domenica , 19 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Expo, sport, attività >> Di nuovo in Francia!

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Di nuovo in Francia!

007di CLAUDIO CAZZANIGA – Ancora una volta abbiamo avuto la riprova che per fare lavoro in acqua sportivo, ad alti livelli, è necessario preparare i cani a 360°, lavorando al massimo sui tre elementi che compongono una gara. Lavoro a terra, nuoto e lavoro in acqua.
La scorsa domenica siamo stati a Lure nel sud della Francia, forse la gara più vicina che la terra francese ci offre. Lure è un piccolo paesino ad un centinai di km da Basilea, seguendo la direttrice che porta vesto ovest.
Scrivo “siamo stati” perchè questa volta (e ne sono molto contento) non sono andato in giro solo “con” un cane come al solito,  ma con me sono venuto gli amici dell’Associazione Hollydays, che per dirla tutta sono gli amici con cui da ormai quattro anni divido e condivido settimanalmente gli allenamenti, le gare, le gioie ed i dolori del lavoro in acqua.
William Scarlata con il suo labrador cioccolate Bruce, Toni Fidanza con la sua golden Kaly ed a supporto Luana Fantini, la Signora Fidanza. A dirla tutta anche Luana avrebbe dovuto partecipare con Fata, la sua golden, alla competizione ma un problemino alla zampa ha purtroppo impedito che ciò avvenisse.
Tempo pazzesco la domenica mattina. Acqua, sole, nuvole e caldo si sono alternati in una maniera incredibile. Ci siamo messi e tolti k-wai e felpe a ritmo pazzesco. Campo di gara un piccolo ma grazioso laghetto, gruppo organizzatore “Nauticanin”, giudice il Sig. Daniel Frouin.
Daniel Frouin due domeniche fa al “Championnat” era l’uomo della Federazione francese presente per supervisionare la manifestazione. Ho visto più lui in due week-end che mio figlio…

005Tra un cane e l’altro abbiamo scambiato qualche battuta e da lui mi sono arrivate, nell’ordine… una coltellata al cuore ed un’ottima notizia.
Che vi dico per prima…??? Va bè, dai, la coltellata…
Parlando della finale mi ha detto che secondo lui era stata una bella gara, ma che avrei potuto “stare più attento…”.
Dopo i tantissimi attestati di stima, fiducia e complimenti – di cui ringrazio tutti! – che ho ricevuto su TPIC, FB e posta privata ne ho trovato uno che l’ha vista un pò più come me… forse, forse, forse un occasione un pò sprecata.
La botta quando mi ha detto: “… pensavo avessi vinto o al massimo fossi arrivato secondo”. Amen.
Sipario sul Championnat 2014, e lo prometto: non ne parlo più fino al prossimo. Ed il prossimo, qui vengo alla bella notizia, ci vedrà ancora ai nastri di partenza, visto che Daniel mi ha confermato che vige ancora la regola che ammette automaticamente al successivo Championnat i binomi che hanno totalizzato 90 o più punti al precedente.
Per cui, con i nostri 110,5 punti siamo a cavallo…e vai!!!

DSCF3283Torniamo a Lure ed ai nostri brevetti. Tanti i cani presenti, 25. Suddivisi in 10 nel primo grado, 10 nel secondo grado, 5 nel terzo e 3 nel selettivo.
In gara oltre a noi italiani ed ai francesi padroni di casa anche 3 binomi provenienti dalla Germania. Anche le razze più numerose del solito. Terranova, golden, labrador, leonberger e landseer. Tanti, tanti i cani di casa, in tutte le categorie.
Nonostante il tempo più che ballerino, il lago non ha mai creato problemi ai binomi, sempre calmo e tranquillo. L’accesso all’ acqua ha messo in difficoltà qualche cane poco esperto in quanto il fondale era subito abbastanza profondo: i cani, per toccare, dovevano venire molto vicino alla riva. Qui i cani abituati a lasciare cime e riporti nei pressi della riva sono stati penalizzati, in quanto il regolamento parla chiaro. Il cane può lasciare solo quando tocca.

DSCF3289Il campo di lavoro a terra molto grande e ben transennato, il fondo un misto erba – ghiaia fine. Segreteria, bouvette e spazi al coperto per pranzare in abbondanza. In più l’organizzazione ha transennato la spiaggia dove i cani hanno eseguito il lavoro in acqua, permettendo di fatto al non nutritissimo pubblico di poter assistere alle prove senza però dar noia a cane e conduttore. Bravi, bell’idea!
Nel primo grado prova a terra con guinzaglio, nuoto per 200 metri e due riporti, uno da riva e uno dal gommone. Per noi in gara c’erano William e Bruce. Il binomio era al suo esordio in terra straniera, tanta emozione per loro con tante incognite da scoprire. Il viaggio, la gestione del cane e… delle emozioni. Perchè poi il bello di queste gare è la stretta allo stomaco che ti prende prima prima di iniziare, il visualizzare il percorso da fare, i comandi da dare…
Willy si è fatto un po’ prendere durante il lavoro a terra dove ha lasciato qualche punto. Si è poi rifatto alla grande in acqua, portando a casa 85 punti su 100, la qualifica di eccellente ed un buon quinto posto, che gli dà la possibilità di mettere la testa da subito sul secondo grado. La vittoria  è andata ad un cane di casa.

DSCF3304Nel secondo grado presenti, invece, Toni e la Kaly. Per loro lavoro a terra con guinzaglio con un paio di fermate, seduto, in piedi e terra. 500 metri di nuoto, riporto di un manichino lanciato a 30m e riporto di un figurante in difficoltà posto a 30 metri. Qui abbiamo iniziato a vedere quasi la metà dei cani eliminati, tutti senza dubbio segnati dalla prova di nuoto. Prova che non ha scalfito Kaly, che ha eseguito tutto alla perfezione totalizzando ben 96 punti su 100, la qualifica di eccellente ed il primo posto. Tenete a mente il punteggio, 96/100, che poi ci torniamo…
Nel terzo grado nessun binomio italiano presente. Qui lavoro a terra senza quinzagli, recupero di un figurante per il polso, recupero di un gommone in difficoltà, recupero di due figuranti in difficoltà e l’apporto di un giubbotto da salvataggio da riva al gommone. Vittoria starmeritata per un landseer tedesco, ma anche qui una piccola riflessione. 5 binomi in gara 4 bocciati. Nel terzo si parla solo o quasi di esercizi in acqua…

DSCF3327Nei selettivi c’eravamo io e la mia cagnetta…
Non siamo partiti cattivi e determinati come sempre, insomma venivamo da un lunghissimo week-end in Normandia e le motivazioni per me non erano altissime. Ma siccome i cani per fortuna non si fanno le pippe mentali dei loro conduttori, un buon riscaldamento ci ha messo in pista.
Prima di noi Falco, un gran bel labrador che ha fatto super-bene-bene il lavoro a terra, ma in acqua ha portato a casa due zeri. Dopo di noi l’amico J.Marie Florance, con il terranova Cesar, padrone di casa, presente anche lui al Championnat.
Nei selettivi lavoro a terra senza guinzaglio, richiamo sui 30 m, posizioni a distanza, e un minuto di terra resta con conduttore fuori vista. In acqua: obbligatorio la presa al polso ed a estrazione riporto del surfista, apporto di ciambella ed apporto di cima al gommone.
La cagna a terra non mi è piaciuta, lo ammetto. In condotta è rimasta un pò indietro, nelle posizioni a distanza un’esitazione… insomma…. Anche in acqua qualche imperfezione c’è stata.

DSCF3310Cesar ha fatto tutto bene ed onestamente a fine gara mi sono complimentato con lui, straconvinto che avesse vinto. Al momento delle premiazioni invece la sorpresa, 91 punti su 100 per noi, qualifica eccellente e primo posto. Ammetto che “sfruttando” un pochino il fatto che tutti mi vogliono bene sono andato a domandare che tipo di valutazione mi fosse stata data. Giusto per capire.
La risposta è stata di quelle che ti riempiono il cuore e ti fanno star bene con te stesso. Sebbene la Bati abbia lavorato un pò meno bene rispetto al cane francese, il giudice ha apprezzato la decisione e la rapidità nell’eseguire i comandi ed il fatto che una volta impartito l’ordine, io abbia lasciato lavorare e “ragionare” in cane da solo, a differenza dell’amico francese che ha accompagnato il lavoro del suo con cane con continue ripetizioni degli ordini, sollecitazioni ed insistenze.
Dài , una bella soddisfazione portare a casa due primi posti con eccellente e comunque un eccellente all’esordio in un  primo grado!

DSCF3299Voglio riprendere in conclusione il discorso delle valutazioni. Il 96 su 100 preso da Toni è stato determinato dal fatto che sull’esercizo del recupero del figurante il cane al comando è partita, a metà strada si è girata a guardare Toni (il quale è rimasto fermo immobile ed in silenzio) si è rimessa in direzione del figurante ed ha completato l’esercizio. Due punti lì e due tolti dalle impressioni generali. La Bati nell’esercizio della ciambella ha cincischiato, nell’apporto della cima abbiamo dovuto utilizzare un doppio comando e siamo stati penalizzati di meno.
Ora fare il giudice non è facile, io l’ho fatto ed ognuno ragiona con la sua testa… però qualche incongruenza possiamo dire di averla notata.

Riprendo e chiudo anche il pensiero iniziale di questo articolo e mi rivolgo a chi sta svolgendo questa attività.
Il lavoro in acqua è composto da tre parti. Lavoro a terra, nuoto ed esercizi. Sono tre fondamentali. Non si può farne bene solo uno e “speriamo negli altri”.
Questa domenica abbiamo assistito a cani bravissimi a terra, morire nel nuoto, uscire dall’acqua letteralmente stravolti . Altri lavorare bene in acqua ma inguardabili a terra.

DSCF3305Bisogna imparare a gestire i tempi dell’allenamento, a bilanciare bene le tre parti affinchè si integrino al meglio e permettano al cane di crescere sviluppando una buona tonicità per il nuoto e il colpo d’occhio necessario per svolgere al meglio gli esercizi. Non si può pensare di buttare il cane in acqua e….”tanto siamo al largo ed il cane non può far altro che nuotare…”: stroncate i cani, ma sopratutto perdono la lucidità necessaria per poi svolgere al meglio gli esercizi.
Per il lavoro a terra… avete, abbiamo tutto l’inverno: sfruttiamo al meglio questi tempi e facciamo sì che per il nostro cane andare ad una gara non sia altro che un allenamento in una spiaggia nuova e con figuranti diversi dal solito. Si può fare!
Sulla via del ritorno… e faccio il romantico, un enorme arcobaleno si è parato davanti a noi… quasi a salutare il nostro rientro a casa!

10389230_651225751626042_6965188484246241884_n

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico