ulula1di VALERIA ROSSI – Rispondo volentieri a questa domanda che mi è arrivata in email, perché ogni volta che penso all’ululato mi tornano in mente i “concerti” dei miei husky, che ululavano per sapere dove fossi io. Quando gli rispondevo ululando a mia volta dalla finestra, il concerto finiva perché erano tutti tranquilli: il “branco”  era tutto presente, sia la parte canina che quella umana.
Lo scopo dell’ululato, infatti, è principalmente questo: un richiamo sociale.
Lo scopo è quello di far sapere ai propri simili dove ci si trova, e di scoprire dove stanno loro: a volte può essere semplicemente un modo per “fare musica tutti insieme”, ovvero un semplice momento di aggregazione.

ulula3I lupi hanno diversi tipi di ululato: oltre a quello “di richiamo” c’è anche quello territoriale, che segnala la presenza di un branco in un determinato areale, invitando gli altri branchi a tenersi alla larga. E’ molto interessante l’esperimento condotto da Shaun Ellis (l’uomo che è vissuto a lungo in un branco di lupi come “membro effettivo” e che, anche se lo scopo era soprattutto televisivo, ne ha tratto informazioni importanti da riportare nella vita reale): contattato da un allevatore il cui bestiame veniva attaccato regolarmente da un branco di lupi, ha risolto il problema in modo del tutto incruento registrando l’ululato territoriale di un altro branco e diffondendolo tramite altoparlanti. I lupi che predavano il bestiame, convinti che quell’areale fosse stato “conquistato” da un altro branco, hanno smesso di avvicinarsi.
Non è certo che i cani utilizzino questo tipo di ululato, ma a giudicare da certi atteggiamenti dei miei husky non me la sento di escluderlo (una volta si sono messi ad ululare tutti insieme in presenza di cani da caccia che girovagavano nei pressi dell’allevamento: siccome i miei cani erano piuttosto restii ad accogliere nuovi elementi, non credo che volessero “invitarli”, ma piuttosto avvisarli che quello era il loro territorio).
C’è poi l’ululato giovanile: i cuccioli di lupo ululano abbastanza “ad capocchiam”, senza apparente motivo. E’ probabile che si stiano solo “esercitando” ad ululare e ad identificare gli ululati altrui.
Infine, c’è un ululato che significa “la zuppa l’è cotta!”: lo emettono i cacciatori quando tornano con una preda, per richiamare gli altri.

ulula2E i cani? I cani sembrano aver perso alcuni dei significati “lupini” dell’ululato: e in realtà ululano mediamente poco, ad eccezione appunto delle razze ancora molto vicine al lupo (cani nordici) o direttamente incrociate col lupo (CLC e altri).
Tutti i cani, però, sono perfettamente in grado di ululare, quando vogliono: e di solito vogliono farlo o quando si sentono soli e tristi (ululato di richiamo sociale nei cani con ansia da separazione, che normalmente fa venire i brividi ai vicini perché è particolarmente tetro e inquietante), o quando sentono qualche frequenza sonora che richiama alla loro mente quelle dell’ululato.
Alcuni suoni sono effettivamente simili a un ululato (per esempio le sirene), mentre in altri casi noi umani ci chiediamo per quale caspita di motivo il cane risponda ululando a suoni che, almeno alle nostre orecchie “non c’azzeccano” proprio (per esempio il suono del telefono o delle campane).

In realtà è solo una questione di frequenze, alcune delle quali non possono essere percepite dall’orecchio umano (ultrasuoni): evidentemente, per loro, questi suoni sono abbastanza vicini all’ululato da indurre il cane a rispondere. Tutti, cani e lupi, sono portati a rispondere quando sentono ululare: rispondono anche agli umani, come avviene nel “wolf howling” solitamente usato dagli scienziati per rilevare la presenza di lupi in zone nelle quali ci sono stati avvistamenti non del tutto certi.
E’ un ululato sociale anche quello che il cane talora emette quando suoniamo o cantiamo: il significato, in questo caso, è proprio quello che noi crediamo di usare scherzosamente: il cane “canta insieme a noi”  (impegnandosi pure con tutta l’anima: e a volte i risultati non sono niente male! A Sanremo ho sentito di peggio).

Articolo precedenteE basta con questi incroci ad capocchiam!
Articolo successivoIl cane che insegue le ombre

Potrebbero interessarti anche...

40 Commenti

  1. Da qualche tempo la mia grande ululua quando l’ altra abbaia al postino o ai cani che passano, prima non l’ aveva mai fatto. Chissà perchè ha iniziato?

  2. Immagino di non essere la sola, ma quando la mia cagnona proprio fa orecchie da mercante al richiamo, io ululo e lei arriva di corsa preoccupatissima, come per dirmi: “ci sono qui io, stai tranquilla!”
    E’ buffissima, perchè la vedi arrivare di corsa e mi si lancia “in braccio” e poi mi riempe di bacini.

    Chissà, magari pensa che mi sono persa!

  3. Kira, la mia cucciola di husky di 3 mesi, ulula in effetti spesso ad capocchiam, però ulula altrettanto spesso con un motivo preciso, lo fa soprattutto la sera quando esco a fumare una sigaretta e lei mi guarda dalla porta finestra aperta (col piffero che esce se ha già fatto i bisogni) e ulula, secondo me per dirmi che sono scema a starmene fuori di notte al freddo e al gelo (come darle torto), poi si rassegna, torna sul cuscinone, tempo due minuti e ci ripensa e viene di nuovo sulla porta ad ululare…così fino a che non rientro, fortuna che abitiamo nel bel mezzo del nulla. Da una settimana quando la richiamo ha iniziato ad ululare per segnalarmi la sua posizione, mi dice “sto qua, sono viva, se ci tieni vieni tu”. It’s a long way….

  4. la mia cana (probabile meticcio pt + maremmano) non ulula, ho provato più volte a indurla a ululare (abbaia su comando), ma non c’è niente da fare… non riuscirci mi ha più volte rattristato, una mia vicina ha un meticcio di husky e facciamo spesso dei coretti, mi diverto un casino. Con la mia sono riuscita solo un paio di volte sfruttando il fatto che tutti i cani del vicinato stessero ululando. Mi sono unita al coro (devo dire che quella volta ho ululato in mdo diverso cercando di intonarmi agli altri cani) lei mi ha guardato con aria un pò sorpresa e si è unita anche lei. Che soddisfazione!

  5. Bell’articolo, ma ogni volta che leggo pezzi sul perchè il cane ululi o abbai mi viene da chiedermi: e perchè possono non abbaiare o ululare?
    Me lo chiedo perchè la mia bestiona queste cose non le fa. Non abbaia e non ulula. Ho provato varie volte a ululare io o a metter su filmati di lupi o cani che ululano, ma niente, lei guarda, si allerta, ma mica risponde. (una curiosità, gli ululati che l’han più interessata son stati quelli di shaun ellis, del video in cui fa gli ululati dei vari ranghi di lupo).
    Per quanto riguarda l’abbaio lei non è muta, sa abbaiare e conosce il comando “parla” ma ogni volta che glielo chiedo mi guarda come per dire “ma sei proprio sicura?” e solo dopo un po’ di richieste allora fa un mezzo bau giusto per accontentarmi.
    Non abbaia ai rumori, nè agli altri cani nè quando sente abbaiare.
    Le uniche occasioni in cui fa un WOF, più un borbottio che un abbaio, è quando di sera in passeggiata vede per strada qualcuno che proprio non le quadra in fondo alla strada (piuttosto raro) o quando suona alla porta il vicino del piano di sotto, e solo lui (probabilmente sa che mi sta sulle balle :p). MA è comunque un singolo WOF.
    Per carità non è che mi lamenti, non ho mai avuto una sola rimostranza dai vicini di casa, però mi incuriosice parecchio la faccenda.

    • L’ululato è “andato perso” in molte razze canine, probabilmente perché chi le ha selezionate non lo apprezzava. Per quanto riguarda l’abbaio, ho già spiegato altre volte che per il cane è l’equivalente dell'”alzare la voce” per gli umani: infatti i cani preferiscono “parlare” a gesti, a mimica, a segnali olfattivi. Quando si accorgono che tutto questo non basta, allora alzano la voce (o scrivono in maiuscolo, su Internet!): ovvero, abbaiano. Un cane che riesce a comunicare con i suoi umani senza “urlare” non sente il bisogno di abbaiare e quindi non lo fa. Anzi, se gli chiedi di farlo ti fa pure la faccia perplessa, che tradotta significa più o meno questo: “Perché vuoi che strilli, quando possiamo parlare traquillamente a voce normale?”.
      Poi, ovviamente, anche qui ci sono differenze tra una razza e l’altra: c’è chi è tendenzialmente più abbaione e chi meno (sempre legato alla selezione: un cane da guardia deve abbaiare, un segugio deve abbaiare… un bovaro no!). Però, nei rapporti uman-canini, meglio ci si capisce e meno si urla (e vale in entrambe le direzioni!) 🙂

      • Si avevo letto dell’abbaio parificato al gridare, ma non avevo proprio realizzato come la cosa potesse spiegare anche la silenziosità di un cane.
        Grazie mille come sempre per le tue spiegazioni!

      • verissimo, anche la mia quando le chiedo l’abbaio lo fà spesso in falsetto, ho sempre avuto l’impressione che lo consideri un gesto ‘sconveniente’ e poco educato nei nostri confronti. Quando c’è da fare la guardia invece tira fuori un vocione che contrasta decisamente con la sua stazza di medie dimensioni. Se le faccio fare la richiesta di abbaio da qualcun altro l ‘abbaio è cmq più forte e non della serie: siamo sicuri che ‘vuoi proprio uno schiaffo’? ovviamente un beagle non si porrebbe mai un problema del genere.

      • ciao il mio cane è da tre giorni che abbaia praticamente in continuazione e non capisco il motivo, gli ho fatto compagnia e niente, l’ho fatto riuscire e niente, non so che fare è un incrocio tra un rottweiler e un volpino ha 11 anni e non ha mai abbaiato tanto!! non so più che fare

        • Maddalena quello che di seguito scriverò è da prendere “con le pinze” perché neanche io ne sono sicura: una mia cagnina di quasi 6 anni iniziò ad ululare-strillare quando suonava il telefono. Cosa mai fatta prima. Da li a poco emersero altre problematiche di salute che me la portarono via in breve tempo…..
          Forse quei suoi incomprensibili vocalizzi erano dovuti a tutt’altro ma il dubbio mi rimase. Se mi dovesse ricapitare con altri cani pur di sembrare ridicola agli occhi del Vet. vorrei sottoporli ad un controllo neurologico.

  6. Avrei una domanda: e se il cane ulula nel sonno?
    Il mio è un cane che comunica molto con la voce, emette una serie molto varia e complessa di vocalizzi, ma a volte (per fortuna non spesso), nel sonno, solleva la testa ed emette un paio di ululati prolungati che fanno gelare il sangue (si sentono anche nel palazzo di fianco, tanto per dare un’idea) e poi continua a dormire. Una notte o l’altra mi verra un colpo.
     
    Cristina

    • Nel sonno i cani (come gli umani… il mio ex compagno mi faceva prendere colpi almeno una volta alla settimana) emettono vocalizzi legati a quelli che stanno sognando: quindi abbaiano, ululano, ringhiano… dipende dal sogno che stanno facendo!
      La cosa principale da ricordare è che anche loro (forse anche più degli umani) rimangono “legati” al sogno immediatamente dopo il risveglio (in realtà non è proprio un “risveglio” totale, se stanno ancora sognando!) e quindi, se stavano sognando di cacciare o lottare, potrebbero reagire aggressivamente verso chi li sveglia. Da qui il famoso (e GIUSTISSIMO!) detto “non toccare il can che dorme”. Però… toccarlo no, ma svegliarlo chiamandolo e distraendolo dal sogno ululante, specie se turba gli umani e soprattutto i vicini… si può! 🙂

      • Anche i gatti non scherzano. Pochi giorni fa passo in camera e faccio una carezza al gatto che stà dormendo sul letto. Non so che caspita stesse sognando, ma mi ha piantato le unghie nel braccio e si è lanciato a capofitto contro l’armadio. Poi si è svegliato del tutto e mi ha guardato con l’aria da “che ca..o è successo?!?”

  7. Purtroppo no, anche perche’ dura pochi secondi gli dico zitto gli faccio una carezza e lui smette, solo una volta ha ricominciato, quando dopo avergli fatto la carezza, sono andato a carezzare lo yorkie.

  8. Io mi chiedo: non sentendo le marcature olfattive di un branco in realtà inesistente (nell’esperimento di Shaun Ellis ), sono stati in grado di “uccellare” il branco di lupi che volevano tenere lontano dal bestiame? è bastato solo un finto ululato?

    • Non era finto: era la registrazione dell’ululato territoriale di un branco vero. Però, sì: è bastato, perché normalmente l’ululato territoriale viene percepito a grandi distanze e quindi non è necessariamente accompagnato da tracce olfattive.

  9. Ho 3 golden che solitamente non ululano.
    La femmina grande lo fa solo in 2 occasioni: quando la beagle dei vicini ulula, lei risponde e quando noi prendiamo in mano la chitarra hihihi
    Il maschio, invece, ulula se viene lasciato solo, solo soletto … diciamo che, essendo in 3, a volte, usciamo con solo 1 cane per cui, a casa, rimangono in 2 a farsi compagnia. Raramente usciamo con 2 cani e lasciamo da solo un cane ma quando capita, il ragazzo abbaia e ulula, spero solo nei primi momenti …
    La domanda è: quando facciamo addestramento ci portiamo 2 cani, solitamente lui e la femmina piccola. Lavorando con un cane alla volta, rimangono in auto da soli, noi non siamo molto lontani … se lui ulula, io, per tranquillizzarlo, posso rispondergli? o gli farei aumentare l’ansia una volta che, magari troppo lontano, non posso rispondergli?

  10. Quando il lupastro ulula mi fa morir dal ridere… in genere avviene quando c’è lo sconosciuto alla porta… allora mi parte con Aaaauuuuhhh Aaaahhhauuuaaahhhhauuuu… che tradurrei senza tema di smentita in
    “Accor-caaaaneee…!! Accor-caaaneee… Brancooooo presto presto presto…. emergenza!!!!”
    Praticamente una sirena con le zampe… 🙂
    ma con il tempo sto imparando anche a distinguere i vocalizzi
    -“ringhiotto+abbaio con occhio a palla roteante” = Come sarebbe basta hai mangiato? E quel pezzo di pane/pizza/formaggio…rimasto sul tavolo??
    – Abbaio acuto = ragazzi… potete venire alla porta per favore che c’è un odore che non ricordo bene?
    oppure “state facendo colazione? E perchè a me niente latte? Mettere subito nella ciotola pleaaasee”
    – Abbaio abbaio + zampone sullo stomaco + occhio da seguimi/seguimi = Vieni, vieni, dài vieni a vedere c’è quello str…zo che fa sempre la pipì sul mio albero!! Fammi uscire sul balcone che gliene dico 4!! (ora, come diavolo faccia a sapere che c’è un cane che marca il suo albero mentre 2 secondi prima stava dormendo dietro la mia sedia e ci sono le porte chiuse… )

  11. Tra parentesi sono stato uno di quelli che tempo fa aveva richiesto un articolo sul tema 😛

    E questo perchè mi domandavo, come mai, le rare volte che la cana ulula (sempre all’aperto e con me ed altri cani presenti) mentre gli altri cani ululano con il classico “auuuuhhhhhh”, ella invece ulula con un tono assai più acuto ed in falsetto “aah aah (alla partenza, e poi) aiiiiiiiiiiiiiiii”… ? 😀

  12. Uno dei miei meticci ululava quando suonava la sirena del cambio di turno della cartiera. Alle 6 di mattina uno spasso, non serviva neanche la sveglia. Una volta, alle due del pomeriggio, ululava come al solito quando due passanti per strada lo sentono e scoppiano a ridere; è andato a nascondersi dietro alla cuccia con le orecchie basse, sembrava proprio che si sentisse umiliato dalle risate.
    Un altro invece ululava solo con le campane e se gli dicevo NO cominciava a mugolare come se non riuscisse a trattenersi.

  13. Articolo interessante. In effetti mi sono chiesto perchè la mia Sophie (a occhio e croce, un incrocio di pitbull, ma non posso giurarci, l’ho trovata davanti la porta di casa che era cucciola e malata e l’ho tenuta con me) ululi ogni volta che passa un ambulante che parla con un megafono. Ci sta che la voce filtrata a quelle frequenze le ricordi tonalità lupacchiose.
    Piuttosto, leggendo i commenti sull’abbaiare, io ho notato diversi modi di abbaiare: alcune tonalità le usa per comunicare la sua presenza a cani e/o persone che si trovano a passare nei dintorni, altri modi li usa quando si sente minacciata, altre volte (sia con altri cani che con gli uomini) è un’esplicita richiesta al gioco. Mi spiego meglio: lo fa con me, quando lei vuole giocare ma io sono indaffarato, lo fa con altri cani, quando entrambi sono al guinzaglio ed io ho poca confidenza con l’altro proprietario, lo fa con gli altri miei cani, quando giocano fra loro escludendola.
    Sono io che ho le traveggole o ci ho visto giusto?

  14. Il mio branco di bassotti ulula sempre quando io esco, specialmente se vado via in macchina. Non dura molto l’ululato perchè quando chiudo il cancello hanno già terminato. La cosa più buffa è che, se torno in casa improvvisamente, loro sono troppo concentrati a ululare con i musi in alto come veri lupi e non si accorgono subito di me, quando realizzano che sono lì fanno delle strane facce e sono tutti interdetti ed emozionati e mi fanno scompisciare dalle risate!
    Penso sia un ululato sociale di richiamo al capobranco o sbaglio?,

  15. Dei miei due ulula solo lo shiba, Maro e non sempre…succede quando fa la guardia e arriva qualcuno e noi non arriviamo subito dopo che ci ha avvertito abbaiando…bhe quando fa finire l`abbiata in ulululato la persona arrivata fa una strana faccia come di pietra ahahahah!

  16. L’articolo è molto interessante per cui mi chiedo una cosa: perchè non usare in Toscana lo stesso metodo di Shaun Ellis al posto di lasciare che questa barbara mattanza di lupi continui?

    • Forse perché il lupo appenninico non si comporta nello stesso modo rispetto ai vocalizzi territoriali… oppure perché è più comodo sparare che metter su un impianto audio… o ancora, perché Shaun Ellis viene costantamente sputtanato da detrattori italiani che il lupo l’hanno visto solo in fotografia, ma che si sentono in dovere di dargli del “pagliaccio televisivo”…

      • nonostante la mia domanda fosse già stata preceduta dalle medesime considerazioni elencate nella risposta, ho ritenuto opportuno comunque scriverla per cercare di essere propositiva e comunque eventualmente intavolare un discorso costruttivo. Se poi questo deve suscitare una pietosa condiscendenza, allora evito ulteriori commenti e saluto. Buona giornata.

        • ??? Non ho capito cosa ti ha irritato nella mia risposta: tantomeno riesco a vederci della “pietosa condiscendenza”. Semmai quella la riservo ai poveri lupi a cui si continua indegnamente a sparare, nonostante siano una specie protetta.
          Boh. Io ero serissima: se poi l’hai voluta vedere come una risposta “condiscendente”, credo sia un problema tuo.

  17. Adoro quando i cani ululano…Hanno quel meraviglioso suono cacofonico..XD
    Il mio cane ulula ogni volta che passa un’ambulanza o un’auto della polizia. (Ogni tanto lo fa anche con la sirena del camion dei pompieri o con gli allarmi delle casee.)
    A volte mi domando se non senta ultrasuoni che possono essere per lui “dolorosi”..

  18. Non ci avevo mai pensato, ma le mie bimbe non le ho mai sentite ululare, la Flat è molto silenziosa per sua natura, al contrario della Jack che quando attacca sembra un canile intero, ma ululati zero.
    Chissà se c’è una ragione o solo non hanno nulla da dire…
    A proposito mi spiegate per favore se la postura “bassa ” della testa è indicativo di un problema?
    La flat tende a tenerla sempre piuttosto bassa, anche quando gioca o passeggiamo, lo fa solo per annusare?
    Non è che è depressa? non dovrebbe: esce regolarmente e quando non sonnecchia gioca con i miei figli o con la figlia di Attila (la piccola Jack Russell ovviamente).
    Grazie in anticipo.

  19. Lo avevo supposto, è solo che in passato con lei ho commesso errori dettati dalla più assoluta ignoranza e non ho intenzione di ricaderci se lo si può evitare!
    Ero abituata a piccoli cani da compagnia e ritrovarmi lei di punto in bianco senza sapere nulla della sua razza non è stato certo un buon modo per iniziare…
    (La Trilly è stata un regalo di mio marito dopo la morte di una meticcia, presa a poco più di un mese e scelta solo per l’aspetto… peggio di così…)
    A rischio di sembrare banale aggiungo che il tuo lavoro di informazione è ammirevole ed estremamente utile!

  20. Il mio shiba ulula spesso, in particolare quando torno a casa, tutte le sere, mi ulula un sacco! A volte ululo anch’io! Ha anche ululato quando ho dato da bere al suo caro amico di passeggiate con la sua borraccetta…e lì più che sociale mi pareva un’ululato di protesta , più breve e ripetuto…Ulula ad un ippopotamo di gomma che emette il classico squik…insomma, abbaiare abbaia pochissimo ma suoni ne emette e, inutile dirlo, fa morire dal ridere.

  21. Ciao, ho un cocker nero di 5 anni … di solito ulula (poco ma in modo straziante) quando lo lascio solo in appartamento (anche solo per scendere di 3 piani a gettare la spazzatura) … ma da due settimane a questa parte, non faccio in tempo ad aprire gli occhi e salutarlo che, intanto che mi lavo la faccia e mi vesto, si mette seduto sul letto ed ulula a non finire finché non scendiamo … poi ulula alle varie sirene che sente, antifurti o ambulanze … ed è normale perché per loro è più fastidioso come rumore avendo un udito molto sviluppato … ora, saranno le cagnoline in calore, mi sta facendo diventare matta e non so se possa essere un malessere interiore o fisico (magari ha l’otite essendo un cocker) … qualche idea ?!? grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). Ci ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.