venerdì , 17 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Meticci (pagina 2)

Meticci

agosto, 2011

  • 1 agosto

    Il volpino nostrano (non solo i cani di razza hanno una storia)

    Una le razze più popolari è sicuramente il volpino. Che però, nell’immaginario popolare, è un cane leggermente diverso da quello che troviamo sui libri o in expo. Quando, ancora bambino, mi avvicinai alla cinofilia ufficiale leggendo i primi testi specifici sul cane, lo andai a cercare. E lessi volpino italiano (nella foto a sinistra), razza antichissima che rischiava l’estinzione… ...

luglio, 2011

  • 28 luglio

    “Razze” meticce al canile: Pit bull e pitbulloidi

    di DENIS FERRETTI – L’ultima categoria che prendiamo in considerazione per concludere questa rassegna le tipologie di cani frequenti nei canili è quella dei pit bull, o meglio dei cani appartenenti alle razze coinvolte nei combattimenti. Come di solito avviene nei canili, per catalogare le razze non ci si affida certo al pedigree, che nella stragrande maggioranza dei casi non ...

  • 21 luglio

    “Razze” meticce al rifugio: maremmani e maremmastri

    Come molti sapranno, nei rifugi non si trovano solamente meticci. Si abbandona di tutto e alcune razze sono tutto sommato abbastanza frequenti. Una di queste è il pastore maremmano abruzzese. Basta digitare parole-chiave come “meticcio maremmano”, “maremmano rescue” o “maremmano + rifugio” su un motore di ricerca per scoprire che nella maggior parte dei canili ce n’è almeno un esemplare. ...

  • 19 luglio

    “Razze” meticce al rifugio: i Topermann

    Questi dialoghi  sembrano presi da un film comico, eppure sono di quanto più verosimile in certi ambienti. A ciascuno di noi sarà capitato di sentire qualcosa di analogo presso amici o parenti, o al parchetto sotto casa, dove si incontrano tanti proprietari di meticci convinti che il proprio cane sia il prototipo la razza che dovrebbe rappresentare. Tant’è che questi ...

  • 18 luglio

    “Razze” meticce al rifugio: i cani-lupo

    Ricordo che, negli anni ’70, il pastore tedesco era volgarmente chiamato “cane-lupo”. I soggetti che presentavano evidenti segni di imbastardimento, spesso più piccoli, con orecchi appuntiti, a volte pelo lungo, occhi a mandorla o altri tratti atipici, erano invece chiamati “pastore alsaziano”. Chissà perché. Poi la cinofilia ufficiale divenne sempre più alla portata di tutti e le razze più diffuse ...

  • 17 luglio

    “Razze” meticce al rifugio: i cani da topi

    Una tipologia molto diffusa nei canili è quella dei cosiddetti “cani da topi”. Si tratta di cani di taglia medio-piccola di tipo bracco-lupoide, pelo corto o semilungo e mantello generalmente a toppe (più raro il colore uniforme). Molto diffusi nel Nord Italia, sono apprezzati per la loro abilità nel catturare e distruggere i nocivi, ma di fatto svolgono soprattutto una ...

  • 16 luglio

    I cani da caccia in canile

    Una tipologia di cani che non manca mai presso i rifugi è quella dei cani da caccia. In alcuni casi si tratta di soggetti scartati dai cacciatori, perché non reputati adatti all’impiego venatorio. Alcuni abbandonati, altri smarriti e mai cercati (quindi, di fatto, abbandonati), altri consegnati direttamente al rifugio. Non mancano cani sequestrati per maltrattamenti, cani non provenienti dall’impiego venatorio, ...

  • 5 luglio

    Quei simpatici baffoni (gli “spinoncini”)

    Il mantello ancestrale cane può variare per lunghezza e consistenza, a seconda l’adattamento ambientale. Le razze primitive nate dall’adattamento a climi più caldi hanno pelo raso o molto corto: quelle autoctone dei climi freddi hanno il pelo lungo e folto. Il pelo, però, si presenta sempre corto sul muso, sulla fronte e sulla parte anteriore degli arti. La domesticazione ...

maggio, 2011

  • 13 maggio

    Non è bello ciò che è bello… (chi ha detto che al rifugio non ci siano cani bellissimi?)

    C’è chi cerca il cane più bello e chi quello più bisognoso… ma sappiamo distinguere un cane brutto da uno poco curato? E se l’unico bisogno urgente fosse quello di un bagno e di una bella spazzolata? Gabbie e facce tristi fanno leva sugli animi sensibili: ma le immagini “strappalacrime” a volte scoraggiano, anziché avvicinarle ai canili, le persone che ...

Condividi con un amico