di VALERIA ROSSI – Me lo stanno chiedendo in millemila, quindi devo rispondere… anche se forse mi servirebbe un po’ più di tempo per poter dare una risposta concreta.
Per ora ci sono andata una sola volta, quindi le impressioni sono superficiali: ma siccome voi chiedete (e quanto chiedete!), vi dico quello che posso.

SCOPRI IL NOSTRO PET SHOP

Rai Napoli-4-2Intanto, confermata l’impressione iniziale: è evidente che la RAI è un’azienda e che il tutto si muove in modo aziendale… però il fatto che in questa trasmissione ci siano gli animali la rende più simpatica. E’ un dato di fatto.
Dei partecipanti “fissi” alla trasmissione non mi sono ancora fatta idee molto precise, perché gli unici con cui ho avuto un po’ a che fare sono (ovviamente) il conduttore e il veterinario (che mi pare bravo e competente, alleluja).
Interagisco sicuramente di più con Margherita (una santa che mi viene a raccogliere ogni volta che mi perdo nel labirinto, a chiamare ogni volta che sono fuori a fumare e invece dovrei entrare così via), con le sciure del truccoparrucco, con Raffaele e una ragazza carinissima di cui non ho ancora scoperto il nome, che sono i costumisti (e che faccio sclerare perché non mi metto la cosa giusta, devo tornare a cambiarmi e faccio tardi. Oppure non mi ricordo del tutto che dovevo cambiarmi, arrivo dalla zona fumo all’ultimo secondo e sono in ritardo).
Gli altri ospiti fissi non li conosco quasi: a dire il vero non mi ricordo neanche i loro, di nomi (non è cafoneria, giuro: è solo il sciur Alzheimer che avanza al galoppo). E poi ormai lo sapete che nonostante l’apparente faccia da culo io sono timiderrima, quindi per prendere confidenza con laggente mi serve taaaanto tempo, che ancora non ho avuto.

ossiniOkay, veniamo alle vostre FAQ.
La domanda che mi è stata rivolta da più persone (casualmente tutte donne) è stata profondamente culturale: “Massimiliano Ossini è proprio figo come sembra in TV?”
Risposta: assolutamente sì.
E’ uguale identico (anche perché gli uomini non è che puoi rifarli da zero a forza di trucchi e parrucchi: quello è un privilegio tutto nostro).
E poi: è simpatico, antipatico, se la tira, non se la tira?
Boh, che ne so!
Io ci scambio quelle quattro parole in trasmissione e poi bon… però l’impressione, al momento, è che se la tiri meno della media, che sia simpatico per quanto può esserlo un uomo di spettacolo (ne ho conosciuti diversi, e vi assicuro che il livello dell’odiosometro/gasatometro a volte va fuori scala) e che sia decisamente meno cretino della media degli uomini di spettacolo, il che vale 100 punti.
Adesso però non date l’assalto agli studi, fanciulle: è sposato, ha tre bambini, insomma non c’è trippa per gatte.  State bboneeee!
La cosa più figa in assoluto, comunque, quella che per me vale 1000 punti e non solo 100, è che ha adottato Frizzy, il cagnolone che viene proposto da un bel pezzo, ma che nessuno si è mai pigliato perché è grande e grosso (ed è un amore, dolcissimo e patatosissimo: bravi i furbi che si adottano solo i piccoletti che poi magari si rivelano iper-schizzati e gli disfano casa. E se succede, ben gli sta).
Ops, mi sto accorgendo che ho spoilerato, perché l’annuncio ufficiale dell’adozione di Frizzy (che adesso si chiama Aron) verrà dato solo martedì: ma anche questo articolo, che sto scrivendo di sabato sera, uscirà martedì (mica si registrano solo le trasmissioni: ormai mi tocca mandare in differita pure gli articoli…): quindi, più che un vero spoiler, questo è un anticipo di un paio d’ore e spero che nessuno mi morderà per questo.
Altra domanda fatta da molti: che succede fuori onda?
Ehhhhhhhh… di tutto e di più!

aronPer esempio: subito prima dello streaming di martedì scorso si stavano disponendo i (moltissimi) animali partecipanti; a un certo punto sentiamo uno SQUEEEEKKK!!! e vediamo proprio Frizzy/Aron con la faccia tutta goduta… e un coniglietto in bocca.
L’aveva prelevato direttamente dalla scatola con cui era stato portato in studio.
Siccome ‘sto cane è appunto un tesoro, se l’è preso in bocca ma non gli ha fatto assolutamente nulla: siamo partiti tutti pancia a terra per salvarlo, ma il coniglietto non aveva un graffio.
Invece, nella puntata con i Falabella, la preparazione è andata un po’ per le lunghe… e quando finalmente era tutto pronto, tutti i cavalli hanno deciso di fare la cacca.
Ma non contemporaneamente, eh? Uno alla volta, a circa mezzo minuto l’uno dall’altro.
Così il povero assistente continuava a correre avanti e indietro con paletta e segatura… e se la prima cacca è risultata solo una seccatura, perché ci faceva perdere tempo, all’ultimo SPLOT SBROT, di fronte all’ennesimo rientro dell’assistente a cui usciva il fumo dalle orecchie, siamo esplosi tutti dal ridere (perdendo ulteriore tempo, ma stavolta solo per colpa nostra).
Ah, ultima cosa: in realtà la domanda che mi avete fatto più spesso è stata: “Mappecché stamattina non c’eriiiiiiiiiiii???”
No, non mi hanno ancora licenziato per affumicamento degli studi, come ha supposto qualche spiritosone: io a fumare vado nell’apposito spazio (semmai è sul treno che ogni tanto fumo a tradimento nei cessi, ma solo perché un apposito spazio lì non c’è).
Il motivo per cui non sono ancora apparsa con regolarità è molto semplice: le puntate si registrano con ampissimo anticipo (tranne il martedì, che si va in diretta) e quindi quelle con me dentro non sono ancora andate in onda.
Tranquilli, arriveranno: vi stuferete di vedermi quanto prima!

Articolo precedenteAppunti personali di etologia
Articolo successivoTutti gli errori da (non) commettere con il primo cane

Potrebbero interessarti anche...

Vuoi aggiungere qualcosa? Dì la tua!

8 Commenti

  1. E’ una settimana che mi mordo le mani perché ho già tre cani. Altrimenti Frizzy l’avrei adottato immediatamente. Ed è sempre una settimana che scanchero contro quelle che fanno a botte per i microcagnolini cuccioli pucciosi e non guardano nemmeno quello splendido cane!
    Per fortuna è stato adottato.

  2. sono contentissima per la nuova coppia Massimiliano e Frizzy, confesso che l’avevo capito il giorno stesso in cui l’aveva presentato in studio: aveva evitato volontariamente di dare indicazioni per l’adozione, colpo di fulmine!! bene bene. Ma scusa che ti chiedo, mi dirai fatti i [email protected]@@i tuoi, ma ti sono sinceramente affezionata e quindi te lo chiedo lo stesso…ehm…e approfittare dell’occasione per fumare due sigarette in meno? tanto sei a Napoli e semmai ti arrabbi in differita ;-). E poi, ancora, gli farai vedere Samba, prima o dopo? cosi finalmente vedono com’è un vero rottferox..

  3. Bellissimo il tuo intervento fuori onda di una live di martedí scorso dove una signora cercava compagna per il maltesino e mentre il conduttore faceva l’appelo agli ascoltatori dal fondo della sala si sente un sonoro “MA ANCHE NO!”
    Ho visto un paio di puntate e le cuggginate non mancano e il mio primo pensiero é stato “povera Valeria”

    • Anche io le ho notate, le cugginate…speriamo facciano più attenzione (capisco sia impossibile essere pignoli e precisi con così tanti ospiti che hanno a disposizione pochissimo tempo per i propri singoli interventi…ma c’è la via di mezzo tra un trattato di psicologia canina e il pressapochismo – meno male che sul Beagle è partita la correzione della “scheda”…

      non so, anche questi cucciolini in cerca di adozione, ritrovati senza madre….magari sarebbe stato meglio specificare se si è cercato di rimediare in questo lasso di tempo oppure chiarire requisiti più “restrittivi” per i candidati all’adozione….
      Capisco che non si può pubblicizzare in tv un’adozione terrorizzando i telespettatori, magari questi “dettagli” saranno precisati in sede di selezione dei nuovi proprietari, non punto il dito senza sapere…ma il messaggio che passa secondo me non è proprio il massimo….
      Sono contenta che il cagnolone abbia trovato casa e questo è quello che conta…però non è stato il massimo sapere che vive in un campo e la sera sopraggiunge a casa della volontaria: è dolce, ma io lo trovo pericoloso per il cane…è un miracolo che sia ancora vivo…immagino debba attraversare qualche strada trafficata…non lo so, mi sono cadute un po’ le braccia…
      Penso che il programma non sia male, anzi, però i contenuti mi sembrano A VOLTE un po’ così così…

  4. devo dire la verità; ogni volta che sottopongono Carlotta a tutti i vari trattamenti (stamani poverina con quell’olio essenziale di limone dava continui segnali di stress) mi sento morì….

    Tu Valeria sei tale e quale a quando scrivi qui =)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). Ci ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.