giovedì , 23 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Discussioni >> Sfogo pubblico umanofobo

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Sfogo pubblico umanofobo

maremmacucc1di SERENA – Vi avviso subito che questo è uno dei miei lunghissimi e noiosi post sui cani e su quanto io odi frequentare posti affollati dai miei simili. A causa del comportamento di alcuni di loro in me sta maturando l’idea malsana di munirmi di spary al peperoncino per le future passeggiate con Uccio e Samara, ovvero i miei due cani.
Non sono molte le cose che mi mandano in bestia, ma la seguente è una delle principali: mi manda in bestia tanto quanto vedere gente che condivide le notizie senza verificarne la fonte, la piscina che non si riempie bene a causa del dislivello del terreno e i pantaloni che scivolano giù mentre cammino.
Era da molto tempo che non mi capitava di frequentare luoghi pubblici con un cucciolo e non mi era mai capitato di farlo con un cucciolo di razza, tantomeno con uno che sembra un tenero orsetto polare appena uscito da una pubblicità della Coca Cola.
Ma l’orsetto polare in realtà è un cane da pastore maremmano abruzzese, tipicamente testardo e diffidente, che per sviluppare al meglio un carattere equilibrato necessita socializzazione: perciò usciamo dalla caverna e buttiamoci nella mischia!
Ora, ho letto spesso che i possessori di cani si lamentano delle persone che quando li incontrano cambiano strada: e qual è il problema? Nessuno è obbligato ad interagire con un cane se non vuole ed io lo rispetto. Purché non scappi sbraitando, invitando così il cane a inseguirlo, io lo rispetto.
A me purtroppo succede l’opposto, cioè le persone spesso attraversano la strada per avventarsi sul tenero “orso polare” o sulla “candida nuvola” o sul “peluche della Trudy”.
Chi non viene investito da un’auto mentre lo fa, di solito si divide in tre categorie:

1: quelli che sanno comportarsi o comunque che ti chiedono se possono avvicinare il cane, hanno modi pacati e porgono il palmo all’insù: se vedono che lei rifiuta e li evita, lasciano perdere.

2: quelli che ti chiedono se possono accarezzarlo o se i figli possono accarezzarlo, ma quando gli dici di sì, a patto che gli facciano prima annusare la mano, fanno comunque di testa loro o lasciano che i bambini rincorrano il cane intorno alle mie gambe, invadendo lo spazio personale di entrambe.

3: questi fortunatamente spesso non sopravvivono nell’attraversare la strada, perché probabilmente pensano che il mondo e la materia si pieghino alle loro esigenze. I pochi che ce la fanno (che son comunque troppi) sono quelli che si avventano sui cani come aquile, all’improvviso e da qualsiasi direzione! Spesso lasciano che i loro figli facciano lo stesso, spesso lo fanno e vanno oltre proseguendo con tirate di pelo e coda, aspettando che si prendano un pizzicotto (ringrazio quella santa della mia cagna per saper già dosare la forza) per dire “te la sei cercata”: ebbene si, mi è successo anche questo!

maremmacucc3Ormai dovrebbe essere chiaro a tutti coloro a cui i cani piacciono almeno un po’, che il modo migliore per beccarsi un morso è quello di avventarsi su un cane sconosciuto ponendogli una mano sopra la testa: non lo dico neanche il perché, tanto anche se lo facessi so che nessuna di quelle persone si prenderebbe mai la briga di leggere qualcosa che non sia composto al 90% di figure o fotografie.
Ma se per caso dovesse essercene anche solo una, tra quelle che leggeranno questo post, voglio che sappia questo:  io, in quanto proprietario, sto facendo del mio meglio per crescere un cane  equilibrato; quando lo porto in centro ho sempre i sacchetti per le feci attaccati al guinzaglio; non lo libero nei luoghi pubblici e rispetto le leggi, quindi se un giorno mi sarà chiesto di fargli indossare la museruola farò anche quello; ogni mio cane è sano, vaccinato, ben educato; quella destinata a pesare 45 kg frequenta un corso presso un centro cinofilo dall’età di 3 mesi e non mi sognerei mai di farvela venire addosso all’improvviso. Inoltre non sono un orso e mi fa piacere far due parole con chiunque incontri che sia interessato al mio cane…
ma per favore vi chiedo gentilmente di riservare lo stesso trattamento di rispetto a me e al mio cane.
Prima di invadere il nostro spazio personale chiedete gentilmente e gentilmente vi sarà risposto. Anche il cane ha delle esigenze e un modo di comunicare diverso rispetto al vostro: se non lo conoscete, non prendete iniziative. Anche lui merita rispetto… e come gli estranei educati non si avventano sui vostri figli pizzicandogli le guance, voi non spaventate il mio cane solo perché credete che non si difenderà.
Lasciate che sia lui a venire da voi e vedrete che sarà molto più gratificante farci amicizia: come dimostrazione di fede, prometto di lasciare a casa lo spray al peperoncino!

Serena

COMMENTO di Valeria Rossi  – Questo “sfogo pubblico” (era intitolato proprio così: “umanofobo” ce l’ho aggiunto io) mi è arrivato stamattina in email da questa lettrice che si è firmata solo col nome.
Normalmente, prima di pubblicare qualcosa, chiedo l’autorizzazione (che in questo caso era già contenuta nella stessa email) e chiedo anche il cognome dell’autore: stavolta invece mi sono fiondata a pubblicare senza ulteriori approfondimenti, perché dopotutto non è così fondamentale sapere come si chiama l’autrice. E’ invece fondamentalissimo trasmettere il suo messaggio, perché – come credo sappiate tutti – anch’io sto tirando su un cucciolo… e Serena ha ragione! Accidenti, se ha ragione! Caspita, se ha ragione!  Ma quanto ha ragione!  (… e continuate pure ad libitum).

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico