domenica , 19 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Varie >> Libri - Video >> Appunti di genetica per cinofili – il libro di Denis Ferretti

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Appunti di genetica per cinofili – il libro di Denis Ferretti

geneticadenisdi VALERIA ROSSI – “Finalmente! – scrive l’amica giornalista Rossella Di Palma nella sua prefazione – Questo è stato il pensiero che è nato dopo aver letto la prima stesura di “Appunti di genetica per cinofili”. C’era anche il punto esclamatvo perché un testo simile in lingua italiana non esisteva e se ne sentiva la mancanza“.
Finalmente! – ha pensato la sottoscritta, quando ha saputo che Denis stava curando la stesura di questo libro… ed è inutile che continui, perché scopiazzerei Rossella parola per parola. Un testo così non c’era, un testo così me lo chiedevano spesso i nostri lettori… e l’unica cosa che potevo rispondere era di “rincorrere” su questo sito gli articoli dello stesso Ferretti, che è anche un nostro collaboratore. Però non è la stessa cosa. Gli articoli “sparsi” sono più difficili da seguire e non danno la panoramica generale che chi si avvicina alla genetica ha bisogno di trovare.
Adesso esiste un libro: “il” libro, mi verrebbe da dire, per gli italiani che finora non avevano quasi nulla a disposizione nella propria lingua. E non solo: anche un libro comprensibile, chiaro, ricco di esempi “pratici” e non solo di formule e schemi che dopo un po’, come si suol dire, “mandano insieme gli occhi”.
Certo, non si può parlare di “piacevole e rilassante lettura”: la genetica è scienza, e non solo… è pure scienza ostica, complessa, “tosta”, della quale – giusto per gradire – sappiamo ancora troppo poco, ragion per cui molti argomenti non si possono sviscerare a fondo solo perchè gli studi non sono ancora arrivati oltre certi limiti. Però, se posso esprimere quella che a prima vista potrebbe sembrare un’eresia… il pregio principale di quest’opera sta, a mio avviso, nel fatto che Denis Ferretti non è né un genetista, né un cinofilo professionista: nella vita fa tutt’altro. Forse per questo è in grado di esprimersi come una persona normale che si rivolge ad altre persone normali, senza salire su improbabili pulpiti da cui lasciar cadere la sua cultura con quella presuntuosa sufficienza che invece spesso si riscontra nei “professoroni” di turno.
E c’è da dire che di cultura Denis ne ha davvero tanta: ha una preparazione specifica che credo possa dare parecchi punti a molti dei professoroni di cui sopra, dovuta sicuramente al fatto che la genetica, per lui, è una vera e propria passione fin da quando era bambino, e che l’ha coltivata non per mestiere, ma per amore. Un amore che traspare da ogni pagina, insieme alla semplicità e a quella sottile ironia che si incontra più facilmente – per ovvi motivi – nei suoi articoli che riguardano temi più leggeri, ma che emerge qua e là anche tra le pagine di questo libro.
Insomma, è stata finalmente colmata una lacuna importante, ed è stata anche colmata nel modo migliore. Non credo che ci sia molto da aggiungere… se non il fatto che consiglio molto vivamente di leggere questi “Appunti di genetica” a chiunque voglia allevare anche una singola cucciolata: perché la genetica è importante, fondamentale, non solo per l’aspetto fisico dei cani, ma anche per il loro carattere (e su questo argomento esistono pochi studi, quindi fa particolarmente piacere trovare finalmente un capitolo sulla genetica del comportamento).
Nessuno dovrebbe pensare di mettere al mondo una cucciolata senza avere almeno le conoscenze di base sul tema della trasmissione ereditaria: anche perché, se ci fosse un minimo di cultura in più su questo argomento, non si vedrebbero veri e propri obbrobri allevatoriali come gli accoppiamenti – purtroppo diffusissimi – tra cani dal mantello merle, che possono far nascere cuccioli con gravissime anomalie.
No, non è propriamente “divertente” leggere un libro di genetica (a meno che non si condivida la passione dell’Autore): questo non è il classico volume da tenere sul comodino per rilassarsi e distrarsi. Però informarsi su questi temi dovrebbe essere una precisa responsabilità di chi alleva, che oggi ha finalmente uno strumento prezioso a cui fare riferimento… e non ha più nessuna scusa per ignorare la materia.

Appunti di genetica per cinofili – di Denis Ferretti
Prefazioni di Lucia Casini e Rossella Di Palma
Collana “Tecnologia canina”, curata da Mario Canton
Crepaldi editore
€ 25,00
Per informazioni e acquisti: [email protected]

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico