di FRANCESCA M. BRUNELLO – Come avevo più o meno anticipato, oggi vi presento Neve!
Partiamo dalle cose importanti: è maschio, simil maremmano, poco meno di un anno, castrato e sano.
Viene da Carini, in provincia di Palermo e viveva per strada. La sua adozione è curata da Rossella, una volontaria ENPA che ho avuto modo di conoscere al parco (è stato proprio inevitabile, un po’ perché io attacco a parlare anche con le panchine, un po’ perche la Twiggy venera, adora, stalkera e ama alla follia la sua Shiva… ma delle uscite sceme del mio cane vi racconto in altra sede).

Insomma dicevo che Neve è stato recuperato giù in Sicilia, tolto dalla strada il 31 marzo, tenuto un po’ in rifugio un po’ in stallo e adesso è temporaneamente con noi, mentre cerca casa.
È arrivato a da noi il 22 maggio, dopo aver preso l’aereo fino a Roma e essersi fatto un bel viaggetto in macchina fino a Firenze. Non ha fatto una piega durante il trasporto, ed è stato impeccabile tutto il tempo.

Punto per Neve n1: va in macchina, che è una meraviglia… solo magari non fate guidare lui.

Il giorno in cui è arrivato, stanco e un pochetto rimbambito dall’ambiente nuovo, tra lui e Twiggy quella che si faceva più domande era lei… della serie “Che è sto coso? Perché è venuto a casa con noi? Cosa ci devo fare io con questo?” Lui si è mostrato da subitissimo tranquillo, si è fatto scannerizzare dal naso della befana e pure pulire dalla sottoscritta dopo solo un paio d’ore che ci conoscevamo.

Punto per Neve n2: ha una buona autostima, reagisce benissimo agli adattamenti, è il classico cane che dove lo metti, sta. Non fa una piega con centrifughe rumorose e aspirapolvere.

Essendo stato tenuto sempre fuori, ci ha impiegato qualche ora a prendersi la briga di entrare in casa, una volta entrato ha subito individuato le cucce (sia in cucina che in camera mia).

Già la mattina successiva si era ripreso dalla stanchezza, è andato a prendersi la pettorina da solo e me l’ha portata, quindi ho preso il guinzaglio numero due e ci siamo incamminati tutti e tre verso il parco. (Che se io devo fare le prove di compatibilità devo farle bene, dal maschio che fa il grosso, al cucciolino rompiballe, castrati, femmine intere e così via)

Ora, tralasciando che al guinzaglio va meglio della Twiggy (piuttosto imbarazzante) e cammina perfettamente al piede, manco gli si chiedesse la condotta formale, è compatibilissimissimissimo con qualsiasi forma di vita canina, non si lancia assolutamente sui cani che via via entrano dal cancello del parco, e se uno gli mostra i denti e fa una ruspatina si sottomette, si gira mostrando un pochetto i dentini solo se viene montato. Essendo cresciuto per strada in un posto in cui i cani viaggiano anche in branco ha imparato a rapportarsi con loro in maniera veramente splendida.

Punto per Neve n3: compatibile con tutti i cani, va al guinzaglio perfettamente.

Con le persone si mostra socievole, non salta addosso, non è invadente ma si fa accarezzare senza problemi. Gli parte lo scodinzolamento molesto se si accorge che stai parlando con lui, o se lo guardi, o se hai in mano un biscottino, o un guinzaglio o una pettorina… una caratteristica peculiare di questo canino è che ancora non ha capito come si chiama, però rispetta ed esegue il richiamo come un soldatino. Della serie, puoi urlare “Neveeeee” quanto vuoi, e questo non si gira, ma se fischi o batti le mani facendo due passetti all’indietro parte a trotterellare verso di te.

Punto a favore per Neve n4: è socievole e docile, non invadente e risponde sempre al richiamo… quando capisce che stai chiamando lui.

Con i più stretti si mostra molto coccoloso, un potenziale cane francobollo. Apprezza molto il contatto fisico, cosa che mi ha presa alla sprovvista, essendo io abituata alla Twiggy (che “due grattatine dietro alle orecchie sono più che sufficienti, grazie”).
Oltre ad essere molto coccolo, è anche piuttosto goloso, la mia coinquilina ringrazia, dato che stamattina lui le ha leccato la kinder paradiso mentre lei stava per addentarla. Ha anche infilato la capoccia dentro al sacco vuoto di crocchette rimanendo incastrato con sto coso gigante sulla testa. Ha provato ad infilare il naso anche nel sacco della plastica, facendo volare per terra tutte le bottiglie vuote della mia preziosissima cochina zero. È bastato un “no” bello deciso per farlo desistere. Il “no” più o meno lo conosce, al momento stiamo lavorando sul seduto.

Punto per Neve n5: anche se ha bisogno di imparare i comandi è tutto sommato un cane educato, non zompa sulla tavola e rispetta il momento del pasto, a parte la kinder paradiso della Gioia.

Da quando è qui ha fatto un solo BAU, riferito alla Twiggy che era nel momento pazzia/gioco. Per il resto non ha mai fiatato, nemmeno quando la Twiggy parte a pieni polmoni quando suona il campanello.

Punto per Neve n6: Sa stare da solo e non è un abbaione.

In ultima, vi lascio come indicazioni aggiuntive che è compatibile con cani, gatti, bambini e tutto il resto. È ancora un cucciolone, di conseguenza ha ancora qualche uscita da cucciolo (ad esempio sta ancora lavorando sul fatto di alzare la zampa per fare pipì, a volte lo fa, a volte no, a volte un po’), ma non ha bisogno di lavorare sulla modulazione del morso, perché usa la bocca a mo’ di golden retriever. Diventerà una taglia medio- grande, adesso gli va bene la pettorina della Twiggy, appena acquista il peso che gli manca probabilmente avrà bisogno di una taglia in più.

Per tutte le info riguardo a lui potete chiamare la sottoscritta al 3401819533, riguardo all’adozione contattate Rossella al 3292244077.

Un grandissimo grazie anticipato a tutti quelli che condivideranno l’appello, se gli troviamo casa, sarà grazie a voi.