venerdì , 24 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Varie >> Cani sul web >> Lo specchietto per allodole dei “falsi privati”

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Lo specchietto per allodole dei “falsi privati”

di VALERIA ROSSI – Mi scrive un lettore: “Leggo il il sito da un pò con grande soddisfazione. Ho voluto fare una prova e dopo aver letto qualche articolo sui cagnari importatori ho provato a sgamarne uno. In pochi secondi ne ho trovato uno… non credo possa servire a qualcosa, ma ve lo segnalo”.
Purtroppo neppure noi pensiamo che possa servire a molto: la gente continua a non voler capire e su annunci come questi si fionda a testa bassa… però, se non altro, anche noi lo segnaliamo (non si sa mai, magari qualcuno che stava per cascarci si rende conto della fregatura).
Gli annunci, presi uno per uno, sembrano proprio attraenti. Guardate qua che carino:

volpininani
Volpini tedeschi nani “sanissimi, educati, garantiti al 100 per cento” a 430 euro?
Un affarone, caspiterina!
E poi “da privato”, dicitura che fa subito pensare alla dolce cucciolata fatta in casa, accudita con tanto amore, ma con prezzo basso perché certo, il privato non è mica uno che specula sulla pelle dei cani come quei ladroni degli allevatori!
Peccato che, facendo una ricerchina sull’inserzionista, salti fuori questo:

annuncicagnaro2

…e ce ne sarebbero ancora, solo che non mi stavano tutti nello screen shot.
Stessa località, stessa email, stesso numero di telefono: non c’è alcun dubbio che si tratti della stessa persona. Ma guarda un po’ questo “privato” quante razze tratta!
Spitz, labrador, beagle, shih-tzu… tutti “nani” e “toy”, escluso il labrador (meno male, almeno quello…), tutti rigorosamente “sanissimi-educatissimi-garantitissimi”.
Sì, garantita la fregatura! Garantito, anche, che questi cuccioli provengano da canifici quasi sicuramente stranieri, e che il signor “privato” sia in realtà un importatore (effettivamente “privato” perché non ha mai pagato un centesimo di tasse sul suo bel traffico di cuccioli).
Come vedete, non ci vuole poi molto a beccare questi sicuri cagnari: basta controllare il numero di annunci che inseriscono.
Questa nuova frontiera del cagnaresimo è nata con Internet: prima il sedicente privato non aveva troppe possibilità di  pubblicizzarsi, perché poteva contare solo sui giornali di annunci gratuiti, quindi questo tipo di attività era meno diffuso.
Ora che possono spammare praticamente ovunque le loro proposte, i finti privati si sono moltiplicati come i funghi, e così i loro potenziali clienti: che raramente vanno a fare una ricerchina come quella che ha fatto il nostro amico.
Vedono il singolo annuncio, telefonano e si fiondano a prendere il cucciolo: dopodichè, se succede qualcosa di sgradevole, scoprono che a quel cellulare non risponde più nessuno. E le “supergaranzie” diventano quello che sono sempre state: uno specchietto per allodole di nessunissima utilità pratica.
Quanto a ciò che può succedere acquistando cuccioli da fonti come queste… mi limito a linkarvi l’articolo in cui ho riportato una decina di testimonianze di acquirenti. Leggere per sapersi regolare.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico