lunedì , 20 novembre 2017
Ultime novità
Home >> News >> “Aggressione” di cucciolo di tre mesi?!?

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


“Aggressione” di cucciolo di tre mesi?!?

di VALERIA ROSSI – Qualche giorno fa una lettrice si è inalberata perché ho parlato (scherzosamente) di “Jack russell killer”: e non capendo che il titolo era ironico mi ha accusato di non perdere l’occasione per imitare i titoli sensazionalistici che sempre condanno.
Mi dispiace che l’ironia non sia stata compresa, ma mi dispiace ancora di più continuare a vedere titoli (e articoli) come questo, pubblicato da “Il Quotidiano italiano”:

cucciolo_aggrediscePremesso che Pane e Pomodoro è una spiaggia di Bari (perché un non-pugliese che leggesse un titolo così potrebbe pure pensare che il cucciolo abbia preso il bambino a paninate in faccia), si può parlare di aggressione quando un cucciolo di circa tre mesi salta addosso a un bambino per giocare?
Ma il brutto è che non se ne parla solo nel titolo, visto che la famiglia ha chiamato perfino la Polizia municipale e portato il bambino al Pronto Soccorso (diagnosi: “solo tanto spavento”. MA VA’?!?).
Il giornalista si premura poi di raccontarci che “fortunatamente il bambino non è stato morso” (MA VA’?!? 2, la vendetta), ma soltanto graffiato.
Siamo davvero al delirio totale: dopo l’altro episodio dell'”aggressione in mare” da parte di un cucciolone, anche lui autore di graffi (ma almeno quello era un cane corso di dieci mesi, e qualche segno l’ha lasciato), adesso abbiamo pure il cucciolo killer.
Probabilmente, se non si fosse trattato di un pit bull, nessuno ne avrebbe parlato (e scommetto che pure mammina si sarebbe limitata a sorridere e a spiegare al pupo che il cane voleva solo giocare): ma forse sì, perché mi sembra che stia diventando sempre più diffusa la prassi di fare i furbetti e di sperare di beccar soldi dalle assicurazioni per qualsiasi sciocchezza causata da un cane.
Siamo in Italia, si sa. Ma almeno i giornalisti, non potrebbero essere un filino più accorti nel dare NON-notizie come questa?

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico