venerdì , 24 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Comunicati >> Comunicati stampa >> Il “Buono studente a sei zampe”

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Il “Buono studente a sei zampe”

bstud3COMUNICATO STAMPA – Il Centro cinofilo “Io mi fido di te” di Coriano,  su invito e con la collaborazione dell’Istituto Professionale Agrario Persolino di Faenza (RA), è lieto di illustrare il progetto creato da un team di Tecnici Cinofili, Insegnanti didattici e Counselor pedagogico relazionale che ha avuto inizio l’11 novembre e proseguirà fino a metà marzo.
Questo progetto va ad inserirsi in un percorso iniziato cinque anni fa in questa scuola, “Un cane sul Colle”, dove la Counselor pedagogico-relazionale e coach Giorgia Rocchi e il veterinario comportamentalista Andrea Malmerenda hanno costruito “itinerari” sulla comunicazione contro il bullismo, tesi all’aumento dell’autostima e capacità motorie nelle classi, grazie all’aiuto dei cani e delle strategie positive del “branco”, affrontando via via tutte le nuove “aperture” dei ragazzi.
Tutto questo grazie agli insegnanti, al personale ATA e alla dirigenza, in primis la professoressa Giuseppina Casadio  che ha portato quest’energia ed entusiasmo in una scuola superiore.

bstud1I tecnici cinofili Riccardo Ariu e Stefano Centolani, istruttori del Centro Cinofilo suddetto, conducono i ragazzi dell’Istituto, alcuni dei quali con problemi relazionali e di autismo. I ragazzi imparano la conduzione del cane in ambito urbano mediante la ricostruzione di un ambiente cittadino con il supporto di segnaletica urbana, autovetture e “figuranti”; tutto questo con lo scopo di insegnare al cane, tramite lo studente, il vivere sereno in città e al giovane, per mezzo del cane, il rispetto per un essere vivente di un’altra specie.
Buono Studente a Sei Zampe diventa quindi un perfetto esempio di “peer teaching”, insegnamento reciproco, per il binomio.

bstud7Il percorso formativo è suddiviso in teorico e pratico: durante le ore in aula gli studenti imparano la storia del cane, i suoi impieghi, la diversità tra le razze e le nozioni fondamentali del linguaggio del cane, il suo etogramma e il rapporto corretto da instaurare con il nostro amico a quattro zampe.

bstud6La pratica vede i ragazzi impegnati nella condotta al guinzaglio e nel fermarsi con il cane al fianco, imparando a conoscere e a leggere i segnali stradali ed acquisendo la capacità di muoversi autonomamente in un percorso urbano rispettando le regole del vivere civile.
I cani scelti per questo progetto sperimentale sono tutti cani equilibrati, ben socializzati ed educati, sempre accompagnati dai reali proprietari.
Il “Buon Studente a Sei Zampe” si concluderà con una prova di una mattinata in cui i ragazzi, davanti a una commissione interna ed esterna presieduta da Valeria Rossi, metteranno in pratica le competenze acquisite e riceveranno un “patentino” di buon conduttore accreditato da Progetto Italia, Ente di Alta Formazione Universitaria riconosciuto dal MIUR.
Ecco di seguito alcune impressioni, quando siamo ormai giunti a tre quarti del percorso formativo, degli insegnanti dell’Istituto Professionale Persolino:

“Il percorso “Buon cittadino a 6 zampe” ha come obiettivi più concreti e verificabili il rafforzamento nei ragazzi della fiducia nelle proprie capacità e nella motivazione scolastica e per questo può rappresentare uno strumento efficace nei confronti della dispersione scolastica. Può migliorare la relazione nei confronti degli animali e con altri studenti ed adulti aiutando a diventare più consapevoli della propria aggressività e reazioni emotive e a controllarle meglio, anche in situazioni di disagio psicologico dovuto a cause diverse e non sempre conosciute da noi insegnanti.
Una collaborazione e fiducia reciproca tra ragazzo e animale può anche aiutare a guarire ferite interiori che possono disturbare l’apprendimento scolastico e la relazione con gli altri nella scuola ed anche nelle relazioni nella vita sociale nella famiglia e con i coetanei e adulti.”
“Il Percorso “PATENTINO CINOFILO” ha un effetto formativo e terapeutico e crea una migliore disposizione d’animo nei confronti della scuola e degli apprendimenti. Per gli studenti coinvolti, che hanno una storia difficile o uno stile di vita poco soddisfacente, le ore dedicate al progetto sono uno dei momenti più attesi della settimana scolastica. E’ grazie a queste ore del martedì che si realizza insieme agli studenti un autentico momento di vita scolastica, che non solo sviluppa le facoltà cognitive e relazionali ma permette ai ragazzi di esprimersi e crescere come persone che faranno parte della società futura. Gli stessi insegnanti sono portati a superare il proprio individualismo per mettersi in contatto con gli altri. La presenza dei cani è molto coinvolgente e grazie a loro riusciamo tutti ad essere concentrati sulle consegne degli Istruttori cinofili Stefano Centolani e Riccardo Ariu, vivendo intensamente veri momenti di scambio relazionale. Il cane, ma soprattutto gli istruttori con le loro conoscenze e professionalità, riusciranno a colmare i vuoti educativi e renderci più tranquilli e aperti al conseguimento del programma “Progetti di vita”.

bstud4Noi istruttori, Stefano e Riccardo, ci auguriamo che sia solo l’inizio e che questo percorso sperimentale apra all’ingresso del cane nelle scuole e ringraziamo l’Istituto Professionale Agrario Persolino e gli insegnanti per averci dato questa possibilità di insegnamento della cultura cinofila.
Sappiamo che i ragazzi aspettano con ansia il martedì, giorno della lezione, per continuare a perfezionare la loro conoscenza e la loro interazione con il cane.
Un particolare ringraziamento va a Giorgia Rocchi per l’impegno che ha profuso nella realizzazione del progetto.

 

 

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico