di CLAUDIO CAZZANIGA – Si è conclusa ufficialmente la nostra stagione di lavoro in acqua. Lunga, intensa, spesso emozionante, estremamente itinerante. Ricca di soddisfazioni.
Una stagione che ci ha rilanciato, speriamo, nel grande giro.
Siamo partiti dalla Germania. Poi quattro volte in Francia, Treviso e in Lussemburgo.
Sabato siamo stati a Marina di Pisa, una località che mi ha visto, negli anni, disputare tante gare con diversi cani.
Il CIT (Club Italiano del Terranova) in collaborazione con il GLAP (Gruppo di Lavoro in Acqua Pisa) ha organizzato il sabato una sessione di brevetti di lavoro e la domenica la Coppa Ursa/Oliver.

Il GLAP è uno dei gruppi storici del lavoro in acqua Italiano.
Giorgio Seppia, responsabile del gruppo insieme alla sua brigata ha messo in piedi una due giorni davvero interessante di lavoro.
Purtroppo, o per fortuna, avendo un figliolo appassionato giocatore di calcio non ho potuto fermarmi due giorni. E siccome Tommy giocava la domenica, ho disputato la gara del sabato.
Per noi quarto grado sportivo.
Il Cit suddivide le gare tra Terranova ed altre razze. Il loro quarto grado è di due tipi. Sportivo ed operativo.
Nello sportivo tutto il “lavoro” è delegato al cane, mentre nell’operativo cane e conduttore operano insieme per portare a termine gli esercizi.

Tempo brutto: non ha piovuto, ma freddo e nuvole ci hanno accompagnato per tutta la giornata. Per noi trasferta in giornata.
Partenza alle 5 del mattino e arrivo intorno alle 9. Caffè e giro saluti.
Campo gara, il mare. A Marina di Pisa c’è una spiaggia protetta dagli scogli. Pare una gigantesca piscina. Lì si è riparati da vento ed onde, però… però a me sarebbe tanto ma TANTO piaciuto lavorare a mare aperto, come in Francia.

Giudici di gara Marcello Mura e Fausto Grazzini, gli stessi che stanno tenendo le fila della squadra nazionale per l’Europeo.
È stato bello vedere tanti cani affrontarsi nel quarto grado. Non capita spesso. Due/tre nella classe Terranova, mentre eravamo credo in sette per la sezione altre razze. Sono stato un po’ disattento durante il lavoro degli altri binomi, lo ammetto.
In questa trasferta mi ha accompagnato la mia “morosa” e tra chiacchiere e saluti vari ho perso un po’ di vista le prove.
Poi intorno alle 15 è stato il nostro momento.
Abbiamo fatto un bel dieci minuti di riscaldamento (a mio avviso molto proficuo) poi via con il brevetto.

Per la gara, il menu prevedeva otto esercizi.
– 15 minuti di nuoto;
– Condotta al guinzaglio;
– Recupero di persona animata tramite imbrago;
– Cane fermo 5 minuti mentre conduttore opera (nello sportivo il conduttore non deve conoscere le operazioni di primo soccorso);
– Recupero di persona animata, partendo da gommone;
– Recupero di persona incosciente tramite polso, partendo dal gommone;
– Apporto di salvagente partendo da riva;
– Apporto di cima da riva a gommone.
Non è un brevetto difficile sulla carta, ma come tutte le cose va preparato per bene. Io ho vissuto un po’ di rendita, avendo negli ultimi tempi difficoltà negli allenamenti… ma questa è un’altra storia.

La Mave è andata bene, è stata brava.
Ha lavorato con calma e molto tranquilla.
100/100 il nuoto, 100/100 la condotta al guinzaglio, 100/100 il recupero di persona mediante anelli, 97,50/100 il fermo mentre il conduttore opera, 100/100 il recupero di persona da gommone, 99/100 recupero di persona tramite polso, 100/100 apporto salvagente e 100/100 apporto della cima.
Totale 796,50/800 e primo posto.

I punti persi nell’esercizio del cane fermo mentre il conduttore opera… sono colpa mia.
Al di là che nello sportivo si valuta solo che il cane stia fermo ed il conduttore non deve operare nessuna manovra sul figurante, io per passare il tempo parlavo di Fiorentina con i giudici… ma ho sbagliato la posizione del cane. Il cane deve stare al fianco del figurante mentre io l’ho messo quasi in diagonale…
Per il resto sono molto contento, l’unico appunto che faccio è che forse le distanze dei figuranti rispetto al punto di partenza del cane potrebbero essere un po’ allungate… però ammetto che c’è una buona varietà di esercizi.
Ho gradito molto i commenti di chi aveva visto lavorare lo scorso anno la Mave e da un po’ non la vedeva. L’hanno trovata più tranquilla… meno esuberante, ma sempre sul pezzo. Maturata insomma, e questa è una cosa che mi piace molto.
Non siamo ancora precisi come piace a me, stiamo ancora cercando la cura nel dettaglio ma qualcuno ha notato un piacere nel lavoro e nello stare insieme tra cane e conduttore. Ed io ringrazio.

Un grazie lo dico anche al GLAP per l’accoglienza e per all’organizzazione ed ai giudici per la bella giornata che mi hanno fatto passare.
Io alla fine mi diverto sempre e comunque.
Ammetto di essere molto soddisfatto della stagione della Mave. Abbiamo rispettato il crono programma che ci siamo dati ad inizio anno, la conquista dei quarti gradi in Italia e Francia su tutti. Mai uno zero, mai una squalifica e sempre a podio, prima o seconda. Sta maturando. Ragiona. Porta sempre a casa l’esercizio e non si tira mai indietro. Sta imparando a leggere la scena. E questa cosa… mi fa impazzire.
Adesso aspettiamo qualche settimana e ci metteremo a programmare la stagione 2020.
Tre saranno gli appuntamenti da matita rossa… ma ci sarà il tempo per parlarne.

Koen Vanlanduyt

Nella sezione Terranova il quarto grado sportivo lo ha vinto l’amico belga Koen Vanlanduyt con la sua D2.
In una ipotetica classifica unica avrebbero vinto loro, perché hanno totalizzato 797,50 su 800.
Ma siamo lì, siamo in scia…

Marco Zaccagni

Per la cronaca la domenica la Coppa Ursa (riservata ai Terranova) è stata vinta proprio da Koen Vanlanduyt con D2 e la Coppa Oliver (riservata alle altre razze) da Marco Zaccagni del gruppo Sit con il suo Labrador Doc.
Il mio Tommy invece giocava fuori casa ed ha vinto 1-0, così per dire!
Chiudo con questo articolo anche i reportage delle gare per questa stagione.
Ci sarà credo la possibilità di tenervi aggiornati sugli allenamenti del Club Italia già il prossimo weekend ci sarà un incontro di lavoro a Pisa.
Tutti i dettagli come sempre sulla pagina Facebook European waterwork team Italia.