mercoledì , 22 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Umorismo >> L’addestramento della Sciuranonna

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


L’addestramento della Sciuranonna

di ANNALIA MATTEI – In un articolo a parte, parlando dello standard, abbiamo riferito di quanto questa razza sia sensibile all’addestramento e di quanto sia facile indurne i soggetti a fare le cose più pazze del mondo.

dentieraSciurenonne e sciurnonni, nonostante la dentatura ormai fissata col Polident (ma del resto, così come l’aspetto e la stazza sono irrilevanti per l’appartenenza a questa specie, è altresi irrilevante la presenza di una dentatura completa , vera e/o finta che sia, di enne denti mancanti o di completa assenza della stessa) sono stati visti compiere evoluzioni da Cirque de Soleil sui campi di agility, e qualche soggetto particolarmente dotato è stato visto esprimersi a livelli inimmaginabili anche sui campi di UD.

Tutto, pur di compiacere il proprio addestratore.

Soggetti affetti da lombosciatalgie millenarie, in grado di bloccare a letto anche gli All Blacks, sono capaci di alzare pesantissime poltrone (qualche temerario anche divani) per raggiungere gli amati giochini altrimenti irraggiungibili o sciurenonne con dischi intervertebrali ormai completamente saldati con artriti talmente avanzate da essere non più deformanti ma paralizzanti sono in grado di spatasciarsi in un “terra” ( e pure rialzarsi ) per agguantare il premietto Old-Guy-Liftingcattivone rotolato sotto l’armadio ad un semplice squittìo del loro adorato conduttore.
Conduttore che riesce ad esprimere il massimo del proprio potere in presenza del cibo, particolarmente ai pasti…cibo e/o pasto destinato ai soggetti in questione, che essi, anche in assenza di precisa richiesta, gli porranno ai piedi come una volta i fedeli le offerte agli dei, anzi con molta devozione in più.

cane_obesoCon buona pace della forma fisica dell’addestratore, che spesso tende a diventare…abbondante. Ma di fronte allo sguardo felice del medesimo, della forma fisica alle sciurenonne o sciurnonni non può fregar de meno.

Ora, verrebbe da pensare che un simile livello di immediate risposte venga ottenuto con innumerevoli e ripetute sessioni di lavoro.
Ma neppure per sogno.
Un bravo addestratore può riuscire a compiere tali prodezze nel nanosecondo in cui l’umano del soggetto in questione distoglie lo sguardo da lui per un qualsivoglia motivo…e il gelato appena comprato è finito tutto nello stomaco dell’addestratore mentre la sciuranonna si giustifica al grido “ ma non hai visto che era affamato? Inghiottiva!” e peraltro, una volta eseguiti anche solo per una singola occasione, certi comportamenti si fissano a tal punto che all’addestratore basta un lieve moto del capo e verranno ripetuti per l’eternità.ipnosi

In pratica, più che di addestramento, in presenza di sciurenonne e sciurinonni verrebbe da parlare di “guida telepatica”, “completo asservimento” ( in realtà la parolina giusta finisce sì in mento, ma non è asservir che lo precede…è ben altro ) messo in atto dal soggetto addestrante visto che gli appartenenti alla razza in questione diventano in pratica zerbini in adorazione del loro dio, in completo spregio di qualsiasi altra voce, quella della ragione compresa. Anzi,particolarmente a quella sono più sordi di quanto la loro età giustifichi.

Perchè se da un lato sono così facilemente “educabili” e “telecomandabili”, dall’altro risulta notevolmente difficile, anzi impossibile, invertire errori di addestramento una volta fissati.

Anche perché gli errori vengono in pratica sanzionati dall’umano: che è un predicatore che predica al deserto, che parla non ai sordi – che per lo meno il labiale lo capiscono – ma a qualcuno con tanta cera nelle orecchie che neppure i marinai di Ulisse con le sirene, che tenta di far ragionare un soggetto la cui capacità di ragionamento è stata praticamente azzerata dall’ammorreeee incondizionato per il proprio addestratore. Che magari, inizialmente, asserivano detestare: “in casa mia? MAI!!!”

Un umano che cerchi di spiegare a sciurenonne e sciurinonni che i cioccolatini e le caramelle NON sono da caramelleossodistribuire a piene mani come neppure la Ferrero come ricompense all’addestratore perchè gli fanno male, sta sprecando tempo e fiato, visto che al medesimo continueranno ad arrivare in quantità industriali, checchè ne dica l’umano, appena questi gira l’occhio.

Tentar di far capire che mal di schiena e sollevamento poltrone sono leggermente antitetici fra loro, in particolar modo per raggiungere una pallina quando ve ne sono quintali a disposizione nella cesta dei giochini, renderà l’umano degno solo di un misero sguardo di commiserazione, mentre sulla testa della sciuranonna o sciurnonno che sia apparirà il fumetto “ tze, ma tu non sai che quella è la SUA pallina preferita! ‘ gnurante!” e la prossima volta che la pallina rotolerà sotto il divano, la sciuranonna si fionderà a provvedere. E che l’artrite vada pure a farsi benedire.
Mentre l’umana/umano si mette le mani nei capelli…e l’addestratore se la ride sotto i baffi.
Farebbe pure il gesto dell’ombrello, ma non può (almeno questo) avendo quattro zampe. Però, no problem. Lo fa la sciuranonna al posto suo.
Sigh.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico