mercoledì 8 Luglio 2020

Il cucciolo che deve ancora rizzare le orecchie non si fa socializzare! (Me l’ha detto miocuggino)

Dello stesso autore...

Il porco

Valeria ci ha lasciato il 26 Maggio del 2016. Dopo il suo ricovero in ospedale aveva iniziato a scrivere questo testo, con...

I perché cinofili: perché il cane sbava?

di VALERIA ROSSI - "Perché" richiesto da un'amica su FB, a cui si possono dare diverse risposte a seconda del fatto che il cane...

Ti presento il… Volpino italiano

di VALERIA ROSSI -  Si potrebbero girare diversi film sul volpino: "Un italiano in America", "Un italiano in Germania", "Un italiano in Danimarca"... e...

Da grande voglio fare il cinofilo…

... ma come, dove, con chi? Domande difficili per un mondo difficile.
Valeria Rossi
Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). Ci ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.

Avendo allevato pastori tedeschi, il Dramma delle Orecchie è stato una costante della mia vita per dieci anni e passa.
Poi, per fortuna, sono passata ai siberian husky, che a due mesi le hanno già drittissime (perché sono più piccole), e con mia grande gioia è finita l’era delle telefonate disperate: “Non le ha ancora alzate!” “Ne ha alzato una sola!” “Oddio, ne aveva alzato una e adesso l’ha riabbassata! E ADESSO?” (risposta: e adesso aspetti che la rialzi: ci sono sei mesi di tempo prima di cominciare a preoccuparsi).
Però mi ero anche dimenticata (o per meglio dire, avevo rimosso) una particolarità che mi ha rammentato ieri una lettrice in un commento: ovvero il Sacro Terrore dei neoproprietari che le orecchie dei cuccioli vengano toccate e che questo rovini completamente il futuro del cane, perché le orecchie toccate, accarezzate, pasticcate potrebbero non drizzarsi più.
Bene: questa è una clamorosa cugginata. E il fatto che sia avallata anche da qualche allevatore non la rende meno cuggina.
Per rovinare i padiglioni di un cucciolo (di pastore tedesco, di akita, di malamute o di qualsiasi altra razza in cui i cuccioli non rizzano immediatamente le orecchie) bisogna praticamente appendercisi (e non so neppure se sia sufficiente).
Personalmente ho sempre lasciato giocare i cuccioli tra loro (e le orecchie, tra loro, non solo se le tirano, ma se le allungano l’un l’altro stile Tiramolla!), li ho sempre portati in giro a socializzare con adulti e bambini e non ho mai – ribadisco, MAI – avuto il minimo problema di orecchie.
Neanche un caso in dieci anni (più un altro paio d’anni a seguire).
Sarà che ho utilizzato linee di sangue che non avevano questo problema… ma anche se così fosse, questo darebbe ragione alla mia profonda convinzione che le orecchie “farlocche” siano dovute alla genetica e non certo alle manipolazioni.
Invece l’equilibrio caratteriale del cane è sicuramente dovuto alla gestione che sanno farne i suoi umani: e per questo mi ha terrorizzato (e invogliato a scrivere di corsa questo breve articolo) il commento della lettrice di cui sopra, che ha scritto:

“Io ho conosciuto la settimana scorsa una signora che tratta come un cane piccolo una cucciola di pastore tedesco di 3 mesi, impedendole di socializzare con bambini e cani (per paura che le scendano le orecchie)”.

Questa signora rischia di ritrovarsi per le mani un cane adulto con orecchie perfette, ma attaccabrighe con i cani e pericoloso nei confronti dei bambini: anche perché il pastore tedesco, checché ne dicano i libri, tendenzialmente NON ama affatto i bambini e bisogna farglieli conoscere prima possibile per evitare problemi in seguito.
Aggiungo che i bambini, mediamente, non sono dei criminali né degli idioti: se sono piccolissimi e non in grado di capire, non sono neppure in grado di far danni. Se sono un po’ più grandicelli, basta responsabilizzarli (io ho sempre spiegato loro che i cuccioli di pastore tedesco hanno le orecchie delicate perché dovranno raddrizzarle col tempo, quindi è meglio non appendercisi: e ho sempre trovato massima collaborazione, anzi c’è stato qualche bambino che cazziava vivacemente l’amichetto appena questi accarezzava il cucciolo sulla testa, al grido di “non toccargli le orecchie!”). E se questo non bastasse a rassicurare la Sciuramaria, basta tenerli d’occhio: socializzare un cucciolo significa “fargli incontrare” dei bambini, non “buttarlo in pasto a branchi di bambini”: anche perché, se lo facessimo, rischieremmo ben altro che le orecchie.
Comunque, per concludere: le orecchie di un cucciolo possono essere tranquillamente accarezzate, toccate e pacioccate senza che questo influisca minimamente sulla futura robustezza delle cartilagini.
Ovviamente vanno evitati gli eccessi (ma questo vale anche per i cani a orecchie pendenti: anche perché, se uno ci si aggrappa e tira come un dannato, il cane sente male), ma non è il assolutamente il caso di farsi particolari paranoie…e soprattutto è un vero DELITTO impedire al cucciolo di avere una corretta socializzazione per evitare un rischio che, in condizioni normali, NON ESISTE proprio.

Nella stessa categoria...

18 Commenti

  1. ho avuto qualche tempo fa uno scambio di opinioni con un proprietario di dobermann tagliato, con orecchie rimaste a mezz’asta… questo affermava con certezza, che il suo cane non aveva alzato le orecchie per una questione caratteriale, come affermato anche da un esperto della razza che aveva visto il cane in giovane età “questo soggetto non alzerà facilmente le orecchie, perché ha una carattere molto sottomesso”… a me suona da “cugginata”, perché reputo il tutto una questione di cartilagine, e “impalcature” in questo caso, ma magari sbaglio?

  2. e invece… quella del “questo cane non le alzerà facilmente le orecchie perché ha un carattere molto sottomesso” è una cugginata?? ho avuto qualche giorno fa una discussione sul tema, e questa persona mi portava come prova valida che gliel’avesse detto un esperto della razza in questione (Dobermann… tagliato)

  3. La mia cucciola di beauceron di 3 mesi e mezzo ha un’orecchia più alta dell’altra, sembra quasi che una (quella “alta” appunto) riesca a controllarla con i muscoli, mentre l’altra rimane “floscia”, E’ normale? Ovviamente le orecchie non sono tagliate…

  4. Immagino lo abbia letto sempre sul forum di mio cugggino e infatti io gli ho detto ok,andiamo dal veterinario e sentiamo cosa ci dice lui ;-P

  5. ahahajajajaj!!!! Fantastico articolo!
    Oggi Valeria ti becchi un grazie anche dal mio allevatore per avergli risparmiato la telefonata isterica di mio marito “aaaaaaiuuutooooo ha afflosciato le orecchie”.Rosco ha 4 mesi e da circa da un mese ha le orecchie drittissime anzi molto spesso incrociate tipo parabola.Due giorni fa,senza che sia successo niente di particolare,ne ha mezzo afflosciata una.Io,del tutto ignorante della “questione orecchie” ho pensato “va beh,ritornerá su prima o poi”,anche perchè mi ricordavo che Serglio,l’allevatore,aveva proprio detto “non ti preoccupare le orecchie andranno su e giù mille volte”.Mio marito invece l’ha presa malissimo,con tanto di messaggi mandati da lavoro per sapere come stava l’orecchio.
    Alla fine ieri sera,dopo una cena passata a parlare di sto orecchio mi fa :chiama Sergio e diglielo,vediamo se lui sa perchè si è afflosciato!
    Gli ho risposto che magari si ripigliava da solo in qualche giorno.
    Dopo cena lui sparisce in sala e dopo un po mi chiama per farmi vedere una discussione fra cugggggini su internet in cui si sottolineava che le orecchie del pastore non vanno assssssssssssolutamente mai toccate-accarezzate-tirate-guardate-non le devi neanche pensare pena il non addrizzamento.
    “Ecco,si è rotto un orecchio!”
    Guardo i risultati della ricerca e il secondo della lista è su TPIC al che,senza neanche leggere l’articolo,gli dico “scusa apri il secondo link e leggi che quella che lo ha scritto è una che ne sa a pacchi”
    “e tu che ne sai?”
    “tu leggi poi mi dici”
    E dopo aver letto pare che il marito si sia calmato…oggi non ha chiamato neanche una volta per sapere dell’orecchio!! (ma prima mi ha detto che comunque potremmo dargli lo stesso un po di calcio che male non gli fa….no,immagino che male non gli fará)
    Quindi grazie Valeria,da parte mia e di Sergio ( anche se lui non sa di doverti ringraziare!)

  6. Ah, non ne ho la minima idea! L’ho detto proprio per esperienza diretta, perché è un fatto che succeda davvero: ma argomentazioni mediche non ne conosco e non so neppure se non sia una semplice coincidenza. Di certo è una coincidenza frequentissima!
    Si potrebbe ipotizzare che i parassiti indeboliscano l’organismo e che la membrana del padiglione si assottigli diventando così più “leggera”… o che il cucciolo abbia mal di pancia e quindi contragga qualche nervo che fa raddrizzare le orecchie… ma sto sparando totalmente ad capocchiam 🙂

  7. cara valeria, sei molto simpatica e piacevole da leggere quando “picconi” le fobie maniacali dei “pastoristi” ma ti confesso che il nesso fra le parassitosi intestinali e le orecchie alte in cuccioli di circa due mesi è una cosa che non mi convince… mi spiegheresti dove sta il nesso e soprattutto me lo spiegheresti con un argomento medico senza tirare in ballo criteri tipo l’esperienza?
    ti prego di non prendermi per un polemico sono solo uno scettico marcio che pone sempre domande su tutto volendo avere risposte precise 🙂

  8. Fantastico articolo!!!
    La mia pastorina ha alzato le orecchie “tardi” (probabilmente erano belle pesanti perchè adesso ha dei padiglioni belli grossi):-)…ma noi non ci siamo mai preoccupati…anzi quel periodo in cui le orecchie vanno x i fatti loro e assumono posizioni assurde è fantastico..sono troppo buffe…ho il reportage fotografico delle varie settimane ed è fantastico…noi eravamo tranquilli,anzi la “prendevamo in giro” dicendolo “dai che ce la fai a tirarle sù…non mollare”!!! 🙂

  9. La mia pastorina invece a 3 mesi le aveva già completamente alzate tutte e 2! Ma OVVIAMENTE anche se avesse alzato le orecchie piu tardi l’avrei fatta cmq socializzare!!!
    Cooomunque….ma è vero che se a un cane le orecchie gli si alzano subito(tipo 2 mesi) potrebbe avere i vermi? Alla mia come già detto le si sono alzate subito,a poco piu di due mesi già una era bella ritta,ma era stata sverminata regolarmente…

    • Sì, è vero, nel senso che una verminosi cospicua causa quasi immancabilmente il raddrizzamento delle orecchie. Però non è vero il contrario: cioè, non tutti i cani che le raddrizzano presto hanno i vermi. Per esempio, spesso le femmine le alzano presto semplicemente perché le hanno più piccole… e poi dipende anche dalle linee di sangue: in alcune si alzano prima e in altre dopo (secondo me c’è qualcuno che sottobanco seleziona orecchie che si alzano prestissimo, pur di non sentire più le telefonate dei clienti! 🙂 ).

      • Ok,ho capito,grazie. Effettivamente la mia non solo è femmina,ma ho visto che l’allevatore ha cani che per lo piu alzano le orecchie presto…non tutti ma molti. Invece confesso che un po’ mi sarebbe piaciuto vederla con le due orecchie una sopra all’altra XD

  10. L’errore di non fare socializzare il cucciolo perché ancora troppo piccolo e delicato è più frequente in quelli che hanno il cane di razza. Un punto a sfavore sul fatto che costa

    • è più frequente, è vero… ma è più frequente un cucciolo di razza che non un meticcio. è poco frequente accogliere un cane di razza adulto da uun allevamento, com,e i canili son molto più ricchi di cuccioloni ed adulti che non di cuccioli sotto i 3 mesi. Non è che i cuccioli di un simil PT trovino solo gente pronta e preparata, anzi..

    • Giampi, tu mi sei simpatico e in molti casi sono anche d’accordo con le tue idee (anche se spesso esageri il modo di esporle)… ma a volte dici cose che non stanno nè in cielo né in terra.
      E questo è uno di quei casi.

    • 🙂 si forse ho una percezione sbagliata e forse si vedono in giro più cuccioli di due mesi di razza, anche se non so il perchè (era pur piccolo anche il meticcio, e dal canile vanno via più quelli)

  11. La lettrice di cui sopra aggiunge che la pastorella tedesca di 3 mesi aveva già le orecchie drittissime, nonché quasi unite in mezzo alla testa (in pratica si toccavano). Mi è venuto in mente (ma non me ne intendo assolutamente, forse invece è normale) che fossero state “drizzate” con qualche artificio, tipo cerotto o pinza. Non avevano l’aria naturale… a parte questo la pastorella era bellissima. Un bambino in verità assai delicato la stava accarezzando piano piano (fin troppo piano, come se toccasse un neonato umano) sulla testa quando il parco è stato lacerato dall’urlo “noooooooo … le orecchieeeee”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi articoli

Webinar “Paure e fobie, ansia da separazione” e “Aggressività intra e interspecifica”: disponibili i replay

Giovedì 11 Maggio si è svolto l'ottavo appuntamento dei webinar 2020, tema Paure e fobie, ansia da separazione: come prevenirle (o affrontarle)....

Cinofilia Googlesca 5

Ci sono tre cose, nella mia vita, che mi hanno fatto ridere così tanto da restare senza fiato.La prima è una scena...

Si può valutare un cane solo tramite video?

Oggi proverò a essere breve (BUM!) nell'illustrare un dubbio che spesso mi assale e che farei rientrare nella categoria "coerenza, dove sei?".Su...

Finalmente siamo ripartiti

Finalmente iniziamo a lasciarci alle spalle questo periodo difficile. Il virus non è sconfitto, è solo l’inizio di quello che speriamo sia...

Marketing, umiltà e senso della realtà

Ho sempre trovato opinabile andare a "romper le scatole" sui contenuti sponsorizzati di Facebook: è normale che un'inserzione venga fatta per attirare...

Scarica la nostra app!

E' gratuita e potrai rimanere facilmente aggiornato su tutti i nostri contenuti!

Scarica l'app per sistemi Android
Scarica l'app per sistemi Apple

Restiamo in contatto!

134,866FansMi piace
560FollowerSegui
1,141IscrittiIscriviti
Tra...
00 Giorni
00 Ore
00 Min
00 Sec
Expired
Si terrà il webinar "Socializzazione: come si fa, come NON si fa"
Scopri di più!

Condividi con un amico