giovedì , 23 novembre 2017
Ultime novità
Home >> News >> Il terribile “pit bull nero”

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Il terribile “pit bull nero”

di VALERIA ROSSI – Prima ero andata su Lercio.it a leggermi la “notizia” (vabbe’, si fa per dire… Lercio è un sito di storie tanto spassose quanto clamorosamente fasulle) del coniglio nano che aveva sbranato il padrone; poi sono passata sul Corriere.it a leggermi i commenti infuriati contro Steven Spielberg, reo di essersi fatto immortalare accanto ad un triceratopo (sì, proprio un dinosauro) da lui “ucciso” (ovviamente un animatronic, anche perché trovare un dinosauro anche solo da sedare, oggi come oggi, è un po’ complicato: ma gli animalisti gli hanno detto di tutto).
Fatto il pieno di risate – che mi servono per affrontare poi la realtà delle cronache cinofobe – ho preso fiato e ho aperto il sito del “Resto del Carlino” per andare a leggere un’altra notizia di cronaca, stavolta vera  e triste: ma quando ci sono arrivata  ho pensato “Cavoli, ho sbagliato a cliccare, sono ancora su Lercio!”.
No, perché la notizia in effetti è  vera: un pit bull ha ucciso un cagnolino e morso anche la proprietaria. Ma la foto… la foto è questa qua:

pitbullnero
Ora qualcuno dirà: vabbe’, hanno messo il cane sbagliato, che sarà mai: valeva davvero la pena di scriverci un articolo?
Be’… è un po’ come se un giornalista scrivesse un pezzo su un efferato delitto e poi la redazione lo illustrasse mettendo la vostra foto, per errore, al posto di quella dell’assassino.
Un semplice sbaglio, ops: che sarà mai.
Ma vi farebbe piacere?
E soprattutto, il giorno dopo uscireste di casa tranquilli?
Ecco, la stessa tranquillità ce l’avranno oggi i bolognesi proprietari di labrador neri, che molti lettori del “Resto del Carlino” identificheranno col “pit bull nero killer”… sempre ammesso e non concesso che il protagonista dell’episodio fosse davvero un pit bull: vista la cultura cinofila della redazione, non mi stupirebbe scoprire che si trattava di tutt’altro cane (e poi, chi se ne frega del colore? Sarebbe cambiato qualcosa se il cane fosse stato bianco o fulvo? Forse sì, sarebbe cambiato il fatto che non l’avrebbero scritto: perché è il “nero” a dare il tocco inquietante. Ed io che di cani neri ne ho due, posso stare allegra…).
A mio avviso è molto grave che si commettano errori simili, perché oltre ad alimentare la consueta cinofobia estiva (fateci caso, tutte le sante estati balzano alla ribalta i casi di aggressioni canine. Perché i cani impazziscono tutti insieme? No, perché i giornalisti hanno meno argomenti) la si indirizza pure verso i cani sbagliati, con conseguente disagio dei proprietari.
In questo particolare caso siamo davvero al top del ridicolo: che un labrador sbrani un microcane, se ci litiga, è sicuramente possibile… ma che mandi all’ospedale anche la proprietaria lo trovo fortemente improbabile. Però il concetto non cambia neppure quando si usano foto di pit bull o rottweiler per corredare la notizia di un meticcio aggressore, come è già accaduto millemila volte.
A mio avviso è un po’ colpevole anche la fredda cronaca, che non dà mai un minimo di spiegazioni (che solitamente il giornalista non conosce, perché non si preoccupa di informarsi: gli basta dire che il cane era scappato… ma non è che ogni volta che un cane scappa di casa ci si ritrovi con un killer libero per le strade!) e soprattutto senza porre l’accento sugli errori umani che causano fatti come questi (per esempio, non sarebbe male dire alla gente di tenere i propri cani più controllati… o magari spiegare che non ci si mette in mezzo quando due cani stanno litigando, perché il tuo comunque non lo salvi e rischi solo di essere morso anche tu).
Ma la cronaca è cronaca, può anche limitarsi al resoconto nudo e crudo: metterci la foto sbagliata, invece, è davvero un insulto non soltanto ai cani ritratti, ma anche ai loro proprietari che magari saranno costretti ad affrontare lei ire funeste di un popolo credulone e – come sempre – sprovvisto delle minime basi cinofile.
Insomma, è una Cavolata con la C maiuscola, che meriterebbe un class action da parte di tutti i labrador neri contro la redazione del giornale.
Ah, ma già… i cani non posso querelare nessuno. Per questo, su di loro, si può scrivere di tutto e di più senza timore delle conseguenze.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo

58 commenti

  1. E’ una razza meravigliosa !

  2. Lei è lisa è un pittbull ma è dolcissima e non farebbe male a una mosca .. Il cane va curato amato e seguito nonché educato dal
    Proprio padrone come si fa con i figli! Non ci sono cani buoni o cattivi ci sono buoni o cattivi padroni

  3. Io ho una labrador nera e dove vivo già hanno paura per il solo fatto che è nera….figuriamoci ora …

    • Ciao Claudia, pensa che invece quando incontro una ragazza col labrador nero (stupendo), io ho paura, non per il suo cane, ma per il mio, pur essendo un cane tranquillo, il mio Border se un maschio gli sta troppo addosso si innervosice, l’altro è un vero patatone. Non prendertela la gente scema c’è in ogni dove! 😉

  4. Fantastico! Io passo tutti i giorni davanti ad una casa dove sul cancelletto c’è un simpatico cartello: “Attenti al cane!” con accanto il disegno di un tenero ed innocuo labrador. In realtà in quella casa non c’è un tenero labrador ma un vecchio pastore tedesco. È palese che abbia problemi perché è veramente esagerato. Così incazzato che se potesse salterebbe la cancellata e non solo sbranerebbe il mio piccolo e davvero innocuo jack russell, ma sbranerebbe anche me.

  5. Che il Resto del Carlino sia diventato un giornale cazzaro ormai è un dato di fatto 😉

  6. Come “mamma” di un labrador nero non ho parole…. Come amante dei cani ne avrei tante ma tante …. Ma non possono essere scritte …..

  7. Ma esiste ormai un giornalista che non sia completamente cretino?

  8. E bellissimo meraviglioso

  9. Che la maggior parte dei giornalisti aia una cacca umana ormai non mi stupisce: prima nascono infami, poi diventano giornalisti ed è loro che devo ringraziare se quanto cammino per strada con il mio pastore tedesco la gente cambia marciapiede urlandomi insulti irripetibili.

  10. Chi è terribile il cane
    Ho il cretino che scrive ste fregnacce

  11. lo adoro è più amorevole dei bipedi

  12. ……………..ma nessun “giornalista” che abbia un cane in casa , no vero?…………solo alligatori……..!!!
    Ma fatemi il piacere giornalisti……………….e poi , giornalisti de che?……….

  13. “il colore fa il monaco”?!?! ma…

  14. non ci si mette in mezzo quado due cnai litigano? ma vorrei vedere chi è quel padrone che ama il suo cane e lo lascia sbranare senza tentare nulla… ma lo hai scritto seriamente? pure io lo farei e l’ho fatto, quando il mio cane aveva preso un cane più piccolo, mi sono messa in mezzo e come. ma glie lo devo lasciar ammazzare?
    per il resto chiaramente sono daccordo.

    • Non ci si mette in mezzo se si vogliono evitare ferite. Oppure si decide di mettersi in mezzo ma poi non si dice di essere stati attaccati (l’ attaccato e’ il proprio cane). Insomma essere consapevoli di quello che si fa e di quello che si rischia.

      • io di certo non vado a dire di essere stata attaccata da u ncane s emorde me perchè mi metto in mezzo ma allo stesso tempo se la vedo brutta cerco di salvarlo… sarebbe preoccupante e poco ovvio il contrario, e non che uno ci provi… ripeto.

        • Tu no, ma l’ italiano medio? Quanti vanno in giro a raccontare di essere stati aggrediti quando in realta sono stati lro a mettersi in mezzo in un litigio tra cani? Io penso per esempio a un articolo scritto da Valeria pochi giorni fa. Un “giornale” che riportava di un cane che aveva attaccato una mamma e il suo bambino nel passeggino. Quando in realta si trattava di una mamma irresponsabile che aveva legato al passeggino il guinzaglio del proprio cane (sul quale si stava dirigendo il cane libero). E’ evidente che il bersaglio non fosse il bambino, eppure…
          Mi sto rendendo conto che il livello cinofilo (e culturale in generale e’ veramente basso), e che di gente che va in giro raccontando una cosa per un altra ce ne e’ pure troppa (ricordo anche uno che nei commenti ad un articolo di TPIC raccontava di essere stato attaccato varie volte da cani liberi, quando in realta gli stavano semplicemente ringhiando mentre passava di fronte alla loro proprieta…).

  15. Ooohhh…caspita….ho appena scoperto che oltre a due “tremendi cani neri” ho anche un “mini killer” a zampa libera in casa…meno male che hanno messo la foto…………………;-) 😉 o_O o_O o_O

  16. con tutta probabilità non era nemmeno un pit!!!

  17. si si, io con la mia lupetta nera ho notato l’incremento del terrore accanto a me da quando avevo la mia amata (e dipartita ahimè) grigiona, che potevo anche comprendere meglio perchè simile ad una lupa, a questa mia nera che non si può scambiare per una vera lupa ma…. è nera!

  18. se invece di scaldare la zcrivania facesserp veramente i giornalisti? ricordo che nel mondo sono in corso più di 50 guerre e una carneficina in atto a 2 ore di volo..andate nella striscia di gaza!

  19. Qui hanno messo nel titolo due rottweiler, poi nell’articolo un rottweiler e un pastore tedesco, non sanno cosa scrivono, e non si informano sulla dinamica, sparano titoli con cani a dir loro feroci per fare notizia!

  20. Confermo … Ho una meticcia Labrador/Corso, tagli medio grande che è un “brutto cagnaccio cattivo” solo perché è nera … Che poi sia buonissima non frega niente a nessuno …

  21. Comunque ho provato cercando cane nero su Google immagini e la prima in cui si vede un cane nero con denti in vista, e che per lo sciuragiornalaio possa assomigliare ad un Pitt Bull a me pare proprio quella. Anche se raffigura un cane, che respira e osserva, mah!

  22. Quando esco con le due “ragazze” (Flat nero e Jack ovviamente bianco pezzato), osservo lo stesso identico timore: il grosso cane nero non lo accarezza nessuno, mentre la pulcetta bianca si trova continuamente addosso mani non gradite. finora si è limitata a qualche ringhio contro i più insistenti, ma prima o poi ci scapperà la pinzata: la piccola ha un ego da qua in Australia e non tollera in testa mani non autorizzate: prima si deve rigorosamente essere annusati altrimenti ciccia! a proposito una storiella simpatica: ero al bar con un’amica e le due cagne, una mamma con una bimba di un paio d’anni si avvicina chiedendo se potevo io tenere la cagnetta in braccio per permettere alla figlia di accarezzarla e naturalmente di fronte ad una richiesta educata e gentile rispondo con altrettanta gentilezza: chiamo Fly che mi salta in braccio, passo il guinzaglio di Trilly all’amica e mi giro in direzione della bimba.
    “Vieni, tesoro, accarezzala” faccio io, e quella libera dalla mano della mamma si fionda con gli occhi che le brillano non verso di me, ma proprio sulla Trilly. un nano secondo dopo la cagna era già cappottata panza all’aria, lingua fuori e sguardo beato con la piccola tra le zampe a godersi beata le coccole, la mamma si era beccata mezzo infarto ed io ero letteralmente senza parole. Quando la mamma se l’è ripresa la bimba piangeva al suono di “voglio il cane!”.
    Fly dalla sua posizione privilegiata guardava sdegnata tutta la scena…

  23. Purtroppo è una caccia alle streghe, negli ultimi decenni ci sono passate tante razze. Il problema è che devono vendere giornali e siccome tira il pit che attacca, sbrana e lacera peggio di cerbero pubblicano senza curarsi di fare informazione esatta. Prova a farglielo notare e ti sbandierano carta dei diritti e libertà di stampa peggio delle suffragette…

    • Ma tra la liberta di stampa e il diritto di scrivere cazzate ce ne passa… posible che non esistano leggi che li controllino?

  24. Però la notizia del cane – un pit bull! – che ha salvato una coppia dispersa in barca non se l’è filata nessuno… Ho dovuto leggerla in sordina su di un blog a tema.

  25. Ma quante stronzate che bisogna leggere…

  26. Non so se ricordate questa pubblicità. I retriever succubi del loro grande successo.
    Io ho un labrador giallo modello highlander, ha 15 anni.
    http://youtu.be/jmFPGl0q14s

  27. Mi ha “stupita” il “non ci si mette in mezzo ai due cani tanto non lo salvi e rischi il morso”, é vero, lo so, ma io se riesco ammazzo l’altro a costo di rimanere senza mani, non rimango a guardare “tanto non lo salvo”.. Come capitato in un posto che non potevo liberare il mio 1/4 del cane libero, l’ho preso in braccio alzandolo più in alto possibile e mirando alle costole dell’altro a calci (cane con precedenti anche sulle persone dal nulla) e preferivo le braccia/gambe sbragate che il mio cane morto stando a guardare.

    • Rispondo a te e anche a Lupi, altrettanto stupita per la mia frase: “non ci si mette in mezzo” significa “non si mettono le mani in mezzo”. Certo che se il tuo cane viene attaccato fai qualsiasi cosa per aiutarlo, ma metterci le mani significa solo prendere dei morsi e non essere del minimo aiuto al cane. Tutte le cose corrette da fare le ho già scritte più volte, quindi pensavo fosse chiaro il concetto e non sono stata a specificare più di tanto: ma ribadisco che NON ci si mette fisicamente in mezzo a due cani che litigano, perché il risultato è sempre quello che si è visto in questo e in mille altri casi. Vai all’ospedale pure tu, e il tuo cane subisce la stessa sorte (nel bene e nel male) che avrebbe subito senza il tuo intervento.
      Prendere in braccio il cane, poi, è il modo migliore per ottenere che nell’altro l’impulso predatorio vada alle stelle… e se è davvero intenzionato a farlo fuori, i calci non lo fermeranno di sicuro (anzi, lo faranno incazzare ancora di più). Evidentemente tu hai trovato un cane con ben poca tempra, se ha desistito: meglio così, ma non è certo cosa che mi sentirei di suggerire a nessuno.

      • quando il mio canelupo prese in bocca il pinscher di mia nonna per la coppa, io e mio nonno ci fiondammo prima che lui potesse “scrollare” con ovvie conseguenze.
        prima ho provato a calci e pugni ma disteso su un fianco col cosino in bocca non bollava, poi ho infilato le mani nella sua bocca e gli ho piantato le unghie nel palato. a quel punto ha mollato… il minicoso che sel’era fatta addosso (e non per dire ma davvero) nel mentre ha bucato LE MIE mani… ma poi si è messo in salvo… che dovevo fare lasciarglielo far secco? oh antipatico era antipatico ma era pure il cane di mia nonna.
        altre volte mi è toccato intervenire con lui, una volta ha strappato l’orecchio a un boxer un altro ha preso un altro minicane per il collo, era “cattivo”, cercavo sempre di evitare incontri votle succedeva per un imprevisto… e di certo non potevo lasciarlo fare.
        l’ultima volta che sono intervenuta la mia borderina ha avuto una zuffa con una femminuccia a zampa corta pià o meno della sua taglia (la mia borderina è nana…45 al garrese, 12,5 kg). visto ch esi metteva male con scatto repentino ho preso la mmia per la pelle della schiena e l’ho sollevata ad altezza che l’atlra non ci arrivava (zampa corta…cane taglia medio piccol), certo l’ho presa su… ma in quel caso era la cosa migliore…
        dipende…dalla situazione insomma.
        l’orecchio del boxer per dire era stato strappato perchè IO stavo cercando di farlo mollare prendendolo da dietro, il padrone del boxer ha preso le due tesato per separarli… con esito scontato…
        ripeto dipende, ma io con “non mettersi in mezzo” avevo proprio capito di non far eniente, il che mi pare assurdo.

  28. Usteria!! c’ho un pitt bull nero in casa!! forse mi lecca di continuo per sentire quando sono di suo gusto??

  29. io ho una labrador nera…..da cucciola me la scambiavano per terribile pit bull nero… -_- o adesso per la figlia della mia rott…ci vuole tanta fantasia………………………mah……

  30. Io adoro tutti i cani neri,ho avuto in passato un labrador nero, un patatine.ma adoro i pitbull neri, e secondo me il problema come al solito sono certi padroni…. Opsss

  31. Io adoro tutti i cani neri,ho avuto in passato un labrador nero, un patatine.ma adoro i pitbull neri, e secondo me il problema come al solito sono certi padroni…. Opsss

  32. Sono d’accordo con te Laura Galbiati adirittura il rotvailer è considerato dagli rsperti cinofili l’ultimo cavagliere e sono degli ottimi babysitter

  33. Concordo e sottoscrivo quello che ha detto Valeria: io da ragazza mi sono trovata a mettere le mani letteralmente in bocca ad una femmina di pastore tedesco che aveva agguantato la mia bolognese, vi assicuro che non l’ho smossa di un millimetro e nemmeno i calci dei passanti, è stato mio padre che nel tentativo di fare qualcosa ha fatto per caso quella giusta: ha sollevato il cane abbracciandolo per posteriori. Se ho ancora le mani e la faccia lo devo solo al fatto he la cagna, Margot si chiamava, fosse in realtà una pasta, ma soffriva sistematicamente di gravidanze isteriche e aveva il vizio di “rapire” cagnetti per poterli accudire. Viveva in un recinto di poco più di tre metri quadrati, sola in una casa di villeggiatura e ovviamente scapava ogni volta che le riusciva.

  34. Valeria ti giuro che mi hanno appena fermata sostenendo convinti che la mia labrador chocolate è un pitbull!

  35. Concordo e sottoscrivo quello che ha detto Valeria: io da ragazza mi sono trovata a mettere le mani letteralmente in bocca ad una femmina di pastore tedesco che aveva agguantato la mia bolognese, vi assicuro che non l’ho smossa di un millimetro e nemmeno i calci dei passanti, è stato mio padre che nel tentativo di fare qualcosa ha fatto per caso quella giusta: ha sollevato il cane abbracciandolo per posteriori. Se ho ancora le mani e la faccia lo devo solo al fatto he la cagna, Margot si chiamava, fosse in realtà una pasta, ma soffriva sistematicamente di gravidanze isteriche e aveva il vizio di “rapire” cagnetti per poterli accudire. Viveva in un recinto di poco più di tre metri quadrati, sola in una casa di villeggiatura e ovviamente scappava ogni volta che le riusciva.

  36. esempio “rottweiler aggredisce/mangia bambino”…il giorno dopo…”scusi sono questi i cani che mangiano i bambini?” no signora questo è un dobermann (ma mangio io la gente se non la finisce con ste c……)

  37. Il resto del carlino è denigratorio. Probabilmente il direttore è cinofobico. D’estate una tantum un bell’articoletto anticane ce lo regalano. Ho smesso anche di sfogliarlo

  38. Vi invito a leggere la recensione per capire meglio.Grazie.

  39. Scusate se ri-commento…ma mi è capitato di leggere una notizia abbastanza inquietante; provo a copincollare il link qui, sperando di non far casino:
    http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2014/07/14/news/animali-in-spiaggia-vertice-tra-sindaci-1.9599919
    Ok, mi spiace per il bimbo, ma…non so sinceramente dal basso della mia sciuramariaggine se davvero un cane può conciarti così mordendoti nella schiena (?). E poi un pastore tedesco che “impazzisce” e si mette a cercare di sbranare un ragazzino che “passava di lì” …e perchè? Il bambino gli ha tirato un calcio (a me è capitato), si è messo a correre urlando, gli ha detto che il Commissario Rex è un sacco di pulci e lui si è inca**ato? Oltretutto, pare proprio una belva, dato che il padre del bimbo è riuscito a farsi slogare una spalla. Boh, non ci arrivo.

    • Quelli che ha il bimbo sulla schiena non sono morsi ma graffi: questa è l’unica conclusione che si può trarre dalla foto. L’articolo è chiaramente cinofobo ed allarmista e dubito che il giornalista sappia come si sono svolti esattamente i fatti: però dice che il padre si è massacrato da solo cascando a terra (quindi il cane non c’entra), mentre il bambino non ha nessun segno di morso. Potrebbe anche trattarsi di un cucciolone che ha esagerato giocando (quattro zampate sulla schiena di un bambino di quell’età – ma anche di un adulto, eh! – lasciano segni molto simili), così come potrebbe trattarsi di un’aggressione… ma sicuramente avvenuta a zampate e non a morsi.

      • Grazie del chiarimento! Oltretutto, dall’articolo pare che la gente vada in spiaggia e sul lungomare di Jesolo portando al guinzaglio i dinosauri di Spielberg di cui sopra, invece dei cani…

  40. ragazzi però non diciamo sempre che è colpa dei padroni quando un cane ne morde un altro. Sono cani. Io ho due pitbull, padre e figlia. Sono stati cresciuti entrambi con amore, pazienza nell’insegnare. Sono stata severa quando era ora, ho premiato quando facevano bene, cercando di fare del mio meglio sempre, chiedendo anche consigli a chi sicuramente è più esperto di me. Ma, soprattutto il maschio, non può vedere una mosca volare. L’indole è quella. Non è colpa del proprietario se il cane è aggressivo verso gli altri animali. Però è colpa del proprietario se non conosce il suo cane e non lo sa fermare a momento debito. Stessa cosa vale per i cagnolini che, essendo di taglia piccola, si lasciano in giro senza guinzaglio perchè “tanto non fanno niente”. E’ sbagliato. Ognuno deve badare al suo animale con la massima attenzione qualsiasi razza o taglia sia.

  41. Condivido completamente, è assurdo che questi siano i giornalisti italiani.
    Non voglio fare l’antipatica polemica, però devo fare un piccolo appunto sulla questione del triceratopo di Spielberg: la foto in questione, che ritraeva il regista con uno dei dinosauri del suo (bellissimo) film, con la didascalia che tradotta dovrebbe essere “Foto vergognosa di un cacciatore che posa felicemente accanto a un triceratopo che ha appena ucciso. Per favore condividetela affinché il mondo possa individuare e coprire di vergogna questo uomo spregevole.” è stata pubblicata da un umorista che pare sia molto conosciuto (negli US presumo..) ed è palesemente ironica. Ora, a nessuno viene in mente che forse i commenti fossero altrettanto ironici??? Alcuni che ho letto lo sono palesemente, e altri si può comunque presumere che lo siano. Poi, qualche deficiente che non ha registrato la notizia che i dinosauri sono estinti, o che l’ha scambiato per un rinoceronte può sempre esistere, ma farlo passare per una rivolta animalista di massa mi sembra esagerato. Insomma, proprio su questo sito ho letto varie volte critiche al fatto che la gente non abbia senso dell’umorismo e non capisca il sarcasmo, quindi…un po’ di humor suvvia! 🙂 E poi che proprio la redazione che critica così aspramente e giustamente alcuni giornalisti e i loro articoli di “disinformazione”, creda così ciecamente proprio a uno di questi articoli, mi sembra un po’ un controsenso. Tutte le scuse sono buone per dare addosso agli animalisti eh?! 😉 Scusa Valeria, non arrabbiarti, adoro questo sito e ho una gigantesca stima nei tuoi confronti, ma questa questione “Valeria Rossi vs animalisti” è una delle pochissime cose che non mi va proprio giù!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




58 commenti

  1. E’ una razza meravigliosa !

  2. Lei è lisa è un pittbull ma è dolcissima e non farebbe male a una mosca .. Il cane va curato amato e seguito nonché educato dal
    Proprio padrone come si fa con i figli! Non ci sono cani buoni o cattivi ci sono buoni o cattivi padroni

  3. Io ho una labrador nera e dove vivo già hanno paura per il solo fatto che è nera….figuriamoci ora …

    • Ciao Claudia, pensa che invece quando incontro una ragazza col labrador nero (stupendo), io ho paura, non per il suo cane, ma per il mio, pur essendo un cane tranquillo, il mio Border se un maschio gli sta troppo addosso si innervosice, l’altro è un vero patatone. Non prendertela la gente scema c’è in ogni dove! 😉

  4. Fantastico! Io passo tutti i giorni davanti ad una casa dove sul cancelletto c’è un simpatico cartello: “Attenti al cane!” con accanto il disegno di un tenero ed innocuo labrador. In realtà in quella casa non c’è un tenero labrador ma un vecchio pastore tedesco. È palese che abbia problemi perché è veramente esagerato. Così incazzato che se potesse salterebbe la cancellata e non solo sbranerebbe il mio piccolo e davvero innocuo jack russell, ma sbranerebbe anche me.

  5. Che il Resto del Carlino sia diventato un giornale cazzaro ormai è un dato di fatto 😉

  6. Come “mamma” di un labrador nero non ho parole…. Come amante dei cani ne avrei tante ma tante …. Ma non possono essere scritte …..

  7. Ma esiste ormai un giornalista che non sia completamente cretino?

  8. E bellissimo meraviglioso

  9. Che la maggior parte dei giornalisti aia una cacca umana ormai non mi stupisce: prima nascono infami, poi diventano giornalisti ed è loro che devo ringraziare se quanto cammino per strada con il mio pastore tedesco la gente cambia marciapiede urlandomi insulti irripetibili.

  10. Chi è terribile il cane
    Ho il cretino che scrive ste fregnacce

  11. lo adoro è più amorevole dei bipedi

  12. ……………..ma nessun “giornalista” che abbia un cane in casa , no vero?…………solo alligatori……..!!!
    Ma fatemi il piacere giornalisti……………….e poi , giornalisti de che?……….

  13. “il colore fa il monaco”?!?! ma…

  14. non ci si mette in mezzo quado due cnai litigano? ma vorrei vedere chi è quel padrone che ama il suo cane e lo lascia sbranare senza tentare nulla… ma lo hai scritto seriamente? pure io lo farei e l’ho fatto, quando il mio cane aveva preso un cane più piccolo, mi sono messa in mezzo e come. ma glie lo devo lasciar ammazzare?
    per il resto chiaramente sono daccordo.

    • Non ci si mette in mezzo se si vogliono evitare ferite. Oppure si decide di mettersi in mezzo ma poi non si dice di essere stati attaccati (l’ attaccato e’ il proprio cane). Insomma essere consapevoli di quello che si fa e di quello che si rischia.

      • io di certo non vado a dire di essere stata attaccata da u ncane s emorde me perchè mi metto in mezzo ma allo stesso tempo se la vedo brutta cerco di salvarlo… sarebbe preoccupante e poco ovvio il contrario, e non che uno ci provi… ripeto.

        • Tu no, ma l’ italiano medio? Quanti vanno in giro a raccontare di essere stati aggrediti quando in realta sono stati lro a mettersi in mezzo in un litigio tra cani? Io penso per esempio a un articolo scritto da Valeria pochi giorni fa. Un “giornale” che riportava di un cane che aveva attaccato una mamma e il suo bambino nel passeggino. Quando in realta si trattava di una mamma irresponsabile che aveva legato al passeggino il guinzaglio del proprio cane (sul quale si stava dirigendo il cane libero). E’ evidente che il bersaglio non fosse il bambino, eppure…
          Mi sto rendendo conto che il livello cinofilo (e culturale in generale e’ veramente basso), e che di gente che va in giro raccontando una cosa per un altra ce ne e’ pure troppa (ricordo anche uno che nei commenti ad un articolo di TPIC raccontava di essere stato attaccato varie volte da cani liberi, quando in realta gli stavano semplicemente ringhiando mentre passava di fronte alla loro proprieta…).

  15. Ooohhh…caspita….ho appena scoperto che oltre a due “tremendi cani neri” ho anche un “mini killer” a zampa libera in casa…meno male che hanno messo la foto…………………;-) 😉 o_O o_O o_O

  16. con tutta probabilità non era nemmeno un pit!!!

  17. si si, io con la mia lupetta nera ho notato l’incremento del terrore accanto a me da quando avevo la mia amata (e dipartita ahimè) grigiona, che potevo anche comprendere meglio perchè simile ad una lupa, a questa mia nera che non si può scambiare per una vera lupa ma…. è nera!

  18. se invece di scaldare la zcrivania facesserp veramente i giornalisti? ricordo che nel mondo sono in corso più di 50 guerre e una carneficina in atto a 2 ore di volo..andate nella striscia di gaza!

  19. Qui hanno messo nel titolo due rottweiler, poi nell’articolo un rottweiler e un pastore tedesco, non sanno cosa scrivono, e non si informano sulla dinamica, sparano titoli con cani a dir loro feroci per fare notizia!

  20. Confermo … Ho una meticcia Labrador/Corso, tagli medio grande che è un “brutto cagnaccio cattivo” solo perché è nera … Che poi sia buonissima non frega niente a nessuno …

  21. Comunque ho provato cercando cane nero su Google immagini e la prima in cui si vede un cane nero con denti in vista, e che per lo sciuragiornalaio possa assomigliare ad un Pitt Bull a me pare proprio quella. Anche se raffigura un cane, che respira e osserva, mah!

  22. Quando esco con le due “ragazze” (Flat nero e Jack ovviamente bianco pezzato), osservo lo stesso identico timore: il grosso cane nero non lo accarezza nessuno, mentre la pulcetta bianca si trova continuamente addosso mani non gradite. finora si è limitata a qualche ringhio contro i più insistenti, ma prima o poi ci scapperà la pinzata: la piccola ha un ego da qua in Australia e non tollera in testa mani non autorizzate: prima si deve rigorosamente essere annusati altrimenti ciccia! a proposito una storiella simpatica: ero al bar con un’amica e le due cagne, una mamma con una bimba di un paio d’anni si avvicina chiedendo se potevo io tenere la cagnetta in braccio per permettere alla figlia di accarezzarla e naturalmente di fronte ad una richiesta educata e gentile rispondo con altrettanta gentilezza: chiamo Fly che mi salta in braccio, passo il guinzaglio di Trilly all’amica e mi giro in direzione della bimba.
    “Vieni, tesoro, accarezzala” faccio io, e quella libera dalla mano della mamma si fionda con gli occhi che le brillano non verso di me, ma proprio sulla Trilly. un nano secondo dopo la cagna era già cappottata panza all’aria, lingua fuori e sguardo beato con la piccola tra le zampe a godersi beata le coccole, la mamma si era beccata mezzo infarto ed io ero letteralmente senza parole. Quando la mamma se l’è ripresa la bimba piangeva al suono di “voglio il cane!”.
    Fly dalla sua posizione privilegiata guardava sdegnata tutta la scena…

  23. Purtroppo è una caccia alle streghe, negli ultimi decenni ci sono passate tante razze. Il problema è che devono vendere giornali e siccome tira il pit che attacca, sbrana e lacera peggio di cerbero pubblicano senza curarsi di fare informazione esatta. Prova a farglielo notare e ti sbandierano carta dei diritti e libertà di stampa peggio delle suffragette…

    • Ma tra la liberta di stampa e il diritto di scrivere cazzate ce ne passa… posible che non esistano leggi che li controllino?

  24. Però la notizia del cane – un pit bull! – che ha salvato una coppia dispersa in barca non se l’è filata nessuno… Ho dovuto leggerla in sordina su di un blog a tema.

  25. Ma quante stronzate che bisogna leggere…

  26. Non so se ricordate questa pubblicità. I retriever succubi del loro grande successo.
    Io ho un labrador giallo modello highlander, ha 15 anni.
    http://youtu.be/jmFPGl0q14s

  27. Mi ha “stupita” il “non ci si mette in mezzo ai due cani tanto non lo salvi e rischi il morso”, é vero, lo so, ma io se riesco ammazzo l’altro a costo di rimanere senza mani, non rimango a guardare “tanto non lo salvo”.. Come capitato in un posto che non potevo liberare il mio 1/4 del cane libero, l’ho preso in braccio alzandolo più in alto possibile e mirando alle costole dell’altro a calci (cane con precedenti anche sulle persone dal nulla) e preferivo le braccia/gambe sbragate che il mio cane morto stando a guardare.

    • Rispondo a te e anche a Lupi, altrettanto stupita per la mia frase: “non ci si mette in mezzo” significa “non si mettono le mani in mezzo”. Certo che se il tuo cane viene attaccato fai qualsiasi cosa per aiutarlo, ma metterci le mani significa solo prendere dei morsi e non essere del minimo aiuto al cane. Tutte le cose corrette da fare le ho già scritte più volte, quindi pensavo fosse chiaro il concetto e non sono stata a specificare più di tanto: ma ribadisco che NON ci si mette fisicamente in mezzo a due cani che litigano, perché il risultato è sempre quello che si è visto in questo e in mille altri casi. Vai all’ospedale pure tu, e il tuo cane subisce la stessa sorte (nel bene e nel male) che avrebbe subito senza il tuo intervento.
      Prendere in braccio il cane, poi, è il modo migliore per ottenere che nell’altro l’impulso predatorio vada alle stelle… e se è davvero intenzionato a farlo fuori, i calci non lo fermeranno di sicuro (anzi, lo faranno incazzare ancora di più). Evidentemente tu hai trovato un cane con ben poca tempra, se ha desistito: meglio così, ma non è certo cosa che mi sentirei di suggerire a nessuno.

      • quando il mio canelupo prese in bocca il pinscher di mia nonna per la coppa, io e mio nonno ci fiondammo prima che lui potesse “scrollare” con ovvie conseguenze.
        prima ho provato a calci e pugni ma disteso su un fianco col cosino in bocca non bollava, poi ho infilato le mani nella sua bocca e gli ho piantato le unghie nel palato. a quel punto ha mollato… il minicoso che sel’era fatta addosso (e non per dire ma davvero) nel mentre ha bucato LE MIE mani… ma poi si è messo in salvo… che dovevo fare lasciarglielo far secco? oh antipatico era antipatico ma era pure il cane di mia nonna.
        altre volte mi è toccato intervenire con lui, una volta ha strappato l’orecchio a un boxer un altro ha preso un altro minicane per il collo, era “cattivo”, cercavo sempre di evitare incontri votle succedeva per un imprevisto… e di certo non potevo lasciarlo fare.
        l’ultima volta che sono intervenuta la mia borderina ha avuto una zuffa con una femminuccia a zampa corta pià o meno della sua taglia (la mia borderina è nana…45 al garrese, 12,5 kg). visto ch esi metteva male con scatto repentino ho preso la mmia per la pelle della schiena e l’ho sollevata ad altezza che l’atlra non ci arrivava (zampa corta…cane taglia medio piccol), certo l’ho presa su… ma in quel caso era la cosa migliore…
        dipende…dalla situazione insomma.
        l’orecchio del boxer per dire era stato strappato perchè IO stavo cercando di farlo mollare prendendolo da dietro, il padrone del boxer ha preso le due tesato per separarli… con esito scontato…
        ripeto dipende, ma io con “non mettersi in mezzo” avevo proprio capito di non far eniente, il che mi pare assurdo.

  28. Usteria!! c’ho un pitt bull nero in casa!! forse mi lecca di continuo per sentire quando sono di suo gusto??

  29. io ho una labrador nera…..da cucciola me la scambiavano per terribile pit bull nero… -_- o adesso per la figlia della mia rott…ci vuole tanta fantasia………………………mah……

  30. Io adoro tutti i cani neri,ho avuto in passato un labrador nero, un patatine.ma adoro i pitbull neri, e secondo me il problema come al solito sono certi padroni…. Opsss

  31. Io adoro tutti i cani neri,ho avuto in passato un labrador nero, un patatine.ma adoro i pitbull neri, e secondo me il problema come al solito sono certi padroni…. Opsss

  32. Sono d’accordo con te Laura Galbiati adirittura il rotvailer è considerato dagli rsperti cinofili l’ultimo cavagliere e sono degli ottimi babysitter

  33. Concordo e sottoscrivo quello che ha detto Valeria: io da ragazza mi sono trovata a mettere le mani letteralmente in bocca ad una femmina di pastore tedesco che aveva agguantato la mia bolognese, vi assicuro che non l’ho smossa di un millimetro e nemmeno i calci dei passanti, è stato mio padre che nel tentativo di fare qualcosa ha fatto per caso quella giusta: ha sollevato il cane abbracciandolo per posteriori. Se ho ancora le mani e la faccia lo devo solo al fatto he la cagna, Margot si chiamava, fosse in realtà una pasta, ma soffriva sistematicamente di gravidanze isteriche e aveva il vizio di “rapire” cagnetti per poterli accudire. Viveva in un recinto di poco più di tre metri quadrati, sola in una casa di villeggiatura e ovviamente scapava ogni volta che le riusciva.

  34. Valeria ti giuro che mi hanno appena fermata sostenendo convinti che la mia labrador chocolate è un pitbull!

  35. Concordo e sottoscrivo quello che ha detto Valeria: io da ragazza mi sono trovata a mettere le mani letteralmente in bocca ad una femmina di pastore tedesco che aveva agguantato la mia bolognese, vi assicuro che non l’ho smossa di un millimetro e nemmeno i calci dei passanti, è stato mio padre che nel tentativo di fare qualcosa ha fatto per caso quella giusta: ha sollevato il cane abbracciandolo per posteriori. Se ho ancora le mani e la faccia lo devo solo al fatto he la cagna, Margot si chiamava, fosse in realtà una pasta, ma soffriva sistematicamente di gravidanze isteriche e aveva il vizio di “rapire” cagnetti per poterli accudire. Viveva in un recinto di poco più di tre metri quadrati, sola in una casa di villeggiatura e ovviamente scappava ogni volta che le riusciva.

  36. esempio “rottweiler aggredisce/mangia bambino”…il giorno dopo…”scusi sono questi i cani che mangiano i bambini?” no signora questo è un dobermann (ma mangio io la gente se non la finisce con ste c……)

  37. Il resto del carlino è denigratorio. Probabilmente il direttore è cinofobico. D’estate una tantum un bell’articoletto anticane ce lo regalano. Ho smesso anche di sfogliarlo

  38. Vi invito a leggere la recensione per capire meglio.Grazie.

  39. Scusate se ri-commento…ma mi è capitato di leggere una notizia abbastanza inquietante; provo a copincollare il link qui, sperando di non far casino:
    http://nuovavenezia.gelocal.it/cronaca/2014/07/14/news/animali-in-spiaggia-vertice-tra-sindaci-1.9599919
    Ok, mi spiace per il bimbo, ma…non so sinceramente dal basso della mia sciuramariaggine se davvero un cane può conciarti così mordendoti nella schiena (?). E poi un pastore tedesco che “impazzisce” e si mette a cercare di sbranare un ragazzino che “passava di lì” …e perchè? Il bambino gli ha tirato un calcio (a me è capitato), si è messo a correre urlando, gli ha detto che il Commissario Rex è un sacco di pulci e lui si è inca**ato? Oltretutto, pare proprio una belva, dato che il padre del bimbo è riuscito a farsi slogare una spalla. Boh, non ci arrivo.

    • Quelli che ha il bimbo sulla schiena non sono morsi ma graffi: questa è l’unica conclusione che si può trarre dalla foto. L’articolo è chiaramente cinofobo ed allarmista e dubito che il giornalista sappia come si sono svolti esattamente i fatti: però dice che il padre si è massacrato da solo cascando a terra (quindi il cane non c’entra), mentre il bambino non ha nessun segno di morso. Potrebbe anche trattarsi di un cucciolone che ha esagerato giocando (quattro zampate sulla schiena di un bambino di quell’età – ma anche di un adulto, eh! – lasciano segni molto simili), così come potrebbe trattarsi di un’aggressione… ma sicuramente avvenuta a zampate e non a morsi.

      • Grazie del chiarimento! Oltretutto, dall’articolo pare che la gente vada in spiaggia e sul lungomare di Jesolo portando al guinzaglio i dinosauri di Spielberg di cui sopra, invece dei cani…

  40. ragazzi però non diciamo sempre che è colpa dei padroni quando un cane ne morde un altro. Sono cani. Io ho due pitbull, padre e figlia. Sono stati cresciuti entrambi con amore, pazienza nell’insegnare. Sono stata severa quando era ora, ho premiato quando facevano bene, cercando di fare del mio meglio sempre, chiedendo anche consigli a chi sicuramente è più esperto di me. Ma, soprattutto il maschio, non può vedere una mosca volare. L’indole è quella. Non è colpa del proprietario se il cane è aggressivo verso gli altri animali. Però è colpa del proprietario se non conosce il suo cane e non lo sa fermare a momento debito. Stessa cosa vale per i cagnolini che, essendo di taglia piccola, si lasciano in giro senza guinzaglio perchè “tanto non fanno niente”. E’ sbagliato. Ognuno deve badare al suo animale con la massima attenzione qualsiasi razza o taglia sia.

  41. Condivido completamente, è assurdo che questi siano i giornalisti italiani.
    Non voglio fare l’antipatica polemica, però devo fare un piccolo appunto sulla questione del triceratopo di Spielberg: la foto in questione, che ritraeva il regista con uno dei dinosauri del suo (bellissimo) film, con la didascalia che tradotta dovrebbe essere “Foto vergognosa di un cacciatore che posa felicemente accanto a un triceratopo che ha appena ucciso. Per favore condividetela affinché il mondo possa individuare e coprire di vergogna questo uomo spregevole.” è stata pubblicata da un umorista che pare sia molto conosciuto (negli US presumo..) ed è palesemente ironica. Ora, a nessuno viene in mente che forse i commenti fossero altrettanto ironici??? Alcuni che ho letto lo sono palesemente, e altri si può comunque presumere che lo siano. Poi, qualche deficiente che non ha registrato la notizia che i dinosauri sono estinti, o che l’ha scambiato per un rinoceronte può sempre esistere, ma farlo passare per una rivolta animalista di massa mi sembra esagerato. Insomma, proprio su questo sito ho letto varie volte critiche al fatto che la gente non abbia senso dell’umorismo e non capisca il sarcasmo, quindi…un po’ di humor suvvia! 🙂 E poi che proprio la redazione che critica così aspramente e giustamente alcuni giornalisti e i loro articoli di “disinformazione”, creda così ciecamente proprio a uno di questi articoli, mi sembra un po’ un controsenso. Tutte le scuse sono buone per dare addosso agli animalisti eh?! 😉 Scusa Valeria, non arrabbiarti, adoro questo sito e ho una gigantesca stima nei tuoi confronti, ma questa questione “Valeria Rossi vs animalisti” è una delle pochissime cose che non mi va proprio giù!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico