di LISA PACIFICO – La Rally-Obedience, o più comunemente Rally-O è una disciplina sportiva nata nel 2000 negli Stati Uniti grazie a Charles “Bud” Kramer.
Arrivata poi anche in Italia, negli anni ha iniziato a contare sempre più iscritti… e una ragione c’è!

Si tratta di un percorso a “stazioni” (e da qui il nome Rally), in ogni stazione si trova un cartello su cui è indicato un esercizio da svolgere; il binomio può trovare sia esercizi di obbedienza come seduto-terra-resta, sia esercizi in movimento come slalom e spirali.
Il binomio inizia la gara superando il cartello di “start” e affrontando via via tutti gli esercizi previsti dal percorso in totale autonomia.
La gara termina quando il binomio supera il cartello di “finish”.
Il conduttore può scegliere, o prima di iniziare la gara o dopo averla conclusa, di affrontare un esercizio aggiuntivo chiamato “Bonus” che permetterà al binomio di guadagnare punti in più nella classifica della gara.

Durante tutto il percorso cane e conduttore devono dimostrare collaborazione e affiatamento, il conduttore può lodare e premiare (dove è possibile) il cane.
Questo è un aspetto molto importante, perché il tempo trascorso nel ring di gara sarà positivo tanto quanto il tempo speso durante l’allenamento.
Tutti i binomi iniziano la loro gara con 200 punti e solo in caso di errore i punti verranno scalati in base al tipo di penalità.
Questo ci fa capire quanto sia importante per la Rally-O che il binomio si diverta e lo faccia insieme!

Tutti i binomi sono uguali e per questo hanno diritto al medesimo punteggio di partenza, non c’è nessuna “discriminazione” di razza o disabilità. Io stessa ho iniziato questo splendido sport con il mio meticcio tripode!
Nonostante la difficoltà di avere una zampa in meno io e Oliva abbiamo deciso di metterci in gioco e ad ogni allenamento aggiungiamo un mattoncino in più nella costruzione degli esercizi e nel rinforzare il nostro rapporto.

Il messaggio importante che vorrei trasmettere è che qualsiasi sia il punto di partenza mettendoci il cuore e la determinazione e i risultati arriveranno, ecco perché ho scelto questo sport, perché offre a tutti un’occasione per poter lavorare con il proprio cane e ottenere grandi soddisfazioni. Questo soprattutto perchè é uno sport aperto a qualsiasi tipo di cane e a qualsiasi tipo di conduttore; esiste anche un settore giovanile, la categoria Junior, dove il conduttore può avere dagli 8 ai 18 anni non compiuti e che ha l’obiettivo di avvicinare i giovani all’attività cinofila attraverso lo sport.

Inoltre la Rally-O, grazie ad alcuni esercizi come i già citati seduto-terra-resta permette al binomio di poter utilizzare rafforzare competenze utili poi anche nella vita quotidiana.
Il percorso in gara è sempre diverso, ciò significa che non esiste una sequenza fissa di esercizi da preparare a casa, ma sia il conduttore che il cane devono essere pronti a percorsi sempre differenti creati di volta in volta dal giudice.

Come Istruttore posso dire di vedere quotidianamente come la relazione tra proprietario e cane migliori attraverso la pratica dello sport: il cane si impegna in un’attività che richiede attenzione e ragionamento e il proprietario cresce con lui.
Si parte dalla classe L1 dove il percorso viene eseguito al guinzaglio per poi passare alle classi L2 ed L3 che rappresentano la massima difficoltà esecutiva e dove il percorso viene svolto senza l’aiuto del guinzaglio.

Articolo precedenteTi presento… la Pet Therapy, anzi gli I.A.A.
Articolo successivoTi presento… il Disc Dog

Potrebbero interessarti anche...

Vuoi aggiungere qualcosa? Dì la tua!

1 commento

  1. condivi tutto, credo che sia la disciplina migliore per chi si avvicina al mondo sportivo. io e Snoopy ci divertiamo come matti e siamo solo all’inizio, intervalliamo la costruzione degli esercizi con attività legate alla preparazione atletica ed usiamo il percorso per mettere in pratica quanto appreso. non so se arriveremo mai a gareggiare ma ci divertiamo e questo per noi e’ l’obbiettivo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Nasce a Pescara nel maggio del 1985. Dapprima appassionata di equitazione si avvicina al mondo della cinofilia dove trova la sua vocazione. Nel 2014 si diploma come Addestratore Cinofilo Enci sez.1 e nel giugno del 2017 si specializza come Istruttore Rally-O Fisc. Nel 2017 si trasferisce in provincia di Bologna, dove insegna Rally-Obedience e pratica sport con il suo cane tripode Oliva.