mercoledì , 22 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Vita col cane >> Buon viaggio, Batistuta

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Buon viaggio, Batistuta

di CLAUDIO CAZZANIGA – Non so neppure da che parte iniziare… la Bati se n’e’ andata a sette anni e mezzo. Così, all’improvviso. Se n’è andata come ha sempre vissuto… senza dar fastidio.
Se ne è andata giovedì primo di ottobre. Una mattinata nuvolosa. Da martedì sera mangiava a fatica. Mercoledì sera i problemi più seri. Giovedì mattina alle 8 eravamo in clinica.
Gli esami strumentali non ci hanno dato scampo… fegato e milza intaccati, metastasi ovunque. Ho potuto solo salutarla, darle un ultimo bacio ed accompagnarla al sonno. Sono a pezzi, inutile fingere. Scrivere e piangere è difficile.

champ1Ottobre non mi porta per nulla bene. Il mio papà se ne è andato ad ottobre, lo scorso anno in questo periodo la separazione dalla mia compagna, oggi la Bati che se ne va. La vita…
Perdo un grande cane, un grande cane per davvero. Generoso, con un cuore grande così. Sempre, ma davvero sempre presente. Nell’ultimo anno, complice la separazione, era diventata ancora più attiva la sua presenza nella mia vita. Qualsiasi cosa pianificassi era sempre in base alle sue esigenze. Allenamenti, preparazione, passeggiate, tutto. Adesso il vuoto.
Ho ricevuto decine di messaggi da amici e conoscenti. Vi ringrazio tutti. Mi avete aiutato a cercare di passare questo momento. Nella maggior parte dei messaggi le parole più frequenti sono state… cuore e coraggio. Tutti ricordano la nostra complicità, quel cane nero che non mollava mai. Tutti le hanno riconosciuto queste caratteristiche e nei messaggi, soprattutto dei giudici esteri che l’hanno valutata, tutti hanno scritto “un cane così ci ha colpito”…
E’ sempre stata la più piccina del lotto delle pretendenti ai grandi traguardi. L’amico Gille, lussemburghese ma figurante ufficiale in Francia, un omino piccolo ma con un grande vocione, ogni qual volta mi vedeva arriva con Lei al fianco diceva:” Oh oh… vedo arrivare un piccolo cane nero… è italiano… allora so già chi vincerà questa gara!”.
Tra i tanti messaggi ricevuti, due mi hanno tolto il fiato.
Quello di Marie-Claude Cresson Tahon, la giudice della finale vinta e di tante altre: “Coraggio a te Claudio, sono con tutto il cuore con te. Erano molti anni che non vedevo una tale complicità. Il nome della tua piccola campionessa rimarrà inciso nel mondo del lavoro in acqua e nei miei occhi. E’ stato un gran regalo vedervi lavorare”.
L’altro quello di Dominique Deschamps, figurante nella finale della “Coupe” ma che tantissime volte l’ha vista lavorare: “Sono molto triste per te amico mio. Mi ricorderò per molto tempo il tuo piccolo cane nero eseguire l’esercizio della Coppa (R2) con il doppio figurante, come i grossi cani. Era un piccolo cane con un grande cuore. Sono molto triste per te”.

DSC_1080Se ne va da Campione di Francia in carica, topolina… mi ha portato sul tetto del mondo del lavoro in acqua. Ha vinto una coppa che io inseguivo da sempre. Non dimenticherò mai quella domenica.
Ma quello che sempre mi rimarrà stampato in mente sono i suo sguardi. Seduta con le orecchie indietro con gli occhioni a palla con un gigantesco punto interrogativo sopra la testa tutte le volte che con Toni e Luana le presentavamo un nuovo esercizio che Lei non lo capiva.
Abbarbicata sul tubolare del gommone, un fascio di nervi, sguardo attento e deciso, occhi alla cinese e fronte raggrinzita quando ancora prima di dirle qualcosa, aveva già capito il da farsi solo guardando lo scenario davanti a Lei…
Quante notti passate negli autogrill di mezza Europa, io sulla mia brandina e Lei di fianco a me nella sua gabbia. “Batina… domani, mi raccomando!”
Gli applausi della gente alla fine del suo lavoro. In Germania, quanto vincemmo il quarto grado… non smettevano più di applaudire. A Mayet in Francia per un selettivo dove pure arrivammo secondi… tutti intorno a darmi pacche sulle spalle. Emozioni fortissime, solo mie e sue.
Chiumani delle Aivane, il vero nome della Bati, ha disputato 53 gare ufficiali (di cui 43 all’estero): 25 primi posti; 10 secondi; 3 terzi; 8 volte fuori podio; 2 volte eliminata e su 5 gare su 5 è risultata idonea (non vi era classifica).
Questi i titoli conquistati:

– Quarto grado brevetto sportivo Tedesco (tre volte);
– Secondo grado brevetto sportivo Svizzero;
– Quarto grado brevetto sportivo SAT;
– Brevetto di Unita’ Cinofila da Soccorso rilasciato dalla Societa’ Nazionale di Salvamento;
– Brevetto Unità Cinofila da soccorso in acqua ENCI;
– Brevet Mer
– quarto grado brevetto sportivo Francese;
– Quarto grado brevetto Lussemburghese;
– Terzo grado brevetto Belga;
– Secondo grado brevetto A.N.U.C.S.A.;
– Miglior cane da lavoro SAT nel 2009 e 2012;
– Vincitore trofeo “Lavoro a terra” nel Raduno Nazionale SAT 2010;
– Vincitore della “The Rica Randale Cup 2013″in Germania;
– Convocata per la finale del “Championnat de France” nel 2013 e 2014, 2015, 2016;
– Convocata per la finale della Coupe de France del 2014, 2015, 2016;
– Nel 2013 si aggiudica il titolo di “Campione di lavoro in acqua” in Germania;
– Quinto posto assoluto nella finale del “Championnat de France del “2013”;
– Quarto posto assoluto nella finale del “Championnat de France del 2014”;
– Premiata come miglior retriever nella finale del Championnat del 2014 e 2015;
– Terzo posto nella finale della “Coupe de France 2014”;
– Vincitrice coppa combattività nella finale della “Coupe de France 2014”;
– VINCITRICE del “Championnat de France 2015”;

Il prossimo anno sarò presente alla finale del “Championnat”.
Solitamente il cane uscente porta una collana dove sono incisi i nomi di tutti i cani che hanno vinto. Viene tolta al campione uscente ed indossata da quello che vince.
Il prossimo anno starà a me farlo… indosserò io quella collana e lo farò con grande orgoglio.
L’orgoglio che mi hai regalato tu, piccola mia… grazie di tutto Batina, grande cane, e buon viaggio.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico