di VALERIA ROSSI – Ebbene sì: quando ce vo’ ce vo’. A forza di sentirmi rivolgere domande e/o frasi che andavano dal cuggino al totalmente cretino (tipo: “Macheccariniiiiiiiiiiiiii… sono madre e figlia?”) quando andavo in giro con i due cani che vedete nella foto a sinistra, mi ero ormai preparata una serie di piccole risposte standard non propriamente gentili  (d’altronde io non sono mai stata gentilista) e non propriamente educate (non sono mai stata neppure una personcina particolarmente per bene, nonostante gli sforzi sovrumani dei miei genitori)… ma taaaaanto soddisfacenti!
Visto ciò che mi viene raccontato da lettori, amici di FB, amici in carne ed ossa & affini… credo che sia giunto il momento di condividere con  voi questo…

Piccolo prontuario di risposte sarcastiche

(nel quale, alle mie, ne ho aggiunto alcune “rubate” ad amici, che ringrazio sentitamente)

LE MAMME

1) Mamma a bambino: “Non toccarlo che è sporco!”
Guardare il cane e dirgli: “Non leccarlo che è pieno di virus, batteri e bacilli. Guarda, ha anche l’occhio un po’ giallognolo…”
NOTA: dopo essersi allontanate, voltarsi di nascosto a guardare la mamma: se non sta controllando gli occhi del figlio, vi pago da bere.

2) Mamma a bambino: “Stai attento che ti mangia!”
Risposta (in tono molto offeso): “Signora, il mio cane segue una dieta corretta e bilanciata: non mangia qualsiasi schifezza trovi per strada!”

3) Mamma a bambino: “Non toccarlo che ha le pulci!”
Guardare il cane e dirgli: “Non farti toccare che ha i pidocchi!”
Immancabilmente la mamma replicherà con qualcosa tipo: “Ma come si permette?”.
Guardarla con un sorrisone da un’orecchia all’altra e rispondere, semplicemente: “E lei?”
Allontanarsi subito dopo, evitando la rissa (non ne vale la pena, con ‘sta deficiente).

4)  Mamma con bambino, rivolta all’umano del cane: “Tenga quella bestiaccia!
Abbracciare il cane con aria protettiva e chiedere: “Oddio, perchè? Suo figlio morde?”

5) Mamma con bambino, rivolta all’umano del cane: “E perchè non usa la museruola?
Risposta (gelida): “Perchè quella per cafoni a due zampe, al negozio, non ce l’avevano”.

6) Mamma con bambino, dopo che il bambino sta già dando smanacciate in testa al cane da dieci minuti: “Ma morde?”
Risposta: “Il cane no. Io, tra poco, sì”.

IL CUGGINO

1) Miocuggino c’aveva un cane proprio uguale a questo, solo alto così, col pelo più lungo, di colore un po’ diverso… però uguale identico!
Risposta (con grande enfasi): “Ma…ma lei è George Clooney! Me lo fa un autografo?”
Questa a volte la capiscono dopo mezz’ora. O mai più.
Di solito, però,  balbettano: “Ma…no…guardi che si sbaglia…”
Allora rispondere: “Ma come, no? Vabbe’, forse lei è un po’ più alto, un po’ più grasso e con meno capelli…poi Clooney è uno strafigo e lei è un cesso… ma per il resto siete u-gua-li!”
Controindicazione numero 1: potrete trovare quello che si gonfia come un pavone, perché ci crede. O quello che vi fa davvero l’autografo.
In questo caso, incassate signorilmente e svicolate via: non tutti i  sarcasmi riescono col buco.
Controindicazione numero 2: NON date questa risposta a George Clooney.

2) Mi ha detto miocuggino che quei cani bisogna prenderli subito a calci in culo da piccoli, così capiscono chi comanda
Risposta: “Mi ha detto miocoggnato che quando incontri uno che dice simili idiozie devi dargli subito un calcio nelle palle, così capisce che è imbecille”.

3) Mio cuggino c’aveva un cane poliziotto che uno come il suo se lo sarebbe mangiato in un boccone…eheheh…
Risposta: “Meno male che non ci siamo mai incontrati, allora…perché io c’ho in borsa una 44 Magnum che a quelli che non sanno controllare i propri cani gli fa un tale buco in pancia che ci vedi la Corsica attraverso…eheheheh!” (mi raccomando la risatina, più sadica possibile).

4) Miocuggino c’aveva un dobbermann gigante alto così!
Risposta (con aria triste): “Eh, ma che sfiga, pover’uomo: oltre al cugino scemo, anche il cane fuori taglia!”

I CLIENTI DELL’ALLEVATORE, AL TELEFONO

1) Fate consegne a domicilio?
Risposta: “Ha sbagliato numero, questa non è una pizzeria”.

2) Buongiorno, avete cani (a scelta: mini, minitoy, pocket, tea-cup…)
Risposta: “Ha sbagliato numero, questa non è la Polistil”.

3)  Così caroooooo??? Ma scherza?
Risposta: “Così scemooooooo??? Ma sul serio?” (può anche seguire sbattimento di telefono in faccia, tanto un cliente così è meglio perderlo che trovarlo).

4) Così tanto per un cane così piccolooooooo?
Risposta: “Eh, ma se lei mi va a scegliere una primizia… se sceglieva la razza di stagione, al chilo veniva meno”  (DEVE assolutamente seguire sbattimento di telefono in faccia).

5) Scusi, lei che prezzi fa?
Risposta: “Ha sbagliato numero, non sono una escort”.
(le varianti per maschietti potrete facilmente fabbricarvele da soli).

6)  No, sa, perchè io vorrei un cane che non abbaia, non sporca in casa, non distrugge nulla e sta buono…
Risposta (un classico buono per tutte le stagioni e tutte le razze): “Ha provato con un peluche?”

7) Pronto, è il canile?
No, è l’allevamento XY
– Eh, appunto…vendete i cani, no?
Far finta di niente, sentire cosa vuole e intanto annotarsi il numero da cui ha chiamato.
Il giorno dopo telefonare chiedendo gentilmente: “Pronto, è il bordello?”
Risponderanno inorriditi: “Ma no, cosa dice? Qui è casa XY!”
Replicare serenamente: “Eh, vabbe’… ma trombare tromberete, no?”

LA SCIURAMARIA

1) Sterilizzare la cagna? Noooooo!!!  Poi diventa mascolina perché non c’ha più gli ormoni femminili!
Risposta (io posso darla, voi non so: nel caso, tenetela buona per il futuro): “Signora, io sono in menopausa da dieci anni: infatti vede che po’ po’ di baffoni che mi ritrovo?”

2) Che belli, sono padre e figlio?  (di fronte a cani di razze platealmente diverse)
Risposta (restando molto seri): “No, signora: quello più grande è un Pastore Afghano del Kubzekistan meridionale, mentre quello piccolo è uno Zchoakosky Smiling Terrier nano”.

3) Che belli, sono mamma e figlia? (di fronte a due maschi a pelo corto/raso)
Risposta: “Sì, signora. Di una nuova razza incrociata con il canguro, infatti vede che hanno il marsupietto sotto la pancia?”
NOTA: sempre per la serie “non tutti i sarcasmi riescono col buco”, una Sciuramaria mi ha risposto: “Ma davveroooo???”.
Serissima.

4) Ma abbaia?
Risposta (serissima): “Mah…dipende. A volte abbaia, a volte miagola…sa, è poliglotta. Rompe solo un po’ le palle al mattino quando fa chicchiricchì”.

5) Ma non abbaia?
Risposta: “Dipende. Quando non ha niente di intelligente da dire, sta zitto… (pausa. Fissare la sciura negli occhi e aggiungere…) LUI”.

IL CINOFOBO

1)  Quei cani lì sono cattivi e pericolosi e non dovrebbero più accoppiarsi!
Risposta: “Neanche i cretini. Ma lei è nato lo stesso”.

2) E passi un po’ più in là, con quel cane!
Risposta (seria, guardando per terra e poi fissando lo sguardo su un punto a caso del marciapiede): “Oh… grazie! Non mi ero accorta che lei aveva sputato…se non mi avvisava magari il cane ci metteva i piedi sopra, che schifo!”
NOTA: se per terra c’è davvero uno sputacchio, un chewingum o simili (tutt’altro che impossibile, nelle nostre città), l’effetto è micidiale. Ma anche se non ci fosse assolutamente niente, se vi voltate dopo un po’ vedrete il tizio che sta ancora scrutando per terra.

3) Tenga quel bastardo!
Risposta (sorry, maschietti, questa voi non la potete usare): arretrare di un passo, come colpite a morte, guardandovi di sfuggita la pancia e balbettando: “Cosa…come fa a saperlo? Non l’ho detto a nes…”. Poi sgranare gli occhi e alzare la voce: “Ma…allora sei stato TU! Maledetto! Sei tu che mi hai violentata! Nessun altro poteva saperlo! Adesso chiamo la polizia!”
Garantisco che si dimentica completamente del fatto che tu abbia  un cane al guinzaglio.

E adesso continuate pure voi: nei commenti c’è spazio per tutte le vostre risposte sarcastiche, che saranno sicuramente preziose per tutti i cinofili.

Articolo precedenteIl VERO Standard del…Setter Gordon
Articolo successivoTra veterinari scansafatiche e praticoni salvavita

Potrebbero interessarti anche...

Vuoi aggiungere qualcosa? Dì la tua!

171 Commenti

  1. posso aggiungere questa?
    Estate scorsa in quel di Gressoney durante una passeggiata con Perla, meticcia di 9 Kg sottratta ai canili spagnoli quasi 3 anni fa e Maya, golden bellissima proveniente da noto allevameto oggi quasi due anni e mezzo…

    Sciura sul sentiero con tacchi ai piedi e borsa firmata, mise da invidiarsi per lo shopping in centro città: che bel cane! davvero stupendo! quanti anni ha, maschio o femmina, la vorrei anch’io (il tutto riferendosi a Maya)… e quella nera?

    Io: oh signora, lei è fortunatissima e tra le prime a vederla! E’ una Waka Hound svizzera, una DOL (Daughter Of Liberty, pensi che l’abbiamo chiamata Perla, proprio perchè è nera e più unica che rara!

    Sciura: ha ragione, è davvero stupenda, mi segnala il nome dell’allevamento?

    Non vi dico la faccia quanto le ho svelato il mistero!

    • A me successa cosa simile a Milano fiera (ero là per una gara di agility e c’era anche expo). A me è andata peggio e non mi è partita nessuna risposta, non ho fatto in tempo, non ne ho avuto la forza.
      Signora si avvicina alla mia SAM (meticcia tipo mini Nova scotia duk tolling r.) e comincia a riempirla di complimenti, di coccole per un buon 5 minuti… infine mi fa: “Ma che razza è?” e io “Una meticcia!”… ha cambiato espressione, con una faccia schifatissima, alzato i tacchi e se né andata…
      Successo 4 anni fa, io ero ancora “piccina” ho incassato senza riuscire a dire nulla. STREGA MALEFICA!

  2. MMUUAAHAHAHAHHAAHAHHHAH ci sono i miei colleghi in ufficio che pensano che mi sia rimbambito, sto ridendo come un pazzo!!!! Grandissima (come sempre) Valeria!!!! Ne aggiungo una che mi succede praticamente tutti i giorni, a passeggio con le mie due carline (femmine 18 mesi e 12 mesi) “Che belli ma sono gemelli?” Risposta, sì omozigoti…

  3. Ciao! Trovo che questa sia una delle più belle e divertenti in assoluto tra quelle che hai pubblicato!!!…Ed è soprattutto molto, moolto, mooooltooooo VVVVEEERAAAA!!! (se posso…..) AHAHAHAHAHAHAH!!!! IHIHIHIHIHIHI!!! UHUHUHUHUHUHU!!!…Ora basta perchè a furia di ridere mi è venuto un mal di stomaco da morire!!!….SEI FORTISSIMA!!!…

    • credo debba pagare anche per me, visto che mia madre mi minaccia di levarmi il PC se non la smetto di ridere come un idiota… Valeria sei sempre la MIGLIORE!!

  4. al mio cane:
    – e’ un setter?
    – no e’ un meticcio.
    – Ma meticcio originale?
    – Certo, ho un allevamento di meticci. Per 10000 euro gliene vendo uno.

    • Davvero fine. Dovrei trovarne una per la mia micia nera, nata senza coda (una malformazione congenita le ha messo un pon pon sul sederino, al posto della coda). Quando la vedono non la toccano nemmeno quasi schifati e qualcuno ha pure detto “ma fa senso…”.
      Credo che la piccola lo capisca perchè, nonostante sia una micia dolcissima e molto comunicativa, con gli altri esseri umani, si comporta da misantropa 🙂

        • ma…scusa Sonja, davvero non lo sai? E’ chiaro che la tua gattina e’ un “gatto paludare della Louisiana”. Questo tipo particolare di gatti preda gli alligatori, quindi nasce senza coda cosi’ offre meno appigli alla sua povera vittima!

          • E poi un cucciolo di gatto della Luisiana e` costosissimo oltre che rarissimo e il pon pon piu` e` piccolo piu` lo rende pregiato! A parte che meno coda di un Manx (che io trovo bellissimo!)non potra` certo averla la tua gattina! E lui la coda l`ha persa salendo sull`arca di Noe` … insomma di risposte ne puoi trovare per rimettere a posti i cretini!

          • Beh, io dico che è un Bob-tail giapponese (che come razza esiste veramente ed ha la coda più simile a quella della mia micia). E poi racconto la storia del maneki neko e tutta la trafila sul significati dei vari colori… e che si dice che i Maneki neko neri portino buona salute e tengano lontano gli influssi negativi. Sono molto apprezzati dalle donne perché dovrebbero essere particolarmente efficaci nel tenere lontano i molestatori.
            Più che altro li stordisco a chiacchiere 🙂
            Ma la cosa che mi ha lasciato più l’amaro in bocca, è che uno di questi “stolti” fosse mio figlio… e che la gatta abbia reagito male al suo tentativo di prenderla in braccio, affettandogli un polso e una mano 🙁

      • Sonja, è un articolo sulle risposte sarcastiche… Ancora non hai capito che a chi schifa la tua gattina perchè è senza coda devi rispondere “guarda che anche te sei senza…”?? 😀 😀 😀

        • Ma non te la prendere Sonja, sono cose che succedono nelle migliori famiglie ..e. poi faranno pace no? C`e` gente che esce pazza per far nascere i gattini senza coda (per i Manx e` pure difficile) e poi quando c`e` un bel pon pon naturale non sanno vederne la bellezza? Ma e` come avere un bonsai naturale che, e` rarissimo, e non riconoscerlo. Ignurant! Fa` una occolina speciale alla micetta da parte mia.

      • @Sonja:
        so che esiste una razza di gatti che può nascere senza coda o con coda (non so il nome ma se fai una ricerca la trovi):
        se qualcuno schifa la tua gatta x via del “pon-pèon” di schifatissimo che è un rarissimo esemplare di “nome razza” e che lo hai pagato 10mila euro facendotelo importare da cucciolo dalla “nome patria gatti senza coda”!

        Comunque la sorellastra del mio cane è nata con la cosiddetta “coda torta” (una coda corta e a zig zag che è lo standard o quasi nei bulldog, e in alcune altre razze, e che può esserci anche in amstaff e pitbull e altre razze discendnenti dai primi bulldog, ma è considerata un difetto; lei è un pitbull-mix), e è finito che nessuno voleva adottarla x la coda nonostante sia un cane sanissimo di buon carattere e di aspetto + che gradevole (mentre gli altri cuccioli sono stati dati senza problemi), ma la gente credeva che si foisse rotta la coda alla nascita o che avesse una gravissima deformazione nonosdtante il veterinario avesse assicurato che era tutto ok e si trattava di una variante senza alcuna conseguenza nefasta sul cane, era solo una buffa coda a zig zag, e trattandosi di un meticcio poco importava se era considerata difetto x lo standard del pitbull e del labrador (la cagnola sembra un mix fra pitbull e labrador), esattamente come cosa importa se un meticcio di PT ha le orecchie semierette o la coda a falce…e alla fine la cagnolotta con la coda buffa è stata tenuta dalla ragazza che ha la madre del cane, ma i genitori continuavano a dire che era un cane brutto x via della coda (e a magnificare il cucciolo che avevo tenuto io che pur essendo della stessa cucciolata era frutto di un accoppiamento fra un pitbull UKC e la madre che credo sia un pitbull-mix o un amstaff-mix e quindi come altri 2 cuccioli è nata con aspetto da pitbull)e il cane non scodinzolava mai ma sculettava tipo boxer con coda amputata e non credevamo che fosse x via della coda stramba..poi quando le è stato detto che aveva una “codina speciale” ha cominciato a scodinzolare non + solo con il culo, e ora la muove molto di + anche se x la forma non può alzarla + di tanto (anzi nel tempo le si è stranamente un po’ allungata e raddrizzata ma fa sempre 2 angoli retti con torsione, è molto buffa).

        Qalche volta la gente si dimnostra veram,ente insensibile x una codina un po’ diversa: tantissime volte la gente ha detto di Phoebe (la sorellastra del mio cane con la “codina speciale”) che aveva la coda brutta e deforme e che bisognava tagliargliela o altre cattiverie…quindi capisco quando prenbdono i giro o si schifano del tuo felino con il pon-pon..ma non badarci e soprattutto fai capire al felino che ha un bellissimo pon-pon unico e speciale, diverso da quello di TUTTI I GATTI DEL MONDO (loro capiscono benissimo se le persone considerano strana o brutta una parte del loro corpo, sanno dove guarda la gente e leggono le espressioni del viso..e ci restano male..infatti Phoebe si stava facendo un cruccio della sua coda e sembrava avvilita fino a che non ho suggerito alla proprietaria di farle spesso i complimenti x essa soprattutto se la muoveva e di farle i complimenti guardandole la coda, e ha funzionato!)!

        • Ci sono gattini e cagnolini che nascono con la godina buffa e strana e gente che nasce coi ragni nel cervello … e` la natura, bisogna accetarli cosi` ^o^ ma mentre un gattino o un cagnolino con la codina strana sara` sicuramente carino uno coi ragni nel cervello sara` sicuramente da evitare.

  5. urlaccio della sciura per strada: “non si va in giro con un cane cosi senza museruola! ” risposta mia urlata: “e perche’ a lei non l’hanno messa?” risate e applausi dei molti passanti

  6. cattiva, e realmente accaduta.
    Anziana signora seduta su una panchina del parchetto, il mio cane passa ad un paio di metri di distanza.

    – tenga lontano quel cane, prima che si infili sotto la mia gonna!
    – no signora, non si preoccupi, di solito mangia carne fresca, non ammuffita.

  7. (Premessa : questo succede al PRIMO contatto telefonico … di solito non ce n’è un secondo …)

    Domanda : “Ma se prendo un cucciolo me lo spedite ?!?”
    Risposta : “Se mi da il numero glielo mando via fax!”

    Se offesi domandano se li prendo x il c…o, basta rispondere “Perchè. Lei no?!?”

    :-))

  8. A quelli che commentano in vario modo fastidioso quando stai raccogliendo la cacca del cane.
    “io non importunerei qualcuno con una merda in mano” (detta in dialetto però suona meglio)

    • sempre in argomento stercologico, ma quanto saranno odiosi quelli che mentre il cane ancora la sta facendo, e tu sei già con il sacchetto pronto, si rivolgono così: “ma che fa, non la raccattaaaaaaa?”

      al che la risposta abituale è: “non si preoccupi, preferisco raccattare la cacca del mio cane piuttosto che stringere la mano a gente come lei!”

      • Eventualmente si può anche rispondere “insomma, un po’ di pazienza! Se ne vuole un po’ da portare a casa, almeno aspetti che il cane abbia finito!” 😀 😀

      • Ah mi sono ricordata di una volta un tipa ai giardinetti che, mentre io aspettavo che il cane finisse la bisogna armata di sacchettino, passandomi accanto fa isterica “odio i cani, e` incredibile che le cacche siano cosi` per terra!” e io “bhe signora la colpa non e` dei cani, loro non possono mica farla gia` bella impacchettata, ci provi un po` lei!”

          • Bhe una volta un cagnone che accudivo per un amico l`ha fatta in un cespuglio e io ci ho messo un po` a trovarla che cercavo per terra perche` li` mi aspettavo che fosse e invece era restata appesa a 20 centimetri buoni…l`avesse vista la madama chissa` che contenta che non fosse per terra!

    • Questa è bellissima!!! ahahahah a dire il vero, siccome dove abito c’è un cestino della spazzatura ogni chilometro, per cui mi trovo a passeggiare con ‘sto sacchettino fumante anche la sera, a volte penso che potrei usarlo come arma di difesa in caso di aggressione umana!

  9. ero in giro con una jack russel e una meticcia lupoide bianca a pelo lungo di 30 kg.
    mi hanno chiesto se erano madre e figlia e serissima ho detto si lei è la madre..indicando la jack russel… 🙂

  10. In genere quando siamo in giro col border collie con occhio azzurro e occhio marrone e qualche passante lo fa notare diciamo che ha perso una lente a contatto…

  11. ritrovo di signori anziani:
    io con il mio cane (golden retriever)passeggiamo
    si avvicina un vecchietto: va che bel, che MARCA L’è???
    io: Maserati!
    Credo che sia lì ancora a pensarci….

  12. a spasso con Buddy (akita americano) la Sciuramaria: BELLOOOOO! Un pastore maremmano vero? – “Certo signora, solo che con la neve ha preso freedo e gli è cresciuto il doppio pelo e si è macchiato il pelo bianco” – “Ooooohhh poverino! Chissà che feddo ha avuto!”

  13. Ho 2 prazsky krysarik e un piccolo levriero italiano, tutti maschi. Spesso mi capita la gente che esclama: “Toh tre chihuahua!” Io mi giro solo e chiedo: “Dove?”
    Quasi tutti li prendono per mamma e figli. :p

    Mi è capitata anche una che era convinta che il suo cane era della stessa razza dei miei PK (ma era almeno 8 volte loro, per di più tricolore), solo che è cresciuto tanto perchè gli dava da mangiare la pasta con Manzotin.

    Una volta mi è capitato uno che dice ad un suo amico: “Guarda che brutti topi!”
    Io: “Ma guarda, un somaro che parla!” Con tutti il rispetto verso i somari. 🙂

  14. Questa è stata il top dei top xD

    4) Ma abbaia?
    Risposta (serissima): “Mah…dipende. A volte abbaia, a volte miagola…sa, è poliglotta. Rompe solo un po’ le palle al mattino quando fa chicchiricchì”.

  15. be, oggi tutti voi mi avete rallegrata davvero.
    per fortuna ho un corso (buono che più buono nn ce n’è!!)e tutti mi passano lontano!! ^-^
    Grazie Valeria, sei grande!

  16. Bellissimo e, tragicamente, reale!
    La mia unica riposta a cavolo è stata ad uno che ha esordito con “Che bello…cos’è ?”
    Ed io candidamente “Un cane…” 😉

  17. io ne ho due :
    al tempo avevo i rottweiler:
    – scusi, ma questi sono quelli che mangiano i bambini?
    -si ma solo uno a settimana mi ingrassa!!!
    poi ho preso un’altra razza:
    -aho, “mio cuggino” ne aveva uno uguale.
    -non credo è una razza piuttosto rara.
    -no, no, era lo stesso però era marrone chiaro.
    -posso mantenere i miei dubbi, visto che è un terrier NERO russo!

  18. In spiaggia con il mio pastore tedesco
    -Non dovresti permettere a quei bambini di accarezzarlo e farlo giocare con la palla, sennò diventa scemo! Il tuo è un cane da guardia!
    – A Lei la accarezzavano spesso da piccola, vero signora?

    • Ahahahahahahh! Questa mi ha fatto piegare dalle risate!
      Io ho un pastore tedsco a pelo lungo e proprio l’altro giorno mentre ero a spasso con Truman incontro un signore con un altro cane che mi dice:
      -Ah bello questo è un pastore belga groenendael!
      e io gli rispondo:
      -E’ un pastore tedesco a pelo lungo
      Ma lui insiste convinto con :
      -No non guardi che è un groenendael!
      AHHHHHH! OOKKK! Allora sarà sbagliato il pedigree! 🙂

  19. la domanda purtroppo e’ vera, la risposta e’ quella che ho pensato 5 minuti dopo aver mandato via il tizio. Speriamo che ripassi…

    Giornata di adozione al canile:

    – “scusi, io vorrei un cane, ma femmina, perche’, sa, io avevo un cane e l’ho abituato cosi’…a fare la pipi’ nel sottovaso…mi puo’ dare un cane cosi’?”

    – “certo, pero’ deve portarmi il sottovaso, se non non riesco a capire di che taglia devo darle il cucciolo”.

  20. Io racconto un paio di aneddoti con il mio siberian, Dicky, che ora non c’è più.
    Un giorno un tizio mi ferma e mi dice “bellissimo con quegli occhi azzurri” “Grazie” “Eh, però non è di razza. I cani delle slitte devono avere un occhio nero e uno azzurro” “Mah, le dirò, per quello che ne so io, l’eterocromia era addirittura penalizzata un tempo, ora fa parte dello standard, ma non abbiamo mai partecipato agli expò”. Il tipo, muto, ha cominciato a grattarsi, ed io l’ho salutato, ridendomela per un pò.
    L’altra cosa che mi diverte pensare, era quando andavamo al ristorante e c’erano i bimbi…era solo questione di tempo ed arrivavano. Aspettavo la domanda:”Morde?”; guardavo Dicky, nella sua posizione sempre statuaria al ristorante (ossia seduto in fianco con il muso rivolto immancabilmente al tavolo)che non sempre voleva farsi grattare dagli estranei (anche se non avrebbe mai reagito): se aveva la faccia da “si, ok” la mia risposta era “E’ buono”; se aveva la faccia da “ussignor che pelotas” dicevo “si, morde”. Che nostalgia!

  21. Oh, ma perche’ a me queste risposte non vengono mai in mente?!? Eppure sono sempre stata abbastanza nota per il mio sarcasmo! Forse il fatto e’ che davanti a tale e tanta idiozia il povero sarcasmo, impaurito, fugge 🙂

    • Ok, pero’ pensandoci, con gente particolarmente pedante che ti fa il cazziatone perche’ il cane: e’ sterilizzato, oppure e’ addestrato invece di poter fare quello che vuole, oppure lo tieni in casa invece che in giardino, ecc. ecc. vale la regola del quando: a un certo punto della predica chiedi “quando?”; questo probabilmente dira’ “cosa centra?” o fara’ una data se la domanda risulta pertinente, al che si risponde “no, QUANDO te l’ho chiesto”. Un po’ fredda… ma dopo l’ennesimo rimprovero da parte di gente ignorante convinta di sapere tutto, ci fai un pensierino 🙂 utile anche coi “Guru” della cinofilia, penso 🙂

  22. Passeggiando con il mio cane in un viale alberato dietro casa, incrocio una “mammaconpasseggino” che già da 100 metri di distanza inizia a fare smorfie contrariate e a deviare dalla mia traiettoria.
    Educatamente faccio camminare il mio cane (a cui del passeggino non gliene frega una ceppa) sulla mia sinistra, lasciando passare signora e passeggino sulla destra.
    Non appena ci introciamo, la signora si ferma e mi dice con tono acido:
    “Ma lo sa che il parco per i cani è da un’altra parte?”
    Io con tono preoccupato “Ma davvero signora? E lo sa invece che quello per gli imbecilli è infondo a destra? Dovrebbe andarci di corsa”
    E me ne vado soddisfatta, lasciando la signora a bocca aperta, biascicante qualche insulto.

  23. D: Morde? R: Solo i giorni pari ( e li vedi a far conto della data…)
    A spasso nel parco con la mia dober (Schh3) … mio figlio due anni che la teneva a guinzaglio. “Lei è un pazzo!!! Un cane assassino vicino al bambino si vergogni!!!” Come rispondere? Non si preoccupi morde solo il giovedì!
    Alle prove operative con il mio Border Terrier… La veterinaria di servizio “Che carinoooo!!! E’ un incrocio tra un pastore tedesco e uno yorkshire?” Ho provato ad immaginare la monta…

    Ora però prendo appunti per le prossime volte….

  24. Valeria sei fortissima 🙂 Non è la prima volta che ti leggo, miei amici condividono i tuoi pezzi su facebook… In altre occasioni mi hai fatto riflettere in questa occasione mi hai fatto sbellicare dalle risate. Anch ei gatti sono vittime di cugginate, sciuremaria ecc ecc… L’esempio più clamoroso per me è visibile a tutti, tutti i giorni… E’ quello della pubblicità di un noto anticalcare in cui il micio entra e va nella vasca nera (che più nero non si può…) e tutti “Oh no il gatto”… Io farei dire al gatto “Oh no in che vasca sono capitato? Ma quanto so’ sozzoni questi!!!”

    • SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII lo diciamo anche noi ogni volta che passa quello spot!!! Che porca miseria…casa mia è una stalla, eh: ora che non ho cani un filino meno, ma bastano e avanzano il marito e il figlio (e un po’ anch’io, anche se non c’è paragone). Però, cazzarola, i sanitari e i pavimenti luriderrimi come quelli delle pubblicità prima che arrivi lo smacchia-lucida-sgrassa-lava non li ho MAI avuti neppure in allevamento! E non dico “in casa quando avevo un allevamento”: proprio neanche nei box dei cani!

      • Il peggio è che, dopo aver esclamato “oh, no, il gatto”,quando il gatto sale nella vasca del lavello della cucina, c’è l’altra signorina che dice “uffi ma io volevo fare la torta”
        cioè…

    • Quella pubblicità è allucinante! Solo un ignorantone poteva inventarla! Non c’è animale più pulito del gatto, e quella vasca fa cagare come mai ne ho vista una, nemmeno la mia dopo averci lavato una pitbull infangata! (Chiedo scusa per il francese)

      • Lo stesso commento che faccio io ogni volta. Ho sei gatti e una vasca da bagno… al massimo ci trovo le impronte delle zampette, ma il vunciume nero lo trovo solo quando ci metto a mollo i panni sporchi di mio figlio 😉

  25. “ma lo sa che quei cani impazziscono?”
    “eh lo so purtroppo, infatti le tolgo la camicia di forza solo quando deve fare i bisogni!”
    (la cosa triste è che mi han preso sul serio).

  26. …e che dire delle persone che approfittano di un tuo momento di distrazione x cercar di toccare il cane e te al momento opportuno ti volti e gli dici: “signore\a il cane morde” e loro: “ma è piccolo!!” o.O

  27. Questa donna è fantastica. Soprattutto nel capitolo mamme ammalate di specismo. Condivido, io vieterei l’ingresso in molti locali ai bambini e non ai cani. I quadrupedi sono in percentuale più educati, più puliti e meno rumorosi. Quando mio figlio era piccolo, a volte mi ha messo in imbarazzo. I miei cani mai.

  28. Sai che ho un dubbio… oltre ai cani hai mai parlato di gatti? mi ricordo di una Valeria che scriveva anche su un ng di gatti e mi pareva che scrivesse anche su delle riviste… Se non sei tu ti chiedo scusa. Ciao

    • Non solo ci scriveva…era l’editrice di “Ti presento il cane” e “Ti presento il gatto”. E scriveva su IDAC e IDAG 🙂
      Ma guarda che anche qui parlo di gatti, ogni tanto… nessun amore si scorda mai!

  29. Che ridere!Grazie Valeria!
    A me e` successo a un party un tale: “Hai fatto sterilizzare le gatte? poverine!!! Pensa se lo facessero a te” “Sono sterilizzata da un pezzo e vivo benissimo inoltre non corro il rischio di restare incinta di un cretino”
    Treno affollatissimo, neanche uno strapuntino in corsia libero, vedo uno scompartimento vuoto con dentro solo un alano. (Scopriro` poi che il proprietario era al bagno e prenotava ogni volta sei biglietti, uno scompartimento intero per viaggiare tranquillo col cane.) Entro e mi siedo. Il cagnone mi mette il muso in grembo per farsi coccolare scodilonzando e baciandomi. Passa il controllore che socchiude 5 centimetri la porta e mi urla “Signora stia calma, non si agiti, non faccia movimenti bruschi che la salviamo subito” “Non entri! Mi sta puntando addosso una pistola. Dice che vuole parlare col commissario Rex!”

  30. fine expo con Siberian caricati in macchina,
    -che belli sono originali? No tarocchi cinesi

    expo cani in attesa di entrare nel ring e gruppo di bimbe con mamme al seguito, la bimba più rompipalle con completino rosa…
    -quello morde? Si ma solo le bambine vestite di rosa, panico generale bambina in lacrime che scappa e mamma che si allontana velocemente

    Giudice Enci di cui non faccio il nome
    -ma lei lo sa che questi sono cani da slitta? Nooooo veramente

    Giudice Enci di cui non faccio il nome
    -lei sbaglia a portare questi cani, non devono trottare sono cani da slitta devono galoppare! su corra galoppi! OK corsa sfrenata nel ring
    1 ecc CAC

    fine expo ragazza animalista….
    – ma li tenete sempre in gabbia? Certo e quando siamo a casa per divertirci li teniamo in gabbie ancora più piccole, faccia inorridita dalla nostra cattiveria

  31. Questa è tutta mia:
    telefonata del classico ignorante che vuole il cucciolo:
    – sciura: “lei ha i cani della carta igienica?”
    – io: “signora mi dispiace, qui solo tante volpi, usiamo Foxy!”
    Ovviamente non l’ha capita…
    mi appunto il numero di telefono, dopo un mesetto toh che richiama…
    – sciura: “signora, che ce l’ha un cucciolo come quello della carta igienica?”
    – io: “vedo che non l’ha ancora trovato, allora… beh signora, non vorrà che si macchi il pelo pulendocisi il c..o”.
    Non l’ho più sentita!
    Ma dopo, ho saputo che aveva comperato da un tizio che gli aveva, probabilmente, risposto di si! 🙂

  32. – Bello … morde?
    – No signora (chè è sempre uan signora a chiederlo …): LECCA!

    Dopo che – my bad – il bimbo fa pat-pat sul testone con conseguente slinguazzata dalla mano alla spalla …
    Il papà – Eh, ma non è buono, sennò non reagirebbe cos… ma che fa????
    … avevo iniziato a far pat-pat sul testone (vuoto) del suddetto papà.

    – E’ addestrato?
    – Si, a prender coccole (cui segue l’immancabile giramento panza all’aria a sottolineare le parole del suo umano …)

    Ah, esperienze di vita vissuta con due rott … 😉

  33. Uh, dimenticavo … questa l’ho ricevuta io (e m’ha detto tanto) cha avevo appena iniziato la prima convivenza con Ares, rott che mi ha accompagnato per 11 anni.

    Mostra canina di paese. Demoralizzato da tutte le scuremarie e i possessori di cuggggini che m’invitavano ad andare a far addestrare il cucciolone, chiedo consiglio ad uno dei giudici.
    Questi guarda il cane (che lo sleccazza, ovviamente), ci gioca un po’ e poi mi guarda serio serio. Quindi mi fa “un po’ di addestramento per te ci vorrebbe … per lui no: mi pare sappia fare il cane benissimo”.
    Ancora oggi quando mi chiedono, se non sono in vena, alla variante “adedstrato a far coccole” rispondo con “perchè? sa far benissimo il cane già di suo …”

  34. “Scusi, ma morde?”
    “Si, solitamente però solo una volta al giorno… Tranquillo, oggi ha già dato” (o con variante “strano, oggi è un po’ in ritardo” con interlocutore particolarmente antipatico)

  35. coppia di vecchietti incrociata per strada,io con la mia pt. il marito fa alla moglie:vieni più in qua,che quello ti mangia!
    e io:ma vaaa! lei mangia solo carne fresca!
    questa invece mi è stata raccontata anni fa:in un parco alcuni bambini si avvicinano ad un cagnolino libero,che va loro incontro..la mamma urla:non toccatelo che è sporco!
    e il padrone del cane urla a sua volta:Pucci!!(nome di fantasia),insomma,quante volte te lo devo ripetere? non avvicinarti alle cacche!!

  36. Oh mamma, quante risate ahahahah
    Raduno di razza….va bene, era amatoriale, va bene era il primo nella mia regione…..dopo 10 minuti inizia a venire una specie di processione dove ci eravamo seduti, a chiedermi di che razza fossero le mie cagnoline. Come di che razza? Ma se è un raduno di razza! Allora mi sono guardata un attimo intorno…..beh, su circa 100 cani le mie erano le uniche broken…..e nessuno sapeva che esistesse quella varietà di pelo. Le domande: ” Ma sono incrociate con un Griffoncino?” “Ma sono madre e figlia?” “Ma sono bastardine?” Sigh! Io sono una buona di natura, e mi sono ritrovata a spiegare le varietà di pelo e la razza (!!!).
    Alla fine della giornata ho scoperto che oltre ad essere le uniche broken, le mie erano anche tra le poche (pochissime) ad avere il pedigree.
    Altro episodio: “Ma che carino, che razza è?” “E’ un Jack Russell Terrier” “No, non il nome del cane, la razza…..”

    • Ah ah ah! “Jack” lo avra` tratto in inganno, a me invece e` successo il contrario, io sciumaria, avendo visto un Siberian Husky ho chiesto “come si chiama?” e il padrone “Husky” Io:”Si lo vedo che e` un husky ma il nome proprio?” “Husky” lo aveva chiamto proprio cosi` …pieno di fantasia!

  37. (vedendomi passeggiare con la museruola attaccata allo zainetto)

    – ma come mai ha la museruola? Il suo cane sembra buono.

    – si, infatti la museruola e’ per me.

  38. eccone un altra nuova..esposizione canofila mi presento con la mia meticcia dall’aspetto lupoide bianca di 30kg e il giudice mi chiede se è un volpino O.o certo ha mangiato solo un po troppo… mmm

  39. Immancabilmente, quando sono in giro con la mia westie:
    – ma che bello! E’ un barboncino, vero?
    – ma che carino! E’ un maltese, vero?
    Al che dico loro di no e spiego che un west highland white terrier, mi guardano stralunati e aggiungo “può chiamarlo westie” 😀

    Quei pochi che riconoscono la razza, storpiano il nome nei modi più fantasiosi:
    -west england
    -high terrier
    -west-qualcosa-imprecisato-terrier

    Ma il migliore è stato il vecchietto che mi fa:
    -bello! E’ un west highland?
    -sì (tutta contenta che conosceva la razza e il nome giusto)
    -ah, come lo skye terrier.
    -no guardi, quella è un’altra razza.
    -no no, sono sicuro, è la stessa razza con due nomi diversi
    -va beeene.

  40. Non è successa a me, però non è male.
    “ma cosa fa, parla al cane?”
    “certo”
    “e il cane le risponde? Ahhh ahhh”
    “sì, ma in tedesco e non capisco mai niente”

    • E quelli convinti che al cane si debbano dare i comandi SOLO nella lingua del paese d’origine, sennò non capisce?? Io di solito gli rispondo “certo, e secondo lei il tipo che si prende il samoiedo impara il russo apposta?”

      • Ed aggiungerei il messicano con il chihuahua, il siberiano con l’husky, il coreano con l’akita, il cinese con il pechinese, il napoletano con l’omonimo mastino ed infine il catanese con il cirneco dell’Etna! 😀

        • Allora io in che lingua dovrei dare i comandi a Balrog? Essendo lui incrocio di mastino napoletano e mastino spagnolo, nato in messico.

          • a gesti, con la postura e con il tono della voce, qualunque lingua tu voglia usare va bene (come il mitico “komm, a’ papà” :-D)

      • Eh pero` se ti ritrovi un cane gia` adulto e` piu` facile…io vivo in giappone e ho trovato due cani adulti, conoscono alcuni comandi ovviamente in giapponese e a quelli ubbidiscono, cioe` se gli dico Ferma o Stop non succede niente se gli doco Matte si fermano idem per Seduto e Suari` …pero` gli sto insegnando l`italiano ^o^ … chissa` che invece di WAN WAN non imparino a fare BAU BAU ^o^

  41. Pero` una cretinissima di risposta sono riuscita a darla anche io. Areoporto di Malpensa in attesa del volo, leggevo (quindi massimo grado di distrazione) seduta su una poltrona quando vedo un testone di pastore tedesco che da` un`annusatinatina alla mia borsa. Gli do` una grattatina sotto il collo e visto che scodinzola anche fra le orecchie e gli dico “Bel cagnone vuoi un biscottino?” Aprendo la borsa dove giacciono perennemente dei biscottini per i miei. Il tipo col cane “Niente da dichiarare?” e io “Oh si! E` un bellissimo pastore! Come si chiama? Viaggia con lei? Posso dargli un biscottino?” faccia perplessa “Eh..bhe..ma solo uno…sa sta lavorando” OOOPPPSSS Trattavasi di cane antidroga!

  42. Alcune scenette che mi sono successe nell’arco di un mese, andando in giro con il mio cucciolo di Pastore del Caucaso.

    SciuraMaria: che bello, ma è buono vero?! Certo che è buono!!! Ma resta buono???
    Io: beh, veramente è una razza selezionata per la guardia.
    SciuraMaria: (sdegnata) ma siete pazzi, volete trasformarlo in un arma!! (si allontana inorridita)
    — senza parole —

    Scenetta che mi è successa più volte:
    SciurMario (sì, di solito uomini): Ah…. è un cucciolo, quanto diventa alto?
    Io: indico con la mano l’altezza del mio bacino (sono alta poco più di 160 cm)
    SciurMario: invece mio cuggggino aveva un cane alto così (indicando più o meno l’altezza delle mie spalle) !
    Peròòòòòòòòòòòòòòòòòòòòò…!

    SciurMario: wow, anche un mio amico ha un pastore del Caucaso!
    Io: beh, è una razza un po’ rara
    SciurMario: no, no, è senza Pedigree ma è un Caucaso. Ho anche la foto sul cellulare.
    Mi mostra la foto di… un lupoide simil Pastore Tedesco!!

    SciurMario: (squadrandomi sdegnosamente solo per il fatto di essere donna) sai, per crescere questo cane, ci vogliono 2 palle così!
    Io: per fortuna ne sono ben fornita, infatti in questo momento stanno girando!!
    Scusate la volgarità… ma quando ci vuole, ci vuole!

  43. Purtroppo di cretinate ne senti davvero tante se porti al guinzaglio un rottweiler per il quale, quando va bene(!), per quanto mite possa essere, non ti vengono risparmiate gratuite osservazioni…
    L’ultima che ho dovuto spartire con la mia piccola-grande cagnona mi è toccato “incassarla” all’uscita dell’ambulatorio del veterinario… era così provata e mal si reggeva sulle zampe che decisi di toglierle il guinzaglio, dandole – stando ovviamente appiccito a lei – tutto il tempo che voleva per giungere alla macchina. Ripeto, ero francobollato a lei… e lei tanto stava male che, giusto due ore dopo, è spirata. Ovviamente, durante il tragitto fino alla macchina, non più di 5-6 metri, non poteva mancare l’idiota di turno, pronto ad esclamare con presunta cognizione di causa: “attenzione, questi cani sono pericolosi!”.

    • Gli unici ad essere pericolosi sono gli individui ignoranti. L’ignoranza è quanto di più pericoloso possa esserci al mondo, peggio delle mine antiuomo.
      Mi dispiace per la tua cagnona 🙁

  44. Passeggiando con la mia rottweiler, un signore con la nipotina la vede, raccatta la nipotina e se la porta lontano, gridando, senza guardarmi, apparentemente rivolto al nulla (non ha avuto nemmeno il coraggio di dirmelo in faccia): “EH, IL CANE SENZA MUSERUOLA!!!” ed io, scimmiottandolo, guardando nel vuoto a mia volta: “EH, LA GENTE SENZA CERVELLO!!!”

  45. fresca fresca di oggi:alle poste,una signora lascia il suo malamute legato fuori.tralascio quanti lo indicavano come husky,una signora commenta:bello,bello,ma non ha gli occhi azzurri,non è di razza!
    e io dentro di me:si vede che oggi ha lasciato le lenti a contatto a casa,id…ta!

  46. hahaha xD bellissime! Però cavoli, a ricordarsele nel momento giusto! Comunque fortunatamente a me questi incontri capitano raramente. Uno degli ultimi, tanto per raccontarlo, è stato con una tizia che mi fa “ma è di razza vero? Perchè ha gli occhi diversi”. Ovviamente io ho risposto che no, non è di razza, anzi, l’eterocromia non vuol dire proprio nulla, e questa riparte “ma quindi come è possibile che abbia gli occhi diversi?”. La mia risposta, sempre la solita, tarata sui bambini perchè sono loro che mi chiedono più spesso degli occhi di Yuki, è “perchè la mamma li aveva blu e il papà marroni, semplice genetica”! Al chè la tipa mi si illumina sulla via di Damasco, e parte: “sisi, perchè comunque non è possibile che da dei genitori con entrambi gli occhi marroni nascano dei figli con occhi blu, perchè è genetica, eh si si”e continua a spiegare a ME la genetica (ok, non che io ne capisca più di tanto!), come se fosse appena scesa dalla sua cattedra univarsitaria! Ad averci pensato prima, avrei potuto risponderle “si, e allora io, che ho madre e padre con occhi castani, ma ho i miei verdi, dovrei prendermela col postino?”

  47. Ne ho da poco sentita con le mie orecchie una a dir poco spettacolare, DA MANUALE!
    Pieno centro di Palermo. Un uomo cammina con la figlioletta di circa quattro anni per mano e uno spettacolare rottweiler a guinzaglio.
    Due donne sedute in un bar bisbigliano (credendo di non esser sentite): “Ma dove andremo a finire? come si fa a tenere un cane del genere in casa con una bambina così piccola?!?”
    L’uomo risponde: “No signora, questa non è mia figlia… ma mia moglie! Era un gran pezzo di donna di un metro e ottanta, ma il cane gli ha tranciato entrambe le gambe con un solo morso!”
    Avreste dovuto vedere le facce vergognate delle due comari e la risate spettacolare della bambina: evidentemente nonostante sia così piccola è già abituata alle “risposte sarcastiche” del padre ad “affermazioni cuggine, cinofobe o cretine”. 🙂

  48. A mia madre e successo che quando ha portato il mio carlino fuori le hanno chiesto se ena un bullmastiff (un paio di mesi prima un uomo e stato ucciso dai suoi 3 cani di quata razza). Purtroppo la risposta sarcastica e saltata perche tutti sono scoppiati a ridere come matti.

  49. IO con mio bouledogue francese (pitbull francese,boxer nano,carlino francese…ecc)LORO Mamma e figlio manesco che si avvicina al cane: “dai caro,non fare cosi!Lo vedi che lo tiene stretto perche forse morde!” – IO: “no signora non morde,ho paura che suo figlio gli faccia male”

  50. Questa e` fresca di giornata! Io vivo in Giappone e ho uno shiba, Maro e Yukita, un cagnone bianco, pensiamo un mix hokkaido-labrador quindi non piccolissimo. Passeggiata dalle parti di casa, una sciumaria nipponica mai vista prima che sta portando a passeggio due chihuahua infiocchettate, mi chiede da dove vengo e poi mi fa indicando il cane bianco: “E` un cane italiano?” io spiego: “No signora, pensiamo sia un incrocio hokkaido-labrador” Yukita annusa le cagnette scodinzolando per giocare anche perche` le cagnette sembrano in vena e la madama tirandole indietro di colpo: “Lo tenga! Che i cani italiani saranno tutti dongiovanni! Non voglio tocchi una delle mie cagnoline!” ” Oh no! Yukita e` un cane giapponese raffinato e va solo con le cagnoline geisha!” Probabilmente cambiera` strada la prossima volta che ci vedra`…

  51. Questo e` il mio pariodo. Un`oretta fa ero nella doccia e sento i cani abbiare in giardino, il giardino e` perfettametne recintato tutto intorno alla casa quindi sto tranquilla. Poco dopo sento il campanello e di nuovo i cani che si precipitano alla porta sgolandosi. Siccome non e` proprio una loro abitudine mi affretto ad asciugarmi e rivestirmi ma ci sono dei tempi tecnici, nel frattempo il campanello viene risuonato tre volte e alla fine li sento ricorrere in giardino facendo un casino pazzesco. Esco fuori e vedo una ragazza in tuta del GAS armata di tacquino per la rilevazione del contatore che cerca il modo di entrare. Mi scuso per averla fatta aspettare e quella con voce inquisitoria “I cani stanno fuori non legati?” Certo che si, hanno un giardinetto recitanto, stanno un po` fuori un po` dentro come gli va. La voce diventa voce stridula: “Deve tenere i cani legati o dentro casa!” e li` mi sono girate “Eh no`! E` lei che deve stare fuori dal nostro giardino fin che non sono uscita io!” “Io sto lavorando!” ” Anche loro”

    • Complimenti per il sangue freddo… Io già tollero a malapena quelli che mi rompono le scatole quando sto per strada col mio cane al guinzaglio… ma con una che pretende di venire a dettare legge a casa mia, altro che risposta sarcastica! Come minimo mi becco una querela 🙂

      • Ma infatti credo che solo in Giappone quelli del Gas possano entrare in un giardino recintato e chiuso per leggere il contatore…se non fosse troppo costoso lo farei spostare fuori. In America per dire non ci proverebbe nessuno a invadere una proprieta` privata sospetto!

    • E’ proprio vero che la madre degli idioti è sempre incinta!
      Anche a me capitavano,quando vivevo in un altra casa,scene del genere..avevamo l’abitazione sopra il negozio dei miei genitori,e questo sembrava autorizzare le persone a pretendere di entrare a delle ore assurde,perchè avevano bisogno di qualcosa (era un negozio di ferramenta). Alcuni,si limitavano a suonare all’impazzata il capanello,ma i più maleducati cercavano di scavalcare il cancello,nonostante il cartello ben evidente di attenti al cane.Purtroppo per loro,a quei tempi avevo un incrocio pt-maremmano,Leone (il nome dice tutto),del peso di 50 kg,che io puntualmente facevo uscire fuori dalla porta perchè andasse al cancello a sentire se avevano ancora bisogno di qualcosa…

  52. oggi in coda dal veterinario con il mio bartok(cane lupo cecoslovacco)…inizia a parlare un signore con un pastore tedesco ed ecco a grandi linee il dibattito di elevata cultura cinofila tra me e lui:
    “anch io volevo un lupo cecoslovacco,ma poi mi hanno fatto cambiare idea perchè e’ un lupo e poi mi sbrana moglie e figli,li hanno accoppiati con i pastori tedeschi perche’ era l’unico cane che riusciva ad accoppiarsi con un lupo”….
    “ma cosa gli dai da mangiare?”.. io “segue una dieta di carne cruda e altra roba cruda”(ho evitato di dire barf,tanto ci sarebbe stato un minuto di silenzio dall’altra parte) e lui…” no assolutamente la carne gli fa uscire il loro istinto e poi diventa cattivo,dagli solo crocchette”.
    continua…..”gli devi mettere il collare a strozzo e non usare la pettorina(uso la julius k9) perche’ poi impara a tirare”…e ancora…”ma sei pazza a tenerlo in casa,lo vizi…il cane deve stare solo in giardino!!!…e ancoooraaaa “avevo prima un pastore tedesco che appena ti avvicinavi ti sbranava,la prima volta che ha ringhiato a mia moglie l’ho dato via ad uno che ha una fattoria” COMPLIMENTI!!! e dulcis in fundo “pero’ mi piacerebbe fare una cucciolata tra un Pastore tedesco e un lupo cec. ,sai a me non piacciono le cose gia’ fatte..mi piace creare cose nuove…” abbiamo il nuovo karel hartl signore e signori!!!

  53. Oggi e` toccato al marito. Faceva una passeggiatina extra perche` un cane aveva mal di pancia e gli aveva chiesto di uscire. Incrocia uno che stava facendo jogging, il tipo lo richiama e lo apostrofa malamente indicando qualcosa nell`erba: “Lei deve raccogliere le cacche del suo cane!” Mio marito torna indietro, guarda ed effettivamente vede una bellissima cacca. “Io sarei davvero felice se quella fosse la cacca del mio cane” e tirando fuori dalla borsa il sacchettino delle deiezioni raccolte poco prima e porgendogliele “ma vede oggi il mio cane ha la diarrea, se vuole controllare faccia pure!”

  54. leggo in ritardo ma dovevo rispondere:
    a passeggio con Nina, meticcetta taglia media lupoide grigia focata nera e bianca…ad essere presuntuosi si potrebbe dire che somigli ad un lupo cecoslovacco nano….
    sciura con figlia più sciura di lei…
    “che bellooooooooooooo è un BRODER COLLIE???”

    • l’altro giorno al banchetto adozioni del canile presso il quale sono volontario e’ arrivato un signore che sosteneva di avere un GOLDEN RIVER…io ho risposto che lo conoscevo, e che avevo un cane di razza simile, un MOON RIVER, stessa taglia ma un po’ piu’ romantico.

  55. Fantastico articolo! da tenere e portata di mano! 🙂
    Racconto anche io la mia:A spasso a Roma nella Villa Borghese( punto d’ incontro di tanti cani e tante sciure)con i miei setter di cui uno molto piccolo 4 mesi e l’ altro sui 2 anni. Sciura: Guarda …dei cocker !Che belli!! Sig.ra ma questo grande è incrociato con un Alano?
    Io: ( io sono abbastanza ingenua e cerco sempre di spiegare)No, guari, sono dei setter inglesi, solo che lui è molto piccolo, deve ancora crescere, e gli altri 2 sono adulti.
    Sciura: No no!! L’ hanno fregata.Quello è un cocker e gli altri sono incroci
    Ok convinta la Sciura, convinti tutti….non ha senso parlare con questa gente e non ho le risposte di Valeria 🙂 Per questo mi porterò il foglio con me!!! Grazie per le dritte!

  56. Ciao! Vi ho conosciuti da poco ma già adoro il vostro spazio ^-^
    Ed eccomi qui con le mie:
    -Ma che bello! Un Akita! Ma è un SaLmoiedo!!
    -Ehmmm, no, è una Chow Chow
    -Ciao Ciao?
    -ChOW ChOW
    -Oh, un cho cho(o “cha cha”, dipende da chi mi ritrovo davanti)! Che bellino!

    …e vabbé…

    Signora: Ommaccaro! E’ come quello che avevo io! Così altezzoso, indipendente…
    Io: Oh, anche lei aveva un Chow Chow?
    Signora: No, io avevo il cane più bello del MONDO: uno shar pei!
    Io: Signora, saranno gusti, ma io preferisco la mia Chow a uno Shar pei…
    Signora: No, no, lo shar pei è proprio il cane più bello del mondo!

    …e vebbé…

    – Oddio, un Chow! Ma che bello! Il sogno di una vita!
    …segue un fiume di domande per la mia bestiola fino a che non mi saluta e mi fa:
    – Complimenti, davvero: è proprio bellissima!
    – Signora, la ringrazio, ma non l’ho messa al mondo io

    Ero con mia mamma che ha iniziato a ridere a crepapelle…
    Comunque quella del:
    “Bello!! …cos’è?” – “un cane” mi è uscita un sacco di volte!!!! 🙂

  57. Nuove perle, con il mio cucciolo di Pastore del Caucaso.

    – Che bello, quanti anni ha?
    – Ehm, ha 4 mesi…
    – Daaaavveeroo? Ma ha finito di crescere… non crescerà più di così in altezza, vero?!
    – No signora, crescerà solo in larghezza, in pratica diventerà un comò.

    – Nooooo, ma com’è morbidooo. Che cosa usa per tenergli un pelo così morbido? (faccia serissima) Gli fa l’ammorbidente??
    – senza parole –

    Il fatto più allucinante è che, proprio nel momento in cui il cane fa i suoi bisogni, mentre tu sei lì, con una mano tieni il guinzaglio, con l’altra stai raccogliendo la cacca, con un piede tenti di impedire che il cucciolo la ripesti, con l’altro ginocchio cerchi di evitare che la borsa (ormai scivolata lungo il braccio) finisca in terra, il naso è turato per l’odore non proprio di lillà… insomma al massimo dei tuoi esercizi quotidiani di contorsionismo, arriva sempre una SciurMaria o un SciurMario tutti sorridenti che vogliono accarezzare il cane e farti mille domande. Santa pazienza! 😉

  58. giusto oggi, a spasso con il mio san bernardo di 4 mesi: “ma che belloooooooooo! cresce molto?”
    “no signora, è un san bernardo nano”
    ci ha creduto.

  59. Fresca fresca
    Vado in montagna a camminare, con al seguito i miei cani. Arrivo al rifugio dove ci sono i tre cani del proprietario che girano liberi tra i tavoli, tra cui un cucciolo di circa 2 mesi. A un certo punto la coppia di fianco a me da un pezzetto di carne al cucciolo, i miei cani cominciano a tirare quindi mi alzo dal tavolo per riportare l’ordine nella “ciurma”, e dopo averle sistemate faccio due carezze al cucciolo, che era in braccio all’uomo. Il tipo guarda il cane, lo gira e lo rigira e fa “eh, questo non è mica un buon cane… Diventerà rognosetto, avranno dei problemi i padroni… Guarda gli OCCHI COME SONO RAVVICINATI (nota: la distanza tra gi occhi del cucciolo era perfettamente normale!!), significa che sarà aggressivo da grande” poi comincia a scuotere su e giù il cucciolo e osservandolo attentamente sentenzia “niente, IL COLLO RIMANE RIGIDO significa che è cattivo!” e me lo passa aggiungendo “occhio a non farti morsicare…”. Il bello è che io non capivo se fosse scemo e dicesse sul serio, o se scherzasse… Sicchè avevo una smorfia in faccia tipo uno che mangia un limone…
    Poi la racconto a casa e il mio neo-cognato mi racconta che quando aveva preso, 15 anni fa, il suo primo cane, la tipa che glielo aveva dato gli fa “dipende tutto dal palato… Se è nero, vuol dire che è un cane cattivo!”

  60. almeno trentacinque volte al giorno, smanacciando il mio cane: <> riferito al mio san bernardo di cinque mesi…..ok, LUI è buono, e oltretutto è cucciolo…ma non è che i san bernardo firmano un contratto alla nascita eh? faccio presente che se un adulto si fa girare le palle, con quella boccuccia che si ritrova ti trita gli arti anteriori….ma chiedere se è buono no?grrrrrr

    • scusate, è saltato un pezzo. la cugginata è la seguente: ma questi crescono tanto…vabbè ma tanto sono cani buoni!
      Redazione, una domanda:un san bernardo può fare UD? così al prossimo cuggino gli passo direttamente la manica e facciamo il remake di cujo…

  61. Abbiamo un Jack Russell femmina, di una cattiveria sconvolgente (ovviamente la adoriamo). L’altro anno siamo stati in spiaggia a fare un giro con lei, sapendo che non avrebbe per nulla lasciato ricordini sulla sabbia dato che è talmente educata da farli solo nel giardino di casa. Passa una signora dicendo:
    “Non si dovrebbero portare i cani in spiaggia, non lo sa che è vietato perchè sporcano?”
    E mia mamma fa:
    “Ma guardi che non è un cane, è mia zia reincarnata.”
    La signora ci ha guardato come fossimo due pazze e non ha osato aggiungere altro. ahahah!
    Poco tempo dopo, eravamo in giro con la belva in miniatura e un signore gentile passa e ci fa:
    “Che bellino, che razza è?”
    E mia madre:
    “Guardi è un Cane Bau!”
    E il signore:
    “Ma davvero, è una razza recente?”
    E io:
    “Sì sì, recentissima! Costa molto, ma ne vale la pena!”

    CHE GENTE!!!

  62. Affermazione tipica di mamme idiote a passeggio con bambino/a se incrociavano me e il mio derivato di rott:
    “Non ti avvicinare ché ti mangia!”
    Replica standard:
    “Stia tranquilla signora, ha già pranzato.”

    Sentita al canile da un aspirante adottatore:
    “Ma non posso fare sterilizzare il cucciolo, poi mi diventa gay”.
    Replica dell’addetta adozioni:
    “Non si preoccupi, non sono attratti dall’uomo. Se le salta addosso lo farà solo di fronte”.

    Al parco, pullulante di bambini, ragazzi e cani di tutte le dimensioni, sempre col simil rott, vengo fermata da due tizi, uno dei quali brandeggia il lettore per microchip.
    “Favorisca subito i documenti!”, detto con aria estremamente truce.
    “La cavalleria ormai è demodé, mostri prima i suoi, non mi offendo”.

  63. Con il mio bovaro facciamo parte di un gruppo per unità cinofile di salvataggio in mare, d’estate facciamo pattugliamenti sulle spiagge del nostro litorale e sarebbero tanti gli aneddoti da poter raccontare…
    Uno che capita moolto di frequente è questo:
    Dopo essersi bagnato il pelo lungo assume quell’aspetto “friseé” che piace tanto alle mamme e che spesso mi si rivolgono dicendo “Ma guarda che bello il friseèè… gli fa le treccine per farlo venire così?
    La mia risposta è sempre: ” Sì io gliele faccio la sera prima di andare a letto e mio marito le disfa la mattina prima di andare a lavoro…”

  64. Questa mi e` tornata in mente vedendo la foto del cane di un ex moroso dei tempi dell`Universita`. Dopo poco che uscivamo insieme il tipo mi invita a pranzo a casa sua con la famiglia. Arrivo all`ora convenuta ma lui e` uscito a prendere le paste, la madre gentilissima mi fa entrare e accomodare in salotto da sola scusandosi che deve finire di preparare. Qui entra un bel cagnone, un incrocio pelosissimo grigio che mi viene ad annusare. Un cane tranquillo di una certa eta`. Lo accarezzo e dopo un po` e` a pancia all`aria per farsi fare i grattini. Entra il ragazzo, mi guarda male e mi fa accusatorio: “Cosa hai fatto al cane che cerca sempre di mordere tutti? ” Un cane ritenuto mordace e nessuno me lo dice? “Una fattura, ora lo sai, sono una strega.”

    • Oh! Si e` perso il pezzo dove dico che sulle scale di casa avevo incrociato il fratellone (che gia` conoscevo) che andava a spostare la macchina col il padre, che stava scendendo in cantina a prendere il vino…cioe` avevo incontrato tutta la famiglia e nessuno mi ha detto della mordacita` di Poldo >.<"

  65. In giro con cucciolone di Pastore del Caucaso:
    – “Che bello, è un mammuth?”
    – “Ehm, signora, sì, è grande”
    – “Ah proprio bello, anche mio zio ha un mammuth come questo!”
    – … (?)
    – interviene il marito della Sciura “Sì, i nostri parenti hanno un Alaskan Malamute”
    – 0_o

    • In giro con cucciolone di Pastore del Caucaso:
      – “WoW! Un San Bernardo!”
      – “No, non è un San Bernardo, è un…” ma non faccio in tempo a finire la frase
      – “Certo, è un San Bernardo a Pelo Lungo!” (trionfante)
      – “Beh no, veramente è un Pastore del Caucaso”
      – “Ma sembra proprio un San Bernardo”
      – “E’ un molossoide anche lui, ma vede il muso, ad esempio, è diverso ed anche il colore del mantello pure.”
      – “Ah… comunque sia è un parente del San Bernardo?!”
      – (esasperata) “Sì, è suo cugggino!!”

      Ebbene sì, ho imparato a mie spese, che per l’80% delle SciureMarie ma ancora di più per gli SciurMario, se avvistano un cane di taglia grande a pelo medio o lungo, questo viene catalogato come: San Bernardo (in primis), Maremmano, per terminare la classifica in bellezza con i CaneLupo. 🙂

      • Noi abbiamo un australian shepherd (quindi un cane di taglia media, sui 30 kg…) col mantello black tricolor…
        Alla maggior parte delle persone sembra quindi un Bovaro del Bernese, ma quando cerchi di spiegare che non sono affatto la stessa razza se ne escono immancabilmente con “eh, ma sono proprio uguali!”.

        La migliore e’ stata questa:
        – “che bello, un bernese!”
        – “no guardi, veramente e’ un australian shepherd…”
        – “………………..” piu’ relativa faccia da “non ho capito”….
        – ” insomma, un pastore australiano”
        – “aaaahhhh, ok….. Ma quindi è un incrocio di bernese?”
        – ” no no, e’ un pastore australiano, tutta un’altra razza…”
        – ” si vabbe’, però un po’ di bernese ce l’ha di sicuro!”

        Grrrrrrrrrrrr!

  66. tutto piacevole e simpatico; ma non è obbligatorio conoscere tutte le 400 razze. Ho un boston terrier e posso assicurarvi che in 3 anni di passeggiate mai nessuno lo ha riconosciuto. E’ un po’ avvilente, ma l’ignoranza cinofila è grande. Diverso, invece, per le situazioni “delicate” di coloro che si sentono in dovere di intervenire sull’argomento deiezioni canine (!): una signora mia conoscente, proprietaria di un chihuahua minuscolo, è stata insultata perchè non aveva raccolto un caccone mostruosamente grosso che, secondo l’accusatore, era del chihuahua…..

  67. Signora che ha la sfortuna di uscirsene “oh mamma, questo mi mozzica…” alla vista del mio cucciolo di pt di 5 mesi d’età.
    Risposta del mio ragazzo “No signora, mangia direttamente!!”

  68. In passato andai ad una fiera con la Layla in treno, lei tra le gambe tranquilla a sonnecchiare.
    Ad una fermata mentre la gente spingeva per scendere una signora si ferma, bloccando la fila, si allunga e stampa una mano in fronte a Layla (che dormiva)che risponde da signora qual’ è con un ringhio di avvertimento ed un abbaio.
    La signora scandalizzata “eh ma poteva educarla meglio”
    Io “educato è farsi mettere le mani in faccia da sconosciuti mentre dorme senza reagire” (una cosa del genere, ora non ricordo in dettaglio)?
    Il ragazzo di fronte “bella risposta”.

    Versione migliorata, scena simile, ricapitata più avanti, stavolta la avevo sopra le gambe che dormiva di nuovo beatamente.
    Stavolta un ragazzo, stessa mossa della mano in faccia, stessa reazione di Layla.
    il ragazzo “eeeeh, quante storie per una carezza”
    Io (che ahimè odio i coattelli così) “eh si hai ragione!”
    mentre mettevo una mano in faccia a lui e mimavo una carezza.
    Quando ce vò, ce vò.

  69. Fuori dal condominio, portando a spasso il mio pastore tedesco, la vicina di casa mi guarda e mi fa: “scusi, ha le pulci?”
    Risposta: ma per chi mi ha preso?
    la faccia scandalizzata è un optional, io preferisco una semplice poker face.
    a volte le cose semplici funzionano alla grande.

  70. Davanti ai miei due meticci neri, notando la somiglianza, chiedevano tutti: “ma che razza sono?”.
    “Guardi, sono molto rari! Sono due esemplari di Caledonian Frog’s Retriver!”
    I “Ma davvero?” e gli “Wow” di ammirazione si sprecavano.

    A nessuno è mai venuto il dubbio che fossero così simili semplicemente perché parenti…

    • non so cosa sia successo, che mi ha pubblicato il commento mentre scrivevo… devo aver toccato qualcosa…
      comunque continuo
      Un paio di settimane fa mi sono imbattuto in un deficiente mentre eravamo in giro con Balrog
      Abbreviazioni: E-Eros
      D-deficiente
      D: bello il tuo cane, e’ maschio o femmina?
      E: maschio
      D: sai, perche io ne ho uno femmina e volevo farla accoppiare
      E: (fingendo interesse anche perche Balrog aveva 9 mesi e mezzo, quindi non lo avrei potuto far accoppiare) e di che razza e’ la tua femmina?
      D: della stessa razza del tuo
      E: cioe?
      D: della stessa razza del tuo
      E: quindi…
      D: la mia e’ della stessa razza del tuo, saresti disposto a farli accoppiare?
      E: (iniziando a perere la pazienza) si, ma di che razza e’ il tuo cane?
      D: mastino napoletano, come il tuo
      E: il mio non e’ un mastino napoletano.

      E a quel punto me ne sono andato senza aggiungere nulla; e mi chiedo come sia possibile che uno non sappia nemmeno riconoscere i cani della stessa razza di quello che dicono di avere; e rendersi conto quando si trovano davanti un cane che non e’ della stessa razza del loro

      • Lasciamo perdere gli “accoppiatori coatti”, con me sfondi una porta aperta.
        Mi è già capitato più volte di incontrare personaggi – mi hanno anche fermata in mezzo alla strada! – che insistevano per fare accoppiare il mio cane (un Caucaso) con la loro femmina sempre di Maremmano o simil tale (non so dire di più perchè le gentili pulzelle non erano mai presenti mentre i loro proprietari volevano trovar loro marito).
        Ai miei ripetuti dinieghi e relativi tentativi di spiegazione sui risultati di accoppiamenti tra razze diverse, sul fatto che comunque il mio non lo farei cmq accoppiare e NON è indispensabile farlo, sul fatto che possano rivolgersi ad un allevatore (ho suggerito pure internet per togliermene uno di torno), un tipo mi ha pure risposto: “perchè no, intanto a te non cambia niente, anch’io voglio un cane grosso così!”… disarmante. ;-(

        Sì, mi servirebbe una risposta sarcastica da utilizzare in queste occasioni. Qualche idea?

  71. *di fronte a un Akita tigrato-grigio*
    “Hahaha, guarda quello! Ma cos’è?… Non è un cane, è una IENA!”
    *sorridendo seraficamente* “Che bravo, l’hai riconosciuta! In effetti si ciba di carogne… anzi, stai un po’ all’occhio che oggi non ha ancora mangiato.” *avvicinandosi, segue immediato arretramento del cuggino*

  72. 11 anni di possesso d’adorabile meticcio, padre mezzo labrador e madre assolutamente meticciosa.

    11 anni di:

    “E’ un setter?”
    Io: “no, è un meticcio”
    “Ma ne sono sicura, è un setter”
    Io: no, si fidi è un meticcio ho visto i suoi genitori
    “Guardi che io conosco un setter e lei è un setter”

    Di fronte a tanta conoscenza mi sono arresa (per la cronaca se proprio assomiglia a qualcosa assomiglia vagamente ad un epaugneul breton solo nera e bianca ma con chiazze non ben definite-_-)

    “Di che razza è?”
    Io: “pura razza mista”

    oppure ed è + bello

    “Di che razza è?”
    Io: pura razza Lilli
    Lui: “Uh, bella, dove la trovo

    (Lilli è il nome del cane-_____________________________________-)

  73. Io ho un cucciolo di amstaff di 5 mesi. Ahimè ho ben pensato di tenerlo con me nel mio negozio durante il giorno, così si abitua alla gente. Purtroppo quella che ha problemi con la gente al momento sono io!!

    Innumerevoli le volte in cui mi chiedono se è un pit bull e se è cattivo, e puntualmente rispondo che no, non è un pit bull ma anche se fosse non vedo perché dovrebbe essere cattivo, aggiungendo che non ci sono cani cattivi ma solo padroni coglioni.

    Oppure i cinofili esperti che quando dico che si tratta di u amstaff mi rispondono: “si insomma un pit bull col pedigree!!”… -.-

    Una volta un signore anzianotto mi ha detto: “bello eh, peccato che con gli anni questi (senza aver individuato la razza, ne sono certa) diventano cattivi!”. Al che ho risposto “un po’ come certo uomini che con l’età diventano imbecilli!”. Non credo abbia colto…

    Una signora dopo averlo accarezzato ed essersi fatta fare il guanto di bava a mano e braccio mi fa: “che bello, peccato assomigli così tanto ad un pit bull!”… A volte mi lasciamo davvero senza parole…

    Una sera portavo il mio cucciolo a fare i bisogni, sacchettino-munita. Mentre Cooper faceva la cacca passa un bambino di circa 10 anni che esclama “che schifo, fa la cacca!!”. Per fortuna il suo papà è stato più scelto di me nel rispondere: “perché tu non la fai mai?!?”. Risata generale dei passanti!

    Quando crescerà sono sicura eh sto molti più aneddoti da raccontare, essendo il mio un ippico esemplare di kanekillerkattivissimo!!!

    • Scusate ma il correttore automatico ha fatto casino…riscrivo! Quando crescerà sono sicura che avrò molti più aneddoti da raccontare, essendo il mio un tipico esemplare di kanekillerkattivissimo!!!

  74. Mia mamma mi ha ricordato una rispostaccia data a un signore anziano quando avevamo il cane veramente vecchissimo, camminava piano piano, e non ci sentiva piu` bene ma voleva ancora giocare a tira e molla e noi appunto lo stavamo facendo giocare con grande delicatezza. Passa lo scemo “Questo cane e` malato non vedete?” E io “No e` solo vecchio, non si sa di preciso perche` e` un trovatello ma avra` piu` di 20 anni pensiamo” e lui “E lo tenete ugualmente?” credevamo di non aver capito ma il vecchietto imperterrito” Si dico, non gli fate fare la puntura?” e io “No…non da tanto fastidio…e poi da quando abbiamo fatto fare l`eutanasia al nonno abbiamo molto piu` tempo per lui!”

  75. Io ho un komondor di 2 anni ma non è di lui che vi parlerò anche se ne avrei da dire a partirè dalla battuta per cui prenderei tutti a testate “ahh un commodore come la console hihihihi”…

    Fino a un paio di anni fa con me viveva Golia, un visone addomesticatissimo…

    Sciura con bimbo che vuole vedere il visone al guinzaglio da vicino: “vieni via che a me la gente che porta i cuccioli di foca al guinzaglio con questo caldo mi fa schifo”

    Ragazza in giro con le amiche: “Oddioooooooooooo guardaaaaaaaaaa un orca!!!”

    che gli vuoi andare a spiegare, mi sono guardata in giro alla ricerca dell’oceano ma vivo in mezzo alle risaie!

  76. Io ho una lakeland terrier, ogni volta mi fermano e mi dicono che bello questo shnauzer! Che bello un fox terrier! E fino a che si rivolgono a me li posso correggere e la loro espressione è sempre la stessa, prima un attimo basiti, poi beh.. È la stessa cosa che avevo detto io! Ma invece odio quando il miocuggino di turno ci passa a fianco e sussurra alla sciuramaria che è con lui: guarda quello è uno shnauzer! Nemmeno mi chiedono conferma, sono proprio convinti di essere dei grandi esperti! …che gli devo dire??!!

    • In situazioni come questa io ho trovato una “soluzione”.
      Se il cuggino passandomi vicino indica il mio cucciolone e dice alla sciura che lo accompagna: “guarda un dogue di bordeaux” (tanto per fare un esempio), allora io rivolgendomi a Balrog (il mio cucciolone di mastino spagnolo) gli dico: “non sei un dogue di bordeaux; tu sei un mastino spagnolo. E’ che quello di cani non ne capisce niente”.
      Alla fine se il cuggino non si rivolgeva a me, allora nemmeno io mi rivolgo a lui. Ma parlo al cane a voce abastanza alta da essere sicuro che il cuggino di turno mi ascolti (e pure parecchi dei presenti).

  77. ^o^ in caso il cuggino di turno fosse chiramente di origini europee o africane per esempio e non un asiatico io direi a Balrog: “Non sei un dogue di bordeaux; tu sei un mastino spagnolo. E’ che quel CINESE di cani non ne capisce niente” ^o^

  78. Questa settimana dal medico di famiglia un signore ( all’apparenza normale ) attacca bottone e dice che lui ha bisogno di stare sempre fuori casa, che dentro le mura di casa soffoca e deve andare a camminare o nell’orto ecc…
    Allora Io: ma si prenda un bel levriero, chissà che divertimento per entrambi!
    Il Cuggino: hiiiiiiiii! No no, i cani non mi piacciono, e poi, io posso capire un tempo, quando c’erano le campagne, le masserie, c’erano gli spazi aperti dove i cani giravano liberi adesso non si può più tenere i cani con le case e i condomini.
    Io: ma si possono tenere lo stesso, si portano a passeggio, e nessun problema. Inoltre non si può lasciar andare i cani liberi MAI, e se morde qualcuno?, e se finisce sotto la macchina? e se provoca un incidente? e mette incinta le cagnette o torna gravida?
    Una signora: è vero, io sono stata morsicata da piccola da un cane che girava libero mentre giocavo
    Cuggino : eh sì, però io non capisco chi vive in appartamento e tiene il cane. Ma non si può !
    Io: guardi che se il cane viene portato fuori regolarmente non ci sono problemi (non gli ho detto che ho una Pinscher nana in casa), non soffre
    Cuggino : il cane DEVE vivere fuori! ( Con tono enfatico) i cani sono nati per stare fuori!
    Io: no, veramente i cani discendono dal lupo, non sono nati da madre natura, sono stati addomesticati e selezionati dall’uomo. Sono fatti per stare con l’uomo
    Cuggino: ehhh sarà così ma non DEVONO entrare in casa
    Io: e allora le razze che non possono vivere fuori perché il freddo le ucciderebbe?
    Cuggino: ma non è vero! Tutti i cani possono star fuori!
    Io: no, ci sono cani che non possono sopravvivere in una cuccia fuori. Cosa facciamo, li facciamo morir tutti di freddo?
    Cuggino: ma mi dica allora quali sono i cani che non possono star fuori, avanti sù!
    Io: il chihuahua, il piccolo levriero italiano, un pinscherino nano, un chin…(sguardo sbalordito del Cuggino che non aveva mai neanche sentito uno di questi nomi, quindi decido di sferrare il colpo) e che dire poi dei cani che non hanno pelo come il cane nudo cinese con ciuffo?
    Cuggino: come non hanno pelo?
    (Risatine soffocate dei presenti)
    Io : non hanno pelo, ma ci sono tanti altri cani che non possono sopportare climi rigidi cosa si fa con loro?
    Cuggino: eh non lo prende!
    Io: ok, non lo prendo, ma con il cane che si fa?
    Cuggino: non lo prende.
    Io: ma il cane non smette di esistere solo perché io non lo compro, dovremo pur trovare una sistemazione a questo povero cane. Che facciamo?
    Cuggino: Lo prende un altro
    Io : e dove lo tiene il cane quell’altro?
    Cuggino : ………….
    Mi guarda fisso, con bocca mezza aperta, si accorge di essersi incartato
    Silenzio tombale, nessuno della sala d’aspetto parla, tutti ascoltano
    Cuggino ripresosi: comunque i cani in casa sono una schifezza, poi il cane puzza, e anche la casa puzza
    Io: basta lavarlo! Proprio come dovremmo fare noi esseri umani
    La gente sghignazza il più silenziosamente possibile
    Cuggino: comunque ci sono peli dappertutto
    Io : il cane va spazzolato, comunque si può passare l’aspirapolvere per toglierli …. se proprio non si vogliono peli, ci sono cani che non fanno la muta oltre ai cani nudi
    Cuggino………………
    Cuggino: comunque io a volte vedo delle donne in macchina con dietro i figli e il cane, con i finestrini CHIUSI, e il cane che respira a fianco a queste povere creature, e mi vien voglia di bussare al finestrino e dire: signora! Pensi alla loro salute!
    Io : è un cane, non una sigaretta accesa, poi non è che si prende una malattia con il respiro, o meglio tra esseri umani sí, ma tra uomo e cane, che sono di specie diverse no. Però se non si fida del mio parere la prossima volta bussi.
    Esce la dottoressa dallo studio per cominciare le visite e tutti vogliono sapere il suo parere, dato che ha 2 figli e 2 Labrador : i cani vivono un po’ fuori e un po’ in casa, la figlia se li porta sul letto
    Al Cuggino non è cascata la mandibola come nei cartoni animati perché era attaccata al cranio, altrimenti!

  79. Altra cugginata sentita giusto ieri, tutti noi la avremo sentta centinaia di volte ma non per questo smette di dare fastidio.
    Camminavo tranquilamente per strada quando dall’ altro lato passa una signora con al seguito un bimbo di 3-4 anni libero (ossia non tenuto per mano). Davanti ad un cancello c’era un cane (probabilmente il cane di casa lasciato momentáneamente fuori come si usa dalle mie parti) e il bimbo (libero sul marciapiede) ha fatto il movimiento di avvicinarsi al cane (palesemente tranquillo e di piccola taglia); a quel punto la mamma lo ha prontamente richiamato con un “lascialo stare che ti morde” che si e’ sentito da lontano. Io non sono intervenuto perche il cane non era mio e visto l’ atteggiamento della mamma in questione ci sarebbe solo scappata una litigata; pero’ ho pensato dentro di me ” guarda che poca madre… cioe’ lo debe lasciare stare perche altrimenti lo morderebbe; lasciarlo stare semplicemente perche non si devono molestare gli animali no… dal manuale di come educare un bimbo”

  80. Quando vado per negozi lascio spesso legata fuori la mia Vurè, lei è bravissima e mi aspetta pazientemente..
    un giorno a Padova sono entrata a visitare una chiesa, il tutto in 15 minuti al massimo esco e due signore con indosso costose pellicce guardano il mio cane e scandalizzate mi sgridano “oooh ma come fai a lasciarla legata fuori al freddo..pooooovera!” risposta: “aah sì avete ragione..io ho legato un animale, voi lo avete ammazzato e indossato..che cattiva che sono”

  81. Ho un bichon frisè femmina di un anno di 2,8kg. Piccolina rispetto allo standard e con l’aspetto di un eterno cucciolotto. X tutti è un barboncino nano o un maltese, raramente un bolognese ke lo posso anke concedere..poi x miracolo arriva quello ke riconosce la razza ma..
    Quando appunto mi chiedono i mesi e rispondo ke ha un anno dicono “ah..allora è un toy” inutile spiegare ke il bichon toy nn esiste. X nn parlare di ki mi vedeva girare col furetto al guinzaglio a fianco al cane..ma il mio nn era un furetto, era un procione, una nutria, un criceto e addirittura un bassotto e una una scimmia.. sorridere e annuire 🙂

  82. aggiungo la mia:
    paesino della bassa padovana, a passeggio con Sasha, femmina di boxer campionessa di menefreghismo, incrocio due vecchiette.
    una di loro: “o mama……el me magna?!!!???” (trad. o mamma, mi mangia!?)
    ed io: “tranquilla signora, preferisce la carne fresca!”
    mi ha guardato con un odio tale che se fossi stato più sensibile mi avrebbe traumatizzato!

  83. In giro con Mia ne ho sentite di tutti i colori, proprio per il colore degli occhi diversi.. dal “ohhh poverina è cieca!” al “maddai che figo ha le lenti a contatto azzurre!!” “Ceeeeeerto e di sabato sera quando andiamo per locali gliele metto viola o gialle fluo!! Sai com’è figa!” -.-””’

  84. Ciao a tutti,

    ..ero a spasso con Ettore….al che da lontano sento una signora che inizia ad urlare e a venirmi in contro
    “Leiiiiii odia gli animali!!! Come ha ridotto quel povero caneee!!!!! E’ grasso..troppo grasso!!!!!
    io: E’ un bulldog =_=’
    Signora: “Deve stare attenta!! Così grasso lo fa vivere male….e vivrà pochissimo..è TROPPO grasso”
    io ritentando: E’ un Bulldog Inglese?!!?
    ……ha sbraitato ancora qualcosa che non ricordo perchè me ne sono andata!

    Un’altra volta salita sull’autobus una signora guarda schifatissima Ettore con annessi versi di disgusto al che mi volto verso mio marito “Ma perché è tanto schifata?? Si assomigliano pure!!”

    Quando era ancora molto piccolo: il ciccione dentro il trasportino e l’ennesima persona stupidottera di turno ci ficca le mani dentro (logicamente senza chiedere ne avvisare) al che Ettore che all’epoca (quasi 3 mesi) era una grandissima testa di cocco parte con il ‘morso del non rompere’ (che mi becco io per evitare rotture) al che la signora impazzisce “Questo è un cane aggressivisssssimo, dovete portarlo ad una puppy class altrimenti da grande avrete mille problemi etc..etc..” (ora ha 2 anni e quasi mezzo ed è un cane patata ma… non ho avuto alcuna risposta pronta).

    Altro racconto con ‘esperti cinofili’: Ehhhh ha gli occhi azzuri allora è cieco!!!” oppure “Ma è albino??” (bianco si ma peccato che ha coda marrore, macchie sulle orecchie e occhi azzurro-marroni!?!?)

    invece un aneddoto carino: “Mamma!Mamma!! Guarda un…MUCCO!”

  85. Io non ce la posso fare, alla prima sarei già compromessa. Tanto di cappello a chi riesce a tenere la calma e date la risposta sarcastica, io mi abbasso ai loro livelli, anche più in basso e divento una bestia.

  86. Muoio dal ridere! Valeria è fantastica! Esperinza personale. Befana per la strada: Dio che paura, trovarmi davanti quel brutto muso! ( un collie). Ed io: Signora, ma sa come si è spaventato il mio cane vedendo il suo brutto muso?

  87. Cane tipo maltese e un’altra simil Jack Russell. .. per il primo “ma poverino con tutto quel pelo non ha caldo? ” la femmina appena strippata “ma perché hai tosato solo lei e lui no ” 2 meticci diversi, colore in comune del pelo “ma sono mamma e figlio ” . La 4. Della sciuramaria l’ho data come risposta 😂😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). Ci ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.