rott_impazzdi VALERIA ROSSI – Alè, ci risiamo. Rottweiler impazzito scavalca una recinzione e attacca un bimbo di due anni che stava giocando in giardino (domanda numero uno: da solo?!? Dove stavano i genitori?).
Premetto che mi dispiace moltissimo per il povero bimbo. Mi dispiace sempre moltissimo per chi viene aggredito da un cane… e troverei perfino superfluo dirlo, ma siccome poi mi si accusa di pensare più ai cani che alle vittime umane, allora lo specifico: sono sempre profondamente addolorata quando qualcuno viene morso, e lo sono doppiamente quando la vittima è un bambino. Però questo sito parla di cani, ed è solo per questo che i miei commenti sono dedicati a loro… e a come i giornalisti trattano queste notizie.
In questo caso, almeno nell’articolo che ho letto sul “Giorno” (poi riportato da molti altri, più o meno con le stesse parole), come al solito si sprecano le definizioni superflue e raccapriccianti: “la furia nera”, “il molosso impazzito” e via cantando. La foto ritrae la copertina sporca di sangue su cui è stato adagiato il bimbo, unitamente alla solita foto di rott con tutti i denti in bella vista.
Ma soprattutto, il cane viene definito “rottweiler king size” (come le Marlboro) e dappertutto viene riportato un peso di SETTANTACINQUE CHILI.
Ora, lo Standard del Rottweiler dice chiaramente: peso, 50 kg. circa.
Ergo, un cane di 75 chili sarebbe un rottweiler e mezzo: quindi NON poteva trattarsi di un rottweiler di razza pura, ma presumibilmente di un incrocio con vattelapesca cosa (forse un elefante).
Ma allora perché definirlo “rottweiler”?
Probabilmente sarà nero focato… ma un meticcio nero focato resta un meticcio: non mi sembra che ci sia alcun valido motivo per appiccargli una razza e sputtanare così i “veri” rappresentanti di quella razza, quelli selezionati con particolare attenzione all’equilibrio caratteriale.
E ancora: questo mostro oversize si fa togliere la preda di bocca dal vicino di casa, “non sa nemmeno lui come”. Ecco: a me, invece, piacerebbe saperlo.
Perché d’accordo l’eroismo, d’accordo lo sprezzo del pericolo verso la “furia nera”… ma ho come la vaga impressione che ci sia ben poca gente al mondo capace di affrontare e derubare (dal punto di vista del cane, si tratterebbe proprio di questo) un animale di 75 chili della sua preda.
Presumo quindi (anche se ovviamente la verità non la sapremo mai) che vedendo arrivare una persona adulta il cane si sia fatto semplicemente da parte e abbia permesso al vicino di prendere il bambino e di portarlo in salvo.
Dopodiché, con il bambino già dentro casa, arrivano i nostri: prima i sanitari, che non riescono a entrare perché il cane gli abbaia contro, poi le Forze dell’Ordine. Uno straccio di veterinario con un narcotico, ovviamente, NO.
A questo punto lo sceriffo di turno spara al cane: il che è anche comprensibile, vista la situazione d’emergenza. Ma io continuo a chiedermi per quale stramaledetto motivo la primissima persona a saltare in macchina e ad accorrere sulla scena di un’aggressione canina non sia il veterinario di cui sopra. Mi chiedo anche dove accidenti fosse il proprietario del cane e perché non sia stato chiamato lui a recuperare la “furia nera”: ma mettiamo pure che non fosse immediatamente reperibile. E’ evidente che la priorità era quella di soccorrere il bimbo: ma a sparare una pallottola o un anestetico ci vuole  lo stesso tempo… e i tempi di azione dei narcotici utilizzati in questi casi sono pressoché immediati.
Dunque, perché si spara addosso ai cani senza porsi il minimo problema?
E perché poi ci lamentiamo se qualcuno, seguendo l’esempio degli sceriffi, si fa giustizia da solo (come il contadino che ha ammazzato un breton – prego notare la razza notoriamente assassina – sostenendo poi che il cane gli era entrato nell’orto, e quando lui aveva tentato di scacciarlo l’aveva aggredito)?
Tante domande, e come al solito poche risposte.
E intanto la gente continuerà a pensare che i rottweiler pesino 75 chili e che siano cani folli, capaci di scavalcare una recinzione per il gusto di andare ad attaccare i bambini che giocano.
Ma i cani – ribadiamolo giusto per gradire – non “impazziscono” come le persone. E un cane che morde “non” è automaticamente un animale fuori di testa.
I cani mordono perché sono predatori, perché il morso è la loro unica arma di difesa, perché… sono cani, punto. Non “cani pazzi”: semplicemente cani.
Spetta a NOI spiegare a questi animali, diventati da millenni nostri compagni di vita, che il morso non va utilizzato secondo i “loro” criteri, ma secondo le nostre regole.
Sta a NOI socializzare i cani con i bambini (anche i cosiddetti “cani da guardia”, anche perché non credo che molta gente sia stata rapinata da malviventi di cinque anni), con ancor maggior attenzione se uno di questi bambini vive nei dintorni di casa nostra.
Perché questo cagnone ha attaccato?
Forse il bambino si  è messo a correre, stimolandone il predatorio. Forse ha tirato qualcosa al cane, stimolandone l’autodifesa. Chi lo sa. Non credo che lo sapremo mai.
Però una cosa la sappiamo: questo cane non era socializzato con i bambini.
Nessuno gli aveva mai spiegato che mordere un bambino è uno dei tabù assolutamente e rigorosamente definitivi.
Nessuno gli aveva insegnato a stare correttamente nella società umana.
L’articolo del “Giorno” si conclude dicendo che il cane ferito è stato catturato dall’accalappiacani e portato da un veterinario (adesso l’hanno trovato…), ma che “probabilmente dovrà essere abbattuto, perché ormai rappresenta un pericolo”.
Ma “ormai” in che senso? Vogliamo per caso insinuare che “ha assaggiato la carne umana e che quindi ci ha preso gusto”, come le tigri? Ma non diciamo cavolate, per favore.
Quel cane è sempre stato pericoloso, perché non è stato educato: e la colpa di chi è?
Certo, il proprietario adesso si beccherà probabilmente una multa per omessa custodia, o qualcosa del genere: ma il cane creperà per colpa sua, e un bambino è ricoverato in gravi condizioni per colpa sua.
Quindi, come al solito, pagheranno gli innocenti, mentre il vero (e solo) colpevole se la caverà con pochissimo.
Perché nessun giornale ha scritto una parola su tutto questo?

Articolo precedenteAlice la segugia, un anno dopo
Articolo successivoRottweiler impazzito 2… l’amarezza

Potrebbero interessarti anche...

246 Commenti

    • Si certo la colpa è sempre dei genitori……vi duole così tanto ammettere che il cane ha colpa? Dove sta scritto che è il cane è sempre privo di colpe? Se un cane è un handicappato mentale la colpa non è del proprietario, vi rendete conto che date sempre e comunque la colpa a chi se ne occupa? è inammissibile questo.

      • Hai ragione. Se il cane sporca per strada, colpa sua che non ha imparato a usare il wc. Se il cane morde, colpa sua che non ha capito (da solo) che non si deve fare. Se il cane abbaia alle tre di notte, santo cielo, che impari a guardare l’orologio.
        Spero tu sia un fake, ma siccome purtroppo conosco gente che queste cose le pensa sul serio, ti chiedo: ma se i tuoi genitori non ti avessero insegnato l’abc del minimo dell’educazione (che ne so, saluta, ringrazia e compagnia) tu li avresti imparati come, per osmosi guardando gli altri bambini? Sì, ok, forse: ma il cane, di grazia, come pensi che impari, guardando i cani degli altri? Se nessuno gli insegna, resta ignorante: e può diventare pericoloso, specie se è grosso. E se chi se ne occupa, povero santo, non se ne occupa come si deve e non lo tiene in sicurezza, e soprattutto non gli insegna la creanza, sì, è colpa sua. Come è colpa di chi non insegna ai bambini a rispettare i vicini di casa lasciandoli giocare alle sette di mattina a pallone sotto le finestre in piena estate, la stessa colpa ce l’ha chi non educa il cane. Troppo comodo dire “non ho colpe” e lasciare che altri subiscano la nostra maleducazione.

        • “tu li avresti imparati come, per osmosi guardando gli altri bambini? Sì, ok, forse”

          è già bello come ti dai contro da sola… le persone normali possono benissimo crescere anche con esempi sbagliati ma comunque prendere una strada totalmente diversa, e viceversa: a casa mia un bambino non lo “addestri”, puoi solo dargli degli esempi e sperare che sia abbastanza maturo da seguirli. Cosa che, per quanto mi risulta, con un cane/gatto/pappagallo/animale X non capita mai: se io addestrassi un cane a mordere nelle parti basse i passanti lui lo farebbe e basta, non starebbe a discernerne sul giusto e sbagliato. E non credo che sia stato addestrato a mordere bambini vaganti (vaganti poi, era beato a casa sua…)

          “(domanda numero uno: da solo?!? Dove stavano i genitori?).”

          Mi sembra una domanda intelligente e ponderata, da che mondo e mondo se lascio mio figlio, anche se di pochi anni, da solo per un paio di minuti perché devo andare in bagno/cercare un accendino che funziona/rispondere al telefono/motivo X breve è da rimbroditi incoscienti, peste mi colga, sciagura su di me, me la sono andata a cercare: non l’ha abbandonato in un parco o lungo l’autostrada, era nel SUO giardino, tra l’altro recintato (dato che si menziona una ringhiera nell’articolo de Il Giorno). Viene piuttosto da chiedersi come ci sia finito il cane là dentro (cosa che nessuno si è chiesto) e perché fosse da solo (cosa che nessuno si è chiesto).
          Non sarò un esperto di rottweiler, ma dopo essere stato catturato l’avranno anche pesato, ergo ritengo il peso abbastanza affidabile (visto che a quel punto è giocoforza entrato in campo il veterinario per esami vari, esempio per sapere se era portatore di qualche malattia trasmissibile per morso etc etc).
          Per finire, il cane che non aveva mai socializzato coi bambini etc etc…se non ho bambini con cui farlo socializzare, o se i bambini mi fanno schifo per motivi miei, non vedo come potrei farcelo socializzare, dato che non li vendono dal pet market.
          Ps: ho un golden retriever, quindi evitate di tacciarmi di gattofilo, o razzista verso i cani, o quel che è

          • Se il tuo cane salta i recinti, come il cane dei miei ex vicini che aveva il simpatico vizio di saltare recinti di un metro e mezzo per andare a far razzia di galline dove gli capitava, il recinto lo alzi. Ti scoccia? Chi se ne frega, lo fai e basta, in casa mia il tuo cane non ci deve entrare, punto e chiuso il discorso. Non m’interessa se non sai dove trovare bambini con cui farlo socializzare, anche se sarebbe carino che, se il tuo cane ringhia ai bambini di passaggio, tu trovassi il modo di fargli capire che non si fa, anche se a te personalmente fanno schifo. Io resto della mia idea che il cane, qualunque tipo di cane, non debba essere una mina vagante, neanche nel giardino del proprietario, ma debba essere educato al 1000%. E messo in sicurezza.
            Quella sui bambini l’ho detta dal momento che c’è chi paragona genitori e padroni…

          • “dopo essere stato catturato l’avranno anche pesato, ergo ritengo il peso abbastanza affidabile” magari si, ma il fatto che fosse nero focato e che pesasse 75 chili non lo rende un rott; anzi essendo 25 chili fuori standard o era terribilmente obeso (e quindi incapace di scavalcare anche un muretto) oppure non era un rott.

      • Caro Rob, mi dispiace contraddirti, ma dietro un cattivo cane, spesso c’è sempre un cattivo padrone, ma non perchè il proprietario voglia farlo, ma semplicemente perchè a volte crede di non aver bisogno di aiuto nell’educazione del proprio animale e quindi pecca!! Proprio l’altro giorno, una famiglia che ha un amstaff, dopo l’ennesimo disastro di una cucciola di 10 mesi, ovviamente persone che non credono nell’educazione cinofila, si sono decisi a cederla IN REGALO!!!!! Ma quando si acquista un cane o semplicemente si adotta, ci sono tanti fattori da dover mettere in conto…… Ripeto, mi dispiace per il bambino, tantissimo, io ho un bimbo di 22 mesi che convive con 12 cani, ed educare sia i cani che lui al rispetto reciproco è un impegno davvero grande!! Il cane come tu dici, non è mai HANDICAPPATO (termine odioso) mentale, ma magari non socializzato, oppure nato da incroci di genitori con tare ederidarie e tutto questo riporta anche al buon lavoro che spesso dovrebbe fare un allevatore. Non è mai colpa di uno dei due al 100%, ma un esamino di coscienza bisogna farselo, e sopratutto credo che molti cinofili la pensino come me. Una domanda, ma tu hai cani?? Ne hai mai avuti?? Perchè dal tuo commento sembrerebbe quasi che tu sia “razzista” nei loro confronti, ma forse ho interpretato male il tuo commento……

        • Esistono anche cani skizzati in ogni razza e non, esistono cani che pur cercando di educarli al meglio anche facendosi aiutare rimangono delle gran teste di cavolo, magari mordaci ecc (e chiaramente un bassotto mordace fa meno danni di un pitbull o un rott mordace, o di un Malinois, di un labrador o di qualsiasi altra razza medio-grande), MA se una persona SA di avere un cane skizzato o x qualsiasi motivo ad es non socializzato con i bambini, LO CONTROLLA facendo TUTTO IL POSSIBILE x evitare che possa nuocere a terzi, x il bene dei “terzi”, ma anche x il bene suo (x non essere denunciato) e pure x IL BENE DEL CANE che rischia la soppressione in sti casi! Ad es la cosa successa era evitabile alzando la recinzione sino a renderla invalicabile o mettendo il cane in casa o alla catena!

      • In mano a un padrone responsabile e ragionevolmente competente ogni cane è ben gestito. Se uno prende un cane che non sa gestire, la colpa è taaaanto sua. Anziché prendere un elefante di 75 chili poteva prendersi un inoffensivo maltese. Il cane fa quello che ha imparato e quello che gli è concesso di fare.

        • appunto, le razze non sono diverse solo x aspetto ma x carattere e attitudini (oltre che x il fatto che un morso da un cane di 5kg fa meno danni di quello di uno da 50): se si prende un border si DEVE sapere che o lo si fa andare a radunare pecore o fare agility, obedience o roba simile o il cane molto probabilmente in casa skizzerà..e se si prende un Pastore Tedesco da lavoro si deve sapere che è un cane da difesa che non amerà gli estranei e andrà gestito bene (e che se un “amico” idiota ci saluta balzandoci da dietro e dandoci una manata di botto sule spalle quando siamo fuori con il cane rischia di farsi mordere, come con tutti i cani da guardia e difesa e molti altri cani; idem se diciamo a una domestica mai conosciuta dal cane o vista solo con i proprietari qualche volta di entrare a pulire da sola una casa in cui c’è un Mastino o un Corso), e chi prende un rott deve sapere che pè un bovaro svizzero allevato odiernamente x guardia e difesa, come chi prende un pitbull DEVE sapere che sono cani in media molto dolci con le persone, inadatti alla guardia e alla difesa di solito ma dotati sia di una altissima aggressività intraspecifica che di un alto predatorio (e loro le prede le raggiungono spesso, gatto dei vicini compreso se non li si gestisce) che può scatenarsi su persone in movimento se assolutamente non socializzati perchè tenuti segregati in un garage o simili, e che sanno saltare o arrampicarsi su x recinzioni di 2m se hanno il tempo e la voglia di provarci. Ogni raza ha le sue esigenze e caratteristiche, e quando la si sceglie lo si DEVE mettere in conto, non andare al parchetto con un pitbull adulto 4e piangere e credere che è impazzito perchè a 14 mesi ha litigato con un’altro cane e lo ha ferito gravemente…non lo fanno x cattiveria, ma VANNO saputi gestire come qualsiasi altra razza e sapendo che qualunque cane dai 15kg in su se mal gestito può fare grossi danni.

          Chi non si sente pronto x tali impegni e RESPONSABILITà o prenda un cane + piccolo e da compagnia (VERA compagnia, non un cane da caccia o un terrier trasformato in cane da compagnia x moda) che anche se morde fa pochi danni o NON prenda alcun cane!

      • è una semplicissima questione di responsabilità. Purtroppo i cani “grossi e fighi” di solito sono presi da emeriti imbecilli e questo è quanto non ci sono strani misteri da scoprire.
        Il cane può solo essere cane e sta al padrone educarlo e socializzarlo.
        Per me il padrone di quel cane dovrebbe andare in galera, perchè è lui il vero responsabile, n quanto è come se avesse accidentalmente (e manco tanto) premuto un grilletto.
        Così come si sa che una pistola potrebbe uccidere se usata in modo scriteriato, così devi sapere che un cane, è e rimane fondamentalmente un predatore, e bisona educarlo e socalizzarlo! (lo ribadisco casomai non si fosse capito) altrimenti non lo prendi per niente invece di fare il pagliaccio e far vedere che hai preso il dinsauro e fare a gara a chi ce l’ha più grosso col vicino.
        Gente così al massimo un criceto.
        Dio che ipocrisia mi fa andare fuori…

      • Prima cosa,ma come diavolo ti esprimi?”Se un cane è un handicappato mentale …” e c’è chi è così gentile da aver perso tempo a risponderti….senza parole!

        • Credo che intenda che anche i cani, come gli esseri umani, possono essere soggetti ad handicap mentali. Non ci trovo nulla di strano: se ti nasce un figlio mentalmente disabile non vedo perché non puoi beccarti il cane mentalmente disabile.
          Che poi ci siano padroni che i cani mentalmente disabili li facciano diventare (come i figli), questo è un altro dato assodato.

  1. sempre che sono colpevoli i cani. Ma riflettiamo perche un cane reagisce cosi? Appena ci sono die bimbi i cani vengono trattati come oggetti. Nn sempre ma spesso. E tirali la coda, un calcetto qui, e disturbiamolo quando mangia, o quando dorme, spostiamoli la cuccietta ecc. Finche il cane si stufa e poi BUM. Si deve stare attenti. Io anche ho un cane e rpeto nn sempre Hanno voglia che uno gli si rompe i c…….i

  2. Comunque i rotweiler xl ci sono e possono arrivare a 75kg e sono di pura razza …. Sono del parere che se un cane attacca ci sono dei motivi soprattutto colpa dei padroni magari non lo curano non gli danno attenzione hanno comprato un rotweiler tanto per dire c’è l ho molta gente fa così … Invece chi lo acquista come me deve curarlo dare attenzioni addestrarlo bene non fargli mancare niente per me il nostro rotweiler e come il nostro quinto figlio lo devi amare …..

    • no a rimetterci sono le povere persone che un cane non lo hanno avuto o lo hanno ed è educato a dovere,e adesso si trovano un figlio salvo per miracolo!

    • 85 kg? Un rottweiler? Cos’è, la versione canina di un lottatore di sumo? E riesce a camminare senza rischiare il collasso ogni due per tre?
      Francamente mi sembra una frottola. Non scrivete certe cose su un sito dedicato alla Cinofilia, dove le assurdità hanno vita breve.

      • …mi permetto di rispondere a certe domande e di sottoliniare certe cose!!!! La mamma (genitore) era con lui,lo teneva x mano ,erano appena usciti dal condominio ( dal appartamento a piano terra con giardino,come quello dei nuovi vicini con il cane) dirigendosi verso il cancello !!!! Il rottweiler di 75kg (e si , puo pesare ben oltre i 60 kg!!!!) e apparso dal nula ( la lege obbliga certe misure x questi cani,e lo scopriamo un altra volta xke ) e si e buttato sul bambino di 2 anni . Basta chiudere i occhi e immaginare quello ke li ha fatto ( se no vi faccio vedere le foto) .La mamma ha cercato di riprendersi il bimbo ,la coperto con il suo corpo ma il cane la presso di nuovo,li ha messo le mani in bocca ma solo morsi e di nuovo sul piccolo. gluteo,mani,piedini e testa ….. un signore avendo sentito le urla ha scavalcato il cancello e finalmente qualcuno riesce a prendere quella piccola creatura e metterla in salvo ( ringraziamo dal cuore ) !!! I sanitari arrivano (chiamati da una mamma disperata che chiedeva aiuto x il suo unico figlio) e il cane impazzito non li permette di entrare, Chiamano i carabinieri (magari xke nessuno pensa al veterinario dopo aver visto il sangue ke era d’apertutto e i pezzi di carne sul terra mentre da un appartamento si sentono le urle di una signora ” il mio bimbo sta morendo ” e di un signore ” fatte presto” ) . I carabinieri arrivati subito sparano ai piedi del cane magari xke anke loro come quelli del 118 hanno pensato prima al bambino e dopo al cane !!! I padroni del cane niente ,nn si sa dove erano,e si, nn l’anno educato… domanda : un cane puo essere educato??? Il cane x quando sia buono tranquillo,dolce, carino e tutto quello ke volete e sempre un cane,un animale!!! Adesso vi chiedo di immaginare al posto del mio piccolo nipotino (figlio di mio cugino) il vostro bambino,il vostro nipotino e poi mettetevi a cercare spiegazioni x un colpa al piede del cane !!! Aveva piu di 70 kg ,era impazzito ,ha rovinato la vita di tante persone e si ,e colpa del uomo, ma di quell uomo ke ha tenuto questo cane libero ,fuori lege, e glia permesso di fare il male che ha fatto pensando ke il cane puo essere educato!!!

        • Permettimi di dirti che tu di cani ne capisci ben poco. Rottweiler di 75 kg sono sinceramente fantasiosi. I cani possono essere educati, anche perche sarebbe stata impossibile una convivenza millenaria uomo-cane se non fosse stato possibile educare i cani. Non esistono leggi speciali per cani giganti; l’ obbligo di guinzaglio, il divieto di lasciarli liberi in spazi pubblici, la regolamentazione dell’ uso della museruola… sono uguali per tutti i cani, dal chihuahua al mastino spagnolo. E la lista delle razze pericolose e’ stata eliminata da parecchi anni (perche si sono accorti che era una cazzata).
          Mi disiace tantissimo per il bambino vittima dell’ aggressione; mi dispiace per quello a cui ha dovuto assistere la sua mamma; mi dispiace per quello che stanno soffrendo i suoi genitori e familiari. Ma questo non e’ un motivo per scrivere cose sbagliate riguardo ai cani. Il solo modo di prevenie futuri attacchi e’ quello di fare cultura cinofila

          • bene xke e giusto scrivere un articolo partendo con ” i genitori dov’erano” quando nn ci si informa un po almeno x il rispetto del essere umano!!!!!! e informati un po,guarda un attimo in internet su il peso del rottweiller,poi guarda un attimo sulle legi ke includono certi cani come questo , il pitt-bull e altre !!! e se dici ke e una cazzata guarda tutti i bambini ammazzati o massacrati da questi cani !!!cose sbagliate verso i cani??? io avevo un cane,i miei nipotini hanno un cane e amo il cane ,ma e un cane di grandezza giusta x essere tenuto in compagnia di bambini, ed e un cane ke se esce x sbaglio fuori dal giardino non representa un pericolo x gli altri!!! ma ti domando e giusto scrivere una cosa sbagliata su un genitore che sta passando una tragedia ??????????????

          • Quella che deva informarsi sei tu; perche sei tu chi sta scrivendo cose false. Il peso del rottweiler? Limite massimo 50 chili, leggiti lo standard; e se vuoi chiamare rottweiler tutti i meticci molossoidi neri (anche di 90 chili) allora sei in errore.
            Leggi che includono cani come questo? Ma da dove le hai tirate fuori? Non mi dire che ancora credi nella vecchia “lista delle razze pericolose”… Per tua informazione si sono accorti che era una cazata e la hanno cancellata da alcuni anni.
            Poi il “cane di grandezza giusta x essere tenuto in compagnia di bambini” e’ un altra fesseria clamorosa; anche un cocker di 10 chili se mordesse in faccia un bambino lo rovinerebbe. O un bassotto, o pure uno zwergpinscher… Non esistono cani “di grandeza giusta” per stare con i bambini, ma cani “di educazione gusta”.
            Capisco il dolore, capisco le emozioni, ma non esistono giustificazioni valide per scrivere cose sbagliate.

          • il cane resta sempre cane!!! l’umo resta sempre uomo,il cane non ha liberta di scelta,l’umo ha liberta di scelta!!! e il cane rottweiler e sempre e sara x sempre un rottweiler!!!!!!!!!!!!!!!
            Informazioni su Rottweiler
            Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer – Molossoidi e cani bovari svizzeri
            Sezione 2 Molossoidi
            Sottosezione 2.1 Tipo Dogue
            Standard n. 147 del 06/04/2000 (en fr)
            Nome originale Rottweiler
            Origine Germania
            Altezza al garrese maschi 61-68 cm; femmine 56-63 cm
            Peso ideale maschi 55 kg; femmine 42 kg
            Lista di razze canine
            Il Rottweiler è una razza canina molossoide del tipo dogue selezionata nella cittadina tedesca di Rottweil sul fiume Neckar nel corso del XIX secolo, dove questo cane era utilizzato per la custodia delle carni dei macellai e per il traino di piccoli carri utilizzati per il trasporto delle merci.

            È di colore nero focato con pelo corto e duro. Il peso varia da circa 55 kg del maschio a circa 42 kg della femmina.
            In origine il rottweiler aveva una struttura assai diversa da quella attuale, basti pensare che il suo peso si aggirava sui 24 kg quando oggi è facile trovare esemplari di ben oltre 60 kg di peso. Nel corso degli anni tramite una precisa selezione da parte degli allevatori anche la morfologia ha subito notevoli trasformazioni, portando a soggetti molto più angolati, ossature di maggiore volume e teste con musi corti.

          • Andiamo bene, copia-incolla da Wikipedia… Dai fai uno sforzo ulteriore e vai a leggere lo standard vero; lo puoi trovare sul sito dell’ ENCI o su quello dell FCI. Ho collaborato a lungo con Wikipedia (ho modificato almeno un migliaio di articoli) e conozco bene i suoi limiti; se vuoi posso cambiarla e scriverci che sono comuni i rott da 80 kg, ma questo non lo renderebbe vero. Cita fonti UFFICIALI, che sono le uniche attendibili.

        • a) il peso “normale” del rottweiler è quello dello Standard FCI, vuoi che lo cerchiamo su internet? Bene, per il maschio si parla di “circa 50 kg”. Quindi se dovessimo credere al peso di 75kg, sarebbe praticamente un rottweiler e mezzo…
          b) almeno sforzarsi di scrivere giusti i nomi delle razze che si accusano di essere cani assassini farebbe sembrare di sapere di cosa si sta parlando…
          c) le “leggi che includono certi cani” non esistono, dato che l’ordinanza sui “cani pericolosi” come già detto da Eros non esiste più da diversi anni, visto che era una stronzata colossale, tant’è che includeva anche razze che non esistevano nemmeno e alcune che in Italia non arrivavano a 5 esemplari, quindi prenderla come “appoggio” per la propria posizione non è una grande idea…
          d) “tutti i bambini ammazzati o massacrati da questi cani” sarebbero? Quelli letti sui giornali dove qualsiasi incrocio di media taglia diventa dobermann, rottweiler, pitbull o altro, a seconda della razza “cattiva” di turno ?
          e) ne è pieno così di episodi dove “io non ho fatto niente, il cane è impazzito” e poi invece viene fuori che “beh sì gli ho dato un calcio per allontanarlo”, “no beh in effetti gli ho agitato contro il bastone”, “no appena ho visto il cane mi sono spaventata/o e ho tirato su il bambino di botto per non farlo prendere al cane”, eccetera, il fatto di essere coinvolta personalmente, dato che comunque non eri presente, mette la tua opinione al pari delle altre, comprensibile ovviamente che non ti schieri dalla parte del cane, ma scrivere una serie di inesattezze non fa certo guadagnare punti, anzi se uno volesse pensare male aumenterebbe i dubbi di qualche atteggiamento sbagliato causato dal “panico” del vedere il “cane pericoloso che ammazza i bambini”…

          • a)Informazioni su Rottweiler
            Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer – Molossoidi e cani bovari svizzeri
            Sezione 2 Molossoidi
            Sottosezione 2.1 Tipo Dogue
            Standard n. 147 del 06/04/2000 (en fr)
            Nome originale Rottweiler
            Origine Germania
            Altezza al garrese maschi 61-68 cm; femmine 56-63 cm
            Peso ideale maschi 55 kg; femmine 42 kg
            Lista di razze canine
            Il Rottweiler è una razza canina molossoide del tipo dogue selezionata nella cittadina tedesca di Rottweil sul fiume Neckar nel corso del XIX secolo, dove questo cane era utilizzato per la custodia delle carni dei macellai e per il traino di piccoli carri utilizzati per il trasporto delle merci.

            È di colore nero focato con pelo corto e duro. Il peso varia da circa 55 kg del maschio a circa 42 kg della femmina.
            In origine il rottweiler aveva una struttura assai diversa da quella attuale, basti pensare che il suo peso si aggirava sui 24 kg quando oggi è facile trovare esemplari di ben oltre 60 kg di peso. Nel corso degli anni tramite una precisa selezione da parte degli allevatori anche la morfologia ha subito notevoli trasformazioni, portando a soggetti molto più angolati, ossature di maggiore volume e teste con musi corti.
            b) scusa se ho sbagliato a scrivere
            c) la lege ke la vedi come una stronzata colossale magari avrebbe rispiarmato il dolore a tanti ,forse doveva solo essere modificata,magari togliendo quelle razze ke non esistevano nemmeno
            d)credo pienamente ke i giornalisti non sono ”ignoranti ” come me quando scrivono la razza di un cane , e se e mai succeso chiedo scusa x loro
            e) non ero presente ma ho sentito il racconto vero di ki era la ,purtroppo.e chiedo scusa anke quello ke hanno dato una botta al cane prima,anke x quelli ke hanno agitato il bastone,anke x le mamme ke alzano di colpo il bimbo x proteggerlo.
            Se tu sai come comportarti in una situazione come questa ,ben x te ! se vuoi lasciare intendere ke anke in questo ce una ” scusa” del tipo ”atteggiamento sbagliato causato dal “panico” del vedere il “cane pericoloso che ammazza i bambini” ” magari dovresti aspettare e vedere cosa vien fuori . e si, non ero presente ,no,ma conosco la situazione meglio di te,meglio dei giornalisti! e scusa ma di siguro non mi informo sul cane ma sul bambino prima di tutto !!!!!!!!!

          • Giovanna… ebbasta! Sono tre volte che posti questo presunto standard (inesatto in molti punti, quindi penso pescato da qualche sito: ma l’unico Standard valido è quello dell’FCI e si trova sul sito dell’ENCI). Direi che abbiamo capito!
            E’ vero che ci sono rott di 55-60 chili e che non vengono penalizzati in expo (anche se dovrebbero): però di 75 chili (80 secondo altri giornali!) non ne ho proprio mai visti, quindi il peso – se di rott trattavasi – è stato buttato lì a caso. Se era giusto il peso, il cane non era un rott ma un meticcio e quindi non aveva senso criminalizzare una razza che non c’entrava niente.
            Per il resto:
            a) non c’è problema, se non sei italiana scrivi fin troppo bene e cmq si capisce
            b) le leggi che comprendono “liste nere” SONO delle stronzate, tant’è che non sono MAI servite a diminuire di una sola unità le aggressioni canine in nessuno dei Paesi che le hanno messe in atto. Questa è cronaca verificabile.
            Che non esistano razze “più predisposte di altre ad aggredire”, invece, è stato più volte dimostrato scientificamente: ed è proprio sulla base di questi studi scientifici che in Italia, per una volta azzeccandoci, i nostri politici hanno deciso di eliminare qualsiasi lista nera.
            c) le liste nere non vanno bene, le leggi che responsabilizzano i proprietari invece sì: e ci sono. Ma vengono disattese.
            d) i giornalisti, in media, non capiscono un cazzo di cani. Potrei portarti un centinaio di esempi in cui sbagliano clamorosamente razze, pesi, misure e quant’altro. Il giorno in cui gli articoli sui cani verranno scritti da qualcuno che ha almeno una vaga idea di cosa sia un cane, organizzerò una festa colossale;
            e) la prima notizia che ha fatto il giro del web parlava di un bambino che giocava da solo in cortile: solo DOPO si è scoperto che c’era anche la mamma… e se posso essere cinicamente sincera, temo che forse questo possa spiegare l’attacco, perché è probabile che proprio la mamma abbia fatto qualcosa che ha fatto scattare l’aggressione del cane (anche soltanto strillare di paura può essere visto come un attacco, da parte del cane).
            Resta il fatto che quel cane non è stato socializzato con i bambini e non è stato custodito a dovere: tutte gravi responsabilità del proprietario, che per questo dovrebbe pagare.
            Infine: tutti noi siamo più preoccupati per il bambino che per il cane: mi sembra ovvio. Ma il bambino sta ottenendo tutte le cure, tutto l’amore e tutte le attenzioni che merita, mentre il cane rischia di essere soppresso per una colpa che non ha. E’ per QUESTO che parliamo del cane.

          • c) la lege ke la vedi come una stronzata colossale magari avrebbe rispiarmato il dolore a tanti ,forse doveva solo essere modificata,magari togliendo quelle razze ke non esistevano nemmeno

            Aaah certo, però quando poi le “razze pericolose” invece salvano le vite, fanno per therapy eccetera, perchè i “cani della misura giusta per i bambini” non sarebbero in grado (vuoi fisicamente, vuoi per tempra) di cercare tra le macerie per giorni, di fare pet therapy per diverse ore, di fare soccorso alpino o su terreni impervi, allora vanno bene eh?

            d)credo pienamente ke i giornalisti non sono ”ignoranti ” come me quando scrivono la razza di un cane , e se e mai succeso chiedo scusa x loro

            No guarda, scusa ma questa è comica eh…proprio TU vieni a dire che i giornalisti non sono ignoranti quando scrivono la razza di un cane…quando quello di buttare li razze a caso è praticamente lo stesso “giochetto” che negli anni è stato fatto verso gli stranieri (che a seconda degli anni erano albanesi, marocchini, rumeni, rom, etc..) quando c’erano da riportare fatti di cronaca ??? Perchè secondo te il giornalista è andato a verificare i fatti, si è davvero informato sul peso e sulla razza del cane? Girava su internet una foto stupenda con tre locandine di tre giornali diversi che, parlando dello stesso fatto, citavano rispettivamente tre, quattro e cinque alani…giusto perché secondo te i giornalisti quando parlano di cani si informano a dovere sui fatti 😀

            e) e) non ero presente ma ho sentito il racconto vero di ki era la ,purtroppo.

            Appunto, quindi non conosci la situazione meglio di nessun altro di coloro che stanno commentando l’articolo, perché anche tu parli di quello che comunque ti è stato raccontato, pure con l’aggravante di essere emotivamente coinvolta dalla faccenda…guarda un po’ il caso, nessuno di quelli che hanno dato il calcio al cane, o hanno alzato il bastone, etc. lo ammette quando racconta la vicenda, se nessuno si interessa a capire come sono andate le cose prima di demonizzare il cane di turno (e non credo proprio che nessuno tra i protagonisti si sia messo li a cercare le “ragioni del cane”), non venirmi a dire che il giornalista in questione che parla di “belva”, “furia nera” e correlati sarebbe uno che ha indagato seriamente su come sono andate le cose, per favore, che questo non è certo il primo episodio di cane che secondo i giornali “assale senza motivo”. Secondo te dovremmo pensare che l’autore di una frase talmente geniale quale “Nonostante fosse ferito ringhiava e nessuno ha osato avvicinarsi” (MA VA ? Un cane che si è trovato a beccarsi un colpo di pistola e quindi si trova dolorante e sanguinante non è così felice e contento di farsi avvicinare da qualcuno? STRANO!)

            Detto ciò, visto che continui imperterrita a sparare “cugginate” della peggior specie, chiudo il discorso perché non vale nemmeno la pena continuare a discutere con chi tira fuori imperterrita delle inesattezze e delle irrealtà.

          • sono rumena e purtroppo scrivo anke in fretta e non ripasso x correggermi, e il commento dopo, purtroppo non posso piu modificarlo ,ho letto adesso ,spero ke si capisce anke cosi

          • Pensavo fossi italiana, visto il nick. È comprensibilissimo che tu non scriva bene, ma se vuoi che il tuo messaggio arrivi, dato che già non scrivi correttamente, mettere tutte queste “x” e “k” rende la comprensione ancora più difficoltosa.

            Riguardo all’argomento…credo che nessuno pensi che QUEL cane non fosse pericoloso. Un cane che fa una cosa del genere non è innocuo. Però è un cane, non una persona che si rende conto delle sue azioni. E un cane per grande o piccolo che sia va educato. Se non lo si fa, è come un bambino cresciuto nella foresta: non può sapere come ci si comporta. In passato il cane, e anche nel presente, è stato un grande amico dell’uomo. Ci sono cani che difendono i loro padroni dai ladri e dagli aggressori. Cani che trovano i padroni dispersi. Proprio oggi ho letto l’articolo di un cane di grossa taglia che “sente” quando la bambina dei suoi padroni ha attacchi epilettici, e allora le si avvolge intorno così non cade e non si fa male. E non è giusto che perchè UN cane si comporta male, allora TUTTI i suoi simili che fanno cose buone e utili vengano eliminati. Altrimenti dovremmo uccidere tutti gli uomini perché alcuni violentano le donne. Cosa si può fare allora? Che cosa dice l’autrice del sito di queste situazioni? Educare. Educare i padroni perché imparino a capire il cane ed educare i cani perché siano buoni amici degli esseri umani. Perché sai, ci sono tante storie di cani che fanno male ai bambini perché fanno notizia…ma ci sono anche storie di cani che i bambini li salvano e li proteggono, non importa la razza alla quale appartengono. Ma lo fanno perché i loro padroni li hanno educati ad essere bravi cani, così come i genitori devono educare i figli ad essere brave persone.

            Ps: http://thepoodleanddogblog.typepad.com/the_poodle_and_dog_blog/2011/06/rottweiler-guards-forgotten-baby-overnight-while-the-mother-goes-on-a-bender.html (tradotto: una madre si è dimenticata il bimbo di 3 mesi al parco, lo hanno trovato il mattino dopo sano e salvo con la rottweiler che lo ha custodito tutta la notte).

        • a GIOVANNA: quel cane doveva stare in un giardino con una recinzione invalicabile, in modo da nop poter saltare fuori ferendo il bambino e mettendo in pericolo anhche la sua vita..ma in italia non mi risulta abbiano ancora pensato a obbligare che chi vuole tenere un cane in giardino DEBBA avere una recinzione ADEGUATA REALMENTE.
          Capisco poi che nel casino e urgenza del momento il poliziotto abbia sparato al cane, ma se ste cose fossero gestite meglio sarebbe arrivato subito un veterinario + accalappia cani in grado di catturare l’animale, che comunque NOn avrebbe dovuto poter uscire dalla proprietà i chi lo aveva, e se non ne fosse uscito non avrebbe ferito nessuno.. La cosa vergognosa è che quando si fanno le leggi dsui cani non si ragioni, ad es quansdo si era fatta la stupida legge sulle razze peicolose si parlava tanto di portarli in giro con la museruola NON penmsando che molti incidenti gravi (la maggior parte) capita NPON xx cani portati al guinzaglio senza museruola o portati fuori liberi ma x cani saltati fuori da giardini e recinti, quindi LA PRIMA COSA sarebbe obbligare chiunque ha un cane e un giardin/terreno a creare una RECINZIONE ADEGUATA a NON far uscire l’animale (anche x il SUO benessere e sicurezza, anche dando incentivi x evitare abbandoni che costano molto allo stato) o a tenerelo alla catena se è fuori incustodito in un terreno NON adeguatamente recintato (ma una catena ADEGUATA: http://realpitbulldog.blogspot.it/2013/11/cani-alla-catena-siamo-sicuri-che-sia.html ). Invece certi amanti dei cani si battono x rendere illegale la catena SEMPRE (e non solo se corta e mal gestita) non pensando che in certe zone è illegale o impossibile recintare ilo proprio terreno ma è pericoloso anche x il cane stesso lasciarlo vagare libero o con recinti inadeguati (e credendo che un box da 20m scarsi SE VA BENE sia meglio di una postazione a catena ben fatta da oltre 50mq). Quel Rott o meticcio focato NON DOVEVA poter saltare fuori dalla proprietà di chi lo aveva, è banale!

          • A parte il fatto che ho sempre sostenuto che la maggior parte dei cani, ma soprattutto il Rottweiler, NON VA LASCIATO IN GIARDINO DA SOLO A PASSARSI LE GIORNATE COME CREDE, a me è successo di chiedere al comune l’autorizzazione per recintare il mio giardino con muretto basso e assi di legno dell’altezza totale di 2mt. Il caro comune mi ha negato il muretto (mi serviva per evitare che i cani scavassero, sia da dentro, ma soprattutto altri da fuori, dato che appunto, non lascio i cani a pascolare da soli tutto il giorno) e anche l’altezza, limitandola a 1,5 come da regolamento comunale. Dato che questo è successo dopo che avevano (loro, quelli del comune) messo un cartello di “cani al guinzaglio o con la museruola” proprio al limite della mia proprietà, perché molti vicini si lamentavano perché avevano paura dei miei cani che erano sempre liberi e sotto la mia supervisione dato che non è mai successo nulla, sono andata in comune e ho detto che a me stava bene, ma che avrei fatto avere loro una lettera dall’avvocato dicendo che se uno dei miei kattivissimi cani (una labrador e una Rott di miseri 34 kg) avesse morso qualcuno semplicemente appoggiando le zampe sulla recinzione, avrei mandato il malcapitato dal sindaco per le lamentele e i risarcimenti. Ho potuto fare la recinzione di 2 mt. Senza muretto.

        • Buonasera,

          ho perso il filo del discorso. I messaggi sembrano tutti “mescolati”. Non trovo più la sequenza giusta.
          Volevo chiedere, IL BIMBO ADESSO, COME STA?
          Saluti e auguri

    • “Rottweiler puro di 85 kg”, se e’ vero sono disposto a prenderlo io e a pagargli l’ addestramento per la socializzazione. Ovviamente se e’ un cane proporzionato e non iperobeso.
      Anche se vedendo gli annunci di tante pagine di adozioni inizio a dubitare di quello che certi volontari si inventano nelle descrizioni dei cani
      “cagnolotto buonissimo, ma un po’ piagnucolone” (talmente buono che non smette di piangere…); “Ama le coccole e ricambia con mille bacini” (vai, umanizziamo!); “veramente molto belli e morbidosi!!!” (cani in adozione o la pubblicita di un ammorbidente…); “con un musino che tira carezze”; “cagnolotta dolcissima e di indole buona e tranquilla… la compagna ideale per chiunque” (e dicono sia un incrocio di maremmano, proprio il cane ideale per chiunque); “forse non purissimo ma bello come il sole” (forse…); “CUCCIOLONE DELLE MERAVIGLIE” (fa magie o che?); “BUONISSIMO CON LE PERSONE E CON GLI ALTRI CANI, MASCHI E FEMMINE, ADDIRITTURA SGRIDA GLI ALTRI QUANDO NON SI COMPORTANO BENE” (sgrida gli altri? Allora forse il termine BUONISSIMO e’ un po esagerato); “Si cerca per lui una famiglia che non abbia bambini piccoli,altri cani o gatti. Il cane in questione, infatti, necessita di qualcuno che possa seguirlo e che possa educarlo con un educatore” (probabilmente un cane con dei problemi, ma dirlo in modo chiaro era brutto…); “Sappiamo di sicuro che ha due occhi da cerbiatta” (io mi aspettavo occhi da cane…); “Ha 4/5 mesi ed è la dolcezza fatta bau!!!”; “all’inizio nel box soffriva e si dimenava, ora vediamo in lui solo rassegnazione… si sta deprimendo… è impossibile sostenere il suo sguardo al di là della grata..Liberatelo!!” (umanizzare di piu e’ difficile); “OVVIAMENTE NO CACCIATORI NO SERRAGLIO NO CATENA NO SOLO GIARDINO NO ALLEVATORI” (il no allevatori e’ da record); “non ha mai goduto di coccole o carezze…Eppure Carolina è bellissima, bianca con delicate sfumature cipria, una vera signorina” (niente coccole EPPURE e’ bianca… e che c’entra?); “splendido pointer bianco arancio, probabilmente non puro” (se probabilmente non e’ puro perche non definirlo meticcio?); “I suoi mamma e papà non la vogliono più… il motivo è che quando la lasciano sola in giardino rompe le fioriere!!! Ho detto tutto!!!” (tutto tranne quale sia il problema per il quale rompe le fiorere); “compatibile con cani, gatti e le persone” (per fortuna che e’ compatibile con le persone, altrimenti la avrbbero dovuta fa adottare da qualche alieno…); “guarda sempre con quegli occhioni, da dietro le sbarre della sua prigione” (altro esempio di umanizzazione); “E’ ARRIVATA SABATO IN UNA SPLENDIDA FAMIGLIA MA NON E’ STATA ACCETTATA DALLA CAGNOLINA DI CASA E PER IL BENE DI TUTTI CERCA URGENTEMENTE UNA NUOVA ADOZIONE” (sarebbe utile dire se ha problema con gli altri cani o se e’ stato solo un problema con quella); “futura taglia medio/grande e sono tipo “pastore cecoslovacco”” (razza che credo nemmeno esista…); “Sono cani da compagnia, NON da guardia, quindi per loro niente serragli o vita di solo esterno” (quindi i cani da guardia si devono tener fuori con serraglio?); “E’ un cane di razza, un breton puro, ha 7 mesi… …soprattutto ha paura degli spari e dei botti, x questo l’avranno abbandonato. Ora è in stallo provvisorio… …vive con altri cani, gatti, bimbi e galline…” (tenere un cane da caccia con delle galline… geniale).
      Li ho presi tutti dal CERCAPADRONE, e sono tutti degli ultimi 5 giorni; quando la fantasia corre libera…
      Fate un favore ai cani e date descrizioni piu attinenti alla realta.

      • Off topic
        @Eros mi piace molto leggerti però il succo di quello che posti qui lo hai già espresso millemila volte in questo stesso articolo con effetto, parlo per me, analogo a quello che proverei se mi facessero mangiare sacher torte – di suo divina – tutti i giorni a fine pasto: dopo un tot non ne potrei più.
        Soprattutto da quando è stato realizzato il collegamento con “faccialibro” questo sito, di suo splendido, ho come la sensazione che si stia “facebokkizzando”, a scapito della bontà dei commenti, spesso di grande utilità e spessore.
        Fine off topic

        • Scusa se il mio ripetere le cose ti ha dato fastidio, pero’ cerco di farlo per i cani. Ci sono messaggi che bisogna far passare. E cose che vanno corrette. Anche a me piacerebbe non dover ripetere 100 volte le stesse cose e poter parlare d’altro (anche perche il dover affrontare sempre certe cose provoca arrabbiature non benefiche per la mia pressione).

  3. Basterebbe così poco. Prendersi la briga di educare il cane. Che è una cosa, oltretutto, divertentissima, perché impari a capire certi atteggiamenti e a stringere un rapporto ancora più importante con i tuo animale! Certe persone non si meritano di aver la fortuna della compagnia di un cane! . Davvero. Ne sono convinta!

  4. Aridaje…
    In campagna dove abito è pieno di abitazioni con cagnoni veramente grossi (adesso dire 75 chili non saprei, ma comunque grossi) che abbaiano e ringhiano verso tutto e tutti e più che rottweiler assomigliano a labrador geneticamente modificati. Cani che poi io mi ritrovo in cortile (che ora sembra il circolo delle bocce dei cani) con faccioni tenerissimi ed assolutamente non mordaci, ma che alla prima persona che corre, alla macchina che parte o al bambino che arriva si trasformano e diventano cani (quasi) ingestibili e che possono causare problemi.
    E quando io chiamo il proprietario ricordandogli che il suo cagnone di 50 Kg è a casa mia da giorni e che forse sarebbe meglio venisse a riprenderlo, ottengo risposte come: ” ah, ma disturba?”; “oh non si preoccupi prima o poi torna a casa..”.
    Il problema è proprio questo, la maggior parte delle persone ignora totalmente come debba essere la normale gestione di un cane e così facendo stanno rovinando la reputazione di molte nobili razze, il patentino cinofilo servirebbe più che mai.

    • A me è successo con un gentilissimo malgaro che lasciava il suo cane libero. Situazione: mia femmina in calore e io che non posso farla uscire di casa perché il maschio è sempre lì.. La prima volta prendo il cane (tipo un barbone incrociato con uno spinone quindi non grande e nemmeno mordace, ma molto sfuggente), lo carico in macchina e glielo porto, dicendo che la mia femmina è in calore e chiedendo di tenerlo d’occhio. La seconda volta non riesco a prendere il cane e allora lo chiamo. Viene “ostiando” e quando carica il cane in macchina e se ne va mi dice di “mettere un tappo alla cagna” !! Visto il gentile esemplare di umano, alla terza volta che il cane è arrivato sono uscita con la mia cagnetta, ho finto di “concedergliela” riuscendo così a prenderlo, caricarlo in macchina e portarlo al canile municipale consegnandolo all’addetto e riferendo di chi era e quanto già successo. L’esemplare di gentile umano ha dovuto così andare ben più lontano a riprendersi il cane, oltre che pagare la multa per mancata custodia e la pensione per il giorno che è stato al canile. Non è più arrivato nel mio giardino… (So però che c’era ancora alla malga, almeno finché c’era anche l’esemplare bipede)

  5. Io ho un cane che morderebbe assolutamente un bambino. Non li sopporta. Non c’è un perchè. Sta a noi gestirlo e fare si che non possano crearsi situazioni pericolose quando vengono a trovarmi i miei nipotini. Se poi succedesse qualcosa non è colpa del cane: lei é coerente: ha da sempre dato ampiamente avviso. Questo non vuole dire che é pazza o ingestibile. Posso passare in mezzzo a bambini con lei a guinzaglio, non é una che morde “cosi tanto per”. Ma difende la sua casa e proprieta’. E non le piaccciono i bimbi. E con la museruola evito guai quando un bimbo viene a casa mia. Mi sento piu’ tranquilla e il cane é abituata a portarla da piccola ( considerando la razza , lei è un Azawakh” ) Peccato che nessuno scrive mai di tutta la gente che è stato pinzato da un bellissimo levriero africano appunto l’azawakh 🙂

    • La mia è tranquilla con i bambini, li abbiamo anche confinanti di giardino, per un periodo sia a destra che a sinistra. Un giorno la sento ringhiare in giardino, esco e vedo i bambini e mi chiedo cosa le sia preso!! decido di tenere la situazione sott’occhio e cosa scopro? che i bambini di sinistra le ringhiavano e facevano gestacci aggressivi per vederla ringhiare a sua volta!! ovviamente per prima cosa li ho sgridati, poi sono andata dai genitori, e dopo ciò ho cercato di evitare che generalizzasse: quindi tutte le mattina davanti alle elementari fermandosi solo con bambini sereni e genitori responsabili.
      I vicini con i bimbi maleducati nel mentre hanno cambiato casa, e lei non ha mai ringhiato ai bambini dell’altro giardino, ma UGUALMENTE non la lascio da sola fuori, sia mai che crescendo anche gli altri bambini si mettano a fare stupidaggini.. non si discute, QUALUNQUE COSA FACCIA IL CANE NE E’ RESPONSABILE IL PROPRIETARIO, e se in cane ha delle problematiche vanno tenuti in sicurezza, per loro e per il resto del mondo, che è di tutti. Esattamente come i genitori di quei bambini maleducati sono responsabili di ciò che fanno i loro pargoli.

  6. Io ho un cane che morderebbe assolutamente un bambino. Non li sopporta. Non c’è un perchè. Sta a noi gestirlo e fare si che non possano crearsi situazioni pericolose quando vengono a trovarmi i miei nipotini. Se poi succedesse qualcosa non è colpa del cane: lei é coerente: ha da sempre dato ampiamente avviso. Questo non vuole dire che é pazza o ingestibile. Posso passare in mezzzo a bambini con lei a guinzaglio, non é una che morde “cosi tanto per”. Ma difende la sua casa e proprieta’. E non le piaccciono i bimbi. E con la museruola evito guai quando un bimbo viene a casa mia. Mi sento piu’ tranquilla e il cane é abituata a portarla da piccola ( considerando la razza , lei è un Azawakh” ) Peccato che nessuno scrive mai di tutta la gente che è stato pinzato da un bellissimo levriero africano appunto l’azawakh 🙂

  7. Io ho un cane che morderebbe assolutamente un bambino. Non li sopporta. Non c’è un perchè. Sta a noi gestirlo e fare si che non possano crearsi situazioni pericolose quando vengono a trovarmi i miei nipotini. Se poi succedesse qualcosa non è colpa del cane: lei é coerente: ha da sempre dato ampiamente avviso. Questo non vuole dire che é pazza o ingestibile. Posso passare in mezzzo a bambini con lei a guinzaglio, non é una che morde “cosi tanto per”. Ma difende la sua casa e proprieta’. E non le piaccciono i bimbi. E con la museruola evito guai quando un bimbo viene a casa mia. Mi sento piu’ tranquilla e il cane é abituata a portarla da piccola ( considerando la razza , lei è un Azawakh” ) Peccato che nessuno scrive mai di tutta la gente che è stato pinzato da un bellissimo levriero africano appunto l’azawakh 🙂

  8. Il cane non ha mai colpa. Sono i padroni che non lo gestisco. Devono essere sempre controllati, mai lasciati soli, sopratutto devono socializzare. Un cane reagisce sempre quando ha paura.. si difende, sta nella sua natura. Il problema è che il cane piccolo non fa molti danni, un molossoide può arrivare ad uccidere. . Mi chiedo, dove era il suo padrone?

  9. Il cane non ha mai colpa. Sono i padroni che non lo gestisco. Devono essere sempre controllati, mai lasciati soli, sopratutto devono socializzare. Un cane reagisce sempre quando ha paura.. si difende, sta nella sua natura. Il problema è che il cane piccolo non fa molti danni, un molossoide può arrivare ad uccidere. . Mi chiedo, dove era il suo padrone?

  10. Il mio cane i bambini li trovava strani, niente questi umani in miniatura erano troppo diversi, ho iniziato un percorso di addestramento e il tutto si è risolto, è addirittura capitato che un giorno a passeggio tre bimbi gli si sono “avventati” addosso (uno lo abbracciava sulla testa), con me in preda ad un attacco cardiaco. Buonissimo è rimasto fermo, scodinzolando piano. Certo, questa non è la prova definitiva e a spasso ho comunque occhi anche dietro la testa, ma era per dire che con un po’ di lavoro si puó fare molto e che nessun cane è una causa persa. Questi articoli di presunti “killer” sono davvero faziosi e superficiali. Oltretutto additano il colpevole sbagliato.

  11. Il mio cane i bambini li trovava strani, niente questi umani in miniatura erano troppo diversi, ho iniziato un percorso di addestramento e il tutto si è risolto, è addirittura capitato che un giorno a passeggio tre bimbi gli si sono “avventati” addosso (uno lo abbracciava sulla testa), con me in preda ad un attacco cardiaco. Buonissimo è rimasto fermo, scodinzolando piano. Certo, questa non è la prova definitiva e a spasso ho comunque occhi anche dietro la testa, ma era per dire che con un po’ di lavoro si puó fare molto e che nessun cane è una causa persa. Questi articoli di presunti “killer” sono davvero faziosi e superficiali. Oltretutto additano il colpevole sbagliato.

  12. i cinofobi si sono scatenati ieri, e ho discusso invano per difendere la razza…ne ho letto di tutti i colori: che questi cani di merda e i loro padroni dovrebbero sparire, che sono bestie da tenere allo zoo con i leoni, che tutti i cani dovrebbero sparire perché sono un danno per la società, che chi ha un mostro pericoloso va tassato, addirittura che la soluzione era farli tutti fuori 🙁

  13. i cinofobi si sono scatenati ieri, e ho discusso invano per difendere la razza…ne ho letto di tutti i colori: che questi cani di merda e i loro padroni dovrebbero sparire, che sono bestie da tenere allo zoo con i leoni, che tutti i cani dovrebbero sparire perché sono un danno per la società, che chi ha un mostro pericoloso va tassato, addirittura che la soluzione era farli tutti fuori 🙁

    • “Spero che il bimbo è figlio di chi ha creato il mostro”
      Ma che razza di commento è? Un bambino, specie se piccolissimo come quello in questione, è un bambino e basta. Deve pagare per eventuali colpe non sue?

      Affermazioni del genere mi lasciano senza parole. Le trovo di una ferocia inaudita.
      A me dispiace enormemente per il piccolo, che spero possa riprendersi presto e senza conseguenze permanenti, e per il povero cane, che probabilmente farà una finaccia.

  14. Premesso che non c’e’ cosa più preziosa della vita e in particolare della vita di un bambino. Una rosa può diventare pericolosa, dipende dall’uso che la mente sana o malata ne faccia: il cane è il risultato dell ‘ educazione ricevuta dal proprio padrone. Però su…. anche il bambino, a chi era affidato in quel momento???

  15. siiii e’ giusto xooo nn tutti propietari di cani potranno aver bimbi per insegnare a loro d non mordere o altro comportamnto sui bimbi…. il discorso e’ xke la recinzione e bassa????????????????? io ho gli occhhi 365 gradi sempre e sempreeee e ho un bull terrier…. xo continuo a dire ke c vuole il patentino certi canii.. come in amrica sop

  16. la colpa è SEMPRE dei proprietari!!! Il cane non è stato educato e a pagarne le conseguenze è sempre lui!!! Il problema è che quell’idiota del padrone sicuramente, abbattuto il cane, se ne prenderà un altro e continuerà così!!!! Ci dovrebbero essere più controlli e non dare i cani a persone che poi non se curano affatto!!!! In Italia, come tutto, siamo indietro anni luce dall’estero, infatti in Inghilterra esistono controlli mirati e prima di prendere un cane, tu padrone devi fare un corso per cercare di capire come ci si comporta con i cani, poi ti daranno una sorta di “patentino” dove si attesta che sei in grado di stare con i cani. Ma i controlli li fanno ancora dopo!!!!!! Qui vai al canile, prendi un cane e basta. Nessun controllo, niente. Come si può pensare che la situazione cambi se tanto non ci sono controlli ??????? Non sono tutti buoni quelli che salvano un cane dal canile!!!! Tanti li abbandonano, molti non se ne curano e altri li maltrattano !!!!!

  17. la colpa è SEMPRE dei proprietari!!! Il cane non è stato educato e a pagarne le conseguenze è sempre lui!!! Il problema è che quell’idiota del padrone sicuramente, abbattuto il cane, se ne prenderà un altro e continuerà così!!!! Ci dovrebbero essere più controlli e non dare i cani a persone che poi non se curano affatto!!!! In Italia, come tutto, siamo indietro anni luce dall’estero, infatti in Inghilterra esistono controlli mirati e prima di prendere un cane, tu padrone devi fare un corso per cercare di capire come ci si comporta con i cani, poi ti daranno una sorta di “patentino” dove si attesta che sei in grado di stare con i cani. Ma i controlli li fanno ancora dopo!!!!!! Qui vai al canile, prendi un cane e basta. Nessun controllo, niente. Come si può pensare che la situazione cambi se tanto non ci sono controlli ??????? Non sono tutti buoni quelli che salvano un cane dal canile!!!! Tanti li abbandonano, molti non se ne curano e altri li maltrattano !!!!!

  18. …bisogna riflettere a lungo su una notizia del genere….mi dispiace immensamente x questo povero bimbo che di colpa non ne ha nessuna,come non ne ha neanche il cane…..l’unico colpevole di questa triste storia è sicuramente il proprietario,che tutto avrà fatto,meno insegnarlgli a vivere e socializzare con le persone(compreso i bambini)….x me sono solo persone esaltati che prendono un cane solo x far vedere al mondo intero tutta la loro imbecillità….:( …non mi stancherò mai di dirlo: quando si prende un cane,bisogna amarlo,rispettarlo e inserirlo nella famiglia come un componente di essa e non come un oggetto o un antifurto…… :/

  19. …bisogna riflettere a lungo su una notizia del genere….mi dispiace immensamente x questo povero bimbo che di colpa non ne ha nessuna,come non ne ha neanche il cane…..l’unico colpevole di questa triste storia è sicuramente il proprietario,che tutto avrà fatto,meno insegnarlgli a vivere e socializzare con le persone(compreso i bambini)….x me sono solo persone esaltati che prendono un cane solo x far vedere al mondo intero tutta la loro imbecillità….:( …non mi stancherò mai di dirlo: quando si prende un cane,bisogna amarlo,rispettarlo e inserirlo nella famiglia come un componente di essa e non come un oggetto o un antifurto…… :/

  20. …bisogna riflettere a lungo su una notizia del genere….mi dispiace immensamente x questo povero bimbo che di colpa non ne ha nessuna,come non ne ha neanche il cane…..l’unico colpevole di questa triste storia è sicuramente il proprietario,che tutto avrà fatto,meno insegnarlgli a vivere e socializzare con le persone(compreso i bambini)….x me sono solo persone esaltati che prendono un cane solo x far vedere al mondo intero tutta la loro imbecillità….:( …non mi stancherò mai di dirlo: quando si prende un cane,bisogna amarlo,rispettarlo e inserirlo nella famiglia come un componente di essa e non come un oggetto o un antifurto…… :/

  21. Scusate tutti hanno sbagliato primo i genitori di questo bambino a lasciarlo incustodito e secondo il padrone del cane che é un grandissimo coglione mi dispiace tantissimo del bimbo e spero che ne esca vincitore da questa tragedia che gli è accaduta adesso non voglio dare la colpa alla famiglia del bambino má se erano a conoscenza di avere vicino a loro un cane aimè violento alle persone per una non educazione corretta perchè lasciare da solo un bambino?? Forse la mamma o il papá hanno lasciato tutto al caso??io ho 4animali e due figli nella mia vita di mamma non ho mai lasciato incostuditi i miei figli sopratutto a quell’età puô succedere di tutto e in fatti quando poi succedono le disgrazzie siamo tutti li a piangere alla fine chi ci ha rimesso in tutta sta storia è il bambino e il cane i genitori si mangeranno le mani dell’accaduto e il padrone del cane un pó di carcere non gli farebbe male e una multa salatissima ma questo è un mio pensiero personale e rimarrà tale anche se l’ho voluto condividere con voi .

    • i genitori di questo bimbo hanno sbagliato in cosa ??? la mamma e uscita fuori da casa tenedo il bambino x mano!!!! e piena di morsi sulle mani x aver tentato di diffendere il bimbo ,si e buttata sopra di lui ma il cane non lo mollava !!! x piacere non scrivete cose non vere xke il bimbo nn era da solo, basta legere anke altre notizie sul caso xke ce ne sono tante in cui viene spiegato come e succeso dai carabinieri ,il signore ke la salvato e altri

      • Ma lo hai letto l’ articolo? Sa come e’ stata presentato in principio la noticia dai giornali? Hai letto cosa hanno scritto i giornali all’ inizio? Secondo i giornali che hanno presentato la noticia il bambino era da solo in giardino e nel giardino al lato c’era il cane; e nonostante il bambino avesse solo due anni e la recinzione fosse troppo bassa lo avevano lasciato solo. E sia l’ articolo che i commenti del primo giorno sono stati scritti basandosi su questa descrizione (che era quella pubblicata da tutti i giornali). Solo successivamente (il giorno dopo) sono arrivate nuove notizie dicendo che il bambino era con la mamma, ecc…
        Ma tu adesso attacchi chi ha commentato il fatto basandosi su quello che avevano scritto inicialmente i giornali… leggi data ed ora del commento che hai attaccato; e’ dell’ altroieri, quindi di prima che si sapesse come erano ándate veramente le cose. O non hai notato che quando tu lo haí attaccato era gia li da due giorni e mezzo? E che quindi si basava sulla prima versione.
        Ma mentre tu hai il diritto di citare leggi inesistenti, di ignorare gli standard razziali, di dire inesattezze sui cani… tutti gli altri…
        Datti una calmata invece di attaccare tutto e tutti

        • ma dati una calmata tu!!! xke scusa se ve lo dico ma scrivere un articolo su una tragedia come questa cominciando come questo articolo mi dispiace ma vuole dire cattiveria ,poi scusa domando a tutti voi ke avete bambini,nel vostro giardino il figlio non e mai rimasto la solo??? quello ke hai scritti perfino tu ”il bambino era da solo in giardino e nel giardino al lato c’era il cane; e nonostante il bambino avesse solo due anni e la recinzione fosse troppo bassa..” anke se fosse vero…mi scusi tanto ehhh . poi sul discorso delle legi,se le hanno tolto,mi dispiace ma hanno sbagliato di grosso. non attacco tutti,ma quella persona che ha scritto l’articolo dando colpe sopra colpe , e se e vero ke i articoli di quell malledetto giorno dicevano questo e la verita e venuta fuori dopo poteva cancellarlo xke e stato pesante !!! vi giuro ke nn vorrei mai ke qualcuno si ritrovi nella nostra situazione ,pero solo ke conosce questo dolore sa di cosa parlo. e vedo ke hai da dire qualcosa su quasi ogni commento ,bene,allora prenditi un rottweiler e fallo giocare con i tuoi bimbi , grazie, pero ricordati sempre ke i bimbi dei altri non sono i tuoi !!!

          • Ma hai capito il senso dell’ articolo? Perche o non lo hai capito o parli per punto preso. Lo scopo di questo sito e’ di fare cultura cinofila; e per lo scopo l’ autrice spesso trae spunto da fatti di cronaca. E analiza il comportamento dei cani per dar modo di conoscerli meglio e di prevenire ulteriori incidenti simili.
            E cancellare l’ articolo solo perche le notizie riportate all’ inizio dai giornali erano sbagliate andrebbe contro il concetto di cultura cinofila. Quanto descritto non e’ successo? Va bene, ma potrebbe succedere, e sapere come comportarci se succedesse non fa male, anzi.
            Non c’era nessun bambino solo in un giardino separato solo da una recinzione bassa da un cane grosso, incustodito e poco socializzato? Pero’ ci potrebbe essere, e come dovremmo fare per evitare una tragedia se si verificasse una situazione del genere? A te non te ne frega niente? Invece a me interessa come fare a proteggere i miei nipoti e come fare ad evitare che il mio cane attacchi qualcuno.
            E tu stai continuando a dimostrare ignoranza cinofila da record… Ci sono due possibilita; o il cane in questione non era un rottweiler, oppure non pesava 75 kg; i rottweiler non devono superare i 50 kg (leggiti lo standard prima di continuare con le tue esagerazioni)

  22. è colpa dei padroni. non è impossibile che un cane abbastanza grande da poter riuscire nell’impresa scavalchi una recinzione e vada a mordere umani e/o altri cani che sono nel loro giardino. ho sentito una storia simile da una persona che conosco, il cui cane è entrato in un giardino privato e ha ucciso il cagnolino che era lì, a casa sua. certo che è colpa dei padroni. certo che ci dovrebbe essere un veterinario disponibile in queste situazioni.
    certo è pure che questi cani – che siano o meno di razza pura – che sono fisicamente in grado di provocare danni notevoli per la loro stazza andrebbero seguiti da un servizio pubblico che si preoccupi di monitorare i padroni e il modo in cui accudiscono i loro cani. perchè gente che permette che il suo megacane salti nelle proprietà private a uccidere non deve avere un cane. io cmq penso che andrebbero monitorati tutti i padroni dei cani, perchè la mancanza di cervello del padrone di un cane grande la pagano tutti, la mancanza di cervello del padrone di un cane piccolo magari la paga solo il cagnolino – ma non va bene lo stesso.
    vorrei aggiungere che una persona nel suo giardino privato ha il diritto di lasciare soli il cagnolino o il bambino – magari li guarda dalla finestra – senza doversi preoccupare dell’assalto improvviso di un megacane inferocito che scavalca la recinzione. una persona non è tenuta a stare di guardia con la baionetta carica di anestetico quando qualche membro della famiglia è in giardino.

  23. Guardate che vicino casa mia una famiglia ha un rottweiler maschio di quasi 80 kg, hanno altri due meticci, sono bravissime persone, ma il rottweiler, 5 anni, è davvero cattivo e aggressivo, anche se l’han preso cucciolo e portato in un centro di etologia canina: fa fuori gatti a non finire, e lo devono sempre portare a spasso con la museruola perché tende a mordere praticamente ogni cosa si muova sopra il suo capo.. per contro un mio amico ne ha una femmina, che è dolcissima… può capitare che un animale nasca aggressivo!

    • Rottweiler di 80 chili? Adesso io mi chiedo se il peso di questi cani lo calcolino dei pescatori (famosi per esagerare un po…) o se si tratti di ben altre razze. A me viene spontaneo fare il confronto con Balrog (il mio mastino spagnolo) che adesso ha 16 mesi e pesa 70 chili (per una alteza di 76 cm); ed e’ un cane in perfetta forma, assolutamente non sovrappeso, muscoloso e agile. Considerando che un rott non debe superare i 68 cm (e gli standard non sono un optional) io mi chiedo come potrebbe un cane 8 cm piu basso del mio essere cosi pesante (a meno di essere tremendamente sovrappeso). Una amica ha un rott di 68 cm e devo dire che con altri 20-30 chili di peso addosso non riuscirebbe nemmeno a muoversi (altro che saltare recinzioni).
      Ho gia letto di rott di 75, 80 e 85 (!!!) chili di peso, e ho paura che qualcuno ne citi uno di 90… un po come i cani dei cuggini, quei “lupi” di un metro al garrese…

  24. Guardate che vicino casa mia una famiglia ha un rottweiler maschio di quasi 80 kg, hanno altri due meticci, sono bravissime persone, ma il rottweiler, 5 anni, è davvero cattivo e aggressivo, anche se l’han preso cucciolo e portato in un centro di etologia canina: fa fuori gatti a non finire, e lo devono sempre portare a spasso con la museruola perché tende a mordere praticamente ogni cosa si muova sopra il suo capo.. per contro un mio amico ne ha una femmina, che è dolcissima… può capitare che un animale nasca aggressivo!

  25. Guardate che vicino casa mia una famiglia ha un rottweiler maschio di quasi 80 kg, hanno altri due meticci, sono bravissime persone, ma il rottweiler, 5 anni, è davvero cattivo e aggressivo, anche se l’han preso cucciolo e portato in un centro di etologia canina: fa fuori gatti a non finire, e lo devono sempre portare a spasso con la museruola perché tende a mordere praticamente ogni cosa si muova sopra il suo capo.. per contro un mio amico ne ha una femmina, che è dolcissima… può capitare che un animale nasca aggressivo!

  26. Guardate che vicino casa mia una famiglia ha un rottweiler maschio di quasi 80 kg, hanno altri due meticci, sono bravissime persone, ma il rottweiler, 5 anni, è davvero cattivo e aggressivo, anche se l’han preso cucciolo e portato in un centro di etologia canina: fa fuori gatti a non finire, e lo devono sempre portare a spasso con la museruola perché tende a mordere praticamente ogni cosa si muova sopra il suo capo.. per contro un mio amico ne ha una femmina, che è dolcissima… può capitare che un animale nasca aggressivo!

  27. Io penso che il problema non è il cane ma chi non lo sa gestire e non lo educa nel modo giusto…… Anche un bastardino di taglia grossa puo essere pericoloso se morde…… Io ho un pastore tedesco abituato con i miei bambini e si è sempre fatto fare qualsiasi cosa da loro e ha sempre dormito vicino ai loro letti

  28. Io penso che il problema non è il cane ma chi non lo sa gestire e non lo educa nel modo giusto…… Anche un bastardino di taglia grossa puo essere pericoloso se morde…… Io ho un pastore tedesco abituato con i miei bambini e si è sempre fatto fare qualsiasi cosa da loro e ha sempre dormito vicino ai loro letti

  29. Io penso che il problema non è il cane ma chi non lo sa gestire e non lo educa nel modo giusto…… Anche un bastardino di taglia grossa puo essere pericoloso se morde…… Io ho un pastore tedesco abituato con i miei bambini e si è sempre fatto fare qualsiasi cosa da loro e ha sempre dormito vicino ai loro letti

  30. Ho un meticcio incrocio rott /corso di 65kg( magro) ..per un mare di motivi che non sto qui a spiegare e’ un cane traumatizzato e di pessimo carattere. X questo abbiamo la massima attenzione x tutto. Non permettiamo agli estranei di accarezzarlo e ovviamente alla larga dai bambini. Lo portiamo in giro almeno 4 volte al giorno i parchi chiusi e recintati x farlo correre giocare e sfogare. Il nostro e’ un cane problematico ma lo amiamo e abbiamo grande senso di responsabilità . Conosco altri cani della sua razza e anche di stazza maggiore che hanno l’indole del canarino, buoni e affettuosi con tutto il mondo. Il mio non e’ un cane “peace and love” e non per la razza. Basta demonizzare i molossi.

  31. io penso un quando si hanno dei bimbi piccoli si dovrebbe tenere in casa un cane adatto ai bimbi ….piccola taglia …io ho un cavalier kink … non ne nemmeno normale che se un bimbo tira la coda al cane allora è giusto che sia sbranato

    • La taglia non vuol dire nulla. Io sono cresciuta con 2 pt femmina, quando le abbiamo prese io avevo 3 anni, mia sorella più grande ne aveva 4 e la più piccola era appena nata. Erano ancora anni in cui la maggior parte dei proprietari di cani non contemplavano nemmeno l’esistenza degli educatori cinofili, mia mamma ci lasciava giocare in giardino senza mai nemmeno controllarci, l’unica cosa che ci avevano insegnato era non si tirano orecchie e coda, non si salta in groppa e non si mettono le mani in bocca ai cani. Mia sorella più piccola, però, deve aver perso quella lezione, perché appena ha iniziato a gattonare saltava in groppa, tirava tutto il tirabile e si scambiava con i cani teneri baci bavosi. Ok, era terribile, se fosse stata mia figlia mi sarebbe venuta la tachicardia di fronte a certe scene. Ma tutto questo per dire che non c’entra la stazza del cane, anche un cane piccolo può lasciare gravi danni su un bambino, c’entra invece molto l’educazione e la socializzazione. Certo, con alcune razze bisogna stare attenti a priori, perché per come sono state selezionate possono essere più reattive di altre agli stimoli, ma anche questo non dipende dalla taglia. Ci sono razze di piccola taglia che mi sembrano molto meno propense di altre più grandi a socializzare con i bambini. Penso ad esempio al bovaro del bernese, ovviamente anche il bovaro va educato e socializzato, ma se parliamo di un soggetto caratterialmente tipico sarà sempre in cane paciosissimo con i bambini (beneducati). E l’unico cane che mi ha morso da bambina era un cane di piccola taglia (e perché gli avevo rotto i le scatole).

    • e per me nn è normale che un bambino tiri la coda al cane..ed è qui che tt sbagliano il bambino può far tt ma il cane nn può mordere..

      il cane nn deve mordere – PUNTO.

      IL BAMBINO NN DEVE TIRARE LA CODA AL CANE – PUNTO.

      Aggiungo che se un bambino, mio, di mia sorella, di mia cugina, di una mia amica tira la coda al mio cane son io la prima a dar una sberla al bambino, ho visto troppi genitori che vedendo i figlio a tirare code, orecchie pelo al cane se la rideva di gusto.. ed il più delle volte il mio commento è stato: “Ma che cazzo ridi!? Poi quando il cane morde tuo figlio ridi?! No. Non ridi no per nulla proprio, allora cavoli bisogna essere coerenti, nn puoi ridere xè tuo figlio fa male al cane e poi nn ridere più quando il cane fa male a tuo figlio xè tuo figlio gioca ed è piccolo e nn capisce ma tu genitore sei un coglione che ride!

      PS.
      Piccolo aneddoto di famiglia.. Mio padre è sempre stato amante dei cani, ha sempre amato moltissimo anche me unica figlia, ho imparato da lui il rispetto per i cani e come educarli.
      Come ha educato me e il cane?! Semplice, ho tirato la coda al cane da piccola un sacco di volte, lui mi avrà detto 10, 20, 30 volte: “Non tirare la coda al cane non è un bel gioco per lui e se ti morde lui per giocare non è nemmeno per te un bel gioco” il cane dopo mille volte che ho tirato la coda mi ha morso, mio padre sapendo che il SUO cane sapeva benissimo che non si morde e che forza usare per non farmi troppo male, quando poi son andata da mio padre piangendo xè mi aveva pizzicato nella mano, ha semplicemente detto a SUA figlia: “smetti di piangere xè lui nn ha mai pianto nonostante tu gli abbia sempre fatto male, ha portato pazienza, tu nn hai capito che nn si tratta così un cane e lui ha giocato con te a suo modo come tu fai con lui”. Morale della favola?! Io non ho più tirato la coda al cane per gioco e il cane per gioco non ha più pizzicato me.

  32. Partendo dal presupposto che il padrone contribuisce al carattere del cane è pur vero che esistono razze che per indole sono più portate di altre ad essere aggressive. Se un Labrador è mordace senza dubbio attribuisco la colpa al padrone più che al cane perché per indole e genetica non sono assolutamente cani dotati di aggressività . Un rott anche se seguitissimo di ottima genealogia e quello che vi pare rimane un rott. Purtroppo troppo spesso certe razze vanno nelle mani sbagliate ,di ragazzini incompetenti.

  33. Partendo dal presupposto che il padrone contribuisce al carattere del cane è pur vero che esistono razze che per indole sono più portate di altre ad essere aggressive. Se un Labrador è mordace senza dubbio attribuisco la colpa al padrone più che al cane perché per indole e genetica non sono assolutamente cani dotati di aggressività . Un rott anche se seguitissimo di ottima genealogia e quello che vi pare rimane un rott. Purtroppo troppo spesso certe razze vanno nelle mani sbagliate ,di ragazzini incompetenti.

  34. sono razze nate da incroci di cani aggressivi del resto i combattimenti non li fanno con i barboncini peccato perchè sono bellissimi affettuosi con il padrone ma con gli altri bisogna stare molto attenti

    • Silvana il rott non discende da incroci fatti ad hoc.
      Al contrario è una razza molto antica, il cui compito in origine era quello di badare al bestiame (bovini).
      Forse ti confondi con il dogo argentino che, per inciso, è un cane da caccia (grossa).

  35. La razza nn c’entra anzi vedo più cani grandi fare i ruffiani coi bimbi ke cani piccoli..esempio la mia..bichon di 2,9kg ma se vede un bambino nel raggio d 5metri si trasforma in un piccolo demone e guai quando ci si fiondano sopra con le mani..ne è totalmente traumatizzata e nn si fa problemi a mordere..certo un suo morso nn è paragonabile al rott ma è pur sempre aggressivita da paura.quindi nn facciamo d ttt l’erba un fascio..fosse x me tutti dovrebbero subire controlli severi su km tengono i propri animali..a ki nn sta bene faccia a meno d prenderli

  36. La razza nn c’entra anzi vedo più cani grandi fare i ruffiani coi bimbi ke cani piccoli..esempio la mia..bichon di 2,9kg ma se vede un bambino nel raggio d 5metri si trasforma in un piccolo demone e guai quando ci si fiondano sopra con le mani..ne è totalmente traumatizzata e nn si fa problemi a mordere..certo un suo morso nn è paragonabile al rott ma è pur sempre aggressivita da paura.quindi nn facciamo d ttt l’erba un fascio..fosse x me tutti dovrebbero subire controlli severi su km tengono i propri animali..a ki nn sta bene faccia a meno d prenderli

  37. La razza nn c’entra anzi vedo più cani grandi fare i ruffiani coi bimbi ke cani piccoli..esempio la mia..bichon di 2,9kg ma se vede un bambino nel raggio d 5metri si trasforma in un piccolo demone e guai quando ci si fiondano sopra con le mani..ne è totalmente traumatizzata e nn si fa problemi a mordere..certo un suo morso nn è paragonabile al rott ma è pur sempre aggressivita da paura.quindi nn facciamo d ttt l’erba un fascio..fosse x me tutti dovrebbero subire controlli severi su km tengono i propri animali..a ki nn sta bene faccia a meno d prenderli

  38. penso che i cani non sono x tutti, non tutti li sanno trattare, non sono giocattoli e non si lasciano soli con bambini piccoli, per i cani esiste la gelosia, come per tutti gli esseri umani….insomma è ora di smettere …prendere il cane “perché è di moda!!!!”.Non esistono cani cattivi ma “addestrati alla cattiveria” (questo sempre secondo mio modesto parere)

  39. se il cane e feroce e perchè in casa così si comportano con lui i cani sono come i bambini se in casa si respira aria di amore e affetto verso il prossimo se un padrone e aggressivo lui segue l’istinto del suo capo gruppo cioè il padrone

  40. Leggendo i commenti ho notato le parole ho sentito dire. Una volta un mio amico cani di 75 -80-85kg.be vedo che c’è molta ignoranza e che La gente parla per sentito dire.e sono sicuro che queste persone sono quella che credono al dobermann che dal 7 anno di età impazzisce perché il cervello gli cresce rispetto alla scatola cranica.per concludere se un cane attacca che sia un rott.un Pitt. un pastore tedesco.ecc ecc c’è sempre un motivo di fondo ho e stato provocato l’istinto predatorio ho attacca per difendersi.se andiamo all’USL e chiediamo i numeri degli degli attacchi e morsicature di cani al primo posto troviamo lo yorkschire il pincer,tutti cani che non superano i 10 kg ma questo non fa notizia il rottweiler di 80kg si ma il rottweiler pensate che sia consapevole del suo peso ho della sua forza?sicuramente l’esito sarà diverso ma il cane non ha nessuna colpa.

  41. Quelle che troppo spesso traduciamo in “colpe” non sono altro che traduzione di atteggiamenti che l’Uomo ha imparato a gestire da centinaia di anni ( e lo fa ancora con difficoltà!), ovvero atteggiamenti istintivi! Si! è ISTINTO quello che spinge gli animali (più spesso che negli uomini) a compiere gesti che noi, per comodità, associamo a “pazzie”! Sono proprietario di un Doberman…la adoro, talvolta è appiccicosa come una bambina ma non darò mai a lei il 100% della mia fiducia (soprattutto in presenza di terze creature) proprio perchè sono consapevole della predominanza istintiva nei loro caratteri. A mio parere questa consapevolezza ed un minimo di cultura cinofila basterebbero a ridurre al minimo i rischi di incidenti come questo. Invece di puntare il dito salvo poi lavarsene le mani subito dopo, i Comuni, lo Stato dovrebbe porre attenzione (seria) su questi episodi prevedendo un’educazione dei proprietari alla detenzione di un QUALSIASI cane, con tanto di attestato che lo certifichi e ne abiliti il padrone a tenere un animale; magari smetteremo di vedere scene ” il mio cane è socializzatissimo e se ne sta libero nel giardino a scagazzare ovunque e a correre a far le feste a ogni cane che arriva” … e la mia che i cani non li sopporta? ah! beh! sono cazzi miei che per 20 mt la devo tenere “impiccata” al collare perchè vorrebbe fare quello che a lei piace più di ogni altra cosa … far valere il suo istinto! Essì! Esistiamo anche noi cari padroni dei cani socializzati(?!)

  42. Io sono sempre dell’idea che un cane viene su da come lo allevi (ovviamente per quelli che hanno subito maltrattamenti il percorso è lungo e diverso)! Un mio amico ha un rott femmina di 10 mesi, non purissimo col quale ha seguito corsi di base e quant’altro…..il cane ha sempre socializzato con tutti….umani e cani ed è buonissima e dolcissima!! Ovviamente se gli rompi le scatole ad oltranza….quando mangiano o ad esempio quando riposano il rischio di prenderti un morso c’è (te lo garantisco io…che da piccola ne ho presi ben tre da un coker xè gli rompevo le scatole nei momenti meno opportuni), e non ritengo neanke giusto che un bambino possa fare al cane di tutto, bisogna dare delle regole pure a loro!!! Io ho un golden….ed è risaputo che la loro indole è docilissima, domenica giocava con otto bambini (che lui adora)…..ma arrivato al punto di non farcela più…..ho spiegato loro un po di cose…..hanno aspettato che il cane fosse pronto di nuovo per giocare, loro si sono divertiti e il mio Argo pure!!! Chi non è in grado di prendersi cura di un cane si deve comprare un peluche…..non sono oggetti!!!

  43. Elizabeth Isipatto
    Non leggevo una storia così esagerata dai tempi di Cujo… E già Stephen King ne aveva di immaginazione. Io ho un rottweiler, sono la prima a dire che non sono cani per tutti. Quindi se non lo si sa gestire è molto meglio lasciar perdere. Però da qui a parlarne come se fosse l’Anticristo ce ne vuole! Dite le cose come stanno e non fate si che si creino stupidi pregiudizi che già ce ne sono a volontà. Piuttosto accertatevi davvero sui fatti e non gridate sempre allo spauracchio facendo crescere nei cervellini degli sciuri panico verso creature che se cresciute bene sono spettacolari. Grazie come sempre a Valeria per essere dalla parte dei pelosi. Un saluto a tutti. Elizabeth e il suo rottweiler inferocito di soli 48 kg Fiona.

    • “Soli” 48 chili… che in realta sarebbero pure troppi; lo standard ufficiale perle rott femmine dice “Peso: 42 kg. circa”. Ma se un rott potesse arrivare veramente a 85 chili come dicono alcuni commenti, allora san Bernardo, mastini spagnoli, mastiff… quanto dovrebbero pesare? 150 chili?

  44. Io ho due rott…con noi e mia figlia sono dolcissimi e super protettivi e ottimi da guardia….ma ho notato che non sopportano il nostro vicino….ho sempre cercato di farli stare bravi e tranquilli quando lo vedono perché non capivo questa loro aggressività ma poi osservando di nascosto ho visto che il vicino gli faceva dei dispetti e loro reagiscono abbaiando e saltando sulla rete.quindi prima di giudicare il cane come killer proviamo a valutare bene anche il contesto intorno…

  45. Smettetela di pubblicare questi scenari..gli unici da punire sono solo i padroni inadatti a tenere qualsiasi tipo di cane..e non iniziate polemiche inutili contro i cani..alla fine ci rimettono sempre gl’indifesi , bambini e animali..

  46. Basta fare differenza tra cani buoni cani cattivi, padroni buoni padroni cattivi e tutti i vari punti di vista; il padrone ha la responsabilità e DEVE rispondere civilmente e penalmente in casi gravi come questi. Non vi è un controllo che sia uno nelle città e di padroni ignoranti e sprezzanti del pericolo ve ne sono in giro troppi

  47. Sono proprietaria di un rott. Femmina di tre anni….il mio cane è stato sottoposto a tre mesi ad un intervento di displasia molto molto invasivo…è stato coatretto ad un mese di gabbia…ma una gabbia nella quale nn poteva mettersi sulle zampe…una gabbia stretta e bassa perché il post operatorio prevedeva questo…prevedeva l’immobilita e dopo una settimana la mobilità solo assistita da dei tutori..ed il suo carattere nn ha mutato di una virgola….tutto ciò per dire che anche un ciwawa può nascere aggressivo….certo questo sono cani imponenti e con una zampata possono davvero farti male…ma credetemi che se io prima di prenderla ero molto restia poiché sono cani etichettati come aggressivi io ora vi dico che è il cane più equilibrato intelligente ed obbediente che abbia mai avuto!…perciò ricordatevi sempre che ogni cane cosi come ogni essere umano ha il suo carattere…la tutela deve nascere dagli allevatori…il mio prima di darmela mi ha sottoposto ad un sacco di test…sono cani con i quali serve un po piu polso…ma sanno essere cani estremamente coccoloni ed dolci…ricordatevi che la loro rovina siamo noi!!….buona guarigione al bimbo!

  48. Gentile Signora,
    supponiamo pure che il cane di questa tristissima storia sia un Rottweiler particolarmente grasso, ma molto atletico, tanto da saltare una recinzione, quello che vedo è l’ennesimo caso di un povero Rott o mix rott preso e mollato sempre da solo in giardino a fare la guardia; e mi creda, ce ne sono veramente tanti che fanno questa vita miserrima davanti alle villette, in cortiletti angusti e nelle officine, messi lì a fare l’allarme antifurto.
    E vedo anche che questo è solo l’ultimo episodio causato da un’ignoranza che relega il cane a ruolo di essere passivo e inferiore che deve accettare tutto quello che viene dal padrone e dagli umani come se fosse una legge dell’universo. Il bambino del vicino sbatte le mai in testa al cane o sul muso? Eh no eh, il cane deve stare lì fermo e non fiatare, perche sennò è un cane cattivo. Il primo che passa si sente in diritto di mettere le mani addosso al cane con carezze che nessuno gli ha chiesto, con mani che odorano di chissà che cosa? Eh no eh, il cane deve stare lì buono a farsi mettere le mani addosso, sennò è un cane cattivo. E pretendo questo, non perché gli ho insegnato io a stare lì buono, ma perché nella mia mente bacata il cane deve accettare tutto passivamente, sennò è cattivo.
    Ma è veramente questo il modo di proteggere i nostri bambini? Se quel povero Rott grasso ma atletico, fosse stato trattato con la dovuta dignità, a quel bambino non sarebbe riuscita a far male neanche l’Invincible Armada, perché lui, il Rott grasso ma atletico, prima si sarebbe mangiato le navi, come aperitivo, così per gradire, e poi avrebbe fatto capire ai soldati che il bambino non si tocca.
    E questo lo dice una che i Rott non li apprezza particolarmente.

    Cristina

  49. In molti casi quando si ha un cane andrebbe addestrato il genere umano prima del cane….!!! Uno dei sette comandamenti…..è. …non fare agli altri ciò che non vorresti venga fatto a te stesso (una roba del genere)……e questi poveri animali quante angherie e quante torture dovranno subire ancora!!!

    • Veramente i comandamenti sarebbero 10; e quello da te citato non ne fa parte. Tu hai fatto una citazione del Nuovo Testamento, mentre i 10 comandamenti sono del Vecchio Testamento.

  50. ma di cosa stiamo parlando?cani aggressivi????nn ne esistono….a volte facciaml noi cose sbagliate e nn ce ne accorgiamo e loro reagiscono.dobbiamo imparare a nn umanizzarli troppp e a farli vivere bene.educhiamo noi stessi prima.se nn sbaglio uno dei cani piu’ aggrssivi dovrebbe essere il bassotto.e per aggressivo nn intendo solo.morsi,la differenza purtroppo la fa la mole…se morde un barboncino nessuno ne parla pke’ nn fa grossi danni……ma fidatevi mordono forse piu i cani piccoli(pke piu coccolati forse)che quelli grandi…e poi tv e giornali nn dicono sempre il vero.

  51. non credo sia il caso di questo bambino visto la dinamica dei fatti, ma io credo che talvolta sia colpa non solo dei proprietari ma anche dei genitori che lasciano “sguinzagliati” i loro pargoli. E i bambini sanno essere terribili a volte…qualche anno fa, mi e’ capitato di rientrare a casa e trovare dei sassi nel cortile…il fatto si e’ verificato piu volte fino ha quando abbiamo iniziato a notare che il nostro meticcione, che e’ sempre stato amante dei bimbi, iniziava add abbaiare furiosamente contro un gruppetto d marmocchi che abitavano nelle vicinanze…guarda caso, un giorno li abbiamo sorpresi mentre cercavano di colpire il mio cane e il pappagallino! poi io non mi stupirei se succedono certi fatti, mi dispiace doverlo dire, ma sono certa che se in quell’ occasione il mio meticcione ne avesse avuto la possibilita’, avrebbe affondato ben volentieri i suoi denti nei braccini di quegli innocui bambini che probabilmente tanto educati non erano. questo solo per dire che in certi casi anche i cani piu innocui ed educati possono avere buone ragioni per reagire.

  52. complimenti a SimoGiada Vaccarello x il ragionamento! finchè esisteranno persone che la pensano come te esisteranno episodi del genere e alcune razze canine comtinueranno ad essere etichettate cm pericolose. L’uomo è la bestia piú pericolosa!!!

  53. Io sono cresciuta con un rottwailer,avevo 8 anni quando è arrivato,ci siamo amati per 13 anni,giocavo a nascondino siamo cresciuti praticamente insieme!e credetemi era un coccolone!!!! Se i cani qualsiasi cane lo si cresce in famiglia e con amore,queste cose non accadono!!!

  54. Non esistono cani cattivi ma padroni incapaci si … Allo stesso modo esistono genitori incoscienti che consentono ai bambini di trattare i cani come giocattoli! Ovvio che se si incazza un barboncino il danno è minimo … Ma dove sta scritto che il cane deve star buono a subire qualsiasi angheria??? Ribadisco in ogni caso che un cane va educato e seguito sempre ma cmq rispettato! Sfido chiunque a non reagire difronte ad un salto a piedi pari sullo stomaco .. Noi ovviamente non reagiremmo mai come un cane ma siamo sicuri che ci va bene?

  55. Non conosco bene la razza ma anni fa frequentavo un parco per cani con il mio cocker dove ogni giorno veniva un’adorabile vecchietta accompagnata dalla sua altrettanto adorabile rott .Un cane maestoso e fiero che teneva sempre in bocca una palla o una bottiglia vuota. La signora non usava mai il guinzaglio ma la rott la seguiva tranquilla senza mai allontanarsi.Giocava con tutti i cani sia femmine che maschi .Mai una lite ,un segno di aggressività .Era un assidua cercatrice di coccole umane.Insomma la pace fatta cane.Lei è uno dei cani più tranquilli ed equilibrati che abbia mai conosciuto .

  56. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=257145924460956&set=a.249363578572524.1073741828.249350318573850&type=1&theater E dopo il rottweiler di settantacinque chili il lupo di ottanta! E’ l’invasione degli ultra canidi. .-. Mah.
    Comunque è sempre la stessa storia, mi dispiace per il cane e ovviamente per il bambino, serve più educazione in entrambi i sensi. Io mio figlio piccolo non lo lascerei in giardino da solo sapendo che nel cortile adiacente c’è un grosso cane e la recinzione è insufficiente, semplicemente perché gli incidenti posso capitare, però boh, non sapremo mai come sono andati i fatti nello specifico quindi non mi va di giudicare troppo, non me ne sento in gradp. Forse, però, questi giornalisti dovrebbero dedicarsi a sceneggiature di film horror: hanno un certo talento, in tal senso.

  57. Quando sento dire che con i bambini non si devono tenere cani di taglia grande io SCLERO! É una delle cazzate da sciuraMaria, che pensa sia giusto lasciare che il pargolo tormenti il povero cagnetto come se fosse un pupazzo. Io mi auguro che se un bambino tiri la coda ad un king Charles, questo si giri e gli dia un bel morso sul naso.

  58. I cani hanno lo stesso comportamento dei “padroni”. I 2 cani presi nel canile avevano solo paura, gli altri due di ex cacciatori avevano un carattere di merda e conferma cosa ho detto sopra. Un setter abbandonato è cambiato nel giro di 2 settimane forse perchè ha capito con chi viveva. Quando vengono bambini metto i cani nel loro giardino 100mq recintati ma non per paura di aggressioni da parte dei cani ma il contrario. Non si lascia un bambino da solo all’aperto. Non si educa un cane per aggredire o per meglio dire non si cerca di trasferire la violenza repressa ad un essere che farebbe qualsiasi cosa per noi.

  59. Sono stata “mamma” di una mix rott/husky di 30 kg per nove meravigliosi anni con un carattere decisamente asociale ma MAI MAI MAI ha morso qualcuno o tentato di fare danni a persone/bambini e/o altri cani solo ed esclusivamente perchè con pazienza e dedizione l’abbiamo educata, cresciuta, sostenuta e protetta da situazioni che per lei potevano essere spiacevoli.. avendo sempre mille occhi in ogni situazione.. In compenso lo zwerg di mia sorella 6kg di cane mi ha morso bucandomi una coscia solo perchè gli ho detto vieni via dal cuscino!! Ok, è solo un buco che ha necessitato di un paio di punti ma non avete idea del dolore psicologico nel vedere quell’affarino trasformarsi in un nano demone solo perchè contraddetto! Ed il dispiacere nel constatare che ne mia sorella ne mia madre sono state in grado di allevare un cane equilibrato e gestibile ma un cane mordace che se pur piccolo a volte spaventa di più che un molosso di 70kg.. Ora dovranno lavorare tanto con lui e spero che riescano a recuperarlo ma per il momento l’arrabbiatura resta.. nei confronti loro non certo del nanerottolo..

  60. aggiungo… tra le varie denunce… una piccola occhiatina ai giornalisti? forse prima di scrivere dovrebbero verificare meglio i fatti no? possibile che leggendo i commenti ..tutti i proprietari dei cani dichiarano la bontà del loro ..mentre chi non è ha .. o ne ha ma di taglia piccola spara a zero?

  61. Ho un corso, ma non ho bambini, ciò non implica che il cane sia o possa mai essere aggressivo con i bambini, anzi! Se ne incontro x strada, se le mamme ovviamente non si buttano in mezzo alla strada, sono io la prima ad educare ol cane a capire questi strani esserini 🙂 che ovviamente, non vanno mai lasciati soli… una domenica eva (il corso) era circondata da 4 bambini tutti pronti a tirare qualcosa x farsela riportare…. e queste sono soddisfazioni! L’ignoranza non merita nemmeno un peluche a forma di cane!

  62. Quanti bla bla bla scontati e generalisti.
    Dispiace per il bambino, ma qui parliamo di cani…e bla bla bla.
    Allucinante.
    A Roma dicono…annamo bene.

  63. Sono completamente d’accordo con i contenuti dell’articolo, tranne per il fatto che i genitori dovessero controllare il figlio nel proprio giardino. Non e’ che uno puo’ stare a fargli da celerino… Certo dargli delle regole magari per evitare che facesse qualche dispetto al cane… Qualcuno tra i commenti scriveva che “non esistono cani cattivi ma addestrati alla cattiveria” e che non dipende dalla razza. Non credo sia cosi’ in generale, i cani non vengono addestrati alla cattiveria, almeno non in questo caso. Esistono cani piu’ aggressivi degli altri e certe razze tendenzialmente lo sono maggiormente e se non socializzati bene e potenzialmente pericolosi, in questo caso i padroni non centrano nulla con le caratteristiche intrinseche del cane. Certo possono essere modificate, ma dargli la colpa del fatto che il cane sia di natura piu’ aggressivo degli altri mi sembra assurdo.

  64. siamo in un paese dove se dici la tua opinione vieni offeso, ma guardando la faccia da imbecille che hai capisco tante cose e comunque w i cani grandi e piccoli che siano e un augurio al bimbo che è stato sbranato…..

  65. Le persone a malapena riescono a stimare l’altezza al garrese del loro cane, figuriamoci il peso! secondo me 75 kg è una bufala, giusto inserita per rendere l’articolo più emotivamente spettacolare. Ma se dicono 150 va bene lo stesso. L’idiota che ci va dietro si trova sempre.

  66. prima di prendere un cane di quelle dimensioni,bisogna essere consapevoli delle responsabilità che bisogna accollarsi,io ho una pt dal modestissimo peso di Kg 35 lei fà parte della mia famiglia e non soltanto del mio giardino non conosce catena così come non conosce museruola ha socializzato fin da subito con tutto il genere umano adora i bambini anche quelli a lei sconosciuti non possiamo dare sempre la colpa al cane cattivo,andiamo a vedere che vita era costretto a fare quel povero cane obeso !!!

  67. condivido ketty,ci sono animali trattati male legati a catene e bastonati solo x farli diventare dei buoni guardiani,così facendo divetono rabbiosi e agrediscono senza un perché,poveretto quello che ci capita sotto salve

  68. E comunque in ogni caso non va ammazzato il cane, va messo in galera il padrone. È lui il responsabile. Bisogna che i padroni dei cani capiscano che è loro dovere educarli, se non ne sono capaci che si prendano un gatto

  69. …SALVE A TUTTI ,io sono una di quelle persone che tiene sempre ben presente una cosa : il cane , in tutto cio’ che fa , risponde solo e sempre a delle sollecitazioni in maniera positiva o negativa , siano esse positive o negative (RICORDIAMOCI CHE IN ENTRAMBI I CASI IL CANE E’ DOTATO DI UNA LUNGA MEMORIA…NON DIMENTICA !!!!) non abbaia se non nota presenze sconosciute nel suo territorio , non morde se non infastidito …. ora sulla base cio’ ho sempre pensato che un cane che aggredisce un umano lo fa sempre per qualche motivo ben preciso , e MAI PERCHE’ E’ IMPAZZITO !!!!Vedete, l’ignoranza e’ una grave malattia , soprattutto quando associata alla presunzione !!!…Vedete amici , io sono proprietaria di una Dobermann,” IL CANE PAZZO PER ANTONOMASIA “, e di una meticcia taglia piccola , le ho cresciute entrambe con le stesse modalita’ , e la mia Dobermann non ha mai conosciuto una catena …vive con noi, assieme all’altra … ma entrambe le mie gioie rispondono alle sollecitazioni : SE INFASTIDISCI LA METICCIA TI RINGHIA , SE INFASTIDISCI LA DOBERMANN UGUALE …PIU’ AUMENTA LA SOGLIA DEL FASTIDIO CHE SI PROCURA LORO , PIU’ AUMENTA L’INCISIVITA’ DELLA LORO REAZIONE …SI CAPISCE UN MORSO DI UN DOBY NON E’ UN BACIO DI UNA FARFALLA ,MA E’ L’UNICO MODO PER FARTI CAPIRE : HAI FINITO DI ROMPERE LE PALLE ????????…QUESTO NON SIGNIFICA ESSERE PAZZI !!!

  70. Sentita al TG questa storia..Ed ora la gente che passa per il parco dove porto il mio cane, quando vede in passeggiata il rottweiler che hanno nel canile vicino (Non socializzato, maltrattato ed abbandonato nel suo recinto dagli ex padroni per un mese, prima che lo trovassero.), lo guardano male e rivangano questo tipo di storie. E faccio presente che il rott in questione è un pazzo di pane. L’ho visto giocare delicatissimamente con un cagnolino tipo chiwawa, che sarà stato 5 chili.

    La colpa, in questo caso è SICURAMENTE del padrone. Perchè bene o male, se ti porti a casa un ippopotamo di 75 chili, rottweiler, mastino, Alano, meticcio, o quel che è, bene o male le nozioni base devi dargliele.
    Non perchè sti cani debbano PER FORZA essere cani cattivi, ma perchè sono cani appunto grossi.
    Oltretutto si sputtana la razza in questione (Io non sono amante dei molossi in generale, ma tutti quelli che ho visto -e che solitamente sono stati addestrati- fin’ora, si sono rivelati cani tranquillissimi ed amichevoli.) che credo fermamente essere una razza tranquilla.

    Un esempio è stato qualche giorno fa.
    Una madre ed una bambina entrano nel parco con un cucciolone di boxer. (Boxer marrone “tigrato”.)
    Alla bambina sfugge il flexi di mano (e qui scema la madre a far tenere alla bambina di cinque/sei anni, un cane tra un po’ più grande di lei, con un guinzaglio di dubbia utilità.) il cane si mette a giocare e vede un bambino che gli passa a fianco.
    Il bambino si accorge del cane e si mette a correre e ad urlare.
    Il boxer pensa di stare giocando e insegue il bambino.
    Succede che:
    La madre del ragazzino inseguito, urla al figlio di stare fermo, la proprietaria del boxer urla al cane di fermarsi, il bambino continua a correre, il cane ignora tutti e corre poi verso di me ed il mio cane (entrambi fermi per non fare ulteriore casino.) per fare conoscenza. Cucciolone amichevolissimo.
    Mi chino, afferro il flexi, riconsegno il cane alla proprietaria, che sgrida LA BAMBINA aspramente per aver mollato il cane.
    Morale?
    La madre e la figlia se ne vanno con il loro cane per la loro strada.
    La madre del bambino sgrida il figlio -assolutamente illeso e già a farsi gli affaracci sua- per non esser stato fermo.
    Poi mi guarda e commenta. “Anche quella scema idiota..Lasciar correre un rottweiler dietro ad un bambino..”.

    Non dico altro.
    Grazie giornalisti.

    • Però almeno le madri hanno sgridato i rispettivi figli e il dire al bambino di stare fermo era la cosa giusta.
      Io, Rottweilerista nel cuore, resto un pò così nel sentire dare del Rott a un Boxer, ma mica nasciamo “imparati”.

      • Ti do ragione su questo..Tuttavia, credo che oggigiorno pure i bambini sappiano come è fatto un rottweiler e come è fatto un boxer…O perlomeno sanno distinguerlo..XD
        L’altra settimana, un bambino che avrà avuto sì e no cinque anni, mi è corso incontro dicendo “Che bello! Ma questo è un collie scozzese!” e non ha nemmeno voluto accarezzarlo..Solo guardarlo..
        Quello che cercavo di dire è che per la gente cane che insegue bambino = cane aggressivo = Rottweiler/pitbull/dobermann ecc

  71. Mia zia ha avuto per anni due rottweiler e nessuno dei due mi ha mai morsa… Nemmeno per sbaglio e sapete perchè? Erano addestrati e io educata dai miei genitori a rispettarli come esseri viventi e non giocattoli a cui fare di tutto… Non c’è altro modo per far imparare ad un cane, qualsiasi sia la taglia o la razza, come si vive con noi se non attraverso l’educazione. Se non si è in grado da soli, allora ci sono gli addestratori che studiano solo per fare quello. Se non si ha la possibilità economica per addestrare un cane, allora prendetevi un pappagallo o mettetevi di impegno ogni giorno e arrangiatevi da soli.

  72. Un Rotwailer di 75 Kg?? ma che incrocio e’? povero bambino e povero cane ( non educato a dovere e non socializzato… ) Mi sto’ immaginando il cane , io ho un Alano Blu’ di 67 Kg e 90 al garrese… Io sono favorevole ai corsi e al patentino per poter possedere un cane ( almeno le regole base !!! ) cosi’ come fanno in Svizzera

    • Mattia, anche io faccio fática ad immaginare un rott del genere; io ho un cucciolone di mastino spagnolo di 70 kg e 76 cm e un rott piu grosso di lui non ce la faccio proprio a concepirlo…

  73. Io ho un bulldog americano una bambina di 10 mesi e una di 8 anni…. Non sto a dire quante ne sopporta ma è cresciuto in un ambiente rispettoso e ben educato….l’unica pecca?al di fuori di casa diventa protettivo con la piccola sempre in allerta ma mai aggressivo…morale della storia…mia figlia di 8 anni e’ stata morsa da un pincher toy con tanto di punti e pronto soccorso…ma vi assicuro che il cagnolino e’ vivo e vegeto

  74. Appello a Valeria Rossi e al di lei web-figlio:
    ma che succede a questo sito con tutti sti commenti replicati all’infinito? Ragazzi, io ve lo dico: a leggere si fa una fatica d’inferno, ti passa pure la voglia…
    Fate qualcosa, per pietà! 😀

    • E’ un problema dovuto al plugin che importa nel sito anche i commenti inseriti su Facebook, che dato l’alto numero di commenti e di traffico sull’articolo è andato un po’ “in tilt” importando in alcuni casi più volte lo stesso commento, per ora abbiamo eliminato i duplicati e messo “in pausa” l’importazione dei commenti da Facebook per evitare il ripetersi dell’inconveniente 🙂

    • Da noi l’ASL, qualche anno fa, ha dato 2 settimane di “arresti domiciliari” a un bassotto che aveva pizzicato un bambino ( in visita alla famiglia, che continuava a importunare il cane nonostante fosse stato avvisato più volte che il cane andava lasciato in pace ).
      Arresti domiciliari.
      Non so se rendo l’idea.

      • E quale risultato speravano di ottenere? Oltre ad obbligare i proprietari a raccogliere cacche dal salotto e a sopportare pisciate sui mobili? Sempre che non abbiano deciso di tener il cane per due settimane chiuso in un angolo per non fargli sporcare casa…
        In caso di visita di un bambino del genere la sola soluzione e’ cacciare di casa lui e i genitori deficienti che non lo rimproverano. Qualunque genitore degno di avere figli li rimprovera quando sbagliano.

  75. A me, ad esempio, ha molto disturbato leggere che il cane sarà molto probabilmente soppresso…una condanna a morte ancora prima di un processo…queste affermazioni mi snervano ormai!!!

  76. Un cane che fa una roba del genere non e’ di sicuro innocente, ed e’ giusto che venga abbattuto, come lo dovrebbe essere anche un umano.

    “Perché d’accordo l’eroismo, d’accordo lo sprezzo del pericolo verso la “furia nera”… ma ho come la vaga impressione che ci sia ben poca gente al mondo capace di affrontare e derubare (dal punto di vista del cane, si tratterebbe proprio di questo) un animale di 75 chili della sua preda.”

    Non sono d’accordo su questo. Un cane come strumento di attacco ha solo la bocca, l’uomo ha due braccia e due gambe. Se si prende il cane per il collo sotto le fauci, non ti puo’ fare niente. E dico questo perche’ ho avuto un pastore belga di 42 chili.

    • Massimiliano, ma che sei hulk? Io tutti i giorni gioco alla lotta con un mastino di 70 chili e lui e’ molto piu forte di me (io sono 1,80 per 90 kg quindi non proprio piccolo). Io potrei pure afferrarlo “per il collo sotto le fauci”, ma lui si libererebbe in un istante, semplicemente gli basterebbe dimenarsi per farmi lasciare la presa. Il collo di Balrog misura 64 cm di circonferenza (lo ho misurato) e ti posso garantire che con un collo piu grosso del girovita di un modella nessuno lo potrebbe afferrare come dici tu e riuscire a trattenerlo. Ci riuscirei solo se lui decidesse di farsi tenere fermo (o se opponesse poca resistenza); ma se volesse liberarsi lo farebbe senza problema.

        • Adriana, guarda che Massimiliano stava generalizando, e usando il belga come esempio per supportare la sua teoría. Oltre al fatto che un pastore belga di 42 chili sarebbe un po fuori standard; infatti lo standard prevede per i maschi un peso di 25-30 chili e per le femmine di 20-25 (guardare gli standard sulla pagina dell’ Enci per conferma). E un PB con un peso di una volta e mezzo lo standard avrebbe un collo ben piu grosso di quello che tutti noi colleghiamo alla razza in questione. Anzi 42 kg sarebbero troppi pure secondo lo standard del PT (dove appare che il peso dei maschi debe essere “da 30 a 40 kg”. E se qualcuno avesse dei dubbi e non avesse volgia di controllare puo dirlo e linkerei gli standard.

    • Tempo fa in TV ho visto una scena esplicativa sul riuscire a far “mollare”a un cane la sua “preda”.
      La trasmissione era “Duri da addestrare”,che verte appunto,
      sull’addestramento di cani x la polizia e l’esercito negli USA.
      Insieme ai cani(quasi tutti malin e qualche grigione) si valutano anche i futuri conduttori,
      se non sono bravi,niente cane.
      In quel caso un militare stava addestrando al morso sul figurante un pt.
      Siccome non mollava,lui l’ha preso come dici te,sotto le fauci
      e il cane è passato a mordere senza quasi che si potesse vedere,tanto è stato veloce,
      direttamente il suo braccio.Ma di brutto….
      L’errore è stato di prenderlo di lato e non da dietro.
      Ci sono voluti 4,dico 4, grossi uomini e un paletto di ferro infilato fra i denti x liberarlo.
      Quindi non è tanto facile intervenire da soli…
      Il cane,a detta degli addestratori,aveva fatto solo il suo lavoro,aveva sbagliato il marine….
      che invece di essere confortato è stato cazziato di brutto….
      Spero di non trovarmi mai in una simile situazione.
      Una volta stavo rastrellando le foglie e il mio maschio di pt aveva il “bischero” a 1000,
      voleva giocare,a un certo punto ha morso il manico del rastrello,
      prendendolo solo con gli incisivi e i canini,diciamo in “punta ” di bocca.
      Non riuscivo + a farlo mollare,serrava con una forza incredibile,
      alla fine il risultato sono stati dei bei buchi profondi nel legno di faggio
      che,x chi non lo sa,è durissimo e infinitamente + tenace di…un braccio.

      • Ho avuto un’ eserienza simile con Balrog. Una volta gli ho preso in macelleria una colonna vertebrale di vitello per farcerlo giocare, e quando gliela ho data lui la ha messa in bocca e poi ha stretto. Il risultato? La colonna di vitello spezzata in due con un singolo morso (va bene, tra ogni vertebra ci sono delle cartilagini e sono state quelle a cedere al morso, ma comunque non parliamo di un osso di pollo). E Balrog pesa 70 kg, quindi meno del presunto peso del cane di cui si sta parlando. E con una potenza di morso del genere, se decidesse di non lasciare, nessuno gli potrebbe portare qualcosa via dalla bocca (tantomeno uno sconosciuto).
        Obbligare un cane (soprattutto di taglia grossa) a lasciare la presa con la forza va un po oltre le capacita di noi comuni mortali, Poi ognuno puo raccontare cio che vuole…

        • per questo è fondamentale in qualsiasi cane, ma soprattutto in quelli ‘da presa’, insegnare tra i primi comandi anche il ‘lascia’.

  77. http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=43133
    Qui trovate la fonte originaria dell’accaduto con i dettagli che forse altri giornali hanno omesso (c’è piu di un articolo), tra cui:
    – il bimbo era con la madre intorno alle 18.30 di sera, non credo quindi fuori a giocare
    – il cane vagava in un giardino condominiale
    – nessuno del condominio, nemmeno i proprietari, hanno sentito le griga di aiuto, solo un dirimpettaio della palazzina, che è corso in aiuto

    Condivido comunque a pieno che la colpa è SOLO e sempre del padrone, a meno che questo cane sia impazzito tutto d’untratto

  78. I ROTTWEILER sono pericolosi.Punto. Amo gli animali più di me stesso,da una vita ho cani e gatti di ogni razza.Che questi siano pericolosi è un dato di fatto. La normativa al riguardo è lacunosa.Non si possono lasciare in mano a chiunque dei potenziali assassini.Immaginate solo un attimo il vedere la scena e rendersi conto delle proporzioni fisiche.Pensate poi per un attimo soltanto se fosse vostro figlio quello sotto attacco.
    Riassumendo……….spero che il bimbo ne esca il meglio possibile.Danni permanenti ne resteranno purtroppo.
    Del cane a sto punto mi frega poco.

    • e lgi umani sono piu’ pericolosi ancora di qualunque tipo di razza di cane! non e’ perche’ siamo del genere umani dobbiamo fare gli stronzi giusto? guardiamo tutto a 360 gradi!

    • Non sono d’accordo.
      I rottweiler non sono PERICOLOSI a prescindere. E di certo non sono dei “potenziali assassini”.
      Lo diventano se male (o non) addestrati. Cosa che è probabilmente successa in questo caso.
      Ma questo non dipende dal fatto che quello è un rottweiler. Succede con tutti i cani.
      Oggi ho visto un signore con un pinscher..Cagnetto di 10/11 chili al massimo. Il suddetto cane non ha mai avuto un’educazione ed un buon carattere -stando al padrone-, difatti, passando accanto ad un altro cane, si è girato, lo ha morso ad un fianco senza motivo e quando il padrone ha cercato di staccarlo, ha morso pure lui.
      Questo perchè il padrone del cagnetto si è ben guardato dal farlo socializzare da cucciolo.
      Ciò non vuol dire che tutti i pinscher siano cani aggressivi e rognosi con tutti.
      Mi rendo conto che il morso di un pinscher di 12 chili non sia minimamente paragonabile a quello di un rottweiler -o presunto tale- di 75 chili..La cosa che li accomuna, è il fatto che i cani, se lasciati in mano ad dei pirla, diventano aggressivi.

      Sono d’accordo cone te, se mi dici che certi cani NON VANNO DATI A CHIUNQUE e se mi dici che ci vorrebbe un pantentino per i possessori dei suddetti cani, o cani simili (Da guardia, da difesa ecc..), specie se molto grossi…Ma da lì a dire che un cane è pericoloso a prescindere..No.

      Ho personalemente conosciuto persone con rottweiler, pitbull, dobermann ecc..Tutti rigorosamente addestrati ed educati a dovere a suo tempo. Mai avuto un singolo problema.

      Ho anche incontrato gente con un cucciolo di rott che mi hanno detto “Meno male che mi hai lasciato avvicinare..Ci tengo molto a farlo socializzare finchè è cucciolo, ma la gente di solito si spaventa o si scansa appene capisce che è un rottwailer.”.
      Quindi non sono i cani. Sono i proprietari.
      E grazie a sti casini, la gente responsabile davvero ci rimette sempre.

      Personalmente mi spiace moltissimo per il bambino..Ma anche per il cane.
      Forse se il padrone si fosse sbattuto ad educarlo, a quest’ora non sarebbe accaduto niente.

      • Io insisto: il Rottweiler NON E’ UN CANE DA GUARDIA. Il Rottweiler NON va lasciato in giardino.
        Domanda: quale pinscher pesa 12 kg? Non li conosco bene…

        • Verissimo. Andrebbe tenuto in casa con la famiglia, come si dovrebbe fare con tutti i cani. (A parte naturalmente quelli che in casa non ci vogliono stare. Vedi Maremmano e co.)

          E..Guarda..Non li conosco bene neppure io..Non sono amante dei cagnetti..XD
          MA!
          Non vorrei dire cacchiate (per cui, correggetemi se sbaglio..), ma credo che esistano pinscer nani (? Credo si chiamino così..) o comunque di taglia piccola, pinscher di taglia media -come questo di 12 chili, un po’ in sovrappeso- e i dobermann.
          Quello del signore in questione, è un pinscher maschio di taglia media.
          Il padrone mi ha anche detto che il suo cane era un po’ ingrassato ultimamente. Per cui non so dirti con esattezza il peso giusto di questi cagnolini..Magari era quello lì ad essere un po’ in carne..

          • I pinscher nani esistono e si chiamano Zwergpinscher (standard numero 185);
            Altezza al garrese Maschi e Femmine: da 25 a 30 cm
            Peso Maschi e Femmine . da 4 a 6 kg

            Invece per i Pinscher si prevede (standard numero 184)
            Altezza al garrese Maschi e Femmine: da 45 a 50 cm
            Peso Maschi e Femmine: da 14 a 20 kg

    • Potenziali assassini?
      I rottweiler? Ma se in Germania, loro madrepatria, vengono impiegati nella pet therapy.
      Documentiamoci un po’ prima di metter mano alla tastiera.

  79. Salve! Penso che lasciare la mia esperienza possa essere utile per i pro e i contro questa vicenda! Quando ero in terza media, mio zio per motivi lavorativi suoi, portò in casa un dobermann adulto. un bel cagnone davvero! per la mia statura da nanetta di allora quasi quasi potevo pure cavalcarlo X).. Insomma una sera entro in camera dove il cagnone aveva la sua cuccia, prendo un libro, e neanche mi giro che me lo ritrovo sopra che mi “ciancicava” alquanto alterato la testa. Ovviamente la mia reazione immediata oltre a tenere letteralmente il cane per il collo è stata quella di strillare. Alle mie urla ha risposto mia madre, che non solo ha avuto il coraggio di togliere la preda al cane, ma anche la forza di scaraventarlo (e ripeto era davvero grosso, e non mi venite a dire che di dobermann o cani che definiscono tali ce ne sono solo di contenuti) nella camera e chiudergli la porta. Mia madre che taaanti anni fa, raccolse dalla strada un bellissimo rottwailer,Thor, che purtroppo mentre era ancora in strada venne maltrattato da ragazzini idioti che come eredità gli lasciarono una particolare aggressività verso gli umani dalla culla fino all’adolescenza inoltrata! Eppure a lei non è mai capitato di trovarsi in situazioni in cui il cane è diventato un pericolo mortale, perchè lei il suo cane lo controllava!. Ma torniamo alla mia esperienza. Nonostante diverse ferite con relativi punti, una palpebra aperta a metà (ma grz a Dio il nostro medico d famiglia è un chirurgo eccezionale che ci seguì in pronto soccorso e mi ricucì benissimo la ferita così che oggi nn s vede nulla) e il rischio di una paralisi permanente per aver sfiorato i nervi della colonna vertebrale (passatemi i termini poco tecnici ma nn sn un medico 😀 ) io nn sento di avere colpa di questa cosa (accidenti quella era casa mia!!!) ma neanche di dare la colpa al cane…. Si perchè la bestiola era stata maldestramente addestrata a fare la guardia, e più tardi scoprimmo anche che aveva gia dei precedenti di aggressione in casa. Ovviamente fu allontanato da casa nostra, e mio zio lo mise in una pensione per cani dove visse per parecchio, ma dove almeno non correva più il rischio di smangiucchiare qualcuno. Il punto è che, e qui condivido pienamente il parere della nostra esperta preferita, dove era il padrone del cane? Dove erano i genitori del bambino?? Se io so che il mio vicino ha un cane da guardia aggressivo, diciamo così, per quanto sto a casa mia, il pensiero a mio figlio che gioca vicino quel cane che potrebbe essere un pericolo me lo faccio venire. e sopratt, spesso i padroni prendono cani senza sapere che storia hanno, senza sapere se l’addestramento che hanno ricevuto e che li promuove a cani da guadia o simili sia stato un vero addestramento o un goffo tentativo di rendere il cane aggressivo al fine di soddisfare le attese di padroni stupidi che chissà cosa si aspettando dal cane da guardia! Beh io oggi non sceglierò mai un dobermann da tenere in casa ovviamente (oltrett me ne sono ritrovata un paio che giocavano felici vicino le mie gambe, ma sn riuscita a non farmi prendere dal fugone) ma niente e nessuno, neanche questa esperienza, mi ha tolto l’amore pr gli animali! e soprattutto per i cani! Ne ho due bellissimi a casa e un’altra maremmana (o incrocio cn un maremmano nn so ) a casa di nonna e guai a chi me li tocca! ci vuole intelligenza ma anche rispetto di questi bestioni, che se presi e seguiti nel verso giusto sono molto meno pericolosi nonostante i danni che l’uomo può fargli con la sua stupidità!

    • “e ripeto era davvero grosso, e non mi venite a dire che di dobermann o cani che definiscono tali ce ne sono solo di contenuti”.
      Cito lo standard: Peso Maschi circa 40-45 kg
      Femmine circa 32-35 kg
      Poi uno puo definire dobermann anche un bue, ma i dobermann (o simil dobermann) tanto Grossi non lo possono essere. Anche perche un meticcio molossoide alto, magro e muscoloso di 70 chili a quel punto si potrebbe confondere con un alano piuttosto che con un dobermann

  80. La fonte cui fa riferimento l’articolo è surreale. Ma se ci fate caso è anche incoerente, visto che il cane doveva trovarsi contemporanemente all’interno del condominio a impedire alla mamma di raggiungere il figlio al piano inferiore, e davanti al cancello a impedire ai soccorritori di entrare.

    Dagli articoli che ho linkato sotto si capisce meglio la dinamica, quindi le valutazioni andrebbero fatte a partire da qui…Il bambino era con la mamma (che ha provato a soccorrerlo, magari facendo degli errori che il cane può avere male interpretato, ma non era in casa a farsi la ceretta mentre il bambino rischiava la vita in giardino), 70 era un peso “presunto” e comunque se i padroni del cane ti dicono “rottweiler” e sembra un rottweiler (la foto non mi sembra ci sia, quindi non saprei) magari per questo hanno scritto che di rottweiler si trattava.
    Che la responsabilità sia dei padroni del cane, mi sembra ovvio.
    E mi dispiace moltissimo per quel bambino, per la sua famiglia.
    E per il cane.
    http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=43133
    http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=43110
    http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=43107
    http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=43095
    http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=43094
    http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=43093
    http://www.merateonline.it/articolo.php?idd=43088

  81. Ho dato una scorsa ai commenti, senza leggerli tutti.
    DOV’E’ YURI? (Quello di “Un cane tira l’altro..)
    Questo è esattamente uno dei scenari che ho immaginato leggendo i suoi commenti/sue intenzioni.

  82. Si può educare e far socializzare un cane con i bambini quanto si vuole,
    ma non ci si può mai fidare fino in fondo.
    Specie in caso di certe razze con uno spiccato predatorio.
    Non lascerei mai scorrazzare x il giardino dei bambini estranei con i cani liberi.
    Semplicemente li vedrebbero come un piccolo,urlante,fastidioso e probabilmente appetibile
    animaletto che corre.Non so se arriverebbero a mordere,non credo,ma chissà….
    Quindi, nel dubbio, i miei 2 pastori tedeschi,che hanno un altissimo predatorio,
    vengono chiusi a chiave in una parte sicura del giardino,
    circa 300 mq.,dove hanno tutti i confort, ma anche un cancello alto 2 metri .
    Sono liberi invece,quando vengono ospiti conosciuti ed adulti,
    di nuovo chiusi con muratori,idraulici,elettricisti,insomma tutti quelli che spostano o portano via qualcosa.
    Non lo sopportano.
    Insomma,nonstante la nostra grande fiducia,
    sta a noi annullare anche quella unica possibilità su 1000 che si verifichi unna tragedia.

    • Collasso, tu “non lasceresti mai scorrazzare x il giardino dei bambini estranei con i cani liberi”; ma io mi chiedo piuttosto quale genitore responsabile lascerebbe scorrazzare dei bambini in un giardino dove ci sono de cani liberi (e che non li conoscono). insomma di fronte a gente responsabile la tua preoccupazione sarebbe superflua.

    • Starlet, gli Standard di razza NON sono un optional.
      78 chili sono un abominio per un rottweiler, che può arrivare (ma quando è proprio grosso E grasso) a 60 chili, e già siamo al limite dell’accettabile.
      Quindi i casi sono due: o il tuo cane “purissimo e con pedigree” era una sola (leggi: incrocio con qualcos’altro), o tu spari cifre a caso.

    • E mio zio aveva un Dogo argentino (con pedigree) di 90 kg.
      Ho vinto qualche cosa? Voglio il premio per chi ha esagerato di piu la taglia di un cane.
      Oltre una volta e mezza il massimo previsto… esistono casi di cani decisamente fuori standard, ma non tanto e non tanti come quelli che vengono descritti nei commenti di questo articolo. O tutti coloro che hanno avuto a che fare con rott enormemente fuori standard stanno commentando oppure siamo di fronte a una sfida stile pescatori a chi ha (quasi) preso il pesce piu grosso.

  83. di nuovo i rottweiler come razza sotto accusa. Anni fa qualche buontempone del mio paese( solo sospetti sull’autore quindi denuncia contro ignoti) ci taglio’ la recinzione per far evadere i miei tre rott. Era nli anni in cui si faceva a gara su chi fosse piu’ cattivo,se il rott o il pit. Morale i due vecchi non uscirono nemmeno mentre zampa dopo aver terrorizzato alcuni passanti con le sue feste fu riportato a casa all’alba da un vicino (il fatto avvenna di notte) . Qualcuno sperava forse in qualche bella tragedia purtroppo restarono feriti solo i vestiti del vicino danneggiati dalle zampacce festose( e fangose).

  84. Si concordo pienamente che i giornalisti scrivano cose estremizzate per fare notizia, ma leggi bene l’articolo: era in braccio alla madre e gli hanno SPARATO per fermarlo. http://www.ilgiorno.it/lecco/cronaca/2014/01/30/1017936-Bambino-Sbranato-Cane.shtml Io sono molto preoccupata perchè ho un amstaff di due mesi (scelta non mia ma di mio fratello) e ho paura di non essere all’altezza per gestirlo al meglio. Sto cercando aiuto in tutti i modi e sicuramente andrà in addestramento. Io lo so che sono cani bellissimi e buoni con le persone ma mi sento proprio inadeguata perchè non ho fermezza e lo coccolerei tutto il giono. Quando sento questi episodi mi vengono i brividi, perchè puoi analizzarlo fin che vuoi ma il fatto resta e un bambino è finito in coma. Magari il mio amstaff non mi darà mai problemi ma voglio essere sicura di aver fatto tutto il possibile per crescerlo equilibrato.

  85. Concordo che a volte i giornalisti distorcono la realtà ma forse non hai letto bene l’articolo che critichi: il cane era in braccio alla madre e gli hanno SPARATO per fermarlo. Non va bene nemmeno distorcere i fatti nel senso opposto. Poi conosco l’autore dell’articolo, ama gli animali e ha cani gatti e criceti in casa. Questi sono cani impegnativi da gestire e non c’è altro da aggiungere. Io ho un amstaff stupendo di due mesi e sono terrorizzata di non essere all’altezza per gestirlo al meglio. Quando succedono episodi del genere sono dilaniata perchè mi metto nei panni dei proprietari del cane e dei genitori del bambino.

  86. La cosa che ha me fa arrabbiare di più, è che sono bravissimi a mettere in prima pagina su tutti i giornali e come primo articolo del TG le notizie di rott e pittbull che mordono, e a lasciarceli per molto tempo, ma di quei fantastici cani delle medesime razze che fanno pet-teraphy, salvataggio in acqua e sulle macerie, quei cani ben educati e socializzati che in caso di pericolo salvano i loro padroni (bambini compresi) chi parla??? perché di quelli non parla nessuno o se non altro li fanno passare in sordina mettendo 2 righe in fondo al giornale o una notizia buttata li alla fine del TG??? io faccio l’addestratrice di cani, anche se preferisco definirmi educatrice dei padroni. Di cani ne conosco tanti, tutti i cani che hanno problemi però sono sempre dovuti a errori del padrone, che magari in buona fede, ma premiava comportamenti sbagliati,o per mancata voglia non correggeva quelli sbagliati. è facile parlare del cane aggressivo, ma vedere perché lo è diventato è troppo difficile vero?? io ora sto lavorando con un cane che arriva dal canile ed era molto aggressivo, la padrona mi aveva detto di non conoscere la sua storia passata (mentendo spudoratamente), ma a forza di lavorarci, i “problemi” sono venuti fuori, ed erano tutti problemi tipici dei cani da combattimento. Quando l’ho messa davanti all’evidenza lei mi ha detto : “ah si, uno dei 2 proprietari precedenti lo aveva addestrato al combattimento, spegnendogli le sigarette sul naso e picchiandolo con dei bastoni lunghi…ma non pensavo fosse una cosa importante da dirti!!”…già per lei non lo era, però era stufa del cane che cercava di sbranare tutti i cani e tutti gli uomini che gli passavano vicino con bastoni o simil tali o con una semplice sigaretta in mano!!!! da quando però ha ammesso ciò ho impostato un lavoro completamente diverso e in 3 mesi il cane è cambiato completamente, certo non sarà mai un cane “perfetto” l’occhietto insicuro se incontra un uomo che gli ricorda il padrone prima lo avrà probabilmente sempre, ma almeno ora non mangia più nessuno!!! e poi basta con questa teoria che i cani grossi fanno male i piccoli non fanno niente!!! una mia amica che ha un pastore tedesco ha subito una rottura di una falange del dito da un pincher nano, non dal suo “pericolosissimo cane grosso”, e in pronto soccorso dopo la lastra hanno iniziato a ridere quando la padrona del pincher davanti all’evidenza della grandezza dell’impronte del canino lasciata nell’osso continuasse a sostenere che fosse stato il “pericoloso cagnone” a mordere la padrona non il suo piccolo pincher!!! cane grande o piccolo è la stessa cosa, sia in impegno sia in pericolosità per i morsi!!!! Valeria comunque mi piace molto quello che scrivi, anche perché vedo che anche tu come me hai un amore spassionato per Husky e rott!!! (io ho un’incrocio Husky-pastore tedesto presa in canile a 6 anni, ma prima o poi riuscirò a prendere un rott!!!)

  87. Mi spiace tantissimo per quel povero cane e il bimbo che non hanno nessunissima colpa! qui da noi in Svizzera, prima di prendere un qualsiasi cane, meticcio o di razza, ( anche chiuaua) , prima certificato di salute, passaporto di provenienza, vaccini e micro-chip, poi controlli periodici dal veterinario, annuncio in municipio di residenza( quindi si paga una tassa annua per il cane), e poi i vari corsi di addestramento obbligatori per qualsiasi razza o meticcio che sia! ..saremo anche fiscalisti..ma qui da quando vigono queste leggi non son più successi casi simili, poi premetto dire che se un cane viene trovato per strada senza guinzaglio e senza medaglietta di riconoscimento, vengono portati al canile! …e poi se fanno i loro bisognini per strada e il “padrone” non li raccoglie e butta negl’appositi cestini, bhe multe a go-go!
    Sparate a sti stronzi ” padroni dei cani” che non sono in grado di tenerli e mandate loro a fare la scuola di obbedienza!

  88. Io dico una cosa sola…
    Ma nessuno parla mai dei pincher che mordono anche i loro padroni che tentano di farli scendere dal divano? No, un pincher non fa pubblicità. E’ vero che il morso di una taglia grande non è paragonabile alle taglie piccole o toy, però ricordiamoci bene di non puntare il dito su chi ha i denti più grandi.
    Purtroppo in questo mondo si crede a tutto tranne che alla verità.
    Se i padroni non sono in grado di tenere “furie nere di 75 kg (che cos’è, un rott alieno?!)” che prendino un cane dall’ ALLEVAMENTO DEI TRUDY.
    Non sporcano e non abbaiano, li puoi benissimo pulire in lavatrice.

  89. qui la colpa non è del cane ne del padrone ma della legge…secondo me certe razze canine andrebbero vietate in centri abitati sopra le 30 unita (vale a dire tutto cio che va oltre una cascina) perche sono potenzialmente pericolose, punto. Quando sono state selezionate ste razze le cose funzionavano diversamente (tutti noi sappiamo come funzionava la società fino all’800)…adesso è inaccettabile che uno giri con un cane che può rovinare una famiglia; è vero, ci sono uomini pericolosi in giro, ma siccome sono uomini come noi dobbiamo accettare il rischio finche non diventa evidenza…per un cane no, se è pericoloso non si tiene, certe razze van vietate…meglio piuttosto lasciare il porto d’armi per legittima difesa, almeno il giudizio è demandato a un cervello più grande di quello di un cane…se uno vuole un cane, ci son piu 300 razze, non c’e bisogno dei molossi, che li lascino per i pastori o le forze dell’ordine

    • E come stabiliresti quali sono “certe razze canine”? Per l’ aspetto físico? Solo per le dimensioni? Perche dicendo “ci son piu 300 razze, non c’e bisogno dei molossi” stai dimostrando di non sapere andare oltre l’ apparenza física. Sai quanti molossi fanno attacchi alla manica in UD? Secondo te che percentuale rappresentano? E quanti molossi ci sono nei corpi di polizia? E che mi dici dei meticci di taglia gigante? Che c faresti? Secondo le tue (assurde) idee allora i San Bernardo (che sono molossi e grandi) sarebbero pericolosi… E piu mordaci dei Pastori Belgi (che non sono ne grossi ne molossi)… E allora perche le forze dell’ ordine di tanti paesi usano i PB piuttosto che dei molossi?Insomma secondo il genio di turno i problema di aggressioni si risolverebbero eliminando il grupo 2… come se cani piu piccoli non potessero fare danni (se educati male)… Informati prima di spararle.

      • x eros: i cani andrebbero limitati per dimensioni e portenza del morso, un pincher nano feroce non fa paura a nessno, un pastore belga è comunque contenibile ma un mastino napoletano è incontenibile se non sei armato…in conclusione, se un pastore tedesco attaccasse un bambino e con lui c’e un adulto, ritengo che l’adulto possa far dissuadere il cane, ma se il cane fosse un molosso l’adulto potrebbe fare ben poco, e comunque nel frattempo il cane avrebbe fatto grande danno
        a poi mi chiedo, perché dovete per forza tenere un cane grande e cagone? un setter o un cocker non vanno bene? son comunque affettuosi e non mordono praticamente mai? perché dovete far sentire la gente in apprensione perché viaggiate con un cane della stazza di una pantera? che cazzo ne so io se l’hai addestrato bene!

        • “se un pastore tedesco attaccasse un bambino e con lui c’e un adulto, ritengo che l’adulto possa far dissuadere il cane”… eccone un altro che si crede figlio di Hulk…
          Ma tu lo conosci il PT? Lasciando stare i “similPTgiganti” e gli esemplari fuori standard (e ce ne sono), un pastore tedesco maschio in standard ha come limite di peso 40 kg. E io vorrei sapere chi potrebbe fermare a mani nude un PT di 40 kg che sta attaccando; e riprendendo le tue parole, fermarlo senza che “nel frattempo il cane abbia fatto grande danno”… Capisco la tua totale ignoranza cinofila, ma se tu avessi almeno un minimo di cultura nazionalpopolare avresti visto qualche puntata del commissario rex e sapresti che cane hai menzionato nel tuo commento.
          E pure un PB di 30 kg (il limite accettato dallo standard) non si ferma a mani nude; hai mai visto una gara di UD? “Attacchi” alla manica fatti da PB di 25-30 kg? Tu fermeresti uno di questi “attacchi” a mani nude? Non farmi ridere…
          Ricapacitati a affronta la realta; anche un cocker di 14 kg, o uno sin tzu di 7 kg, o pure uno zwerpinscher di 6 kg se mordessero in faccia un bambino durante una distrazione di danni ne farebbero tantissimi. E in quegli istanti necessari per la reazione di genitori e/o propietario la faccia gliela porterebbe via. Altro che “senza grande danno”. QUalche anno fa infatti fece scalpore il fatto che dei bassotti (cani ritenuti innocui dai piu) abbiano ucciso un neonato.
          La sola soluzione e’ fare cultura cinofila, che si abbia un chihuahua o un mastino spagnolo.
          Tornando al paragone con le automobili, a che serve essere restrittivi solo con “suv, fuoristrada, tir, furgoni, pullman, camión…”? Se un bambino fosse investito da un adolescente con il cinquantino (che non richiede nessuna patente) finirebbe male comunque. E potrebbe subire conseguenze parecchio gravi pure se investito da un “semplice” ciclista distratto.
          I problemi non si risolvono con liste fatte a cazzo, ma solo diffondendo cultura.

          • da quel che vedo non hai un cazzo da fare tutto il giorno che rispondere a tutti quelli che scrivono, ostentando grande cultura..ebbene sia, è l’ultima risposta che ti do: io vado correre spesso anche per la campagna e la montagna e gia 5 volte sono stato QUASI assalito: dico quasi perche scontro vero ancora non c”e stato, però in due casi è mancato davvero poco: per tre volte si è trattato di cani di cascina di media taglia (come un setter o anche meno) e quando me li son visti arrivare vicino mi sono girato e se la son data a gambe…poi è stata la volta di un fac simile pastore tedesco che è uscito da una villa di gran carriera…e anche in quel caso mi son rigirato e per quanto non sia scappato e abbia continuato ad abbaiare e ringhiare, pure non ha attaccato, poi mi è capitato vicino a un gregge e li c’era un cane tipo dei pirenei veramente grosso e….meno male che c’era il pastore, perche quello non me la sarei sentita di affrontarlo…anche se pensi di saperne solo tu sui cani, anch’io li conosco, e so che se non hai paura e ti mostri deciso son loro a retrocedere perchè vedono nell’uomo un animale piu forte. però è una cosa che puo non riuscire a tutti…comunque col mio racconto ho voluto dimostrare che i cani possono esser pericolosi eccome…io son convinto che quel facsimile pastore tedesco se mi fossi cagato addosso e fossi scappato mi avrebbe morso

          • Un classico, quando uno non sa niente, non ha argomenti ed e’ troppo suerbo per accettarlo allora passa alle offese…
            Poi la grande cultura cinofila che starei ostentando… sapere dove trovare gli standard e saperli leggere e’ il minimo richiesto per poter parlare di cani con cognizione di causa. E se uno ritiene il citare gli standard come “ostentare grande cultura” significa che di cani non ne sa veramente nulle. E si vede anche dal tuo racconto in cui dimostri solo di tenere in considerazione solo le dimensioni dei cani ma mai il loro carattere.
            E le 5 volte in cui sei stato quasi assalito secondo te ti fanno un esperto… dai si serio. Nessuno dei 5 cani in questione ti ha nemmeno dato una pinzatina, solo ti hanno ringhiato e tu gia a dispensare consigli. Dissuadere un PT che ti attacca davvero? Ti ci vorrei vedere; solo ti auguro di non dover mai subire un vero attacco; per evitare di veder sopprimere un cane colpevole sol di aver morso un incapace (in campo cinofilo)
            Se i cinque episodi che hai desritto sono da considerare come 5 volte in cui sei stato assalito, allora io gia sono a quota 100. Nemmeno le conto le volte in cui un cane mi ringhia contro in modo minaccioso (e in cui lo allontano senza arrivare allo scontro), si trata di cosette all’ ordine del giorno.
            Ma perche invece di scrivere cazzate non occupi il tempo per documentarti un po? Ti farebbe bene

        • Una mia ex-compagna di classe delle superiori, portava sulla faccia delle splendide cicatrici fattele da bambina da un cagnolino di taglia piccola (mix di pinscher e-non-ricordo-cosa), di proprietà della cugina. Era stata aggredita, perchè aveva osato -da estranea- sedersi sul divano su cui dormiva il suddetto cagnolino.
          In compenso il suo dobermann non le ha mai torto un capello, per quel che ne so.

          Quindi tutte le storie delle taglie grandi da abolire son cazzate. Quel che conta è l’educazione del cane e la responsabilità del padrone.
          Chiaro che se peso dieci chili da bagnata, magari ci penso, prima di prendermi un cane Corso o un alano.
          Non sai se il cane è stato addestrato? Cambi strada. Fai il giro largo. Vai a correre non vicino a greggi o cascine di campagna.

          (Poi anche io sono QUASI stata aggredita da un pastore tedesco sciolto, solo, che mi ringhiava e con padrone a chilometri di distanza che si faceva i cazzi suoi.
          Quel cane poi ha aggredito il mio cane, non me. Senza fare danni, ma tant’è.
          Io comunque incolpo il padrone e non la razza pastore tedesco o il cane in sè.
          Perchè è il padrone che è stato un’irresponsabile. Se sapeva che il suo cane era aggressivo con gli altri cani, doveva tenerlo a guinzaglio, sapendo che in quell’area non ci va solo lui con il suo cane.
          Anzichè sbattersene e mollarlo libero in giro, poteva tenerlo d’occhio. Altra dimostrazione che non sono i cani. Sono i pirla a due gambe, il problema.)

        • Ho letto tutto lo scambio di battute fra Federico ed Eros, e a parte a il fatto che personalmente temo molto meno i cani che l’ipotesi di veder circolare la gente armata come nel far west, come auspicheresti con la liberalizzazione del porto d’armi – anche a voler essere ottimisti e immaginare che le pistole le usino solo persone affidabili e’ più facile restarci secchi per un colpo di pistola anche accidentale piuttosto che per un attacco di cane.
          Mi permetto di chiarire alcuni dati di fatto che forse a Federico non sono chiari, vista la sua dichiarata (in)competenza cinofila.
          Il rottwailer e’ un cane da difesa, per il quale è prevista la prova di UD, disciplina che prevede gli attacchi (che, contrariamente a quanto credono in molti, non stimola l’aggressività ma anzi la controlla. Lo posso affermare per esperienza personale visto che la pratico con i miei pt e con il più vecchio in questo modo abbiamo proprio risolto un problema di aggressività e mancanza di controllo). Tutti quelli che hanno una razza del cuore con la quale praticano una disciplina sportiva ti diranno che le altre razze non sono all’altezza della loro, per i pastoristi il limite dei rottwailer (non me ne vogliano i rottwaileristi) e’ che sono lenti. Il pt ha una capacità di risposta molto più rapida e immediata del rott. Questo, però, è anche il motivo per cui, fra un pt e un rott entrambi bene educati, il secondo avrà molta più pazienza del primo con un bambino vivace ed esuberante. Ti posso assicurare che un pt che morde con l’intenzione di aggredire non fa meno danni di un rott, il pt ti ispira più fiducia solo perché ti vengono in mente Rin Tin Tin, Rex e i cani poliziotto. Contrariamente a quanto ha sostenuto qualcuno più sopra, se si parla di cani ineducati e fuori controllo non è per niente facile bloccare un attacco in corso, di sicuro non riesci a prendere un cane per il collo e a strangolarlo a mani nude, pt o rott che sia. Anche se pesa la metà di un uomo adulto un cane in salute e’ almeno altrettanto forte e sicuramente più agile. A cercare di strangolare un cane fuori controllo che sta attaccando un altra persona se sei fortunato ti becchi solo una rediretta. Se si riesce a bloccare un cane prendendolo per il collo e aprendogli la bocca sta sicuro al cento per cento che il cane in questione non era fuori controllo, e’ educato/addestrato e, soprattutto, e’ abituato ad essere manipolato nella zona della bocca, quindi gli è stato insegnato il lascia o lo si è abituato a lasciarsi mettere le mani in bocca e a farsi togliere cibo e giocattoli.
          Sostieni che i pt e i pb siano più sicuri e affidabili dei rott, perché secondo te più facilmente controllabili. E qui dimostri grandissima ignoranza. Innanzitutto con la giusta educazione (che deve essere impostata in modo specifico per ognuna di queste razze, visto che hanno caratteristiche molto diverse) sono tre razze ugualmente controllabili. Se è vero però che il morso del rott e’ più potente di quello di un pb, delle 3 razze il pb e’ quello con la più alta reattività. Questo vuol dire che se mi trovassi di fronte ad un pb e ad un rott fuori controllo, mentre il rott sta ancora pensando a da quale parte cominciare il pb ha già deciso e provveduto. E i segni non sarebbero meno dolorosi di quelli lasciati dal rott.
          Poiché da quello che dici e’ evidente che non capisci niente di cani da presa, potenza del morso, reattività, aggressività (intesa come dote caratteriale), e suppongo tu non sappia nemmeno cosa siano tempra e temperamento, mi sembrano fuori luogo le tue affermazioni su quali cani dovrebbero avere il “permesso” di vivere nei centri abitati. La prima cosa da fare perché incidenti come questo non si ripetano e’ rendere obbligatorio il patentino per tutti i proprietari di cani, indipendentemente dalla razza e dalla taglia, perché anche i cani piccoli hanno i denti, e se ne sentono la necessità li usano, e anche se fanno meno danni di un cane di media o grossa taglia, anche loro possono lasciare segni indelebili. Soprattutto sulla pelle delicata di un bambino. Se ti morde in faccia e ti ferisce ad un occhio anche i denti di un maltese possono sfigurarti o acciecarti. Certo, tu dirai che un maltese al massimo ti sfigura mentre un rott può anche ucciderti. E hai ragione. Ma poiché esistono molti più rott educati e sotto controllo rispetto a quelli presunti pazzi, un modo per gestirli c’è, l’importante è farlo. Ah, educati e sotto controllo non vuol dire che deve farsi accarezzare e pastrugnare da tutti quelli che incontra. Dei miei due pt mentre uno è un Buddha peace ‘n love l’altro e’ molto diffidente e molto più reattivo. Non vuol dire che se lo porto in giro cerchi di mangiarsi tutti quelli che incontra, anzi, ignora tranquillamente la gente, ma non si lascia accarezzare o avvicinare da sconosciuti se io non sono presente, questo significa che sta a me, nel caso qualcuno mi chieda se lo può accarezzare, dare o meno il permesso di approcciarsi al mio cane. E per quanto riguarda i tuoi 5 scampati attacchi, se non sono avvenuti non sono attacchi, erano solo cani che ti avvertivano che dovevi lasciare il loro territorio, e non è che non ti hanno fatto niente perché eri sicuro, non ti hanno fatto niente perché te ne sei andato senza correre e senza guardarli, quindi senza stimolarli e soprattutto senza sfidarli. E non è che con il cane del pastore ti sia andata particolarmente bene, era scontato che andasse così, dato che sono fra i cani più sotto controllo che io abbia mai visto. Se abbaiano ad una persona e’ perché si è avvicinata troppo alla loro zona, se questa però si allontana con calma sono assolutamente innocui. Al massimo possono essere aggressivi con altri cani perché li vedono come possibili predatori o invasori. Anch’io in montagna sono stata inseguita da due cani da pastore, solo che non puntavano me, puntavano il cagnolino di una coppia che ci stava camminando vicino, ed era anche evidente. Tanto che, finché erano ancora lontani, ho preso lentamente in braccio la bambina dei miei amici che era li con me, cosa che normalmente non si dovrebbe fare ma che ho fatto perché era evidente che la bambina non l’avevano nemmeno considerata, e stava accarezzando il cane. Ti rassicuro subito dicendoti che non si è verificata alcuna scena cruenta, visto che anche in questo caso i proprietari erano presenti ed è bastato un solo loro fischio perché tornassero a rapporto. Io personalmente questa non l’ho mai considerata una scampata aggressione, dato che i cani erano sotto controllo, ma a sentire te dovrei. Ah, 10 minuti dopo gli stessi cani mi sono passati a 20 cm dalle gambe lungo la strada, e mi hanno ignorata bellamente dato che erano più interessati a inseguire il pick-up dei malgari che rientravano in malga (rassicuro tutti che hanno percorso un tratto di strada sicuro, di poche centinaia di metri e ad un’andatura sostenibile per un cane).

    • Bhe, è anche vero che nell’800 non è che ci fosse tutta ‘sta possibilità di educare/addestrare un cane.
      Siamo nel 2014. Queste cose non dovrebbero accadere più.
      Non ci sarebbe bisogno di bandire alcuna razza.
      La legge dovrebbe OBBLIGARE i padroni del cane -DEI CANI Di tutti i cani..- a seguire un corso di educazione/addestramento.
      In svizzera lo fanno. (Come puoi leggere tu stesso in un commento più sopra.) E di problemi, GUARDACASO non ce ne sono.
      Sono da lodare simili atteggiamenti.
      Dovremmo farlo anche qui, ma invece ce ne sbattiamo e preferiamo aspettare che qualcuno venga azzannato e dare la colpa al cane.
      Con un corso obbligatorio CHIUNQUE o quasi, potrebbe gestire un qualunque molosso.

      Poi personalmente, credo che in giro ci siano più uomini pericolosi, che cani aggressivi verso l’uomo.
      Aggiungi a questo, il fatto che un qualunque animale non attacca MAI senza un motivo (che sia paura, un trauma o altro), mentre si sente spesso, di uomini e donne che sbroccano ed ammazzano brutalmente fior di persone. La maggior parte delle volte per futili motivi, oltretutto. (Gelosia, sadismo, ossessione ecc).
      Chi è peggio secondo te?
      Uno che magari mi ammazza con sessanta coltellate, perchè che so..non si rassegna al fatto di essere stato lasciato, oppure un cane che ha morso -senza uccidere, per quel che ne so- perchè magari non è mai stato educato da nessuno e che ha pensato ci fossero estranei nella proprietà dei padroni?
      Io credo che la legge dovrebbe fare qualcosa, sì..Verso gli umani però.
      Troppo comodo dare la colpa al cane e lavarsene le mani del padrone idiota. In questo caso, quelli che rischiano la pelle sono il cane ed il bimbo che è stato morso.
      E la colpa è del proprietario che non ha educato il cane e che si è ben guardato dal sorvegliarlo.
      Lui però se la caverà solo con una multa. La vita non la rischia.

    • Federico sulla falsariga di quello che scrivi dovrebbe essere interdetta la produzione di auto sportive, suv, fuoristrada, tir, furgoni, pullman, camion e moto di grossa cilindrata perché potenzialmente pericolosissimi.
      In realtà la differenza la fa sempre l’essere umano, perché anche un pirla con una seicento può causare un incidente della madonna.

      • si, io sarei molto più rigido a dare le patenti,, solo dopo un attento test psicologico, perche la patente in fondo è come un arma, e anche certi cani sono potenziali armi, ma sono ancora peggio, perche hanno un istinto loro e possono sfuggire agli ordini del padrone anche se ci sa fare

  90. Da lettrice occasionale di questo sito, devo ammettere che l’altro giorno, sentendo di sfuggita la notizia sulla televisione locale di Lecco, sono sobbalzata sulla sedia: secondo il giornalista di turno, che si esprimeva in tono oltremodo sensazionalistico e insistendo sui particolari più “cruenti”, il “rottweiler gigante” raggiungeva addirittura gli ottanta chili.
    Fortunatamente poi si sono presi la briga di intervistare un veterinario – non so se quello che ha curato l’animale o un altro – che ha dato un’edificante serie di rispostine mirate al giornalista che gli chiedeva delle “razze pericolose” e dei “cani feroci”… almeno quello.

  91. Leggo con piacere che ci sia qualcuno che la pensi come me questa è una razza eccezzionale chi non la conosce a fondo che trovi altri argomenti per fare notizia, la vera piaga di questa razza è l’uomo che sfrutta una caratteristica del cane per danneggiarlo, poi effettivamente in casi estremi sarebbe opportuno far intervenire un veterinario poi verificare se il soggetto sia realmente pericoloso e poi decidere, ma sono sempre per la riabilitazione, anche molti umani ammazzano non una volta ma non si applica la pena capitale, pagando un buon avvocato se la cava con poco, al cane rott c’è sempre lo sceriffo di turno che si erge a giudice e decide la vita di un essere vivente, QUESTA RAZZA PER CHI NON LO SA ama stare con l’umano purchè non corre pericoli, non ama stare in catena, non amma restare da solo o essere lasciato in disparte solo così da il massimo delle soddisfazioni, per coloro che pensano d’avere un’arma si sbagliano il rottweiler sa quando intervenire in quel caso sono cavoli amari per il trasgressore, io ho un maschio e una femmina sono due coccoloni, a volte troppo esuberanti, non la prendono a male chi ama altre razze che rispetto come i rott, ma questa razza è decisamente eccezzionale saluto tutti gli amanti del rott Giuseppe

  92. Oggi sono venuto a conoscenza di un altro cane gigantesco. Ho incontrato un tizio (o meglio lui mi si e’ avvicinato mentre ero seduto su una panchina) che mi ha detto che per Civitavecchia gira uno con un cane corso piu grande di Balrog. Balrog e’ 76 cm al garrese per 72 chili e a detta del tizio tale corso e’ talmente piu grande che non c’e’ bisogno di vederli accanto per renderserne conto. Lo standard del corso prevede per i maschi
    Altezza al garrese: da 64 a 68 cm.
    Con una tolleranza di 2 cm in più o in meno
    Peso da 45 a 50 Kg
    Quindi un corso evidentemente piu grande di 76 cm e 72 chili sarebbe almeno 10 cm e 25-30 kg fuori standard.
    Anche se la cosa piu raccapricciante e’ che il tzio che me lo ha detto ha poi ggiunto che ha cercato di far accoppiare il presnto gigante con la sua fémina di corso (invece di cercare un esemplare in standard…)

  93. se posso dico la mia.
    1 – come nascono persone malate mentali potrebbero pure nascere animali malati mentali, quindi non si può a prescindere dare SEMPRE la colpa ai padroni.
    2 – sicuramente però i padroni sono SEMPRE responsabili di ciò che fa il loro cane, quindi se sono proprietari di un cane pericoloso devono fare in modo che non faccia danni.
    3 – per quanto io ami gli animali e soprattutto i cani, davanti ad un bimbo dilaniato come in questo caso non trovo scandaloso che abbiano sparato al cane.
    4 – i giornalisti purtroppo spesso esagerano le notizie per destare emozioni anche fuoriluogo (il cane trovato agonizzante che ancora ringhiava… vorrei ben vedere che ringhiava, chissà il dolore ed il terrore che provava dopo che gli hanno sparato).
    5 – un giornalista che non conosce i cani non dovrebbe scrivere di cani… un rott di 70kg non è un rott.
    6 – mi sembra davvero strano che un cane di 70kg si arrampichi sul recinto come una scimmia… forse che il recinto non era adeguato??
    7 – gli episodi sfortunati esistono, purtroppo. magari questo ne fa parte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). Ci ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.