giovedì , 23 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Comunicati >> Buona Pasqua cinofila

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Buona Pasqua cinofila

di VALERIA ROSSI – La Pasqua è una festa di resurrezione. E allora, senza alcun intento blasfemo, per carità… mi piacerebbe che qualcosa risorgesse anche in cinofilia.
Per esempio:

I concetti di zootecnia e di bellezza funzionale. Ovvero, un cane è bello quando è (prima di tutto) sano e quando la sua morfologia gli permette di svolgere nel modo migliore la funzione per cui è stato selezionato. Questo era, in origine, lo scopo delle valutazioni morfologiche e quindi delle esposizioni di bellezza: uno scopo morto e sepolto, visto che ormai si premia solo la bellezza estetica, o “cosmetica” che dir si voglia. E questa ammazza la cinofilia, ma senza alcuna possibilità di resurrezione;

L’ “amore per il cane”, che è poi la traduzione letterale di “cinofilia”. Amore non significa business, ma non dovrebbe significare neppure fanatismo, perdita di ogni senso della misura, stravolgimento di ogni logica. Nel mondo dei bipedi l’amore fanatico è quello che porta alla possessività, alla gelosia malata e in senso più ampio anche alle guerre (sempre fomentate a forza di “amor” patrio, di “amore” per una religione e così via). Non c’è mai stato e non ci sarà mai niente di buono negli eccessi: quelli fanno soltanto perdere la testa. L’amore vero è un’altra cosa, e forse risogerà solo se riusciremo a far risorgere il buon senso;

La buona educazione. Ahah! – dirà qualcuno – la buona educazione evocata da una che scrive (e parla) come uno scaricatore di porto? Massì. Perché non è una parolaccia a far danni: le parolacce sono come i punti esclamativi, danno semplicemente un po’ di enfasi (e a volte, a differenza dei punti esclamativi, servono anche un po’ da sfogo, da valvola di scarico). L’educazione non consiste in un linguaggio da educande: consiste invece nel rispetto per gli altri.
Ci si può mandare rispettosamente affanculo e si può mancare profondamente di rispetto usando un linguaggio impeccabile, che però cerca di ferire l’avversario anziché di motivare le proprie scelte.
La cinofilia ormai è diventata un campo di battaglia: però c’è modo e modo anche di combattere, e un po’ di sana educazione potrebbe rendere queste guerre un po’ più costruttive e un po’ meno stupide (anche se stupide, quasi sempre, lo sono);

La capacità di divertirsi con il proprio cane anzichè badare soltanto ad arrivare primi, a fare il punteggione, o il netto, o la performance capace di lasciare tutti a bocca aperta (e magari il cane con un legamento rotto);

L’ironia (e soprattutto l’autoironia): perché ci prendiamo tutti trooooppo sul serio. Siamo capaci di incazzarci a morte perché il giudice X ha dato il CACIB al cane di Tizio anziché a quello di Caio, o perché Sempronio ha messo il collare al suo cane anziché la pettorina (o viceversa), e passiamo ore a lanciarci reciproche maledizioni su Facebook per questi motivi, mentre i cani di Tizio, di Caio e di Sempronio (e tutti i nostri cani, ovviamente) languono sul divano pensando “Ma quand’è che ‘sto deficiente mi porta a correre un po’?”
Riuscire a sorridere di questa nostra follia sarebbe un ottimo primo passo verso la sanità mentale.

Ci sarebbero tante altre cose da far risorgere, in questo nostro strano mondo a sei zampe: ma non voglio chiedere troppo e mi accontento di quelle che ho citato (che poi ne coinvolgono molte altre: perché se sapessimo tutti amare e rispettare i nostri cani, e divertirci con loro, probabilmente finirebbero anche gli abbandoni. Se sapessimo essere educati forse riusciremmo a capire le ragioni di chi la pensa in modo diverso dal nostro e a scannarci di meno… e così via).
Buona Pasqua a tutti, amici di “Ti presento il cane”. E che sia davvero una Pasqua capace di vedere qualche piccola resurrezione cinofila… perché ce n’è tanto, ma tanto bisogno.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico