venerdì , 24 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Discussioni >> La cultura cinofile nelle scuole ridurrebbe “l’effetto cuggino” ?

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


La cultura cinofile nelle scuole ridurrebbe “l’effetto cuggino” ?

di DAVIDE BELTRAME – Alzi la mano chi non ha mai incontrato almeno una volta il classico “cuggino”, ovvero quel personaggio che ha avuto in vita sua solo un “pastore tedesco alto così” (indicando con la mano altezze improbabili) ma nonostante ciò si reputa in grado, e soprattutto in dovere, di spiegarti che tu stai sbagliando tutto col tuo cane, perchè lui sa.
Questo approccio si trova ancor di più sul web (e in particolare sui social), dove ovviamente è ancor più facile per il cuggino dispensare le sue perle di saggezza: non gli serve nemmeno uscire di casa e cercare qualcuno a spasso il cane, gli basta iscriversi in qualcuno dei vari gruppi a tema cinofilo e fare sfoggio della sua “cultura”, accompagnata solitamente da una buona dose di faccia di tolla anche quando messo davanti a evidenze incontrovertibili.
Ovviamente la categoria dei soggetti è variegata: c’è chi ha avuto solo un cane, chi invece ne ha avuti fin troppi ma non si pone il dubbio che la loro scarsa longevità sia stata causata dalla sua ignoranza, e via dicendo…penso che molti dei visitatori di questo sito conoscano uno o più cuggini e potrebbero raccontarne a riguardo.

Proprio in seguito a diverse discussioni sul tema, sia nei commenti ad alcuni articoli qui su Ti presento il cane sia con amici e conoscenti “cane-muniti”, mi è sorto un dubbio che volevo condividere con voi: questo atteggiamento dei cuggini, è attribuibile alla completa mancanza di cultura cinofila nelle scuole?

dogfordummiesMi spiego meglio: il “mondo canino” è visto dalla maggior parte delle persone come un qualcosa di banale, che non serve studiare: basta l’ammmore per crescere il cane, per addestrarlo basta internet, per curarlo si chiede consiglio agli amici su Facebook, e via dicendo. Chi lavora come addestratore, educatore, o comunque in ambito cinofilo, si sente poi chiedere quale lavoro faccia in realtà. Quanti di noi hanno un amico che non riesce a gestire correttamente il proprio cane, ma che quando gli proponiamo di portarlo in un centro cinofilo ci guarda come se fossimo dei poveri pazzi (non prima di essersi stupito del fatto che esistano i centri cinofili) ?

Ecco, secondo me questo approccio potrebbe cambiare radicalmente se le scuole, invece della attuale e assurda chiusura verso il tema “cani”, iniziassero a introdurre la cultura cinofila nel loro programma. Oltre a tutti i vantaggi che deriverebbero da una formazione corretta fin da bambini (scommettiamo che calerebbero drasticamente i casi di morsicature, con grande rammarico dei numerosi giornalisti cinofobi che non saprebbero più cosa scrivere?), si darebbe da subito l’idea di un tema vasto, approfondito e tutt’altro che semplice. Del resto non si riscontra – o almeno non mi pare – lo stesso livello di “cuggini tuttologi”.

Certo, anche così i “cuggini” si ridurrebbero solo nelle nuove generazioni, ma magari il figlio che arriva a casa e spiega a mamma e papà cosa ha studiato e imparato di nuovo su cani, potrebbe invogliare anche qualche genitore a informarsi di più. A tal riguardo mi ha scoraggiato molto leggere su Facebook questo commento, sull’articolo di qualche giorno fa “Cultura cinofila saltami addosso

Brava Valeria!!ti lascio la mia testimonianza: cerco da tre anni di proporre alle maestre della scuola elementare di mio figlio un intervento di alcune ore,spalmate in un mese, di una volontaria esperta che organizza bellissime lezioni sull’approccio cane-bambini..cose veramente utili..insisto..collego l’idea ad un discorso di prevenzione..ne parlo pure con la dirigente scolastica..spedisco dettagliato programma…risposte ottenute: non riusciamo ad inserirlo nella didattica di quest’anno..una mamma mi ha pure detto che faccio solo perdere tempo a materie ben più utili!

cinofobia_aprSarei curioso di chiedere a questa mamma quali sarebbero le “materie ben più utili”, ma soprattutto vorrei vedere come reagisce quando legge sui giornali gli episodi (solitamente gonfiatissimi) del “cane che morde bambino”.

Comunque, so benissimo che il mio dubbio è del tutto teorico: in pochissime scuole si riesce a introdurre qualche sporadica ora di “formazione cinofila”, pensare che l’argomento possa essere oggetto di discussione su una scala nazionale e non locale è pura utopia (dai politici si sente parlare – poco – di animali giusto in periodo elettorale, e forse visto che in passato sono riusciti a partorire solo robe tipo l’ordinanza Sirchia sui “cani pericolosi” è meglio così…), l’ostracismo c’è a vari livelli anche tra gli stessi genitori, come dimostra il commento sopra e come è facile immaginare visto che i genitori cinofobi sicuramente si scatenerebbero contro “l’ora di cultura cinofila”…però, se pensiamo che molto spesso sentiamo più cose sensate riguardo ai cani proprio dai bamini, sarebbe interessante scoprire come andrebbero le cose con un po’ di cultura cinofila in più sin dalla tenera età.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Davide Beltrame

Figlio di Valeria Rossi dalla nascita, creatura mitologica a metà tra uomo e cane, con tratti bestiali dello yeti. Solitamente preferisce esprimersi a rutti, ma ogni tanto scrive su "Ti presento il cane" (di cui è il webmaster, quando e se ne ha voglia). La sua razza preferita è lo staffordshire bull terrier, perché è un cane babbeo che pensa solo a mangiare e a dormire. Esattamente come lui.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico