venerdì , 24 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Varie >> Libri - Video >> Storia di Fire

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Storia di Fire

di VALERIA ROSSI – Questo libro l’ho letto prima a spizzichi e mozzichi (me ne era stata inviata una parte in mail, ma io fatico moltissimo a leggere da web… quindi non arrivavo mai in fondo!), poi finalmente nella sua interezza, pubblicato su carta come piace a me.
Sì, lo so che sono un dinosauro… ma i libri a me piacciono ancora “fatti a libro”, scusate tanto.
Comunque: stavolta l’ho letto tutto, e pure tutto d’un fiato perché mi ha davvero appassionato.
Come al solito, purtroppo, che non riesco a scindere la mia parte cinofila (anzi, cinotecnica) dalla parte di “lettrice normale”: quindi mi hanno infastidito un po’ le descrizioni degli addestratori “macellai” che hanno avuto Fire – un malinois bello tosto – per le mani (e che purtroppo esistono nella realtà, perché quella di Fire, anche se un pochino romanzata, è una storia vera).
fire_libroContinuavo a chiedermi se l’autore, prima o poi, avrebbe specificato che non tutti gli addestratori sono così… e non l’ha fatto. D’altro canto questo è un romanzo e non un trattato di cinofilia, quindi posso capire che si sia parlato solo dei personaggi che di questa storia hanno fatto parte, senza inoltrarsi in discussioni correlate.
Però diciamo che ci sono rimasta un po’ male, ecco: in compenso sono rimasta colpita molto positivamente dalla netta presa di posizione contro gli psicofarmaci.
A parte queste considerazioni, la storia è – ripeto – appassionante.
E’ una storia durissima, anche tragica – non vi anticipo troppo, altrimenti finiamo dritti nello spoiler… una cosa che odio! – scritta in uno stile aspro ed essenziale che ben si accorda con ciò che è accaduto ai protagonisti.
Non c’è retorica, non ci sono passaggi strappalacrime, non è il classico “romanzo sui cani” che ti fa passare due ore con il fazzoletto in mano: è semplicemente una storia “di incomprensione, dolore e amore riconquistato“, come recita il sottotitolo. Ma raccontata con serietà e rispetto.
Questo l’ho apprezzato molto, così come ho apprezzato (nel romanzo e nella realtà) il fatto che Fire non abbia fatto la fine di molti altri cani morsicatori (e sì, qui un pochino di spoiler ce l’ho messo: ma anche la quarta di copertina lascia intuire questa parte della trama).
Si parla di un grande cane che per troppo tempo non ha avuto la vita che meritava, ma anche di una grande umana che ha saputo andare oltre gli errori e oltre la paura… e non dico altro, se non “leggetelo”. Leggetelo qualsiasi cane abbiate, ma soprattutto se avete, o pensate di avere in futuro, un malinois: perché questo libro racconta davvero moltissimo di una razza troppo spesso fraintesa (in un senso o nell’altro), che invece avrebbe solo bisogno di essere capita di più.

Storia di Fire – di Laurens de Graaf
Editrice TEA
€ 14,00
Nelle migliori  librerie.
Anche su Internet bookshop e gli altri distributori online.

 

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico