fedics_canedi PASQUALE LANDINETTI – 

Venti anni di attività intensa sia sul piano operativo che sul piano formativo; per rispondere agli obiettivi di alta professionalità degli istruttori e di formazione di unità cinofile in grado di dare la massima garanzia di affidabilità nella prospettiva del delicato servizio che potrebbero essere chiamate a svolgere, la Fed.I.C.S. si è posta come condizione sine qua non un notevole investimento in cultura. Ciò significa acquisire ed approfondire nuove conoscenze e nuovi metodi di lavoro, non per differenziarsi dagli altri, ma per necessità e per l’esigenza di migliorare costantemente la qualità dell’attività operativa. La filosofia che sta quindi alla base di tutto l’operato di questa federazione è costituire gruppi di azione cinofila da soccorso che siano coscienti della loro funzione, che siano profondamente preparati per adempierla e che siano pronti ad intervenire.
Per adempiere a dette finalità tali unità devono essere ineccepibili sul piano tecnico, morale e non meno su quelli civile e sociale, proprio perché quando si viene chiamati ad un intervento di soccorso e di recupero di persone in superficie ed in macerie, si ha sempre a che fare con la scomparsa di esseri umani, unita al dolore e all’attesa di chi è in ansia per la vita di un proprio caro.
E’ evidente che in tali circostanze non ci può essere margine per l’improvvisazione e per l’incompetenza. Scopo della Federazione è la volontà di creare solide basi ed adeguate premesse di professionalità al fine di creare i presupposti per lo sviluppo di una cinofilia del sociale e perciò più a misura d’uomo, supportata da sicure conoscenze scientifiche. E’ in quest’ottica che dalla nascita la Fed.I.C.S. si avvale, durante i suoi Corsi periodici, della preziosa presenza di docenti internazionali specializzati in comportamentistica, etologia e veterinaria. Questa filosofia di formazione permette dunque di evitare che la cinofilia si riduca, come spesso accade, ad un semplice circolo cinofilo-ricreativo, diventando invece un laboratorio di idee e conoscenze in continuo aggiornamento. Infine non bisogna certo dimenticare che in questi venti intensi anni di attività la Fed.I.C.S. si è impegnata anche a livello internazionale, con la partecipazione a numerosi simposi.
I nostri tecnici hanno contribuito alla formazione di Unità Cinofile e Tecnici in Bulgaria, Messico, Cuba, Argentina, Ecuador, conseguendo riconoscimenti di grande valore internazionale.
La Fed.I.C.S. – Federazione Italiana Cani da Soccorso da diciassette anni svolge principalmente le seguenti attività:

• Formazione tecnico/operativa di Unità Cinofile da Soccorso per la ricerca di persona disperse in superficie o sotto le macerie
• Corsi di specializzazione per Unità Cinofile da Soccorso sulle varie specialità
• Corsi annuali per la formazione di Figuranti per Unità Cinofile da Soccorso
• Corsi Biennali per la formazione di Istruttori per Unità Cinofile da Soccorso
• Campionato Italiano di Ricerca per la verifica di Unità Cinofile da Soccorso

fedicscamp10Questo è quello che si legge sul sito della Federazione Italiana Cani da Soccorso: una presentazione e un programma impegnativo per gli obiettivi che si pone e per gli alti standard da conseguire sia per la Federazione stessa che per Organizzazioni federate.
Quest’anno la Federazione, nel suo vasto programma di iniziative tese alla formazione e alla verifica degli standard operativi delle unità cinofile aderenti alla Federazione, ha dato vita al 21° Campionato Italiano di ricerca in superficie.

fedicscamp15Un appuntamento importante e impegnativo per la Federazione, organizzato, oltre come momento di confronto tra le unità cinofile e come momento di verifica, anche con l”intenzione di far conoscere la cinofilia da soccorso ed essere un divertimento sia per i partecipanti che per gli osservatori.
Un Campionato dove non si esaspera l’agonismo, ma la precisione e il piacere di lavorare con il proprio cane stimolando divertimento e l’imprevisto, proprio come nel soccorso reale dove tutto è “imprevisto”.
I ring di gara, i campi di lavoro, gli ostacoli e le ambientazioni sono stati sempre diversi e lasciati alla fantasia dei responsabili tecnici, impegnati a creare situazioni insolite e divertenti.
Il conduttore impegnato nell’attività è stato stimolato nel cercare strategie per risolvere con il suo cane le varie proposte dal punto di vista pratico, emotivo e strategico e potranno essere di aiuto a tutti nel capire come superare le difficoltà.
Già da una lettura del Regolamento delle prove è possibile capire il senso della vera essenza della manifestazione. I giudizi sono orientati a valutare, oltre l’aspetto tecnico nell’esecuzione dell’esercizio, anche la Motivazione e qualità del lavoro, il Piacere al lavoro, il Rapporto uomo cane e la Qualità nella comunicazione.

fedicscamp12

fedicscamp13Come sempre, all’insegna della trasparenza e della apertura verso il mondo della cinofilia da soccorso la partecipazione era aperta a tutti, cani e conduttori appartenenti ad Associazioni di Volontariato di Protezione Civile e forze dell’ordine e tutte le altre realtà del Servizio Nazionale di Protezione Civile anche se non iscritte alla Fed.I.C.S.
Le categorie di partecipazione erano due: Esordienti per i cani di età massima di 15 mesi e Campionato con il limite di età massima di 9 anni.
Le prove previste erano cinque: Obbedienza, Palestra e tre prove di ricerca.
L’organizzazione è stata affidata al Gruppo Comunale di Protezione Civile del Comune di Curtarolo (PD) coordinato da Daniela Romanato, in collaborazione con il Comitato Tecnico Fed.I.C.S. (Presidente Massimo Ricatti) e l’Associazione Sportiva Dilettantistica Cinofili San Giorgio di San Giorgio delle Pertiche (PD), Presidente Simone Cattelan.

fedicscamp7Per garantire una assoluta imparzialità i giudizi delle prove sono stati affidati a giudici provenienti da diverse Organizzazioni. Ogni Settore era affidato ad un giudice diverso, che avrebbe giudicato tutte le unità cinofile nel suo settore.
I concorrenti hanno dovuto sostenere 5 prove in 5 aree, una per settore: obbedienza, palestra e tre ricerche in ambienti diversi, alla fine la somma dei giudizi espressi avrebbe determinato la classifica finale.
I Giudici intervenuti, sono: Paola Gusella (del Coordinamento Regionale Veneto di Protezione Civile); Cristina Squaranti (Federazione Italiana Cani da Soccorso); Sandro D’Alò (ENCI); Giuseppe Poggioli (Gruppo Coach Emilia Romagna); Enrico Carraro (Allievo del Coordinamento Regionale Veneto di Protezione Civile); Giada Quaino (Federazione Italiana Cani da Soccorso); Cirillo Maria Antonia dell’ A.P.T. Internazionale.

fedicscamp8

fedicscamp16A tutti i partecipanti è stata data la possibilità di misurarsi, oltre che nelle prove classiche, anche con due cimenti non proprio usuali per tutte le unità cinofile: il passaggio con la teleferica e una Attività Fluviale con imbarco delle U.C..
Queste due prove sono state organizzate e gestite con la collaborazione delle Squadre SAF del Distretto del Medio Brenta (PD) e Coordinate dal Sig. Filippo Benetton.
Il Campionato prevedeva due classi di iscrizioni, le Unità cinofile partecipanti nelle due categorie sono state ben 48, di cui 17 in classe esordienti e 31 in classe campionato, provenienti da 12 organizzazioni diverse.

fedicscamp4Benchè si trattasse di un campionato, il clima era estremamente cordiale, si avvertiva principalmente un’atmosfera “cinofila”, dove i principali protagonisti erano proprio loro: i cani.
Atmosfera cinofila, nel senso etimologico della parola, dal greco “amante dei cani”. Conduttori che vedono nel loro cane non come uno strumento per raggiungere ad ogni costo un traguardo sportivo, per aggiungere una patacca sulla casacca, ma come ausiliari, o meglio compagni, partner in una missione, che è quella del volontario di protezione civile impegnato nel soccorso con unità cinofile.
Un compagno che va addestrato al suo lavoro, ma nel pieno rispetto della sua specificità, della sua natura, delle sue inclinazioni e, soprattutto, del suo benessere psico-fisico.
Un addestramento lungo, complesso, impegnativo, che presuppone un intenso lavoro continuo. Un addestramento comunque scevro da costrizioni e/o violenza, basato sulla cooperazione e la motivazione, dove il conduttore diventa una guida, un leader e non un despota violento che piega il cane e lo sottomette al suo volere. Cani che svolgono il loro lavoro contenti e partecipativi, che trasmettono con il loro atteggiamento il piacere al lavoro che stanno compiendo.

fedicscamp6Ad ogni sessione di lavoro, gli osservatori e gli altri conduttori partecipanti, assistevano alle prove e tributavano alle unità cinofile impegnate, il giusto plauso per ogni esercizio concluso, senza vedere nell’altro il “nemico” da battere ad ogni costo. Prova ne è stata la mancanza di contestazioni, ricorsi, alterchi tipici di altri sport e manifestazioni.

Il tutto si è svolto in un ambiente più prossimo ad una esercitazione di protezione civile, con i partecipanti ospitati in tende e mensa comune.
Pochi fronzoli e, fatto salvo qualche doveroso saluto, nessun discorso pomposo e altisonante. Insomma si sono passate delle belle giornate di cinofilia e protezione civile.

fedicscamp14Hanno preso parte alla manifestazione le unità cinofile dei gruppi:
Il Gelso – PADOVA
NCS Zeus – ROMA
Nucleo Cinofilo V.A.B. – FOLLONICA
Gli Angeli – CAVARZERE
Unità Cinofila Partenopea – NAPOLI
Protezione Civile – CROCETTA DEL MONDELLO
Cinofila Pratese – PRATA DI PORDENONE
ASD Cinofila Euganea – PADOVA
VVV – VEGGIANO BIELLESE
Protezione Civile – VALLE DELL’AGNO
A.P.T. – VICENZA
Gruppo Comunale Casalecchio Reno – BOLOGNA

Al termine delle prove è stata stilata la classifica dei binomi partecipanti, per brevità si riportano solo i primi classificati nella categoria CAMPIONI…

correz_prot… e nella categoria ESORDIENTI:

fedicscamp2

fedicscamp11

Al termine dei due giorni, dopo le premiazioni, nel suo discorso finale, oltre ad esprimere il proprio apprezzamento per la riuscita della manifestazione, il Presidente della FEDICS Massimo Ricatti ha dato appuntamento a tutti alla 22 edizione del Campionato nel 2014.
Arrivederci a tutti!

Per vedere tutte le foto della manifestazione:
https://www.facebook.com/pages/Associazione-Cinofili-San-Giorgio/226724410787324