mercoledì , 22 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Discussioni >> Come NON far cambiare idea alla gente sulle adozioni

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Come NON far cambiare idea alla gente sulle adozioni

di DAVIDE BELTRAME – Nella vita, si sa, è difficile avere certezze, oggi più che mai.
Una certezza incrollabile, però, penso di potervela dare:  scrivete che avete deciso di prendere un cane in allevamento, che avete valutato le attitudini della razza, che siete straconvinti che quella sia la razza che volete, specificate magari che avete considerato anche l’adozione ma che non avete preso quella scelta per i motivi A,B, C, e magari chiedete consiglio per un buon allevamento.

Quindi, preparatevi all’inondazione di “vai in canile”, “adotta”, “i cani no si comprano”.

adozioneQuesto è quello che succede nella maggior parte dei casi, ad esempio l’episodio che mi ha portato a scrivere questo articolo è stato proprio così: una persona voleva acquistare un cane, chiedeva consigli su quali fossero gli allevamenti migliori di quella determinata razza, e chiedeva anche un parere su uno specifico allevamento che gli proponeva un cucciolo a “prezzo di favore” perché ultimo rimasto della cucciolata.

Su 10 risposte, almeno 7 erano come quelle menzionate prima, insomma il “solito campionario”, con gli stessi 7 autori che davano colpi di “mi piace” e risposte di approvazione agli altri 6, allungando quindi il numero di risposte tutte uguali…e comunque non in tema con la domanda posta.

Di fronte a ciò, mi sono chiesto: “mappecchè?
Se una persona ha già fatto la sua scelta, ha valutato che preferisce andare a prendere un cucciolo in allevamento e chiede consigli specifici su quello, per quale motivo deve vedersi una caterva di risposte che per lui sarà completamente inutile, e per di più agli altri partecipanti darà comunque un po’ l’impressione di “fanatici dell’adozione” che non perdono occasione per far valere la presunta superiorità morale di una scelta piuttosto che un’altra?

Insomma, è difficile che una persona non pensi minimamente all’opzione canile quando valuta di prendere un cane, se ha già fatto la sua scelta è molto probabile che abbia già scartato l’ipotesi, per motivi suoi, che poi possono essere o meno condivisibili ma comunque non autorizzano a fargli la “ramanzina” su quella che è la sua scelta, perché stiamo parlando comunque di chi si è informato e ha deciso comunque di andare in allevamento, non dal “negozietto sotto casa”.

Guardate che anche queste cose, che possono sembrare insignificanti, viste da fuori e viste in numero crescente e costante, sono quelle che poi portano alla brutta definizione di “animalisti fanatici”.
isteriaAnche perché è un tipo di atteggiamento che viene praticato solo dai “pro-adozione”: se mai qualcuno si azzardasse a dire “vai in allevamento” a chi avesse chiesto informazioni per un’adozione, scommetto quanto volete che si vedrebbe rispondere in modo assai poco carino…mentre se ti azzardi a dire “scusate, ma ha già deciso per l’acquisto, perché non lasciate spazio ai commenti in topic?” si rivendica subito la libertà di opinione, internet di tutti, lo spazio pubblico, eccetera.

Insomma, ormai sotto a praticamente ogni post riguardante la richiesta di informazioni sui cani di razza, spuntano i commenti pro-meticci, pro-adozione, anti-allevatori, oltretutto non sotto forma di consiglio, ma categorici: non leggiamo commenti del tipo “Guarda, hai valutato bene le tue esigenze? Cosa devi fare con il cane? Se non cerchi caratteristiche specifiche di quella razza perché non fai prima un salto in canile a vedere se c’è un cane adatto a te?” ma “Che schifo voler comprare un cane, con i canili che strabordano di cuccioli!” o il classico “ma in canile è pieno così di cani di razza!” (tema di cui abbiamo già parlato in un altro articolo).

Il problema è che il tema “acquisto vs adozione” è una delle diatribe più lunghe e inaffondabili della cinofilia, altro che “pettorina vs strangolo” o similari, tant’è vero che dove ormai altre “guerre di religione cinofile” ormai hanno fatto il loro tempo e sono bene o male terminate o comunque molto più sporadiche di una volta, la lotta alle bruttepersonecheacquistanoicani continua imperterrita.
E vai a spiegare che il fatto di non essere contro l’acquisto (serio e fatto in allevamento, non da negozi o cagnari, ma serve ancora dirlo?) NON vuol dire essere contro l’adozione: niente da fare, se non ritieni l’acquisto un brutto gesto sei un insensibile che non vuole bene ai poveri cani rinchiusi nei canili.

canile21Non è così per tutti ovviamente: ci sono molti volontari e molte strutture che non “demonizzano” gli allevatori, anzi ci sono diversi casi di collaborazioni, e la cooperazione porta sicuramente maggiori risultati di slogan e fanatismi. Tuttavia, se prendiamo in esame la maggioranza delle discussioni, purtroppo le voci equilibrate sono una minoranza, e questo ovviamente sulla percezione dell’argomento da parte del “lettore medio” o di chi magari frequenta le discussioni cinofile sono occasionalmente, ha una grande influenza.

Ribadisco, guardate che consigliare chi chiede pareri su una razza o su un allevamento non vuol dire non concepire l’adozione o non capire l’importanza di aiutare i cani di canile!
Io capisco benissimo che si cerchi di spingere verso l’adozione chi non ricerca particolari caratteristiche, chi  non cerca il cucciolo ma anzi magari preferisce un cane più grande e “esperto”, chi è ancora indeciso sulla scelta da fare…in questi casi sarei anche io tra i primi dire “valuta l’idea di adottare dal canile”.
Però non è corretto pensare che se uno cerca il cane di razza sia solo per un fattore estetico (diceria comune n.1) o per “esibire l’oggetto di marca” (diceria comune n.2).
Anche perché di preciso cosa dovrebbe esibire, che quando passeggi per strada azzeccano la razza del tuo cane giusto se hai una razza iper-mega-nota (o di moda in quel momento), ma 8 persone su 10 canneranno totalmente valutazione? Persino Destiny, solo perché ha meno bianco del “border collie della pubblicità”, spesso non viene subito identificata come border collie. Certo, è anche un cane di linea da lavoro e non da bellezza, ma non venitemi a dire che la maggioranza della gente per strada sa dell’esistenza di linee da bellezza e linee da lavoro…Insomma, se vai a dire a uno che compra un Labrador che vuole solo il “cane da esibire” magari trovi anche chi appoggia la tua critica, ma se lo dici a chi cerca il Bearded Collie, dovresti prendere qualche spernacchiata.

ignora_aperInsomma, se una persona ha già valutato le diverse opzioni, ha già scelto che vuole un cane di una determinata razza e chiede informazioni ben specifiche a riguardo, perché inondargli la discussione di commenti che probabilmente nemmeno leggerà?
Anche perché  chi vi dice che non abbia già valutato l’opzione adozione e l’abbia scartata per qualche motivo, o semplicemente nella sua zona non ci sia un canile, oppure ci sia ma non sia degno di fiducia (e purtroppo ce ne sono molti) ?
Lo stesso tempo che impiegate a fare un commento che cadrà nel vuoto lo potreste impiegare a fare lo stesso commento a qualcuno che invece potrebbe essere seriamente interessato a valutare l’opzione “adozione”.
Se poi proprio volete intervenire nella discussione convinti di poter far cambiare idea, fatelo almeno in modo costruttivo: chiedeteli cosa lo abbia spinto a scegliere quella determinata razza, e se le motivazioni vi sembrano compatibili anche con l’adozione, fateglielo presente; ma porsi subito in modo “aggressivo” facendogli capire (o dicendolo proprio a chiare lettere…) che reputate la sua scelta inaccettabile o commentare solo a botte di slogan, è il modo migliore per non farsi ascoltare.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo




Informazioni su Davide Beltrame

Figlio di Valeria Rossi dalla nascita, creatura mitologica a metà tra uomo e cane, con tratti bestiali dello yeti. Solitamente preferisce esprimersi a rutti, ma ogni tanto scrive su "Ti presento il cane" (di cui è il webmaster, quando e se ne ha voglia). La sua razza preferita è lo staffordshire bull terrier, perché è un cane babbeo che pensa solo a mangiare e a dormire. Esattamente come lui.




×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico