Siamo entrati in contatto con Kippy, azienda produttrice dell’omonimo sistema di localizzazione GPS per animali, e abbiamo la possibilità di intervistarli sul loro prodotto.

Come cerchiamo di fare il più possibile su “Ti presento il cane”, anche in questo caso abbiamo cercato di coinvolgere voi lettori e quindi…l’intervista la farete voi!
Oltre alle domande che porremo noi della redazione infatti, Kippy ha accolto con entusiasmo l’idea di rispondere alle domande di voi lettori, che potete così porre ogni eventuale vostro dubbio sul localizzatore GPS direttamente “alla fonte”.

Lasciate qui nei commenti all’articolo i vostri dubbi e curiosità sullo strumento: provvederemo a girare le domande e troverete risposta nell’intervista completa che pubblicheremo la prossima settimana; ma non finisce qui: lasciando il vostro indirizzo email (è sufficiente l’apposito campo “email” nei commenti) potreste essere estratti per ricevere un buono sconto sul nuovissimo Kippy Vita.

Quindi, che aspettate? Sotto con le domande!

Potrebbero interessarti anche...

36 Commenti

  1. Buongiorno!

    In realtà io non ho domande relative al Kippy, i miei sono per lo più i motivi per i quali mi sono sempre trattenuta dal comprarlo. (oh, magari tornano utili anche questi!)
    E’ un discorso da “vorrei… ma ho paura che…”
    Ce ne sono tantissimi in commercio, e personalmente sono tra quelle persone “ignoranti” che non saprebbe distinguere un prodotto buono da uno mediocre o scarso.
    Tra tutti i mie dubbi, gli unici due motivi che in realtà mi hanno trattenuta dall’acquistarlo fino ad ora sono:

    – Il prezzo.
    E’ davvero esorbitante. Capisco la funzionalità, ma sono davvero tanti, tanti soldi, che per il momento ho preferito indirizzare a corsi cinofili per rimediare ai suoi gironzolamenti randagi.

    – Il danno che il segnale GPS può arrecare al cane. E’ da qualche anno che si parla di danni provocati dai segnali Wi-Fi e GPS, non ci sono ancora certezze, quindi parliamo in via del tutto ipotetica, ma quello che si dice è che potrebbe provocare danni (se utilizzato in modo continuativo) all’ippocampo, ovvero la parte del cervello usata per l’orientamento e per la memoria.
    L’idea che quel prodotto sia sul collo e a contatto diretto col cane, mi allarma tantissimo.

    • ciao, ti rispondo io su alcune cose:

      ” Il danno che il segnale GPS può arrecare al cane.” : non c’e’ nessun danno possibile ne’ ipotizzabile per l’utilizzo di un gps : la tecnologia gps e’ passiva, ovvero funziona sulla ricezione di segnali dai satelliti. non c’e’ nessuna emissione di onde elettromagnetiche derivante dall’uso di un gps.
      sui danni da wi-fi o apparecchi telefonici, non c’e’ evidenza scientifica. punto.
      tra l’altro quei casi in cui si ipotizza che l’uso dei telefoni cellulari possa essere causa di problemi, riguarda proprio l’uso, ovvero gente che conversava al telefono per ore ogni giorno, non che si teneva il telefono acceso in tasca.
      nel caso di un apparecchio come questo, poi, le comunicazioni necessarie per la localizzazione avvengono di norma via sms (ovvero tu richiedi tramite un sms dove sta l’apparecchio e lui ti risponde con un sms con le coordinate, che poi l’app o il sito web elabora e riporta in mappa).
      quindi anche in questo caso, emissioni elettromagnetiche (derivanti solo dall’invio dell’sms) minime e limitate a pochi millisecondi.
      il resto e’ un semplice “traffico”che l’apparecchio fa ogni tot secondi (e a bassa potenza, rispetto a una telefonata) per confermare la sua presenza sulla rete telefonica e verificare che non ci siano chiamate o messaggi.
      da questo punto di vista io credo che ogni tipo di preoccupazione sia assolutamente ingiustificata.

  2. Oltre alla funzione di geolocalizzazione, ci sono altre utility? Se si, quanto sono attendibili?
    Lo domando perchè incuriosita dalla pubblicità Vodafone che magnifica la possibilità di vedere quanto e come dorme il cane, etc… in possesso di un fitbit per me, mi rendo conto di quanto poco attinente alla realtà sia, e quindi che validità possa avere su un cane nel riconoscerne sonno/veglia e simili info.

  3. Cosa succede se il cane si perde in un punto dove non c’è campo per il cellulare (tipo in alta montagna)? Come funziona in questo caso la localizzazione?

      • umhh.. mi pare strano. il segnale gps arriva ovunque a meno che il cane non sia in una grotta (e i ogni caso ti segnala il punto in cui è sparito il segnale), non mi affiderei alla rete del cellulare manco sotto tortura.
        Però è vero che i radiocollari dei cani da caccia son “un pochino” piu costosetti… e funzionano sul gps e con altre frequenze rispetto al cellulare..

  4. Il mio è un dubbio di opportunità sul prodotto.
    Non è sempre stato, giustamente, sottolineato che il cane (per legge) va tenuto al guinzaglio se non in proprietà private?
    Non credete che il prodotto possa facilitare chi non rispetta questa regola?
    Grazie
    ([email protected])

    • Ti rispondo io 🙂
      La legge non prevede che il cane sia tenuto al guinzaglio sempre se non in aree private ma prevede di:
      3. Ai fini della prevenzione di danni o lesioni a persone, animali
      o cose il proprietario e il detentore di un cane adottano le seguenti
      misure:
      a) utilizzare sempre il guinzaglio a una misura non superiore a
      mt 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei
      luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate
      dai comuni;
      b) portare con se’ una museruola, rigida o morbida, da applicare
      al cane in caso di rischio per l’incolumita’ di persone o animali o
      su richiesta delle autorita’ competenti; …etc

      quindi come si vede dal punto a) si parla di aree urbane e luoghi aperti al pubblico che son diversi dai luoghi pubblici …definizione da wiki :

      Un luogo pubblico è uno spazio pubblico a cui può accedere chiunque senza alcuna particolare formalità, essendo quello il suo scopo ed utilizzo normale e prevalente (ad esempio strade, piazze, giardini pubblici, spiagge demaniali).

      Un luogo aperto al pubblico è uno spazio in cui chiunque può accedere, limitatamente e nel rispetto di regole (che possono ad esempio essere un orario d’apertura, il pagamento di un biglietto d’ingresso, l’obbligo d’iscrizione ad un’associazione che lo gestisca) stabilite dal proprietario (sia esso un privato o un ente pubblico) o da altre norme.

      Quindi (secondo me che son nessuno) se porto il mio cane in un luogo pubblico non urbano senza guinzaglio non commetto infrazione 🙂

      • Mi potete confermare?
        In aperta campagna (su strada sterrata ) mi è successo di assistere all’intervento di agenti di polizia municipale che hanno intimato al proprietario di legare il suo cane (per altro un Bernese assolutamente affabile e tranquillo che non aveva la minima intenzione di allontanarsi da lui).
        Se fosse come scrive SilviaR anche su sentieri di montagna potrei condurre i cani senza guinzaglio.
        Se qualcuno, magari con riferimenti normativi, potesse farmi chiarezza.
        Grazie anticipatamente a tutti (in particolare a te SilviaR per la puntualizzazione).

        • ehilà!
          sui sentieri di montagna dove noi andiamo spesso (alpi marittime e valle d’aosta) si può andare senza guinzaglio tranne che nei parchi (guinzaglio) o nei parchi in zone particolari (nemmeno al guinzaglio). Ovviamente il cane deve essere davvero sotto controllo (ovvero possibilmente non rincorrere il selvatico per divertimento, poiché lui si diverte ma il selvatico molto meno.. ) IO poi ho casa nel parco del po (sotto il monviso) e le guardie sono abbastanza tolleranti. In valle Gesso mooooolto meno..

  5. Se il cane pesa 5 kili è possibile avere un modello più piccolo di quelli pubblicizzati, che in genere vengono mostrati addosso a cani di grossa taglia?

    OIl più grande dei miei cani pesa 9 kili, quindi dubito che una di loro potrebbe non trovarlo fastidioso e morderlo (come una di loro fa con la medaglietta). Grazie

    • Mi associo alla domanda: esiste un modello per cane sotto i tre chili? Non ho paura di perdere Sif (anche perchè se lo libero – solo dove è permesso e sicuro – lui è molto cozza e non si allontana) ho il terrore che me lo rubino. E in questo caso il…coso mi sembra un tantino inutile…

  6. 1. Che grado di impermeabilità ha?
    2. Quanto dura la batteria?
    3. È necessaria una sim?
    4. Quali sono i costi di gestione?

  7. Nel caso il cane cada in acqua o si perda fra le montagne, il GPS che resistenza e portata ha? È resistente ad urti, acqua?

  8. Il GPS bisogna collegarlo ad un dispositivo specifico oppure da qualsiasi telefono/tablet è seguibile? È disattivabile/attivabile a distanza?

  9. Buongiorno,la mia domanda è la seguente: il dispositivo è resistente all’acqua e al fango? se si,entro quale profondità? Grazie.

    ([email protected])

  10. È facile da programmare? Ha una SIM? Ha costi gestionali? Quanto costa? È robusto? Quanto pesa? Prende anche dove c è pico campo (tipo montagna, boschi, ecc)?
    Acquistarlo per la mia bretoncina mi cambierebbe la vita. Quella se ne va dove vuole e ascolta solo quando vuole. Ho sempre avuto dubbi sulla acquisto (anche x i costi non proprio economici) però questa mi sembra un ottima occasione x approfondire.
    Mcbovo60 @gmail.com

  11. A mio avviso, molto deludente. Lo abbiamo da un paio di anni e non funziona quando servirebbe! Il tracking funziona solo se c’è un buon segnale del cellulare (il localizzatore ha una SIM con cui trasmette la posizione). Quindi in città funziona benissimo, ma in montagna, in passeggiata per sentieri, nei boschi NON funziona quasi mai. In pratica, almeno per noi, è inutile perché avremmo voluto essere in grado di localizzare il cane quando è libero di correre in montagna …. non quando è al guinzaglio in città 🙂

    • Dettaglio non da poco… Mi si è un po’ spento l’entusiasmo, pensavo di regalarlo a mio padre per le sue scampagnate e gite boschive con quadrupedi al seguito, ma atterro e attendo la risposta dei tecnici del marchio… benchè l’esperienza riportata abia già illustrato un aspetto di cui tenere conto…grazie!

      • Ovviamente, appena mi sono accorta del limite ho contattato il servizio clienti Kippy. Mi hanno confermato che l’area deve essere coperta da una rete GSM …

        • Facendo io ricerca e soccorso trovavo l’idea interessante(e potenzialmente salvavita,in quanto localizzare un cane velocemente può fare la differenza) . Tuttavia se effettivamente il funzionamento del servizio è legato al segnale,spesso assente nei boschi,temo che serva a ben poco.

  12. Buongiorno, il localizzatore funzione anche se si bagna completamente? puo essere localizzato da piu componenti della famiglia? Quali sono i costi?Grazie

  13. Io l’ho usato come esperimento ( mio parente informatico) sul mio shih tzu di 6 kg 3 anni fa…….lui lo monitorava dal pc e noi a spasso lungo il fiume però sempre a guinzaglio, ha dimensioni piccole non dava fastidio almeno all’apparenza, l’ha indossato 1 giorno/notte, però la batteria si è scaricata, cmq non ne vedo la necessità, perchè i cani devono stare al guinzaglio, forse potrebbe essere utile ai cani da lavoro/montagna/mandrie/pecore, io non lo vedo come positivo, ma questo è solo il mio parere.

  14. Bassotti nani,sarà troppo peso o ingombrante? I miei sono sui cinque chi è veramente molto bassi…non vorrei che sembrasse una tortura.

  15. Resiste a questo? Perchè sono eventi imprevisti (nel senso che non le dico io di andare a farsi una nuotata o rotolarsi nel fango), ma prevedibilissimi…perchè lo fa sempre!

  16. Ummm…mi piace e no…
    Ovvero credo che l’imperativo per qualunque proprietario sia avere il controllo del proprio cane. Il mio sogno è il branco che si spiaccica all’unisono al suono al mio comando “terra” mentre il capriolo gli corre davanti….la realtà è un po’ diversa, disgraziatamente.
    Ma questa differenza fa si che io lavori con loro per migliorarne l’ubbidienza e che metta in atto biechi trucchi per non assicurarmi fughe indesiderate (ad es 2 cani liberi ed il più esagitato alla longhina da 20 mt nelle passeggiate in campagna). Credo che avere la certezza di non perderli porterebbe molti a lavorare meno con i propri cani, e questa è inevitabilmente una cosa negativa, nello stesso tempo avere la possibilità di ritrovarli in caso di fuga è un infarto risparmiato.
    Al solito, come per la maggior parte degli strumenti: dipende da come vengono usati.

  17. Buongiorno a tutti ,
    Mi chiamo Silvia e usiamo kippy con la mia cagnolina di nome Bolla da circa due anni.
    Il segnale è affidabile ma è abbastanza lento, tuttavia per chi come noi ha un cane che si può spaventare con i rumori e rischiare di scappare nel tentativo di tornare a casa è già qualcosa .
    Noi lo usiamo quando la teniamo libera in particolare in luoghi che non conosce, quando lo si compra insieme all’apparecchio viene venduto un metodo di che lo assicura al collare, Purtroppo quello dopo circa sei mesi si è rotto e ne abbiamo recuperato un altro di un’altra tipologia su Internet e lo troviamo molto più comodo.
    Kippy ha una batteria molto lunga non lo so stimare il numero di ore ma noi la usiamo circa un’ora se non di più ogni giorno e lo ricarichiamo circa ogni due settimane. È veramente resistenti all’acqua perché il mio cane ha fatto il bagno più di una volta mentre lo indossava e anche il fango . Quando il segnale GPS non prende l’apparecchio si affida alle linee telefoniche per questo va pagato un abbonamento annuale che è di circa € 30 . Di anno in anno va rinnovato l’abbonamento
    Personalmente quando la libero imposti non conosciuti per farla sfogare e farla giocare o correre nei torrenti sono molto più contenta che abbia su ilGPS.
    Mi rendo conto che la cifra sia alta ma dovendo scegliere se rischiare un pochino e comprare un GPS ma farla divertire nei boschi e al mare e nei parchi oppure tenerla sempre guinzaglio io scelto la prima.
    Bolla non si accorge della differenza perché il peso di tipi è veramente minimo con il nuovo aggancio che abbiamo trovato su Internet riusciamo a metterlo sia sul collare che sulla pettorina .
    La mia mail é [email protected]

  18. Ho letto che viene mandato un sms … e se la linea con il tuo provider non c’è? Molto spesso la montagna non è servita dal segnale …
    E poi il costo è davvero alto … troppo …

  19. Salve, il prodotto se non c’è campo non funziona? Crea problemi di salute la sovraesposione a questo sistema di localizzazone? funzona con una micro sim? Non sono molti 99 euro per l’acquisto più le rate mensili per il taffico utilizzato?

  20. Volendo usare il prodotto con dei cani da soccorso, è possibile seguire più cani in contemporanea con un singolo smartphone? Se si, riesco anche a salvare e visualizzare i tracciati dei singoli cani?

  21. Ho acquistato due kippy, provandoli senza metterli sul cane, funzionano solo dove c è rete 2g (GSM) ma la cosa più strana è che ovviamente quando attacchi il kippy al collare del cane, essendo più pesante tende a spostarsi sotto al collo dell’animale. Ecco,in questo modo il kippy già non prende più. Quando lo acquisti non ti specificano che in pratica se lo vuoi usare lo potresti montare SOLO su pettorina. Voi che lo usate che soluzione avete trovato? Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here