sabato 8 Agosto 2020

Nessuna depenalizzazione per i reati contro gli animali

Dello stesso autore...

I perché cinofili: perché il cane sbava?

di VALERIA ROSSI - "Perché" richiesto da un'amica su FB, a cui si possono dare diverse risposte a seconda del fatto che il cane...

Ti presento il… Volpino italiano

di VALERIA ROSSI -  Si potrebbero girare diversi film sul volpino: "Un italiano in America", "Un italiano in Germania", "Un italiano in Danimarca"... e...

Da grande voglio fare il cinofilo…

... ma come, dove, con chi? Domande difficili per un mondo difficile.

Ti presento il… Bullmastiff

di VALERIA ROSSI - Me ne sono trovata davanti una bella coppia a "Cronache animali", e ho pensato "Oddio, possibile che non abbia mai...
Valeria Rossi
Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). Ci ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.

di VALERIA ROSSI – Ogni tanto arriva una buona notizia: stavolta la notizia è che l’intervento delle associazioni più “politicizzate” (in questo caso Lav, Oipa e Gaia) ha fatto sì che i reati contro gli animali NON venissero depenalizzati come da recente decreto legislativo volto a snellire il lavoro dei tribunali (ne avevamo parlato in questo articolo).
La scusa per depenalizzare una notevole serie di reati, tra i quali inizialmente sarebbero rientrati anche il maltrattamento e l’uccisione di animali, consisteva nella “particolare tenuità del fatto” e nel fatto che il colpevole non lo facesse abitualmente.
Quello che avevo auspicato nel precedente articolo (mi autocito: “Ora mi aspetto che almeno gli animalisti insorgano in massa; che le associazioni protezionistiche – anche quelle che con la politica sono culo e camicia – piantino su un casino epocale)” è fortunatamente  successo e le associazioni hanno fatto valere il principio secondo cui la morte e il maltrattamento di un essere senziente non può mai essere considerato “tenue”.
Quindi tra le (poche) eccezioni all’applicazione della “tenuità del fatto” sono stati inseriti i “motivi abietti o futili e la crudeltà, anche in danno di animali”.
Concludendo: maltrattamenti e uccisioni di animali restano perseguibili d’ufficio, e ogni forza dell’ordine è tenuta ad intervenire in caso di segnalazione (in caso contrario li si può denunciare per omissione di atti d’ufficio, quindi non esiste proprio che rifiutino di muoversi, come talora accade. Se rifiutano, li si deve denunciare).
Poi, per carità… resta il fatto che nessun pezzo di merda che maltratti/uccida per divertimento finirà mai in galera: le pene previste dalle nostre leggi restano troppo blande e consentono scappatoie troppo comode: però, se non altro, rimane possibile intentare un procedimento penale contro questi esseri sub-umani e questa è sicuramente un’ottima notizia.

Ti piacciono i nostri articoli? Sostienici!

La consultazione di “Ti presento il cane” è assolutamente gratuita, ma per noi ci sono alcune spese (il server dedicato costa!) e taaaanto lavoro.
Per questo, se qualche lettore (benemeritissimo!) pensasse di darci una mano, può effettuare una donazione (con Paypal o carta di credito).


Nella stessa categoria...

3 Commenti

  1. Per carità, gran cosa. Però io vorrei ricordare a tutti che, se la memoria non m’inganna, fra i reati depenalizzati era inclusa anche la violenza domestica.

    • Ahahahahah beata te che ci credi! ! Sono tutte baggianate. Non hanno mai fatto niente e niente faranno!! Mai sentito parlare di prescrizione?!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi articoli

Gli allevatori hanno creato troppe aspettative?

"La mia lavatrice ha garanzia a copertura totale.""Anche il mio cane viene da un allevamento prestigiosissimo."Potrebbe sembrare un dialogo da teatro dell'assurdo,...

Affidare il cane a pensioni o dog sitter: CHE ANSIA!

di DAVIDE BELTRAME - Visto il periodo potenzialmente vacanziero, anche se quest'anno nonostante l'ottimistico oroscopo di Paolo Fox probabilmente molte famiglie resteranno...

Il mio nome è Dora

Lo sguardo appannato e assente… traballante sulle zampe… non mangia e non beve… ecco, sdràiati qui, sulla coperta vicino al fuoco, e...

Seconda giornata di lavoro in acqua con il Centro Cinofilo Dogzilla ASD

Anche la seconda giornata di lavoro in acqua organizzata dal Centro Cinofilo Dogzilla a.s.d. è andata in archivio.Diciamocelo pure… è andata oltre...

Il commissario di ring

Il mondo delle esposizioni canine (come del resto tutto ciò che riguarda i cani) ha sempre avuto un certo fascino e suscitato...

Scarica la nostra app!

E' gratuita e potrai rimanere facilmente aggiornato su tutti i nostri contenuti!

Scarica l'app per sistemi Android
Scarica l'app per sistemi Apple

Restiamo in contatto!

135,277FansMi piace
557FollowerSegui
1,141IscrittiIscriviti
Condividi con un amico