di FABIANA BUONCUORE – A casa nostra abbiamo dei rottweiler. Dei cani killer, bestie sanguinarie, animali brutali e violenti. Per noi sono solo i nostri adorabili morbidini, e chi li conosce può confermarlo, ma la maggior parte dei passanti che incrociamo per la strada li vede solo come dei mostri pericolosi, e spesso quando qualcuno ci incontra cambia marciapiede, cambia strada, cambia nazione. Perché non si sa mai, queste bestie potrebbero strappare il guinzaglio dalle mani ai padroni e trascinarli via, vero?

pos_sambaQuelli che però a me fanno salire l’istinto omicida sono i fobici minicani-muniti. Costoro, simpaticamente, innanzitutto appena ti vedono all’orizzonte con un cane nero focato si esibiscono in tutta una compilation di frasi fatte (e dirette al cane, che notoriamente recepisce e fa tesoro di cotanta saggezza, quali: “ussignur, quello ti mangia in un sol boccone, sei grande come la sua testa!” (Che poi… anche un melone è grande come la mia testa, ma non credo che io o qualsiasi altro umano potremmo mangiarci un melone in un boccone) oppure “vieni via amore, che con lui non hai speranze!” (Ma perché, aveva forse intenzione di organizzare un piccolo combattimento clandestino nel caso avessimo avuto cani di pari stazza?)
Il passo successivo… oplà, uno strattone e, come per magia, il cane vola! Con un’abile mossa il dog-lifter, ovvero un umano che vorrebbe tanto fare il sollevatore di pesi, ma mancando di adeguato fisico si allena su pesi alla sua portata come sono appunto i cinque chili del cagnolino, lo riprende al volo mentre questo è in caduta e… con che classe! Il barbone toy o lo zwergpinscher si ritrovano tra le braccia del papà umano.

Purtroppo mi tocca dire che questa è la situazione migliore che possa capitare, ovvero quando mi hanno visto da lontano e hanno preso le dovute precauzioni (quindi da circa 50-100 metri di distanza); perché se per caso il mio mostro sanguinario lo vedono all’improvviso, ad esempio dopo aver girato un rottweiler et chihuahuasangolo in città, lo spavento è tale che i possenti dog-lifters non hanno il tempo di calibrare la loro mossa segreta dell’ascensione canina spaziale, ma si esibiscono in un impeccabile strattone da tiro alla fune che vede il cane sfrecciare orizzontalmente meglio di un disco da hockey. L’ultimo che mi è capitato aveva un povero chihuahua che un attimo prima era tranquillo come una Pasqua e un attimo dopo è stato scaraventato a terra su un fianco, ha sbattuto la testa sul ginocchio del padrone ed infine ha impattato di schiena contro un palo. E ok che io ho i cani pesanti e non rischio di sbagliarmi, ma la vogliamo smettere di usare tutta la nostra capacità muscolare per sollevare un batuffolino di pochi chili? E lo scrivo proprio così, in grassetto, perché magari si possa imprimere un pochino nella zucca dei minicani-muniti iperprotettivi. Un cane leggero non pesa poco perché è di gomma ed indistruttibile; pesa poco perché è piccolo, e, di conseguenza, fragile.

jack_apertMolti padroni di jack russell terrier o bassotti ora avranno riso sguaiatamente, ma anche per i loro cani i rischi si presentano. Uno strattonamento improvviso, effettuato su un cane impreparato allo shock, e gravante sul collo (se il cane indossa il collare) o sulla schiena (se il cane indossa la pettorina) può avere effetti devastanti e causare lesioni gravi.

Gran parte delle volte il nostro amico non ha rilevato la “minaccia”, o perché troppo lontana (in tal caso, guarda un po’, non ritiene che vi sia alcuna minaccia se è presente un rottweiler o un amstaff a cento metri. Chissà perché) o perché, pur colto alla sprovvista di fronte ad un incontro improvviso, nel 90% dei casi non pensa “oddiooo! Cane killer! Potere segreto: teletrasportooo!” ma si sforza prima di capire se quella che ha di fronte sia una minaccia.

E poi siamo noi la specie dominante.

guinzaglio3In ogni caso, l’ultima cosa che si aspetterebbe in quel momento è di ricevere uno strattone che lo proietta in cielo o in orizzontale, per cui la sua colonna è rilassata e completamente vulnerabile.
Quello che facciamo per “salvarlo”, insomma, può mettere a repentaglio la sua salute peggio ancora; senza considerare che prendere il braccio il cane di certo non lo salva da un’eventuale aggressione, anzi.

Dunque, che fare se noi, padroni di un minicane, incontriamo un bestione di 50 kg?
È indubbio che sembro farla facile, io, perché “tanto ho i cani grossi e non devo mai temere che me li ammazzino con un morso.”, invece lo so che col cane piccolo si guarda con sospetto ogni altro cane dalla taglia media in su, perché coi tempi che corrono non è così scontato trovare cani equilibrati in mano a persone altrettanto equilibrate, specialmente se appartenenti a determinate razze (avendo i “cani killer” mi ritrovo tra la clientela certi ceffi che vogliono acquistare il cucciolo solo per poter fare i delinquenti in giro; inutile specificare che costoro i miei cuccioli se li scordano). So quindi che l’incontro bestione-minicane può essere molto pericoloso, anche perché i molossoidi grandepiccritualizzano poco o niente e passano praticamente subito alle vie di fatto (in realtà i segnali li mandano anche loro prima di un’aggressione, ma sono brevissimi e bisogna interpretarli rapidissimamente se si vuole evitare il peggio: basta un solo morso per ferire gravemente, o peggio, un cagnolino piccolo).

Se, dunque, avvistiamo in lontananza un cagnone che ci insospettisce, nessuno ci corre dietro: se è legato al guinzaglio abbiamo tutto il tempo di capire che direzione sta prendendo e scegliere di mantenere le distanze nel modo più sicuro possibile; se il guinzaglio non lo ha, agitarci e prendere in braccio il nostro cagnolino attirerà soltanto la sua attenzione; meglio restare immobili, zitti e posizionarci davanti al nostro cane, “nascondendolo” (e poi, magari, facciamo una bella telefonatina ai vigili urbani per segnalare il cane libero). Se viene proprio verso di noi e non abbiamo scelta, o se si tratta di un incontro improvviso, col cane a terra (prenderlo in braccio, come spieghiamo nell’articolo linkato sopra, potrebbe peggiorare tantissimo le cose) cerchiamo sempre di schierarci tra lui e il cane grosso, magari avvertendo il suo padrone che non desideriamo l’interazione. Ci sarà sempre il furbone che naturalmente non si preoccupa affatto di come andranno le randagiocose, perché tanto il suo cane non rischia nulla. Io ho sempre risposto ai “ma il mio è buono!” con un “ma il mio ha la tigna! Quindi, se non vuole che se la prenda anche il suo cane, stia alla larga.”

Eh, già: i rottweiler, a due mesi e mezzo, sono dei minicani di 7-8 chili, e portarli a passeggio al guinzaglio li espone anche ad incontri potenzialmente pericolosi; per questo so benissimo cosa si prova quando si teme per l’incolumità del proprio cagnolino.

Il mio consiglio, però, è proprio di mantenere sempre il sangue freddo e ragionare, perché a farsi prendere dal panico e strattonare il nostro amico (anche il più gracile degli umani, se percepisce un pericolo per i suoi cari, può attingere temporaneamente ad una forza sovrumana) rischiamo di causargli dei danni seri: molto meglio agire con cognizione di causa (come dovrebbe sempre essere quando si tratta di cani, ma questa è un’altra storia).

Articolo precedenteDi razza o meticcio?
Articolo successivoMondovicino Outlet Village: Dogs day 2016
Fabiana Buoncuore è la sciurallevatrice per eccellenza. Nasce a Carmagnola da suo padre e sua madre (ma più da sua madre) il 17/09/1987, da allora il 17 settembre è anche noto come "San Morbidino". Appassionata di tutte le razze canine e indicativamente di tutti gli animali esistenti sul pianeta, ha una particolare predilezione per il rottweiler, che ha le sue stesse esigenze primarie: mangiare, dormire, muovere poco le chiappe. Collabora ormai da alcuni anni con "Ti presento il cane" con le sue storie di vita vissuta tra allevamento e morbidinosità.

Potrebbero interessarti anche...

17 Commenti

  1. Succede anche a me col mio border (un maschietto di 17 mesi di stazza medio-piccola) che praticamente è un orsetto coccoloso… Il panico negli occhi delle signore che, a volte addirittura con il flexy, decollano il cane alla velocità della luce come vedono che il mio si interessa a loro. Pensare che io invece vorrei andare a spupazzarmeli tutti i cani grandi, soprattutto i molossoidi, con tutte le precauzioni a salvaguardia del mio cane e delle mie braccia. Rott ne girano davvero pochi dalle mie parti ma sarebbero il mio bersaglio preferito.

  2. Succedono le stesse cose anche a me con un Malamute, che pur avendo l’aspetto da Trudy gigante, è appunto GIGANTE, ed è il terrore delle sciure con i topocani.
    Neanche tanto tempo fa mi è capitato di vedere un signore far schizzare via un bulldog francese (che pur essendo piccolino è bello tosto!) con il dannatissimo flexy. Un’altra volta ancora girando l’angolo mi sono trovata davanti un altro con minicane sciolto: i cani non hanno fatto una piega, manco si sono guardati, il proprietario invece terrorrizzato ci ha puntato addosso l’ombrello a mo’ di arma finché non ci siamo allontanati!

  3. Precisazione: io ho una bassotta (oramai adulta) e, dopo varie esperienze negative con cani liberi senza controllo, esco (nei luoghi più “rischiosi”) con un trasportino. Appena vedo un cane libero nelle vicinanze (se tempi e distanze me lo consentono) do il comando relativo e faccio entrare la mia cagnolina nella sua “tana”, a terra, chiudo la porticina e aspetto….
    purtroppo alcuni escono con cane ma collare e guinzaglio li lasciano a casa…..
    Secondo me agire su due cani da soli e contemporaneamente è impossibile…
    l’incontro improvviso invece rende l’interazione/aggressione inevitabile….e qui si sa, non ci si può far nulla….
    io circolo con due guinzagli, così, al peggio, aggancio il cane libero (sempre se si fa prendere e si avvicina con buone intenzioni)….
    comunque, si solito, chi circola col cane libero senza preoccuparsi degli altri non se lo va a ripescare nemmeno in caso di rissa sanguinolenta….io ho visto proprietari incapaci immobili, a debita distanza, quando, sotto i loro occhi, una similpastoratedesca si è avventata sulla mia tentando di morderla…non si sono fatti intimorire nemmeno dalle sue urla strazianti (immagino di paura)….ecco, siamo senza speranza….

  4. Dopo aver visto una donna attraversare la strada correndo senza far caso che il cucciolino era inciampato e lo stava trascinando sull’asfalto e quella che ha tirato su il carlino per la pettorina e l’ha lanciato nell’auto, non mi meraviglio più di niente!
    La scorsa settimana la mia corgi e una bassottina al guinzaglio del proprietario si stavano annusando amichevolmente, quando arriva la moglie e si mette a strillare e a insultare il marito per aver avvicinato un cane “così grande”!

  5. devo dire onestamente, che io e Sirya (barboncina toy di 3,5kg circa), non abbiamo mai avuto problemi con cani di taglia grande. loro ci ignorano …. mi è capitato di sollevarla prendendola da sotto la pancia perchè c’era tanta gente, quello si.
    inoltre è più frequente che siano i cani di taglia medio piccola …a cercare la rissa con lei
    che assume un atteggiamento stile .. non ti curar di lor ma guarda e passa .. ed accellera
    il trottino .. facendo magari il pio pio da cucciolina indifesa (ha 6 anni!).
    comunque qualsiasi informazione su come comportarsi è bene accetta, anche se effettivamente, vedendomi arrivare di corsa incontro un cane di dimensione medio grande, anche se vuole solo giocare, istintivamente mi verrebbe da sollevarla.

  6. A me capita sempre.
    Proprietari di cani che:
    O ti sciolgono il minicane addosso, che “tanto il mio è buono e vuol solo fare amicizia” (irrilevante il fatto che magari il cane in questione non vada d’accordo con gli altri cani maschi ed il mio guardacaso, è un maschio.)
    Solitmente, in caso dizuffa segue un “Ah, pensavo che il tuo fosse una femmina.”. (Non perchè me lo abbiano chiesto, ma perchè si sa…Lassie in TV era femmina.)

    Oppure ti vedono alla distanza e si gettano nei cespugli, cambiano strada, sollevano cani, fanno piroette, pur di evitare il tuo cane dagli intenti malvagi.
    (Memorabile la signora conbambino, che una volta vedendomi passeggiare tranquillamente per i fatti miei, fa all’amica “Sì, sì…Saranno anche bei cani quelli lì, ma è meglio non fidarsi, che sono noti per essere totalmente imprevedibili ed aggressivi.”. Questo,mentre le guardavo in faccia e passavo loro di fianco. Beware il noto Lassie assassino.)

    • non so, io ho paura a lasciarla libera, perchè nonostante sia un cane francobollo, potrebbe scapparmi in strada. questo se giro in città/paese
      invece capita che la lascio libera quando siamo sul canale, mi è capitato d’incrociare un golden al guinzaglio ed un pastore tedesco libero, francobollo pure lui/lei che la proprietaria ha immediatamente agganciato, come d’altronde ho fatto io con Sirya.devo anche dire che quando siamo sul canale è troppo presa dal lancio della pallina e non guarda più nessuno
      E che mi sembra proprio un problema di buon senso (o mancanza dello stesso), sia lasciarli liberi (cani grandi e piccoli) che agguantarli in quel modo …

      • Ma infatti. Io sto solo dicendo che non ci sono mezze misure.
        O sono tutti liberi, o se ti vedono con un cane più grnde del loro, si gettano nel fuoco pur di evitarti. XD
        E purtoppo, di irresponsabili, il mondo è pieno.
        Tre volte, il mio cane stato aggredito. Due di quelle tre volte, I cani erano sciolti e mollati liberi di andare in giro come volevano loro. (L’unico che era legato, era un cagnino malvagio sbucato da dietro un angolo, che ha pensato bene di attaccarsi al muso del mio cane fino a farlo sanguinare. Non un ringhio nè niente. Ed il proprietrio si è immediatamente defilato, senza manco chiedere scusa.)

        Anche il mio cane lo tengo sempre legato, a meno che non mi trovi in qualche area in cui sono assolutamente sola ed in cui mi fido a liberarlo.(Vedi campi e prati vicino casa mia.)
        Ad ogni modo,se vedo un altro cane, grande o piccolo che sia, lo lego sempre. (Senza far sceneggiate. Al limite, mi metto semplicemente a lato della strada e lascio passare gli altri.)
        Non perchè il mio sia aggressivo..Anzi..Il mio cane adora i cagnolini piccoli.
        E’ solo che non mi pare il caso di mollarlo in giro libero. Come dicevi tu, è solo per buon senso. (E per legge. In teoria, non potrei liberarlo in luoghi pubblici.)

  7. Sono convinta, cara Fabiana, che chi ha un cane di grossa taglia, consapevole di avere una maggiore responsabilità, si preoccupi maggiormente della sua educazione in modo da prevenire spiacevoli interazioni, specialmente al guinzaglio.Non credo invece che la maggioranza dei proprietari di cani piccoli facciano altrettanto.Troppe volte ho incrociato microcani isterici, provocatori, ed é già tanto se erano al guinzaglio!Lo so che una eventuale rissa tra cani di taglia impari può avere consegueze fatali, ma se per prevenirle si socializzassero ed educassero un po’ meglio i piccolini?Non é un bene per loro trattarli come bambini.

  8. Forse sarò strana io ma da padrona di cane che rientra di diritto fra microcani (5kg di peso), francamente non vedo così spesso per strada questo tipo di scene.
    Sarà che in città abbiamo tanti cani di tutte le taglie, ma anche se ci sono alcuni padroni pirloni, io tutti ‘sti cani volanti non li ho proprio visti.
    Le uniche scene agghiaccianti a cui ho assisito non avevano nulla a che fare con incontri fra cani. Ho visto una ragazzina (14 anni) con un cucciolo di razza super mini toy caffé ristetto cup – che se pesava mezzo chilo era tanto – camminare strattonandolo, sollevandolo letteralmente da terra ad ogni passo. Mai che si fosse girata a controllare come stava il cane.
    E una signora seduta sullo sgabello in un bar che sollevava il cane col guinzaglio, agguantandolo poi per la pettorina, per metterselo in grembo… allucinante pure questo.
    Un minimo di educazione cinofila dovrebbero farla tutti, non importa se con cani grandi o piccoli. Se ti prendi un cane dovresti avere la lungimiranza di cercare di capire come funziona il suo mondo e non essere così arrogante da pensare che funzioni come il tuo (e poi vorrei vedere se ti tirassero su a te prendendoti per le bretelle!!).

  9. interessante il punto di vista di questo articolo, di solito ci si mangia vivi tra cani grandi e piccoli, liberi e legati, tranquilli ed isterici…Invece qua si parla di quanto male fa usare un cane al guinzaglio come un yo-yo. Pure a me è capitato di vedere persone che, per non abbassarsi, tirano su il cagnolino col guinzaglio e poi se lo prendono in braccio…ma come si fa, dico io…?!

  10. dalle mie parti nonostante il nero focato, capita poco di assistere alla scena “mosè che divide le acque” quando passo per strada, anche se capita.
    Però quello che a me, proprietaria di cane di taglia “media” ( media? 72 Cm al garrese e spiccioli per 40 chilotti? del resto se fosse un corso, o un caucaso… boh, taglia media) a cui quando sono in giro non tolgo gli occhi di dosso se non per i tre secondi necessari per controllare l’attraversamento, o quella veloce occhiata per controllare ” niente gatti all’orizzonte ” , fa chiudere la vena vedere gente che tiene un lato del giunzaglio dimenticandosi bellamente di chi sta attaccato all’altro. Tipo gente che parla al cellulare trascinadosi letteralmente dietro il topocane caduto. E mica per un minuto, eh. Ecco, quelli li stirerei volentieri. O quelli che affidano i topocani ( magari cuccioli, notoriamente moltooooo resistenti ) ai cuccioli bipedi straffottendose altamente di quel che capita. Compreso vedere la bimbetta seinne far volare il micropincherino che si era fermato per far pipì.
    A me da una tale impressione di completa mancanza di rispetto per un altro essere vivente che farei subito loro una megamulta galattica e li sbatterei a fare un anno e più di servizio in canile con corso cinofilo ( a pagamento) annesso.

    Se vuoi goderti le passeggiate senza intoppi, cavolo lo prendi a fare un cane?
    Dargli un’occhiata ogni tanto, non ti fa mica divertar cieco, eh! così, tanto per vedere se respira ancora…
    Purtroppo di sti tizi se ne vedono parecchi, ed a me verrebbe sempre voglia di domandare se sanno che così stanno pure facendo del male ( fisico, e pure psichico ) a quell’essere che sta attaccato all’altra parte del loro giunzaglio.

    • Bhe…E’ peggio quando affidano ai bambini i cani grandi.
      Io la scorsa estate ho assistito alla scena di una madre che sgridava severamente sua figlia di forse sei anni, per essersi fatta scappare il cane.
      Questo, dopo che lei -la madre-, aveva pensato bene di affidare alla bambina un flexi, con attaccato in fondo un cucciolone di boxer.
      (Boxer super eccitato da una palla con cui dei bambini stavano giocando poco più avanti e dal mio cane,con cui voleva assolutamente giocare..)

      In pratica, era come sperare che un razzo legato ad palloncino potesse stare fermo.
      …E tu lo affidi ad un bambino piccolo?
      Ho dovuto usare il mio cane come esca per recuperargli boxer, flexi e riportarglieli.

      • Io oramai mi accontento che i cani altrui siano legati, ma, confesso, quando vedo un cane “grande” al guinzaglio, comincio con tutta una serie di silenziose valutazioni (tra cui: controllo del cane da parte del conduttore, livello medio di obbedienza in quella situazione specifica, rapporto peso cane – peso umano…)…..

        Esiste non solo chi solleva i piccoletti a tradimento (pratica insopportabile), ma anche chi pratica (a livelli agonistici), lo sci nautico d’asfalto….nel bosco una tizia è caduta con violenza a terra trascinata giù dal suo Boxer che aveva lievemente strattonato il guinzaglio…
        .altri esempi preoccupanti: signore al cellulare con due cani che tiravano come forsennati coi denti in fuori verso la mia (in una mano il telefono, nell’altro i guinzagli), tizio con cagnolona, lunghina e pettorina del “soccorso” (non mi ricordo di che genere, ma non era carnevale) che aveva preso in antipatia la mia, che, a guinzaglio “corto” stava camminando in centro paese con me…..in tre secondi quell’affare si è srotolato. la cagnolona ha occupato 7 metri in larghezza, ringhiando alla mia….ovvio che ho ritenuto opportuno cambiare strada…

        In alcuni casi io l’ho presa in braccio, sbagliando…e quanti proprietari dicono (dopo) :”ma non l’avevo visto”….no, guarda, è il presupposto di fondo che è sbagliato: tu il cane lo devi tenere legato e, se lo liberi, devi avere mille occhi per accorgerti di ogni singolo cambiamento del quadro generale….nanetti inclusi…

        • …Sto soffrendo per la tipa trascinata sull’asfalto. Deve fare malissimo.

          Io valuto principalmente sesso ed età degli altri cani. Grandi o piccoli che siano. (Certo…Magari se ho di fronte un alano, valuto anche la stazza, in quel caso..)
          Solitamente il mio non reagisce a femmine e cuccioli, anche se gli saltano in testa.
          Se lo fanno alcuni maschi, invece potrebbe non gradire.
          Ad ogni modo, io preferisco tenerlo legato,quando sono in posti in cui so che c’è altra gente con cani.
          Con un collare e guinzaglio “normali”. (Io flexi e pettorina li uso per il gatto. XD)

  11. A me è capitato una sola volta di sollevare da sotto la pancia un cucciolo (nuovo arrivato in casa) per salvarlo non da un’aggressione ma dalla mia cagnolina di 7 mesi che sfrecciava a trecento all’ora in modalità “non so se riesco a frenare in tempo”. Appena il tempo di pensare “noooo, cosa ho fatto” (sapevo che non dovevo farlo ma è stato un riflesso involontario) che mi sono trovata la grande che saltava con la faccia da pazza cercando di avvicinarsi al cucciolo.
    Risultato: sollevare un cane aumenta solo il predatorio dell’altro cane, e siccome è stato ripetuto più volte in questo sito che l’unica parte pensile dei cani è la bocca si rischia solo di prenderci noi o far prendere al cane in braccio una pinzata/testata gratis. Poi dopo che metti a terra il cane “indifeso”, l’altro si accorge che è solo un esserino inutile da ignorare e finisce lì….-.-“

  12. Per altro…So che non c’entra nulla con l’articolo…E’ piuttosto una difficoltà “tecnica”.
    MA!
    Sono l’unica a cui gli articoli presenti negli “Widgets in tabs” qui a destra della pagina, si sovrappongono gli uni con gli altri, formando un po’ un gran casino? O-O

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here