di DAVIDE BELTRAME e FABIANA BUONCUORE – Dopo una lunga latitanza e in colpevole ritardo rieccoci a scrivere un articolo insieme, questa volta per raccontarvi com’è andato l’evento in gran parte responsabile della suddetta latitanza!
Domenica 13 Ottobre come vi avevamo anticipato si è infatti svolto a Sanfrè il primo evento “Ti presento il cane”, occasione in cui abbiamo potuto mostrare un po’ di discipline cinofile e anche farle provare ai più temerari (e meno timidi).
Inoltre, grazie al contributo di Farmina ND, abbiamo avuto la possibilità di lasciare a tutti i partecipanti un piccolo omaggio.
Pensate sia facile ottenere una sponsorizzazione minima, come un certo numero di omaggini per il pubblico? Ebbene, no. Farmina è stata la sola ditta ad partecipare di buon grado all’iniziativa, rendendo senz’altro più gradevole la partecipazione da parte del pubblico.

Ci teniamo inoltre per prima cosa a ringraziare tutti coloro che si sono impegnati durante la giornata per dimostrare e far provare le discipline:
Per Agility Dog e Disc Dog, Sara Corino del centro cinofilo “A Scuola da Luna e Joy”, con addizionale nota di merito poiché nonostante le condizioni di salute non ottimali non ha mollato un attimo.
E per “condizioni di salute non ottimali” intendiamo influenza e febbre, lei come la famiglia a casa. Eppure, Sara ha resistito stoicamente, dando prova di una grande tempra e di pari talento, esibendosi ed accogliendo il pubblico con una invidiabile professionalità.

Per Rally-O, Ricerca in superficie e Mantrailing, il Gruppo Cinofilo Debù, il quale ha portato anche il Treibball, grazie a Lucetta Miazzi che ha conseguito il titolo di Istruttrice per questa disciplina ancora giovane ma sempre più diffusa.
Devo dire che, seppur nuova, questa attività sportiva cinofila ha destato molta curiosità, data la presenza nel ring di enormi palloni colorati. È stata sperimentata da diversi cani e, mannaggia, io non ho avuto tempo di farlo, se no mi sarei cimentata molto volentieri.

Per il K9 Cross Training, Katiuscia Sacchi e Alessia Lucia, anche qui va una nota di merito addizionale poichè Katiuscia è venuta fin qui da Padova, non propriamente dietro l’angolo.
Le ragazze, inoltre, non si sono fermate un momento, dimostrando una notevole resistenza per tutta la durata dell’evento. Sempre col sorriso e un grande entusiasmo, durante la giornata hanno accompagnato moltissimi cani alla scoperta di questa fantastica disciplina cinofila.

Per la Dog Dance abbiamo invece “giocato in casa” dato che a dimostrare e a far provare la disciplina hanno provveduto Fabiana e la nostra amicallieva Monica Morando, che a dispetto delle mille ansie pre-manifestazione è stata davvero bravissima con la sua Katy a dimostrare e spiegare la disciplina. Prossimo passo, il debutto ufficiale in gara!
Debutto “ufficiale”, sì, perché come avevamo raccontato nel relativo articolo (http://www.tipresentoilcane.com/2019/06/14/balla-coi-cani-la-nostra-prima-gara-di-dog-dance/),Monica purtroppo aveva potuto gareggiare esclusivamente in classe Fun. Ma il prossimo weekend saremo entrambe di nuovo in pista! Katy è una cagnolina piuttosto difficile da gestire (a causa del suo carattere temevamo che mollasse la dimostrazione per andare a rissare con qualche cane…), ma, forte del suo meritatissimo brevetto CAE1, ha saputo mantenere la concentrazione ogni volta che ha esibito la sua routine, meritandosi fragorosi applausi.

A Monica dobbiamo inoltre ringraziamenti aggiuntivi perché insieme a suo marito Enrico e alla figlia Alessia ha contribuito attivamente anche al montaggio (e smontaggio) di ring, gazebo e dintorni (operazioni che abbiamo svolto domenica mattina per evitare che i gazebo potessero danneggiarsi se montati il giorno prima), oltre a darci una mano durante la giornata, non solo con la dog dance.
Quindi un ulteriore grazie per la levataccia domenicale, e grazie per tutto l’aiuto pre-manifestazione.
Un po’ meno grazie per i vari: “ma Fabiana, non è un po’ tardi per questo, quello e quell’altro?”, “Ma tu non hai l’ansia per domenica?”, “Ma se poi facciamo brutta figura?” e ansie in ogni luogo e in ogni lago. Perché già non avevamo abbastanza ansia da soli, eh?
Monica è il mio grillo parlante. Anche se io tendenzialmente non ne parlo, è capace di tirare fuori le mie più recondite ansie e sbattermele in faccia come una secchiata d’acqua fredda, costringendomi ad affrontarle ed assaporarne l’amaro fino in fondo . D’altronde, è anche a questo che servono gli amici. Credo.

Ultimo ma non ultimo, grazie a Daniele Trainini, anche lui parte attiva dello staff che ha aiutato nell’organizzazione e nello svolgimento dell’evento e si è anche calato nei panni dell’intervistatore, in più ci ha portato un sacco di gadget dell’asilo per cani Liberty Dog della nostra amica Alessia Ronchi, dato che lei purtroppo non ha potuto partecipare direttamene all’evento perchè messa KO dall’influenza.
Ah, e ci ha aiutato anche Andrea, il papà di Fabiana, sia direttamente durante le operazioni di montaggio, sia fornendoci diversi attrezzi dal suo campionario, che farebbe invidia ad alcuni dei più forniti negozi d’Italia.
Insomma, senza il grosso aiuto dato da tutte le parti non avremmo potuto organizzare un evento di cui siamo davvero molto soddisfatti! Posso confermare che, se fossimo stati soli, probabilmente avremmo finito di montare i ring ed i gazebo a evento terminato, quindi ringrazio a mia volta i nostri preziosi ed infaticabili amici. Beh, in cambio hanno avuto l’onore di indossare la prestigiosa t-shirt di Ti Presento il Cane, mica bubbole.

Certo, essendo il nostro primo evento dal vivo organizzato “tutto da noi” non tutto è riuscito magari proprio come avremmo voluto… però ci siamo impegnati il più possibile, il riscontro di pubblico è andato oltre le previsioni e cercheremo di fare tesoro dell’esperienza per fare sempre meglio nelle prossime occasioni.
Fra i vari punti da rivedere: i ring, tirati su con paletti venduti come appositamente pensati per tendere dei nastri… risultato: i nastri toccavano terra, e se li tendevamo di più si piegavano i paletti come fossero stati di gelatina, non risolvendo un beneamato ciuffolo. Però i cani non sembravano troppo infastiditi dai ring mosci.

Ma quindi… come si è svolto questo evento?
Grazie al Comune di Sanfrè e all’ADFC Sanfrè abbiamo potuto usufruire di un’ampia area del Campo Sportivo Comunale, avendo a disposizione un intero campo da calcio da 7 e un annesso campo da calcetto, entrambi recintati.
Il tutto ha consentito di avere ampi spazi sia per i ring delle dimostrazioni, sia per il pubblico.
Abbiamo diviso l’area in 5 ring per le dimostrazioni e le prove pratiche, in più c’era il nostro gazebo con annesso ring per le consulenze e valutazioni, aspetto che ci ha impegnato principalmente al mattino mentre al pomeriggio la maggior parte del pubblico si è cimentata nelle “prove pratiche”, probabilmente complici anche le temperature meno fredde rispetto al mattino.
Fabiana si è divisa tra il ruolo di dimostratrice per la dog dance e “cicerone” per annunciare le varie dimostrazioni, Monica (e famiglia) e Daniele come già detto hanno dato una mano in diversi modi, mentre io cercavo principalmente di evitare LAGENTE.
Missione non facile dato che GENTE ce n’è stata un buon numero. Il fatto che l’evento si svolgesse durante tutta la giornata ha consentito di avere un flusso abbastanza costante senza troppe “code” e pienoni, ma nonostante ciò in alcuni dei ring si è lavorato a pieno ritmo data la grande curiosità dei partecipanti all’evento .
Nulla da aggiungere, se non il fatto che io mi ero procurata un fighissimo amplificatore vocale per farmi sentire bene dal pubblico, raggiungendo lo scopo, ma anche improvvisando involontarie gag, tipo cercare di parlare convintissima che fosse acceso e scoprendo solo dopo un bel po’ che stavo parlando al vento, od imprecare per qualche imprevisto scoprendo di avere il marchingegno acceso, provocando le risate del pubblico e i facepalm del mio team.

A suscitare maggiore curiosità sono state le discipline o già famose, come l’agility, o comunque con un buon numero di attrezzi come il K9 Cross Training, il cui ring era probabilmente il più variopinto date le numerose attrezzature.
Al mattino ha avuto un buon riscontro anche la Rally Obedience mentre Ricerca in superficie e Mantrailing mostrate dal Gruppo Cinofilo Debù nel pomeriggio sono state applaudite ma poco “sperimentate”. Similmente, solo pochi temerari hanno provato la Dog Dance che ha però suscitato molta curiosità… insomma, è stata più un “vedere ma non provare”. Lo stesso dicasi per il Disc Dog: Sara Corino ha mostrato grandi abilità di improvvisazione, ma praticamente le han chiesto tutti di provare l’agility.


Il Treibball ha avuto anch’esso un buon riscontro, purtroppo però Lucetta poteva partecipare solo da metà pomeriggio e quindi il tempo per esibizioni e prove è stato ridotto rispetto alle altre discipline… ma siamo stati comunque contenti di poter mostrare anche questa attività.

Insomma, ci siamo divertiti (e anche stancati…), per essere il nostro esordio siamo molto soddisfatti, ma contiamo di non fermarci certo qui!
Ringraziamo davvero tantissimo per la fiducia OPES Piemonte, il comune di Sanfrè e la ADFC Sanfrè perchè ci hanno dato grande disponibilità e un grande aiuto mettendo a disposizione un bellissimo spazio per la manifestazione.
Ci ha fatto molto piacere anche la partecipazione attiva del Presidente del comitato Opes Piemonte Walter Palmero e della moglie Ivetta Bruno, che con la propria cagnolina Nina hanno sia chiesto qualche suggerimento a Fabiana (Nina ha avuto un passato non proprio roseo prima di essere adottata da Walter e Ivetta) sia provato alcune delle attività.

Insomma, ancora un grosso grazie a tutti coloro che hanno partecipato e un grazie ancora più grosso a chi si è prestato a dimostrare la propria disciplina, è stato anche piacevole vedere in alcuni dei momenti di pausa un po’ di “scambio culturale” con prove reciproche delle discipline da parte dei “dimostranti”.
Io stessa ho provato il K9 Cross Training, e posso dirvi che “è una figata pazzesca!” [semicit.]
Si tratta di una disciplina assolutamente consigliabile per chiunque, dal proprietario medio che voglia stimolare il proprio cane con un’attività che diverta il cane, al cinofilo agonista, per via dei benefici propriocettivi, coordinativi e mentali (sia psichici che intellettivi) che produce sul cane sportivo.

Un’ultima menzione d’onore se la merita il gatto, un simpatico e per nulla intimorito micio che per gran parte della manifestazione ha gironzolato nel campo, a volte infiltrandosi anche nei ring per dare il suo fondamentale contributo alle dimostrazioni. Nelle foto potete vedere la sua non chalance nei momenti in cui Sara Corino e poi Fabiana hanno sperimentato il K9 Cross Training… ci aspettiamo a breve da parte del gatto la fondazione del Feline Cross Training.

Ovviamente vi aggiorneremo qui su “Ti presento il cane” sui prossimi eventi in programma: restate sintonizzati!