venerdì , 24 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Vita col cane >> I perché cinofili >> I perché cinofili: perché i cani sono… razzisti?

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


I perché cinofili: perché i cani sono… razzisti?

di VALERIA ROSSI – I cani sono molto spesso “razzisti”: ma non nel senso che a volte abbaiano alle persone di colore… perché questo dipende esclusivamente da come è stato socializzato il cucciolo.
Se un cane non ha mai visto nessuno con la pelle nera, è probabile che non lo identifichi subito come appartenente alla categoria “umani” (e quindi “quasi conspecifici”, come ci considera grazie all’imprinting): ma lo stesso succede con persone in divisa, preti, suore, bambini e con tutti coloro che non rientrano nell’immagine che il cane si è fatto della nostra specie durante i periodi sensibili.
Se la socializzazione è stata incompleta, però, è sempre possibile “spiegare” al cane, facendogliele conoscere, che anche queste persone un po’ diverse da noi sono, appunto, persone: dopodiché il cane le accetterà come tali e smetterà di avere manifestazioni di paura o aggressività.
Il cane, dunque, non è affatto un vero razzista nei confronti degli umani: invece lo è molto spesso nei confronti dei suoi simili.

radunosasFine anni ’70, raduno nazionale SAS: più di trecento cani iscritti. Ci sono anch’io, alle primissime armi e con uno dei miei primissimi cani. L’emozione è così forte che quasi non faccio caso al fatto che regni un silenzio davvero stupefacente, in presenza di così tanti cani: ma i pastori tedeschi sono tutti molto fissati sui loro conduttori e quasi non guardano neanche in faccia i “colleghi” a quattro zampe.
Quando capita che si incrocino, se si tratta di un maschio e di una femmina, si scambiano un’annusatina e via: solo in rarissimi casi si sente qualche ringhiotto (si sono incrociati due maschi), subito messo a tacere dai conduttori. I cani vengono allontanati e tutto finisce lì.
Passa un’oretta, un’oretta e mezza… ed ecco che arriva l’infiltrato.
In realtà non si potrebbe entrare con cani non iscritti alla manifestazione, ma l’infiltrato c’è quasi immancabilmente, ad ogni esposizione canina. Non si sa come riesca a passare, ma ci riesce.
In questo caso l’infiltrato è un anziano signore che porta al guinzaglio un meticcetto di età incerta (ma quasi sicuramente avanzata), di colore indefinito e dal carattere tranquillissimo: uno di quei cani che nella vita hanno già visto tutto e che non si scompongono di una virgola in qualsiasi ambiente e situazione. L’ometto non sembra avere ben capito di essersi infilato in un raduno cinofilo: quanto al cane, lui non degna neppure di uno sguardo i suoi simili, continuando a trollerellare impettito accanto al suo proprietario.
Ma appena sono gli altri a vedere lui, scoppia una cagnara (di nome e di fatto) allucinante.
Parte un tripudio di BAUBAUBAUBAU!!!, praticamente da tutti e trecento i cani; tutte le teste puntano verso l’infiltrato; tutte le orecchie sono drittissime e minacciose; tutti i denti brillano come sciabole al sole.
Il cane dell’infiltrato si gira verso il padrone e gli appare un fumetto con scritto “Mi sa che siamo capitati nel posto sbagliato”, concetto rafforzato dal fatto che uno degli organizzatori raggiunge l’anziano signore e lo prega di allontanarsi.
Appena uscita la coppia, torna a regnare il silenzio; ed io guardo il mio cane e gli/mi chiedo, per la prima volta in vita mia: “Ma sarete mica un po’ razzisti, per caso?”

razzisti2Col passare degli anni la risposta (SI! Lo sono!) è diventata via via più convinta: perché più cani conoscevo, più balzava agli occhi questa loro palese preferenza per gli esemplari della stessa razza.
Non solo: a volte perfino nei meticci si può trovare una tendenza a fare più facilmente amicizia con soggetti morfologicamente simili a loro, o viceversa una vera “antipatia” verso chi si discosta molto dal loro aspetto fisico (per esempio: meticci lupoidi che temono i molossoidi, e viceversa).

razzisti7In alcuni casi questa sorta di “razzismo” sembra avvicinarsi ad un vero e proprio snobismo: per esempio i levrieri guardano palesemente dall’alto in basso i non-levrieri; gli Akita si ritraggono spesso schifati (oppure mostrano i denti) se si avvicina loro un cane di altra razza.
Ma la cosa vale un po’ per tutti: Samba, che è cresciuta giocando con tutti i tipi di cane che possano venirvi in mente, visto che al campo l’ho fatta giocare con tutti i cuccioli che lo frequentavano… se vede un altro rottweiler comincia a pigolare di gioia a cinquecento metri. Se vede un cane diverso scodinzola lo stesso, ma con moooolto meno entusiasmo.
A che cosa è dovuto questo che definisco scherzosamente “razzismo”, ma che ovviamente non va inteso nel senso umano (vergognoso e incivile) del termine?

razzisti5Principalmente all’imprinting materno, del quale spesso tendiamo a dimenticarci concentrandoci molto di più sull’importanza dell’impregnazione sull’uomo.
Eppure l’imprinting materno c’è, ed è fortissimo: ed è proprio questo, nei cani di razza pura, a fissare nella mente del cucciolo l’immagine di un cane che “senti vicino” più degli altri, quello di cui ti puoi fidare, con cui puoi fare amicizia, con cui giochi più volentieri.
Molto semplicemente, questo cane è quello che somiglia alla mamma: ovvero quello che richiama il primo, fortissimo legame affettivo che ha coinvolto i sentimenti del cucciolo e che permane anche in età adulta.
In misura minore, nel fenomeno del “razzismo” è coinvolta anche la comunicazione, in particolare la mimica facciale e corporea: cani morfologicamente molto diversi  (lupoidi, molossoidi, graioidi…) hanno modi diversi di comunicare, spesso perché impossibilitati a fare diversamente proprio a causa della loro conformazione fisica (un bull terrier non potrà mai essere particolarmente espressivo, neanche volendo!).
Questo fa sì che le loro mimiche a volte non vengano neppure riconosciute dagli esemplari di razza (o di tipo) diverso e che quindi nascano delle incomprensioni.

razzisti6In alcuni soggetti la tendenza a preferire i propri simili è più forte che in altri (e questo avviene soprattutto nelle razze molto tipicizzate): ma un po’ c’è sempre, e bisogna stare attenti soprattutto a non far diventare questa tendenza un problema.
In allevamento, infatti, spesso si tende a pensare che il cucciolo sia perfettamente socializzato nei confronti degli altri cani solo perché, dopo quelli con la famiglia di origine, ha avuto contatti anche con altri soggetti, cuccioli e adulti: ma se sono tutti della stessa razza c’è il serio rischio che il cucciolo identifichi solo quelli come “cani”, e in seguito mostri timore o aggressività verso i suoi simili… “non troppo simili” a lui.
Per questo è consigliabile far conoscere ai cuccioli anche cani molto diversi da loro quando si trovano in fase di socializzazione (da due a quattro mesi circa): prendere questa abitudine in allevamento potrebbe evitare molti futuri casi di aggressività.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo

25 commenti

  1. la rott di un’amica non può vedere i pt…solo loro, con tutti gli altri cani è tranquilla o amichevole…ma con i pt…

  2. Il mio shiba predilige i cani dall’aspetto e dall’atteggiamento più lupino e che hanno un modo di giocare simile al suo…fatica a comunicare con i molossoidi e con cani troppo esuberanti, ad esempio boxer o labrador ma c’è da dire che con i pochi shiba che abbiamo incontrato non si è quasi guardato e se n’è andato schifato…..vai a capirlo….

  3. Come è vero! Il mio levriero accetta con degnazione gli altri cani ma se vede un altro levriero va letteralmente in brodo di giuggiole 😀

    • Anche il mio! Penso che sia soprattutto perchè sono gli unici che non restano subito indietro di 1 km!!!
      Per fortuna il mio cagnone non ha nessun istinto predatorio verso i cani piccoli che eventualmente vede in lontananza, a parte che non lo libero mai in giro, mi sembra che neppure li punti da lontano, come se li riconoscesse come cani anche in lontananza. Invece so che altri levrieri sono problematici per questo (e comunque sono cani da non lasciare MAI liberi nei parchi!!!)
      Di solito lui snobba l’intero creato, non solo gli altri cani, gli piacciono solo i levrieri…. ma gli unici che degna della sua viva antipatia sono i lupi cecoslovacchi!! Si sa che tra Cechi e Russi storicamente non c’è grande simpatia…. ma TUTTI quelli che vede SEMPRE lo fanno un po’ uscire dal suo aplomb imperiale!!!
      Sarà che li vede “lupi” e si ricorda di far parte di una stirpe illustre di cacciatori di lupi?

      • Tra cechi e russi dire chi sia il più snob o il più spocchioso la vedo dura… comunque gli animali alla vista dei clc reagiscono come se effettivamente in quella bestia che sembra un cane… qualcosa di strano ci sia…li guardano con molto sospetto…per dire, le capre di fronte alla clc si allontanano, di fronte al truzzone nella foto lo guardano con curiosità, magari guardinghe ma non si muovono (fino a quando lui non le guarda) , mentre come vedono la “contessina” si spostano subito di un paio di metri, così.. a livello precauzionale..

    • Il mio mini levriero invece è più come Samba. Socializzato con tutte le razze di cani gioca con tutti. E’ vero che la prima volta che incontra un cane troppo esuberante tende ad evitarlo, ma già la seconda comicia a giocarci e la terza sono grandi amici. Con i cani più tranquilli fa amicizia subito oppure dopo un’annusatina di rito tira dritto.

  4. il mio pt….ODIA LETTERALMENTE il cane del mio vicino che è un cane da ferma tedesco…anche se si frequentano da quando lui era cucciolo….

    mentre ADORA il pt di un mio amico che si saranno visti 4 volte….

  5. Avevo avuto quest’impressione con la mia Setter x Breton, giocava solo ed esclusivamente con la Setter dei miei… dopo l’arrivo del terremoto-australian si è decisa a giocare anche con lei, ma fino a quel momento nessuno le stava simpatico.

  6. E’ verissimo!!! l’ho notato anch’io con la mia samo. Lei va d’accordo praticamente con tutti i cani, fin da subito l’ho socializzata con ogni tipo di umano e con ogni tipo di cane e il risultato è che ora che ha quasi un anno che siano maschi o femmine, adulti o cuccioli lei non ha alcun tipo di problema a rapportarsi, però………… ecco nella nostra zona altri samo non ce ne sono, ma quando vede un Siberian Husky per lei si aprono le danze, la vedi proprio che si “illumina” fa salti di gioia, ritualizza, insomma con loro si ritrova un po’ della sua razza….. due settimane fa eravamo in centro a passeggio con lei e si era fatto il capannello di gente che guardava giocare lei con un maschio Husky con un entusiasmo incredibile. Di contro c’è da dire che i molossoidi tipo proprio i rott non la sopportano e dopo due secondi le mostrano i denti (in un caso una femmina l’ha proprio attaccata alla gola)

  7. La mia Beagle odia a morte il cane della vicina, un meticcio simil-levriero… gli abbaia come una forsennata anche se lo vede da lontano, persino dal balcone o quando sente il rumore del cancello di casa loro che viene aperto! Non essendosi mai incontrati “faccia a faccia” non sapevo da cosa dipendesse questo atteggiamento. Anche perché lui effettivamente la snobba un pochino, tante volte neanche degna di uno sguardo le sue scenate.

  8. cara Valeria, ho un quesito da un milione di dollari per te..questo articolo capita a proposito, perchè la settimana scorsa mi è successa una cosa allucinante. Premetto che Fulvio, il mio pointer, va d’accordo con tutte le razze e non mi ha mai dato segni di antipatia verso una razza in particolare. Entriamo in un negozio per animali e all’interno c’è un bassetthound femmina, innocua e tranquilla. l mio cane appena l’ha vista è stato colto da una fifa clamorosa..proprio PAURA, come se avesse visto un alieno..mi è saltato in braccio (la prima volta in 5 anni!!!), è saltato sul bancone, era terrorizzato. Io alla fine mi sono fatta l’idea che lui non abbia riconosciuto il bassetthound come cane, ma come un essere vivente di cui non riconosceva l’appartenenza, proprio per il fatto che ne era spaventato anche se questa povera cagnona se ne stava immobile. Tu come la vedi? ti prego rispondimi, sono troppo curiosa.. grazie

  9. credo valga anche al contrario. per esempio la mia bassotta impazzisce per i siberian husky, perchè uno dei primi cani che ha conosciuto era di questa razza. per strada, appena ne vede uno che ci assomiglia comincia a scodinzolare. un giorno voleva aggiungersi ad un husky che andava in bicicletta col suo proprietario (si erano fermati ad un semaforo rosso). e un giorno ne ha visti tre nel loro giardino e ho dovuto trascinarla via di peso (voleva entrare da loro). però quando vede un bassotto è tutta un’altra cosa….

  10. Quando era cucciolo i mio si lanciava scodinzolando su qualsiasi tipo di cane; ora che ha superato i due anni si è calmato un attimo (solo un attimo…). Dopo una brutta esperienza con un PT che ha tentato di mangiarselo ha le sue diffidenze verso questa razza; li evita dignitosamente se è da solo e al guinzaglio, ma se qualche altro cane abbaia ad un PT…allora inizia il coro. Poi se vede un altro chihuahua mi tocca fare la stalker e seguire cane e umano finchè non ci si annusa, non si gioca o non si scopre che l’altro nanocane di mestiere fa la controfigura in qualche film horror…allora c’è la fuga. Ha cominciato ad ignorare tutti i cani col muso schiacciato, o i cuccioli troppo grossi, proprio alla “non ti curar di loro ma guarda – annusa – e passa…”.

  11. Io non so se anche per il mio cane sia la stessa cosa…credo di più che sia una questione di simpatie, di odori, però ho notato anch’io, come il cane di Morena, che se si incontra un altro border, raramente gli si avvicina, con le altre razze, non ha problemi, predilige le femmine che lo stuzzicano e lo rincorrono, con quelle “timide”, si annoia subito, ma ho notato che anche se si avvicina una cagnolona da caccia ( che sia un setter o altro), lui se ne va da un’altra parte, quasi schifato. Mah!

  12. Io invece ho un Terranova che impazzisce appena vede un cane che quando ne ha incontrati due della sua razza non se li è filati di striscio…

  13. Emma Cargnelutti

    I miei (lupoidi) hanno fatto un po’ fatica ad accettare che i cani dal muso schiacciato fossero davvero cani. In particolare la femmina da cucciolona ha avuto una reazione inconsulta davanti a un bouledogue. Era girato e si è avvicinata per dare un annusata al posteriore e quando lui, sorpreso, si è voltato per vedere chi fosse, lei ha fatto un salto all’indietro e ha cercato di saltarmi in braccio. Mi ci è voluto parecchio a convincerla che si, era un cane e voleva pure giocare, ma accompagnava gli inviti al gioco con sonori grugniti e lei non si è lasciata convincere.

  14. io sono arrivato a pensare che il cane (socializzato a tutte le casistiche di incntri) oltre che a reagire davanti a immagini di umani cani che non riconosce e di cui puo spaventarsi o non capire di cosa si tratta, possa alzare il pelo e ringhiare anche alle persone “brutte” dentro….come se avesse un sesto senso che qualcosa non quadra….di questo ormai ne sono quasi sicuro.. nn so come fanno ma é cosi..

  15. Yuki è un incrocio husky e odia gli husky, e anche i pastori tedeschi, ma mentre per i pt la sua antipatia potrebbe derivare da approcci mooooolto poco amichevoli che ha ricevuto quando era piccola, con gli husky non si è mai verificato niente di eclatante. Ma se ne incrociamo uno per strada sono scene da chupacabras!

  16. il mio pt addestrato educato, non sopporta gli altri cani sopratutto, se maschi di taglia grande, diventa una belva bava alla bocca ed entra in modalità assalto. Con i maschi di piccola taglia e le femmine invece, li ignora. Con le persone e i bambini è un coccolone. Mia madre tenta di farlo socializzare con altri cani, ma è tempo perso, inoltre arriva dalla spagna per cui non si conosce il passato, e da alcune cicatrici, non vorrei fosse usato poverino nei combattimenti.

  17. Luna e Leo in genere vanno d’accordo (sempre con supervisione) con tutti, l’unica volta in cui hanno capitolato e si sono dati alla fuga è stato con un gigantesco boxer di un signore Olandese, un cagnone fantastico ma anche un cicinino, come dire, ECCESSIVO nel fare le feste, che somigliavano più a un match di lotta greco-romana. Però da quanto ho letto è un problema diffuso dei boxer…

    • Cane (35kg) prima azzoppato e tempo dopo fatto “volteggiare” da una boxer di 8 mesi…
      Caricava a testa bassa e se non cozzava contro le spalle, andava da sotto e poi tirava su il capoccione…
      Non sono cani, sono meticci tra un tornado e un caterpillar !!! 🙂
      Quando la incontravamo ci giocava (sempre femmina era… eh… l’ormone è ormone…) ma era parecchio guardingo….

  18. Articolo utilissimo che mi toglie un dubbio venuto pochi giorni fa, infatti la mia amstaff (20 mesi) nonostante una buona socializzazione da un po’ di tempo preferisco evitare di farla giocare con altre femmine perchè difficilmente va d’accordo, ma settimana scorsa in area cani (da noi ci sono due aree separate da rete) dall’altra c’era un’altra amstaff (anche lei odia quasi qualsiasi cane femmina) iniziano a pianere e scodinzolare a mille, proviamo a farle stare insieme e giocano alla grande, stessa cosa capitata al guinzaglio con un’altra amstaff.

  19. Articolo utilissimo che mi toglie un dubbio venuto qualche giorno fa. La mia amstaff (20 mesi) da un po’ di tempo difficilmente va d’accordo con altre femmine nonostante una buona socializzazione, per questo in area cani entro solo se libera o se ci sono maschi, per evitare rischi inutili. Settimana scorsa ero in area cani (da noi sono due aree divise solo da rete) e dall’altra parte un’altra amstaff (anche lei non va d’accordo con le femmine,parola del padrone)dopo poco iniziano a piangere e scodinzolare a mille attaccate alla rete, decidiamo di provare a farle stare insieme e giocano alla grande “fisicamente” come piace a loro. La stessa cosa mi era capitata al guinzaglio con un’altra amstaff. Dubbio eliminato, grazie

  20. Ciao a tutti, questa è la prima volta che scrivo, sono Alessandra e ho due carlini.
    Devo proprio dire che questo sito è magnifico!
    Paki è un attaccabrighe con tutti i maschi… tranne che con i carlini, semplicemente li adora 🙂

  21. Il mio primo PLI era un assatanato libidinoso con tutte le femmine di qualsiasi razza e non. Più erano grandi e di coscia lunga ;DD maggiormente tentava di scalarle….
    Con i maschi più erano grandi, grossi e possenti più lui era provocatorio e indisponente.
    Cambiavo corsia per evitare che la sua provocazione facesse breccia nella dignità degli altri cani…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




25 commenti

  1. la rott di un’amica non può vedere i pt…solo loro, con tutti gli altri cani è tranquilla o amichevole…ma con i pt…

  2. Il mio shiba predilige i cani dall’aspetto e dall’atteggiamento più lupino e che hanno un modo di giocare simile al suo…fatica a comunicare con i molossoidi e con cani troppo esuberanti, ad esempio boxer o labrador ma c’è da dire che con i pochi shiba che abbiamo incontrato non si è quasi guardato e se n’è andato schifato…..vai a capirlo….

  3. Come è vero! Il mio levriero accetta con degnazione gli altri cani ma se vede un altro levriero va letteralmente in brodo di giuggiole 😀

    • Anche il mio! Penso che sia soprattutto perchè sono gli unici che non restano subito indietro di 1 km!!!
      Per fortuna il mio cagnone non ha nessun istinto predatorio verso i cani piccoli che eventualmente vede in lontananza, a parte che non lo libero mai in giro, mi sembra che neppure li punti da lontano, come se li riconoscesse come cani anche in lontananza. Invece so che altri levrieri sono problematici per questo (e comunque sono cani da non lasciare MAI liberi nei parchi!!!)
      Di solito lui snobba l’intero creato, non solo gli altri cani, gli piacciono solo i levrieri…. ma gli unici che degna della sua viva antipatia sono i lupi cecoslovacchi!! Si sa che tra Cechi e Russi storicamente non c’è grande simpatia…. ma TUTTI quelli che vede SEMPRE lo fanno un po’ uscire dal suo aplomb imperiale!!!
      Sarà che li vede “lupi” e si ricorda di far parte di una stirpe illustre di cacciatori di lupi?

      • Tra cechi e russi dire chi sia il più snob o il più spocchioso la vedo dura… comunque gli animali alla vista dei clc reagiscono come se effettivamente in quella bestia che sembra un cane… qualcosa di strano ci sia…li guardano con molto sospetto…per dire, le capre di fronte alla clc si allontanano, di fronte al truzzone nella foto lo guardano con curiosità, magari guardinghe ma non si muovono (fino a quando lui non le guarda) , mentre come vedono la “contessina” si spostano subito di un paio di metri, così.. a livello precauzionale..

    • Il mio mini levriero invece è più come Samba. Socializzato con tutte le razze di cani gioca con tutti. E’ vero che la prima volta che incontra un cane troppo esuberante tende ad evitarlo, ma già la seconda comicia a giocarci e la terza sono grandi amici. Con i cani più tranquilli fa amicizia subito oppure dopo un’annusatina di rito tira dritto.

  4. il mio pt….ODIA LETTERALMENTE il cane del mio vicino che è un cane da ferma tedesco…anche se si frequentano da quando lui era cucciolo….

    mentre ADORA il pt di un mio amico che si saranno visti 4 volte….

  5. Avevo avuto quest’impressione con la mia Setter x Breton, giocava solo ed esclusivamente con la Setter dei miei… dopo l’arrivo del terremoto-australian si è decisa a giocare anche con lei, ma fino a quel momento nessuno le stava simpatico.

  6. E’ verissimo!!! l’ho notato anch’io con la mia samo. Lei va d’accordo praticamente con tutti i cani, fin da subito l’ho socializzata con ogni tipo di umano e con ogni tipo di cane e il risultato è che ora che ha quasi un anno che siano maschi o femmine, adulti o cuccioli lei non ha alcun tipo di problema a rapportarsi, però………… ecco nella nostra zona altri samo non ce ne sono, ma quando vede un Siberian Husky per lei si aprono le danze, la vedi proprio che si “illumina” fa salti di gioia, ritualizza, insomma con loro si ritrova un po’ della sua razza….. due settimane fa eravamo in centro a passeggio con lei e si era fatto il capannello di gente che guardava giocare lei con un maschio Husky con un entusiasmo incredibile. Di contro c’è da dire che i molossoidi tipo proprio i rott non la sopportano e dopo due secondi le mostrano i denti (in un caso una femmina l’ha proprio attaccata alla gola)

  7. La mia Beagle odia a morte il cane della vicina, un meticcio simil-levriero… gli abbaia come una forsennata anche se lo vede da lontano, persino dal balcone o quando sente il rumore del cancello di casa loro che viene aperto! Non essendosi mai incontrati “faccia a faccia” non sapevo da cosa dipendesse questo atteggiamento. Anche perché lui effettivamente la snobba un pochino, tante volte neanche degna di uno sguardo le sue scenate.

  8. cara Valeria, ho un quesito da un milione di dollari per te..questo articolo capita a proposito, perchè la settimana scorsa mi è successa una cosa allucinante. Premetto che Fulvio, il mio pointer, va d’accordo con tutte le razze e non mi ha mai dato segni di antipatia verso una razza in particolare. Entriamo in un negozio per animali e all’interno c’è un bassetthound femmina, innocua e tranquilla. l mio cane appena l’ha vista è stato colto da una fifa clamorosa..proprio PAURA, come se avesse visto un alieno..mi è saltato in braccio (la prima volta in 5 anni!!!), è saltato sul bancone, era terrorizzato. Io alla fine mi sono fatta l’idea che lui non abbia riconosciuto il bassetthound come cane, ma come un essere vivente di cui non riconosceva l’appartenenza, proprio per il fatto che ne era spaventato anche se questa povera cagnona se ne stava immobile. Tu come la vedi? ti prego rispondimi, sono troppo curiosa.. grazie

  9. credo valga anche al contrario. per esempio la mia bassotta impazzisce per i siberian husky, perchè uno dei primi cani che ha conosciuto era di questa razza. per strada, appena ne vede uno che ci assomiglia comincia a scodinzolare. un giorno voleva aggiungersi ad un husky che andava in bicicletta col suo proprietario (si erano fermati ad un semaforo rosso). e un giorno ne ha visti tre nel loro giardino e ho dovuto trascinarla via di peso (voleva entrare da loro). però quando vede un bassotto è tutta un’altra cosa….

  10. Quando era cucciolo i mio si lanciava scodinzolando su qualsiasi tipo di cane; ora che ha superato i due anni si è calmato un attimo (solo un attimo…). Dopo una brutta esperienza con un PT che ha tentato di mangiarselo ha le sue diffidenze verso questa razza; li evita dignitosamente se è da solo e al guinzaglio, ma se qualche altro cane abbaia ad un PT…allora inizia il coro. Poi se vede un altro chihuahua mi tocca fare la stalker e seguire cane e umano finchè non ci si annusa, non si gioca o non si scopre che l’altro nanocane di mestiere fa la controfigura in qualche film horror…allora c’è la fuga. Ha cominciato ad ignorare tutti i cani col muso schiacciato, o i cuccioli troppo grossi, proprio alla “non ti curar di loro ma guarda – annusa – e passa…”.

  11. Io non so se anche per il mio cane sia la stessa cosa…credo di più che sia una questione di simpatie, di odori, però ho notato anch’io, come il cane di Morena, che se si incontra un altro border, raramente gli si avvicina, con le altre razze, non ha problemi, predilige le femmine che lo stuzzicano e lo rincorrono, con quelle “timide”, si annoia subito, ma ho notato che anche se si avvicina una cagnolona da caccia ( che sia un setter o altro), lui se ne va da un’altra parte, quasi schifato. Mah!

  12. Io invece ho un Terranova che impazzisce appena vede un cane che quando ne ha incontrati due della sua razza non se li è filati di striscio…

  13. Emma Cargnelutti

    I miei (lupoidi) hanno fatto un po’ fatica ad accettare che i cani dal muso schiacciato fossero davvero cani. In particolare la femmina da cucciolona ha avuto una reazione inconsulta davanti a un bouledogue. Era girato e si è avvicinata per dare un annusata al posteriore e quando lui, sorpreso, si è voltato per vedere chi fosse, lei ha fatto un salto all’indietro e ha cercato di saltarmi in braccio. Mi ci è voluto parecchio a convincerla che si, era un cane e voleva pure giocare, ma accompagnava gli inviti al gioco con sonori grugniti e lei non si è lasciata convincere.

  14. io sono arrivato a pensare che il cane (socializzato a tutte le casistiche di incntri) oltre che a reagire davanti a immagini di umani cani che non riconosce e di cui puo spaventarsi o non capire di cosa si tratta, possa alzare il pelo e ringhiare anche alle persone “brutte” dentro….come se avesse un sesto senso che qualcosa non quadra….di questo ormai ne sono quasi sicuro.. nn so come fanno ma é cosi..

  15. Yuki è un incrocio husky e odia gli husky, e anche i pastori tedeschi, ma mentre per i pt la sua antipatia potrebbe derivare da approcci mooooolto poco amichevoli che ha ricevuto quando era piccola, con gli husky non si è mai verificato niente di eclatante. Ma se ne incrociamo uno per strada sono scene da chupacabras!

  16. il mio pt addestrato educato, non sopporta gli altri cani sopratutto, se maschi di taglia grande, diventa una belva bava alla bocca ed entra in modalità assalto. Con i maschi di piccola taglia e le femmine invece, li ignora. Con le persone e i bambini è un coccolone. Mia madre tenta di farlo socializzare con altri cani, ma è tempo perso, inoltre arriva dalla spagna per cui non si conosce il passato, e da alcune cicatrici, non vorrei fosse usato poverino nei combattimenti.

  17. Luna e Leo in genere vanno d’accordo (sempre con supervisione) con tutti, l’unica volta in cui hanno capitolato e si sono dati alla fuga è stato con un gigantesco boxer di un signore Olandese, un cagnone fantastico ma anche un cicinino, come dire, ECCESSIVO nel fare le feste, che somigliavano più a un match di lotta greco-romana. Però da quanto ho letto è un problema diffuso dei boxer…

    • Cane (35kg) prima azzoppato e tempo dopo fatto “volteggiare” da una boxer di 8 mesi…
      Caricava a testa bassa e se non cozzava contro le spalle, andava da sotto e poi tirava su il capoccione…
      Non sono cani, sono meticci tra un tornado e un caterpillar !!! 🙂
      Quando la incontravamo ci giocava (sempre femmina era… eh… l’ormone è ormone…) ma era parecchio guardingo….

  18. Articolo utilissimo che mi toglie un dubbio venuto pochi giorni fa, infatti la mia amstaff (20 mesi) nonostante una buona socializzazione da un po’ di tempo preferisco evitare di farla giocare con altre femmine perchè difficilmente va d’accordo, ma settimana scorsa in area cani (da noi ci sono due aree separate da rete) dall’altra c’era un’altra amstaff (anche lei odia quasi qualsiasi cane femmina) iniziano a pianere e scodinzolare a mille, proviamo a farle stare insieme e giocano alla grande, stessa cosa capitata al guinzaglio con un’altra amstaff.

  19. Articolo utilissimo che mi toglie un dubbio venuto qualche giorno fa. La mia amstaff (20 mesi) da un po’ di tempo difficilmente va d’accordo con altre femmine nonostante una buona socializzazione, per questo in area cani entro solo se libera o se ci sono maschi, per evitare rischi inutili. Settimana scorsa ero in area cani (da noi sono due aree divise solo da rete) e dall’altra parte un’altra amstaff (anche lei non va d’accordo con le femmine,parola del padrone)dopo poco iniziano a piangere e scodinzolare a mille attaccate alla rete, decidiamo di provare a farle stare insieme e giocano alla grande “fisicamente” come piace a loro. La stessa cosa mi era capitata al guinzaglio con un’altra amstaff. Dubbio eliminato, grazie

  20. Ciao a tutti, questa è la prima volta che scrivo, sono Alessandra e ho due carlini.
    Devo proprio dire che questo sito è magnifico!
    Paki è un attaccabrighe con tutti i maschi… tranne che con i carlini, semplicemente li adora 🙂

  21. Il mio primo PLI era un assatanato libidinoso con tutte le femmine di qualsiasi razza e non. Più erano grandi e di coscia lunga ;DD maggiormente tentava di scalarle….
    Con i maschi più erano grandi, grossi e possenti più lui era provocatorio e indisponente.
    Cambiavo corsia per evitare che la sua provocazione facesse breccia nella dignità degli altri cani…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico