lunedì , 20 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Salute >> La giardia: un pericolo che non deve allarmare

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


La giardia: un pericolo che non deve allarmare

Se fino a pochi anni fa la giardia era molto poco conosciuta, ad oggi c’è maggior consapevolezza a proposito di questo protozoo, che può avere effetti non proprio benvoluti sia sui cani che sulle persone. In realtà la scoperta della Giardia sembra risalire addirittura al 1681, anche se il nome è stato poi introdotto per la prima volta nel 1882.
Insomma, la storia è piuttosto antica e ne sono presenti diversi ceppi.

giardia_apertLa giardiasi, la patologia che ne deriva, è diffusa ormai in tutto il mondo e causa principalmente problemi intestinali sia nei cani che negli umani: i più a rischio sono in entrambi i casi i “cuccioli” (quindi nel caso dell’uomo i bambini sotto i due anni, che tendono a mettersi spesso le mani in bocca), tuttavia non è necessario allarmarsi perché nella maggior parte dei casi è asintomatica e assolutamente tollerata tanto dall’organismo umano che da quello canino: si stima che solamente nel 10% dei casi si manifestino sintomi evidenti.
E’ bene però in caso di sospetto provvedere ai dovuti controlli, non tanto per un pericolo verso il singolo soggetto quanto per i rischi di infezione di altri frequentatori delle stesse aree, infatti oltre alle feci sono un potenziale veicolo di infezione l’acqua e il terreno.

I SINTOMI

Già, i sintomi: solitamente la giardiasi si presenta con diarrea intermittente e dolori addominali e flatulenza.
In casi più gravi si può arrivare a febbre, vomito, anemia e diminuzione di peso, però come detto questo accade soprattutto in condizioni di scarsa igiene e/o di un sistema immunitario già malfunzionante.
Nel cane in particolare è bene attivarsi per controllare la possibile presenza di Giardia quando si nota una diarrea intermittente e un dimagrimento, anche se il cane si continua a nutrire abitualmente e con appetito.

COME IDENTIFICARE LA GIARDIA

Per identificare la Giardia è necessario un esame microscopico delle feci, in particolare tramite il cosiddetto “arricchimento” tramite il solfato di zinco, che permette di identificare le cisti della Giardia molto più facilmente. Dato che gli episodi sono intermittenti, è bene eventualmente ripetere l’esame in giorni diversi, perché l’assenza delle cisti al primo esame potrebbe trarre in inganno e non significa necessariamente che non si tratti di giardiasi.

TERAPIA

giardia5Come abbiamo già sottolineato, non è il caso di allarmarsi: il problema solitamente non è grave. Per il trattamento del cane solitamente è sufficiente una terapia che può andare dai 3 ai 5 giorni, solitamente più che sufficienti per guarire il soggetto.

AMBIENTE

Un po’ più complicata, ma assolutamente indispensabile, è la disinfestazione dell’ambiente: nel caso di ambienti esterni l’operazione può essere complicata soprattutto se ci sono stati episodi di diarrea che non siamo riusciti a rimuovere completamente.

Per la disinfestazione ambientale, caldamente consigliata in presenza di un animale infestato e di altri soggetti a rischio, si possono utilizzare:
a) una soluzione di ozono gassoso disciolto in acqua. Il trattamento risulta efficace per un’esposizione alla concentrazione di 0,3 mg/l per 2 minuti;
b) ammoniaca: per l’inattivazione delle oocisti è necessaria la sospensione in soluzione al 5% per 20 minuti.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico