lunedì , 20 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Rifugi-canili-adozioni >> Qualcosa è andato storto >> Qualcosa è andato storto: Botolo

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Qualcosa è andato storto: Botolo

Apriamo oggi la prima puntata di una nuova rubrica: “Qualcosa è andato storto“.

In questi appuntamenti vi proponiamo le schede di cani che hanno bisogno di una famiglia, ma che a causa di qualche difettuccio (qualcosa che, appunto, non va secondo il canonico “verso giusto”), non hanno ancora trovato casa.

Quale miglior modo per cominciare, se non presentandovi un cane che, già dal nome, è tutto un programma?

Botolo è un meticciotto castrato di taglia piccola simil-qualcosa arrivato dalla Spagna qualche anno fa; è nato il primo gennaio 2010, quindi viene bene anche contare quanti anni ha se non siete ferrati in matematica, e in più permette di risparmiare sulla festa di compleanno, dato che potremo festeggiare con amici e parenti riciclando gli avanzi del cenone di capodanno.

Orecchie a cotoletta affette da otite cronica, ha un magnetico sguardo da “quanto so’ figo”, che usa per dissimulare il bassissimo titolo di leishmania che è stato rilevato dai test.

E alla fin fine lui è un gran figo davvero, con quella faccia lì non passa certo inosservato.

Ma non è solo un gran bel cane, nossignore: questo Botolo è anche un abile artista e, nel caso in cui vi doveste dimenticare che deve mangiare ipoallergenico, saprà anche mostrarvi le sue abilità di decoratore di pavimenti.

Come tutti gli artisti è un po’ timido e asociale, tanto che nelle prime passeggiate fa fatica ad affidarsi a chi non conosce e si mantiene sulle sue, ma una volta presa fiducia va che è un piacere; per questo la sua sistemazione ideale sarebbe una casa con un piccolo giardino, in modo da poter prendere confidenza con la famiglia prima di affrontare il mondo col guinzaglio. Chi lo segue da tempo lo ha già portato in macchina, in campagna e, per piccoli tragitti, in ambito urbano. Persino al bar, nonostante i timori iniziali, ha finito per elemosinare coccole da tutti i presenti, non potendo rinunciare troppo a lungo alla sua espressione da “quanto so’ figo”.

Potrebbe convivere con una femmina adulta non troppo invadente (è troppo figo per farsi sporcare dalle zampate di una compagna giocherellona), mentre con un maschio le cose non funzionerebbero. Però può tollerarne la presenza in passeggiata, così se avete amici con cani maschi non dovrete rinunciare a qualche giretto in compagnia.

Un cane così non bisogna farselo scappare, per cui contattate nel più breve tempo possibile Cristina (3477801076) o Stefania (3391775004) per aggiudicarvi Botolo, il cane figo!

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico