venerdì , 17 novembre 2017
Ultime novità
Home >> News >> Ciao, Paolo

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Ciao, Paolo

di VALERIA ROSSI – Avevo pronti due articoli per oggi, ma non posso pubblicarli.
Oggi “Ti presento il cane” deve fermarsi per un attimo, in segno di rispetto.
No, non “di lutto”, perché non credo proprio che lui ci tenesse al lutto, alle lacrime, alla malinconia: in vent’anni che l’ho conosciuto, non l’ho mai visto malinconico. Incazzato magari sì (e pure tanto); ma malinconico no.

villani3Di solito, comunque, era l’immagine della voglia di vivere. Di circondarsi di donne più carine possibile (anche a ottant’anni e rotti). Di fare cose, e di farle con i cani.
Cos’è che non ha fatto, quell’uomo lì?
Protezione civile, certo: il suo impegno principale. Ricerca in superficie e su macerie (a Fidenza aveva il campo macerie più bello d’Italia). Ma anche Obedience (terzo classificato a due campionati mondiali e a un europeo, giusto per gradire), anche  preparazione di cani da assistenza, anche cani da ricerca di esplosivi… gli ho visto fare perfino Dog Dance.

villani6E poi non so quanti corsi, stage, seminari abbia tenuto. Qualcuno l’abbiamo anche fatto insieme, e in quelle occasioni quasi mi dimenticavo di far parte dei docenti e stavo lì a pendere dalle sue labbra come tutti.
Perché aveva tanto, ma tanto da insegnare a tutti, anche ai vecchietti come me.
Ora non c’è più, e non sembra possibile che non ci sia più.
Perché c’è sempre stato, perché una cinofilia senza di lui è proprio impensabile, perché in tutti i miei ricordi cinofili (che sono tanti, proprio perché sono vecchietta) in un modo o nell’altro salta fuori lui. Non ci vedevamo da qualche anno, ma solo qualche sera fa ho tenuto un webinar sull’attivazione mentale (importata in Italia proprio da lui), e ho parlato di lui.

villani4Ogni volta che qualche mio allievo “corre troppo” o pretende troppo da un cane, cito la frase “Per addestrare un cane occorrono amore, pazienza… e capire quando bisogna fare un passo indietro”: che era il suo motto.
“Era”… ma che brutto, dire “era”.
Voi non avete idea di quanto mi suoni male parlare di lui al passato.
Perché ancora non ci credo, che se ne sia andato.
Sul serio, è come pensare che sia crollato il Colosseo, che sia sparita la Tour Eiffel.
Ci sono cose, ma anche persone, che dài per scontato che esistano. Punto.
Per questo non sono capace di scrivere un “ricordo” di Paolo Villani.
Non mi viene di “ricordarlo”, mi viene di pensarci come se dovessimo programmare un altro seminario insieme, o gli dovessi mandare un cane, o… insomma, avete capito.
Non mi capacito.
Mi serve più tempo per assimilare anche solo l’idea di una cinofilia senza Paolo.
Però non posso aspettare per salutarlo da queste pagine: perché lui se ne è andato ieri, quindi oggi è il giorno in cui gli si deve dire addio.
Solo che non riesco a dirlo, non trovo le parole giuste per farlo.
L’unica cosa che posso fare è dirgli “ciao”, come se dovessi rivederlo domani. Imparare ancora cose da lui, litigarci, farci pace e volergli bene come sempre.
Non so, non posso aggiungere altro.

villani2

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico