di CHIARA MECCOLI e LUSY IMBERGEROVA – Progressive test Dogdance (ProDD) è una disciplina lanciata e supportata da CSEN Cinofilia, che consiste nello svogere dei test (di difficoltà man mano maggiore) che prevedono l’esecuzione in sequenza e con una base musicale di alcuni esercizi.
Durante il test, infatti, il binomio dovrà eseguire in tempi prestabiliti una serie di tricks e condotte.

Le quattro divisioni della Pro-DD sono:
1- musical dressage
2- heelwork to music
3- freestyle
4- dance with dog

Chi affronta il test può scegliere in quale categoria cimentarsi (una sola o tutte e quattro) partendo dal primo livello di ciascuna.
Se il test verrà superato, in una sessione successiva il binomio potrà affrontare il secondo livello e così fino al terzo livello.
Il test dà accesso al livello successivo se la valutazione (in punti) è traducibile in eccellente (per punti e giudizio potete consultare il regolamento ufficiale Progressive Test Dog Dance).
Nel primo livello di ogni suddivisione è consentito l’aiuto gestuale e l’utilizzo di rinforzi (gioco o cibo).
Questo non significa che durante l’allenamento si debba lavorare sempre con il cibo in mano e premiando necessariamente il cane ad ogni passaggio, ma considerando che l’ambiente di gara (che implica tensione del conduttore, ring, spettatori e distrazioni) può essere per alcuni cani motivo di maggiore difficoltà, si è deciso di abbassare la difficoltà consentendo l’uso di rinforzi.
Nel secondo livello di ogni suddivisione è tollerato l’aiuto gestuale, ma non è consentito l’utilizzo di rinforzi (gioco o cibo).
Nel terzo livello è consentito solamente il comando vocale.

La valutazione

In ogni livello viene valutata l’espressione e l’attenzione del cane sul conduttore; questo significa, per fare un esempio, nell’esercizio “posizione per 4 secondi”, per ottenere un punteggio pieno (tre punti) il cane deve mantenere sempre inalterata l’attenzione sul conduttore.
Ogni esercizio viene valutato da zero a tre punti.
Il binomio puù raggiungere la valutazione finale di “buono”, “molto buono” o “eccellente”, per accedere al livello successivo è necessario raggiungere la valutazione “eccellente”.
Per ambire al titolo di Master di PRO-DD è obbligatorio superare ogni livello con la valutazione di “eccellente”; nel caso della valutazione di “buono” o “molto buono” è quindi possibile ripetere il test per poter raggiungere la valutazione di “eccellente”.

La ProDD è una disciplina in cui non ci sono classifiche, è un test soprattutto con se stessi, dove il binomio può mettersi alla prova attraverso un percorso di training con tricks e condotte, potendo far riferimento ad una sequenza di esercizi obbligatoria, che gli consente di cimentarsi in esercizi dieversi e con difficoltà sempre maggiori.
Il binomio si diverte, fa esperienza e acquisisce competenze tecniche che possono essere anche sfruttate nelle coreografie di dog dance nel Freestyle e in HTM.

Articolo precedenteTi presento… il K9 Cross Training – Come funziona un allenamento?
Articolo successivoFoto… da cani – Istantanee dalle vacanze

Potrebbero interessarti anche...

Vuoi aggiungere qualcosa? Dì la tua!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Chiara Meccoli Referente Nazionale Dogdance Csen, giudice internazionale DDI e Pro-DD, Presidente Italia Dogdance, partecipa agli Europei 2014, dal 2016 è membro della nazionale Italiana dogdance CSEN, finali-sta al Campionato del mondo di Mosca, 9° posto; finalista al Campionato del mondo di Leipzig, 5° posto FS. Lusy Imbergerova Responsabile Nazionale Dogdance Csen, giudice internazionale DDI e Pro-DD, partecipa ai Campionati Europei 2014, al Crufts 2015, dal 2016 è membro della Nazionale Italiana Dogdance CSEN, finalista al Campionato del Mondo a Mosca (RU) 2016 2° posto; finalista al Campionato Europeo Krieglach (A) 3° posto; al Crufts 2017 ottiene 2° posto. E’ Campionessa Italiana CSEN FS 2016, e Campionessa Italiana HTM CSEN 2017.