giovedì , 23 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Discussioni >> Che fastidio danno i cani in spiaggia?

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Che fastidio danno i cani in spiaggia?

di CLAUDIA BAGNO – MOMENTO POLEMICA; per una volta, lasciatemi sfogare su un argomento trito e ritrito, ma che ancora mi fa salire la bile: porca miseria, che fastidio vi daranno mai i cani in spiaggia?

Puzzano? Esistono anche i puzzoni umani, e io sceglierò sempre un “can bagnà” piuttosto che un’ascella umana. Fine.

Sporcano? Strano, pensavo che tutte quelle sigarette, bottiglie, cartine fossero degli zozzoni umani. Evidentemente anche i cani sbevazzano, e non solo in spiaggia a quanto pare: questi maledetti cialtroni quadrupedi lasciano cocci e lattine anche sui colli, e in generale ovunque vadano, pensa te!

Sono pericolosi? Qui non dovrei neanche parlare, basterebbe accendere la tele e ascoltare un TG qualsiasi. Ma vabbè, sono pericolosi. E allora che mi dite di tutti i fumatori che in spiaggia ti intasano i polmoni con le loro sigarette? Il tabacco fa benissimo vero? E siccome i fumatori sono persone generose, oltre a intossicare loro stessi e la loro famiglia, hanno la gentilezza di condividere la loro nicotina con te. Sicuramente la prima causa di morte in Europa è la presenza canina in spiaggia, altro che cardiopatie.

Danno fastidio? Eccerto. La vita stessa dà fastidio. I bambini danno fastidio, i ciarloni che raccontano le loro gesta al telefono danno fastidio, il freesbee che ti arriva nei denti dà fastidio, i gabbiani danno fastidio, la sabbia sotto le unghie dà fastidio. Sapete allora che facciamo? Facciamo che invece di relegare tutti i cani e i loro padroni in quelle due o tre “bau beach”, creiamo delle bellissime “Non mi rompete le scatole Beach”, e ci mandiamo tuuuuuuutti quelli che pretendono di stare in pace perfetta. E ce li mandiamo senza NIENTE e NESSUNO, manco la musica in cuffietta, così minimizziamo il fastidio che ci si può dare reciprocamente. Le salme sono i clienti perfetti.
Noialtri andiamo a Sottomarina con il cane e la gente normale.

Mi sta bene avere spiagge solo per i cani, e mi sta benissimo che in queste spiagge ci siano delle regole da rispettare. Ma trovare ancora posti in cui non puoi far entrare il cane in acqua, o ci può entrare solo entro certi spazi (ma di che cosa avete paura? Di cosa? Ditemelo perchè fremo dalla voglia di saperlo! La cosa peggiore che mi sia successa in acqua è stata essere punta da una tracina – un male boia – e il cane manco ce l’avevo allora, lo giuro!), o che addirittura pretende che i cani pericolosi (???) e i loro incroci abbiano un’assicurazione stipulata (ovviamente tutti gli altri stanno a posto eh?), mi manda via di testa.
Sarebbe bene ridimensionare tutta la faccenda “cane”, perchè ormai sembra una psicosi. Mi pare che tutte queste aree dedicate, in spiaggia e non, servano più che altro a trattare i cani come un problema da arginare. Invece che educare la gente cane-munita, la chiudiamo lì. Ciao.

Raga, giuro: sono solo CANI. Non l’Isis. Vivono e collaborano con l’uomo dall’antichità.

Ormai socializzare il cucciolo è inutile: va socializzata l’umanità.

P.S. ovviamente, non ho nulla contro le regole da rispettare nella gestione del cane, e contro le aree cani in generale. Sono un ottimo strumento e un’ottima opportunità per chiunque non abbia il cane perfetto (cioè tutti). Ma a volte si perde un attimino il senso della misura, dimenticando che di certo non sono i cani il principale problema dell’umanità, e che per ogni proprietario maleducato, ci sono decine di persone che riescono ad essere maleducate anche senza lasciare una cacca sul marciapiede (e non è poco, suvvia!).

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico