mercoledì , 22 novembre 2017
Ultime novità
Home >> News >> I folli “consigli utili” de “La Provincia”

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


I folli “consigli utili” de “La Provincia”

di VALERIA ROSSI – Arrivo un po’ in ritardo a commentare un obbrobrio che gira in rete già da qualche giorno: ma siccome zitti non si può stare di fronte ad articoli come questo, mi sento in dovere di dire la mia.
E la mia è “MACCHETTESEI FUMATO?”
Seguita (o preceduta, a scelta) da un clamoroso facepalm.
Mi sto rivolgendo al signor Enzo Noseda, che si autodefinisce esperto addestratore da più di dieci anni e che, in questi dieci anni, pare aver acquisito le nozioni a dir poco discutibili che così esprime:

provincia
Alura… dopo aver rabbrividito per benino, proviamo ad interpretare i fatti (e NON i presunti “consigli utili”, visto che quelli sono ininterpretabili e incommentabili).
I fatti sono questi:
a) il sciur Noseda non sembra essere un cinofilo professionista (fiuuuu… sospirone di sollievo). Dice infatti di aver addestrato “i suoi cani e quelli di amici e conoscenti”: insomma, parrebbe il classico “cuggino” che si diletta nell’addestramento da parchetto… e si diletta pure molto male, stando a quanto scrive;
b) il sciur Noseda è fortunato ad avere ancora le manine con cui usare (male) una tastiera, visto il modo in cui suggerisce di approcciare un cane mordace (che poi quasi solo di questi parla: quindi pure il titolo è fuorviante, perché un cane normale non credo sia molto logico affrontarlo di fronte urlandogli STOP! – perché è noto che i cani capiscono l’italiano -, afferrandolo sotto la gola e prendendolo a scopaccioni (bellissimo il concetto di dare sberle “senza violenza”, che però “producano un forte schiocco”. Sfido chiunque  a produrre forti schiocchi con un buffetto non violento… anzi, mi piacerebbe proprio provarci sulle guanciotte del sciur Noseda);
c) il sciur Noseda sostiene di aver seguito i corsi della Società cinofila Monte Generoso… che però si è affrettata a dissociarsi pesantemente da ciò che lui afferma, aggiungendo che nessuno di loro lo conosce:

dissociaprovincia

Cosa possiamo dedurre, da tutto questo?
Semplicemente che un altamente probabile Signor Nessuno dal punto di vista cinofilo si è permesso di salire in cattedra sparando cazzate allucinanti (scusate, ma quando ce vo’ ce vo’)… e si è visto puntualmente pubblicato.
Dunque, tanto per cambiare, siamo di fronte a un esempio di pessimo giornalismo, per di più condito da un mancato controllo delle fonti (che ci voleva a dare una telefonata alla Società cinofila, almeno per evitarle di fare una figuraccia infame, visto che la gente penserà che siano loro a fornire certi “preziosi” insegnamenti a chi segue i loro corsi?).
Poi, per carità: “La Provincia” è un piccolo giornale comasco con un ridotto numero di lettori… ma purtroppo c’è Internet, che può dare visibilità mondiale anche alle peggiori corbellerie. E infatti l’articolo è diventato quasi virale e non mancano (ahimé) quelli che lo appoggiano, scatenando diatribe e discussioni a non finire.
Una cosa è – purtroppo 2 – certa: “La Provincia” avrà fatto parlare di sé molto più del normale.
C’è solo da sperare che non ne deducano che sparar cazzate sia il modo migliore per vendere più copie.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). CI ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico