovrà andare in ferie? o quando si ammalerà e le sue cure cominceranno a costare (anche stando bassi) botte da 50 euro? e quando sarà vecchio e acciaccato?

      • Tenga presente una cosa, innanzi tutto non possiamo dare dei giudizi “a prescindere”, come vengono effettuati dei controlli per dare in adozione normalmente i cani dai canili, si potrebbe, in questo caso effettuare controlli leggermente più “accurati”. Consideri inoltre che l’esborso richiesto, seppur minimo, è di per sè stesso già una forma di “selezione”. Le porto un esempio al fine di esternare al meglio il mio pensiero:
        conosco personalmente una signora di poco più di sessant’anni che ha perso da poco il lavoro, nella sua vita si è sempre accompagnata con cani di varie dimensioni e razze. I primi comprati e altri adottati da canile. (Ha lavorato per più di 10 anni come assistente in uno studio veterinario) ultimamente si è “innamorata” della razza maltese (non è interessata ad un cucciolo di pura razza per capirci meglio) ma, visti i costi è impossibilitata ad acquistarlo. Credo, ad esempio appunto, che persone di questo genere sarebbero la perfetta soluzione per questo genere di adozioni.

        • Se la signora in questione non ha i soldi per comprare un maltese da allevamento, come farà a far fronte alle spese di un maltese probabilmente ammalato? Quando un cane sta veramente male cominciano a volare fogli da 100 tra veterinario e medicine (ci sto passando in questo momento). Conviene veramente rivolgersi ai canili cercando un cagnetto bianco a pelo lungo magari di un paio di anni di cui almeno i problemi di salute si conoscono già… e ce ne sono credo.

        • capisco perfettamente la signora in questione, tuttavia mi accodo a quanto detto da Marco: un cane proveniente da un sequestro ha ottime probabilità di diventare una spesa immensa.
          Inoltre permettimi di sottolineare che questi dei sequestri non sono affatto coni di razza, sono cani di finta razza.
          Imitazioni che per dirla spicciola “van bene per i cretini”.

          Alcuni sono più carini, ma la maggior parte sono proprio orribili, completamente fuori taglia (per la famosa serie “yorkshire giganti” e “cavalier king charles spaniel” da 15kg…).
          Il loro carattere è un terno al lotto, se va bene assomigia allo standard, se va male è opposto.

          Una signora innamorata della razza per le sue caratteristiche in uno di questi cani potrà vedere solo un “bel meticcio”.

          Per queste adozioni ci vuole gente coraggiosa, che abbia prima di tutto le basi economiche giuste per far fronte ai problemi (perchè le botte da 100€ di cui parla marco non sono al mese, sono a settimana, e quando hai il cane malato o li spendi o ti attacchi).
          Persone che sappiano prima di tutto amare i cani per quello che sono, ovvero dei meticci con fattezze simili alla razza X, e che magari abbiano tempo a sufficienza per seguire una riabilitazione degli eventuali traumi psicologici.

          Inoltre vederli magari morire a tre, quattro o cinque anni per malattie genetiche proprio quando credevi che fosse tutto sistemato è una sofferenza atroce alla quale ti devi arrendere.

          Io credo che per tutte le adozioni ci voglia cuore, ma per queste ce ne vuole molto d più del solito.

      • Tenga presente una cosa, innanzi tutto non possiamo dare dei giudizi “a prescindere”, come vengono effettuati dei controlli per dare in adozione normalmente i cani dai canili, si potrebbe, in questo caso effettuare controlli leggermente più “accurati”. Consideri inoltre che l’esborso richiesto, seppur minimo, è di per sè stesso già una forma di “selezione”. Le porto un esempio al fine di esternare al meglio il mio pensiero:
        conosco personalmente una signora di poco più di sessant’anni che ha perso da poco il lavoro, nella sua vita si è sempre accompagnata con cani di varie dimensioni e razze. I primi comprati e altri adottati da canile. (Ha lavorato per più di 10 anni come assistente in uno studio veterinario) ultimamente si è “innamorata” della razza maltese (non è interessata ad un cucciolo di pura razza per capirci meglio) ma, visti i costi è impossibilitata ad acquistarlo. Credo, ad esempio appunto, che persone di questo genere sarebbero la perfetta soluzione per questo genere di adozioni.

  10. Al di là dello schifo che sale leggendo quei commenti (da un lato sarebbe bello se chi si è reso così “generosamente” disponibile ad adottare un cucciolo fosse poi OBBLIGATO a prendersi un cane qualsiasi dell’associazione che si occupa delle adozioni, non soltanto i cuccioli sequestrati in quest’occasione, anche se, poveri cani, forse padroni così disgustosi non se li meritano proprio) ce n’è uno che li batte tutti: quello del padre che non prende il cane nel canile perchè alla figlioletta di TRE, e dico TRE anni, non piacciono! Ecco, io a quest’uomo gli darei un bel calcio dove non batte il sole. Cioè, strumentalizzano cani e bambini. Se fossi la bimba mi sarei offesa da morire.

  11. ma la cosa bella e che dopo averli adottati se la menano pure , eh sai ho fatto il sacrificio di adottarlo poverino(ma vai al canile per dio),approfittatori!! tipico dell’essere umano.

  12. Cara Valeria, prima di ammalarmi seriamente mi occupavo di queste cose, perchè purtroppo è vero, se non passan dall’Asl e vanno da ambulatori privati verran dati all’amico, all’amico dell’amico e all’amico dell’amico dell’amico, dopodichè esiste una sporca ricommercializzazione dei cuccioli importati, che vengon smistati da amici negozianti dei veterinari di sottobanco! Qualcuno sà che per riscattare i cuccioli si è obbligati a pagare una sanzione pari a 187 euro di multa perchè i soggetti non hanno fatto l’antirabbica??? più l’antirabbica obbligatoria 30/35 euro a seconda dell’ambulatorio..Quindi un canile pubblico non se lo può permettere, canili privati ce ne sono pochi e comunque i pochi non son disposti a spendere!!! Ho recuperato 3 carlini con displasia della rotula, pagato, operato, rimesso in piedi, svermato, vaccinato e consegnato ad adottanti per la sola cifra inizialmente pagata, cioè 187 Euro! Il resto??? Pazienza, ma i cani stavan bene, questo era importante!!! L’altro gioprno cucciolo di barbone grande mole; sequestro circa un mese fà rimesso in piedi, vaccinato, svermato, consegnato… Spese? 250 euro, dato per offerta a canile 100 euro! Dico 100 e ne ho spesi 250 per metterlo a posto! Ma la mia è e rimane solo una soddisfazione e non un guadagno, è chiaro non posso più andar avanti così, oltre a problemi economici mi si aggiunge la salute, ma lo sfizio di veder cani sani, giusti ed equilibrati trovar famiglie contente è troppo grande!!!Ho visto comunque negli anni veterinari approfittarsi di situazioni, ora ne è un esempio palese chi ha recuperato 6 cuccioli d’importazione e li stà vendendo a 250/300 euro cad con un solo vaccino!!! Credi è vero!!! E questa cosa è a dir poco penosa!!!

    • Già, già … le voci che si rincorrono sul confine Friulano non erano poi così dissimili…
      Altro problema… secondo voi che fine fanno i cuccioli arrivati dall’est in Italia invenduti (e non sequestrati), che restano quindi sul “groppone” dei trafficanti???
      Secondo me una gran brutta fine…

      • a quanto ne so una famosa catena di negozi li fa girare da un negozio all’altro finchè non trovano acquirenti.
        E’ raro però che gli rimangan cani invenduti perchè di solito ne fan girare un paio da esposizione e gli altri li danno su prenotazione quindi li fanno arrivare quando hanno già la caparra in tasca.

        Di certo non gli conviene ucciderli perchè sono comunque “merci già pagate” dal loro punto di vista, magari li mandano indietro come riprodutori.
        Anche se non so se sia un bene sopravvivere per fare una vita così.

        • ok, ma tu parli dei negozi… e dei cani venduti online? Basta fare una ricerca su e ci sia accorge che gli annunci sono per tutte le città più o meno gli stessi, come se ci fosse una sorta di sistema di distribuzione all'”ingrosso” di cuccioli che gestisce gran parte delle vendite.
          Di certo quando inviano i cuccioli (anche se su prenotazione) devono tener conto che una parte morirà durante il viaggio, una parte potrebbe essere sequestrata, una parte all’arrivo sarà così debilitata da non poter essere venduta e una parte potrebbe semplicemente non essere di gradimento dell’ acquirente che lo rispedisce indietro.
          Per cui mi aspetto che arrivi un buon numero in sovrappiù di cuccioli rispetto a quelli richiesti.

          E’ a queste tipologie di cuccioli “eccedente ” a cui mi riferivo.

          • oddio, io posso testimoniare solo per quel che ho visto e ti assicuro che quella catena di negozi i cani ed i gatti li gestiva così (invece pesci, roditori, tartarughe e simili quando erano troppo grossi o vecchi li faceva finire giù nel secchio senza troppi scrupoli, però ribadisco, io ho visto solo quella quindi non posso nemmeno sapere se tutte le catene di negozi fanno lo stesso).

            Conta che i cani in vendita non trovano quasi mai qualcuno che li faccia uscire e vengono spesso alimentati con tutti i rimasugli di magazzino, quindi non è raro che rimangano piccoletti e vengano venduti come “cuccioli” anche dopo i quattro mesi (inoltre sulle taglie piccole se non sei esperto è difficilissimo distinguere tra un cane di due e uno di quattro mesi).

            Abbandono? Soppressione? Riproduzione in batteria? Combattimenti clandestini? Sperimentazione illegale? Scenari da film con psicopatici mangiacani?

            Non saprei dire che cosa succede a questi cani quando smettono di avere valore come merce, ma tutte le alternative possibili mi fanno pensare che morte e abbandono siano quasi le possibilità più rosee.

  13. …Uno dei nostri siberian arriva dal canile, adottata quando aveva circa 6/7 anni, già adottata non una non due ma tre volte e per tre volte riportata in canile perchè considerata “ingestibile” come ci disse la volontaria la vogliono tutti perché è bella è di “razza” ma poi puntualmente ci viene riportata perché salta scappa e mangia i gatti… ricordo che il giorno dell’adozione arrivammo in ritardo al canile e la Bice era già fuori con signora figliamunita, al ritorno dalla passeggiata la bimba aveva deciso che voleva quel cane fortuna vuole che la volontaria quel giorno assieme a noi spiegò alla signora che tipo di cane fosse e di che tipo di vita avesse bisogno, beh da quella discussione venne fuori che la Bice sarebbe stata in giardino con il cancello aperto perché come disse la madre tanto si sarebbe abituata siamo in campagna….. evito di scrivere il resto delle stupidate che vennero dette quel giorno 🙂 un grazie alla volontaria che per una volta ha avuto il buon senso di dire di NO a una facile adozione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi articoli

Gli allevatori hanno creato troppe aspettative?

"La mia lavatrice ha garanzia a copertura totale.""Anche il mio cane viene da un allevamento prestigiosissimo."Potrebbe sembrare un dialogo da teatro dell'assurdo,...

Affidare il cane a pensioni o dog sitter: CHE ANSIA!

di DAVIDE BELTRAME - Visto il periodo potenzialmente vacanziero, anche se quest'anno nonostante l'ottimistico oroscopo di Paolo Fox probabilmente molte famiglie resteranno...

Il mio nome è Dora

Lo sguardo appannato e assente… traballante sulle zampe… non mangia e non beve… ecco, sdràiati qui, sulla coperta vicino al fuoco, e...

Seconda giornata di lavoro in acqua con il Centro Cinofilo Dogzilla ASD

Anche la seconda giornata di lavoro in acqua organizzata dal Centro Cinofilo Dogzilla a.s.d. è andata in archivio.Diciamocelo pure… è andata oltre...

Il commissario di ring

Il mondo delle esposizioni canine (come del resto tutto ciò che riguarda i cani) ha sempre avuto un certo fascino e suscitato...

Scarica la nostra app!

E' gratuita e potrai rimanere facilmente aggiornato su tutti i nostri contenuti!

Scarica l'app per sistemi Android
Scarica l'app per sistemi Apple

Restiamo in contatto!

135,263FansMi piace
558FollowerSegui
1,141IscrittiIscriviti
Condividi con un amico