SCOPRI IL NOSTRO PET SHOP

Ci è stato inviato questo articolo da parte di Carlo Colafranceschi, già in passato autore di alcuni articoli pubblicati su “Ti presento il cane”, inerente il tema delle punizioni.
Come sempre diamo volentieri voce ai contributi esterni, tuttavia in questo caso è necessario modificare un po’ la modalità di fruizione: trattandosi infatti di un testo molto lungo e approfondito, pubblicarlo interamente online avrebbe richiesto la suddivisione in molte parti o avrebbe generato una pagina moooolto lunga e quindi impegnativa da leggera, ed entrambe le soluzioni avrebbero reso la lettura più difficile o più “discontinua”.

Data la difficoltà di sintetizzare ulteriormente il contenuto, anche perchè nel testo ci sono molti riferimenti a studi, abbiamo quindi optato per offrire la possibilità di scaricare l’articolo in formato PDF, così da poterlo consultare in un unico documento come era stato originariamente concepito dall’autore.

E’ quindi possibile scaricare l’archivio ZIP a questo link, o consultarlo direttamente in formato PDF dal browser.

 

Articolo precedenteTi presento… la BARF – La BARF per il cane anziano
Articolo successivoTi presento… gli IAA – Ospedale e Pet Therapy

Potrebbero interessarti anche...

Vuoi aggiungere qualcosa? Dì la tua!

1 commento

  1. Complimenti per il rigore scientifico dell’articolo. Ma poi nella vita quotidiana cosa succede? Nessuno dei professionisti a cui mi sono rivolto ha ottenuto qualcosa con il mio cane fobico/aggressivo utilizzando il rinforzo positivo. Anche per il suo totale rifiuto del gioco e dei bocconcini. Qualche risultato ma esclusivamente riguardo all’aggressività lo ha ottenuto qualche addestratore classico con il famigerato strattone. Risultato temporaneo pero’ per la nostra totale incapacità di continuare ad utilizzare questo metodo autonomamente. Sulle paure niente. Mi chiedo allora perché con tanto scrivere e parlare noi proprietari e i nostri cani siamo totalmente abbandonati a noi stessi persi in un mare magnum di pareri e metodi contrastanti? Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here