nanismo_ptANTAGENE, laboratorio di test DNA per l’identificazione genetica e la salute del cane e del gatto, rilascia un nuovo test DNA per svitare di fare nascere cuccioli di Pastore Tedesco con problemi di crescità.
Il nanismo ipofisario origina dal  sottosviluppo dell’ ipofisi e dal deficit dell’ormone ipofisario, che causa un ritardo della crescita.
I principali sintomi del cane afetto sono: un marcato ritardo della crescita, ritenzione del mantello da cucciolo, mancanza di pelo adulto.
I segni clinici sono significativi da due mesi dopo la nascita.
Il nanismo ipofisario è una malattia ereditaria (genetica) che si sviluppa quando il cane è affetto (omozigote mutato : ha ricevuto un gene mutato della femmina e del maschio).
I cani portatori sani (solo un gene mutato su due) del gene mutato che causa il nanismo ipofisario non presentano sintomi e appaiono esattamente uguali ai cani non portatori. Dal momento che il nanismo ipofisario è un disordine recessivo di un singolo gene, la nascita di un esemplare malato indica che entrambi i genitori sono portatori del gene mutato.
La frequenza di Pastore Tedeschi portatori del gene è del 15% al 20%, dipendendo delle linee.

SCOPRI IL NOSTRO PET SHOP

ANTAGENE
Laboratorio di test DNA per la salute del cane/gatto
6 allée du Levant
CS60001
69890 -La tour de salvagny
FRANCIA
http://www.antagene.com/it
[email protected]

Articolo precedenteI numeri antiabbandono
Articolo successivoLavoro in acqua, nuovi binomi italiani in Francia

Potrebbero interessarti anche...

Vuoi aggiungere qualcosa? Dì la tua!

6 Commenti

  1. Ottima informazione…essendo direttamente interessato, ho un pt affetto da nanismo ipofisario, mi ero informato sulle possibile cure (che in pratica non esistono) ed esami e che io sappia, fino ad un paio di anni fa, solo l’Università di Utrecht era in grado di fornire questo tipo di esame. Quindi ben venga il lavoro di questo laboratorio!!

    • anche io ho un pastore tedesco affetto da nanismo ha 8 mesi….stanno già iniziando i primi problemini….vorrei parlare con chi si trova o si è trovato nella mia situazione per confrontarmi e darmi dei consigli…

  2. perche sono razze canine molto giovani e purtroppo molto manipolate i cani antichi con migliaia di anni di selezione basata solo sul carattere e il lavoro utile tipo cani da pastore asiatici o molossi romani( quelli veri pero) hanno meno problemi,

  3. è sempre un’ottima cosa quando compare un test semplice e accessibile capace di far capire in anticipo se dei cani che vogliamo usare in riproduzione possono essere portatori sani di tare genetiche, e spero che questo come altri test genetici si diffondano sempre + come prassi fra gli Allevatori di tutte le razze: oggi non si deve + andare “solo a naso a fortuna e ad occhio” x evitare di portare avanti molte tare genetiche (anche se ancora ci sono tare x cui non esistono test o, soprattutto nel caso di patologie multifattoriali con predisposizione genetica o anche delle patologie poligeniche non si è nemmeno ancora capito come avere la certezza di bloccarne la diffusione anche utilizzando in riproduzione solo soggetti sanissimi fenotipicamente e apparentemente geneticamente sani), e questo è un grande passo avanti x il VERO ALLEVAMENTO con finalità di miglioramento zootecnico (e di miglioramento del benessere dei cani).

    nonostanmte questo test sia un bel passo avanti da acclamare con gioia soprattutto da parte di chi alleva PT e di chi li ama, ma anche da parte di chiunque ami i cani e gli animali in generale (ogni difetto genetico diagnosticabile facilmente nei genitori può evitare la produzione di cucciolate con membri affetti e nel tempo ridurre l’incidenza della tara in questione nella razza: magari ci fosse un test simile x la displasia, e x molte altre problematiche sfuggenti), essendo io una “sciuramaria evoluta” (secondo il test di “Ti Presento Il Cane”) non conosco i sintomi del nanismo ipofisario nel PT (a parte quelli menzionati nell’articolo), e quindi non ho capito se il problema, in questo caso, sia di qualità + di vita del cane (cosa comporta tale patologia da adulti? come vivono i soggetti affetti? possono essere aiutati dalla somministrazione di ormoni ipofisari o ormoni della crescita come si fa talvolta con gli umani in casi simili? chiaramente un soggetto affetto e reso “normale” da ormoni sintetici va assolutamente tolto dalla riproduzione come accade x un cane monorchide a cui si è fatto scendere con ormoni il secondo testicolo, ma questo mi sembra superfluo da dire: io, ad es, sarei x l’ammissione in riproduzione solo di soggetti totalmente esenti da displasia dell’anca nelle razze soggette, salvo rari esemplari con displasia lieve che abbiano qualità tali da compensare ampiamente il rischio a lungo termine x la razza grazie alle loro indubbie qualità psicofisiche) o + che altro di non conformità allo standard di quei PT affetti da tale omozigosi (un po’ come nel caso di una razza di cani a zampa lunga se nascono degli individui affetti da nanismo acondroplasico, la medesima patologia riscontrabile ad es nei bassotti, si hanno cani assolutamente non aderenti allo standard e probabilmente inadatti a fare il lavoro x cui è selezionata la razza, ma privi di grossi problemi che degradano la qualità della vita…intendevo se il nanismo ipofisario fosse simile all’acondroplasia o se fosse invece una tara che porta ANCHE gravi problemi alla qualità della vita dell’animale affetto).

    Questa domanda è fatta x pura curiosità, dovuta anche al fatto che anni fa conoscevo una famiglia che aveva un presunto “incrocio di PT” preso al canile: sembrava una sorta di PT formato ridotto con anche zampe + corte in proporzione, ma non eccessivamente (in pratica sembrava un PT rimpicciolito e un po’ + rettangolare del normale, inoltre non era molto angolato; era alto a occhio fra i 30 e i 45cm circa al garrese, il peso lo ignoro ma dubito che superasse i 20kg), e pelo simile a quello dei cuccioli ancora presente verso i 2 anni di età: la loro teoria era che fosse un PT incrociato con un bassotto, ma mi è venuto il dubbio che fosse un PT affetto da nanismo ipofisario.. Per il resto come salute x quel che ho potuto vedere sembrava un cane normale, ma l’ho visto solo qualche volta in un’area cani e ho chiaccherato un paio di volte x qualche minuto con i proprietari che sembravano in buona parte privi anche delle base della cultura cinofila (nonostante fossero fra le tante brave persone che prendono un cane, lo amano e fanno del loro meglio x tenerlo bene cercando di usare il buon senso x capire il COME, talvolta con successo e altre volte meno..insomma, la topica famiglia di SciuraGina con SciurMario e pargoli annessi che avevano insistito x avere il cane “giorando che avrebbero badato totalmente a lui ogni giorno x i successivi 15 anni”, e parlo di bambini fra i 5 e gli 11 anni, i genitori avevano ceduto, ma si erano imposti x prenderlo di piccola taglia perchè “si sa che in appartamento si può tenere solo un cane piccolo..”, e x fortuna hanno trovato prima sto cagnetto al canile che piaceva ai bambini era cucciolo ed era piccolo e sembrava di buon carattere, visto che, come prima scelta, volevano prendersi un “Jeck Russel/Melinda/Fonzies” in un negozio vicino a casa, ma li scoraggiava il prezzo: scelta potenzialmente catastrofica…i bambini invece avrebbero voluto un “Labrador/quello della carta igienica” o un “Infostrada” ovvero un Border Collie: se possibile ancor + catastrofica come potenziale scelta, meno male che hanno preso il cagnino in canile spaventati dai prezzi del negoziante e dalla necessaria attesa di un paio di settimane prima dell’arrivo del primo carico di “cani Melinda/Jeck Riussell”, e si sa che i bambini una volta ricevuto l’OK dai genitori non è che possono aspettare ben 2 settimane prima dell’arrivo del cane! Invece il canile ha fatto vedere i cani piccoli e cuccioli/cuccioloni a disposizione alla famiglia e in 24 o 72 ore il cagnino era a casa e i bambini ci giocavano prima di stufarsi di lui nonostante le promesse soleni fatte…)…

    Sto cane era probabilmente:
    – un PT (+ o meno puro) affetto da nanismo ipofisario?
    – un incrocio fra un PT e un bassotto (o un terrier a zampa corta o un’altro cane + piccolo di un PT e affetto da nanismo acondroplasico)?
    – un PT (+ o meno puro) affetto da nanismo acondroplasico?
    – un incrocio di PT o “simil-PT” (anche se molte sue caratteristiche sembravano proprio derivate da un PT puro o quasi puro, e non da un generico “meticcio lupoide” o da incroci con altre razze lupoidi; x quel poco che ho potuto vedere senza magnuscarlo ne misurarlo e tenendo presente che non sono un’esperta) con un cane di razza o meticcio di taglia decisamente inferiore, ma non “bassottato/affetto da nanismo acondroplasico”?
    – altro?

    Purtroppo non ho foto dell’animale, ma la cosa che mi aveva colpito è che soprattutto la testa sembrava proprio quella di un bel PT, e il suo aspetto generale, a 2 anni, circa assomigliava a quello di un piccolo PT di 30/45cm, un po’ troppo rettangolare con pelo da cucciolo (o da simil-cucciolo: ho controllato solo a vista senza poterlo toccare: era un po’ schivo con gli estranei), infatti veniva (a detta dei proprietari) regolarmente scambiato x un cucciolo di PT un po’ “lungo di schiena”, x via della misura e del “pelo soffice”…

    • il pt affetto da nanismo ipofisario lo riconosci dalla struttura comunque armonica (quindi no zampe corte)e dall’alopecia bilaterale simmetrica legata alla iperpigmentazione della cute sottostante (che diventa proprio nera e tende a squamarsi)

      • a gigi:

        grazie della celere spiegazione:
        alopecia non ne aveva e appunto anche se le zampe non erano cortissime sembrava un po’ troppo rettangolare rispetto a un PT. Vedendolo veniva da dire: “ma che strano PT cucciolo con le zampe troppo corte!”.

        Forse era veramente, come ipotizzato dai volontari del canile, un qualche mix fra PT e bassotto o uno strambo PT acondroplasico pelone o chissà che…la cosa che + mi dava da dire era sto pelo soffice “da cucciolo” che aveva anche a 2 anni: UNa mutazione neotenica?
        CHissà….alla fine tutte le razze di cani sono venute fuori da mutazioni casuali poi fissate e neotenia + o meno spinta, quindi scientificamente sarebbe perfino plausibile (spesso non viene in mente che le mutazioni casuali non avvenivano solo in passato..)..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here