sabato 8 Agosto 2020

Il VERO Standard… dello Staffordshire Bull terrier

Dello stesso autore...

I perché cinofili: perché il cane sbava?

di VALERIA ROSSI - "Perché" richiesto da un'amica su FB, a cui si possono dare diverse risposte a seconda del fatto che il cane...

Ti presento il… Volpino italiano

di VALERIA ROSSI -  Si potrebbero girare diversi film sul volpino: "Un italiano in America", "Un italiano in Germania", "Un italiano in Danimarca"... e...

Da grande voglio fare il cinofilo…

... ma come, dove, con chi? Domande difficili per un mondo difficile.

Ti presento il… Bullmastiff

di VALERIA ROSSI - Me ne sono trovata davanti una bella coppia a "Cronache animali", e ho pensato "Oddio, possibile che non abbia mai...
Valeria Rossi
Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani, soprattutto da utilità e difesa. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di più di cento libri cinofili, ha curato la serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" ed è stata conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI), era inoltre professionista certificato FCC. A settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) era tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO). Ci ha lasciato prematuramente nel maggio del 2016, ma i suoi scritti continuano a essere un punto di riferimento per molti neofiti e appassionati di cinofilia.

di VALERIA ROSSI – ASPETTO GENERALE: è praticamente un  pit bull con le gambe corte. Anzi, un pizzbull nano. Come in: “Come mai mi fa la feste? I pizzbull sono cattivi… ah, ma forse quelli nani sono più buoni…?”.
Se l’umano che ha profferito questa perla di saggezza è femmina, la cosa finisce lì. Se è maschio, segue solitamente un “AHIO!”.
No, non perché il cane l’abbia morso (vedi  alla voce “piedi”).

COMPORTAMENTO E CARATTERE:  tradizionalmente di un coraggio e di una tenacia indomabili: è disposto ad attraversare i muri e a saltare tra le fiamme pur di raggiungere un pallone. Estremamente intelligente (tranne quando, sempre sperando di prendere il pallone, si scatafascia di testa contro la porta della dispensa) e affettuoso (commento allo Standard: sarebbe stato meglio dire “esageratamente” affettuoso).
E’ un cane francobollo: non ti si spiccica MAI di dosso, neanche quando vai al cesso  (nota: abituarsi ad espletare i propri bisogni fisiologici con un cane che ti guarda adorante come se gli stessi recitando la Divina commedia meglio di Benigni, o rassegnarsi alla stitichezza eterna).
Il suo imperativo, subito dopo “pallone o morte!”, è “coccole o morte!”.

Convivenza pacifica con un altro maschio (dopo una giornata di spiegazioni da parte degli umani)

E’  particolarmente dolce con i bambini. Le mamme, però, temendo l'”effetto pizzbull”, spesso prendono in braccio i figli, provocando il famoso “effetto Pogo”: ovvero cane che zompa ripetutamente, sempre più in alto, fino a riuscire a slappazzare la faccia del bambino anche se sta in braccio, riuscendo però contemporaneamente a riempire di zampate i calzoni della mamma e/o a sbavazzarle un po’ la camicetta (nota per le mamme: lasciare i bambini a terra è più comodo).
Se invece di una mamma trattasi di un papà, può succedere di peggio (vedi sempre alla voce “piedi”).
Se ben socializzato, può convivere con altri cani, ma preferirà sempre quelli di sesso diverso (anche perché, se maschio, è tendenzialmente un arrapato cronico).
Con i gatti non ha preferenze di sesso: gli umani devono spiegargli che non sono né “pappa”, né “palla” da rincorrere…ma una volta assodato questo, almeno con quelli di casa, nascono splendide amicizie (e clamorose associazioni a delinquere).
Nota: a chi pensa che sia un cane ferocissimo consigliamo di osservare attentamente  la foto sotto.

Normale rapporto con il gatto di casa (senza bisogno di tante spiegazioni)

TESTA: cranio alto e largo, di marmo di Carrara, rivestito da un sottile strato di acciaio. La porta della dispensa solitamente non riesce a sfondarla, ma quando salta per farti le feste e tu contemporaneamente ti stai abbassando per coccolare lui, un naso umano può agevolmente spiaccicarlo. Consiglio spassionato: MAI chinarsi su uno staffy (tanto non c’è bisogno, perché ti salta in braccio lui).

FACCIA: da culo.
Qualsiasi cosa possa dire o fare un umano per farlo vergognare, non riuscirà MAI nell’intento: lo staffy lo guarderà sempre con un sorrisone a centodue denti e la coda che va a mille, intendendo: “giochiamo? Vado a prendere la palla? Vero che adesso giochiamo a palla?”.

Tipica faccia da “l’ho fatta grossa, lo so”

Eccezione: se si è accorto da solo di averla fatta grossa, la faccia si trasforma in quella del povero cane-ENPA abbandonato in autostrada, con gli occhioni tipo Gatto con gli stivali di Shrek, rendendoti impossibile qualsiasi forma di sgridata e/o punizione. Anzi, è probabile che ti venga voglia di farlo giocare un po’ a palla per tirargli su il morale.
Nota: chi dice che i terrier di tipo bull “non sono espressivi”, o è completamente cieco o non ha mai avuto un terrier di tipo bull.

STOP: marcato. La sua forma si adatta perfettamente a quella della palla, che così può far rotolare a musate e capocciate per  un paio di metri (illudendo gli umani) prima di decidere che è meglio azzannarla, bucandola e “uccidendola” (e abbattendo il morale degli umani, che gli hanno già comprato 17282718 palloni).
Inutile provare con tipi di cuoio sempre più spessi (e costosi) e/o con palle da basket, palle mediche e affini, perché lui ha i …

Come uccidere un pallone in trenta secondi

DENTI: ben sviluppati e capaci di perforare qualsiasi tipo di cuoio al mondo.
Chiudono a forbice: ma poi,  volendo, si riaprono anche. Non è vero che quando chiude la bocca poi bisogna riaprirgliela col cric, come al pit bull. D’altronde questa è una cazzata anche per quanto riguarda il pit bull.

ORECCHIE: possono essere portate a rosa o semierette. Piccoline e graziose, riescono a captare lo “stump” di una palla che rimbalza a centodue chilometri di distanza. Sono in grado di chiudersi a tappo quando gli umani profferiscono termini inconsulti tipo “vieni qui”, “cos’hai fatto?”, “fermati un secondo, santiddio”.  Si rispalancano prontamente se l’umano profferisce termini come “pappa” o “palla”.

OCCHI: preferibilmente scuri, entro certi limiti possono armonizzare con il colore del manto. Rotondi, di dimensioni medie e disposti in modo da avere lo sguardo rivolto in avanti. Ovviamente verso la palla.
Quando l’occhio ne individua una, c’è una connessione neurale che fa sì che il cervello cominci a pensare “palla-palla-palla-pallaaaaa!” e non concepisca nessun altro concetto. A quel punto una seconda connessione neurale mette in moto gli…

 ARTI: corti, sì, ma muscolosi e capaci di raggiungere i trecento all’ora circa se c’è da inseguire una palla. O un altro maschio con cui litigare, se il cane è appunto maschio. Se è femmina, è più probabile che con l’altro cane voglia giocarci. Il risultato spesso si discosta di poco, perché il cane investito da uno staffy che gli arriva addosso a trecento all’ora, che sia per rissa o per gioco, resta sempre vagamente interdetto e gli si forma sulla testa un fumetto con scritto: “Ma come fa a essere così piccolo e così dirompente?” (lo stesso fumetto si forma spesso sulla testa degli umani).
Gli arti comprendono potenti molle con le quali non solo riesce a raggiungere i bambini tenuti in braccio, ma anche i palloni tenuti sotto braccio (e i caschi da moto, se li scambia per palloni, rimanendoci malissimo quando ci prende una nasata contro). E anche  la bocca degli umani, che riesce sempre a leccare al volo.

PIEDI: “di dimensioni medie” secondo lo Standard: piccolini secondo l’occhio di chi li osserva. Giganteschi e pesantissimi quando lui salta addosso all’umano maschio per fargli le feste, pestandogli immancabilmente i tesori di famiglia (la cosa funziona con impressionante regolarità sia con gli umani maschi in piedi, sia con gli umani maschi seduti).
Gli anteriori sono dotati di ruspa meccanica incorporata, con cui riesce a scavare il gran canyon in giardino in trenta secondi netti (venti secondi se dall’altra parte del cancello c’è una palla o un cane dello stesso sesso).

TRONCO: raccolto. Piccoletto, insomma, come il resto del cane: ma capace di dilatarsi fino a cinque-sei volte tanto quando sale sul divano e riesce inspiegabilmente ad occuparlo TUTTO.  Idem per il letto a una piazza.
Con quello a due piazze incontra finalmente un limite, ed è costretto a lasciare un po’ di spazio: quello per l’umano del suo cuore. L’altro umano può andare a dormire sul divano, se crede. Altrimenti si arrangi.

Nota: una sola cosa al mondo può riportarlo alle sue dimensioni naturali: un altro cane.

CODA: di lunghezza media, attaccata bassa, si assottiglia progressivamente verso la punta ed è fatta di nerbo di bue, come può constatare qualsiasi umano quando  lui è molto, ma MOLTO felice (cioè quasi sempre) e gli scodinzola addosso, contro le gambe.

MANTELLO: pelo corto, liscio e serrato. Qualche clamoroso ingenuo si illude che questo possa significare “niente peli in giro per casa”. Unico commento possibile: AHAHAHAHAH!
Colore: rosso, fulvo, bianco, nero o blu monocolore; uno qualsiasi di questi colori screziato di bianco.

TAGLIA E PESO: l’altezza massima di un maschio è 40 cm (ma arriva ugualmente a baciarti in bocca, per via delle zampe a molla).  Il peso massimo teorico è di 17 chili: se però sei seduto a guardare la TV e lui prende la rincorsa da tre metri e ti zompa felice sulla pancia (o sui tesori di famiglia, se sei maschio), il peso reale è più vicino ai 170.

UTILIZZO: lo staffordshire bull terrier è un cane da compagnia. Ciò non toglie che possa praticare tutti gli sport conosciuti  (ce ne sono in agility e perfino in IPO). Qualora non intendeste praticare alcuno sport, lo staffy può essere egregiamente utilizzato come pressa per bottiglie di plastica, che così occupano molto meno spazio quando le buttate (vedi foto a sinistra),  come cappelliera (vedi foto a destra) e in generale come buffone di corte (vedi tutta la sua vita, fotografata o meno che sia).

Ti piacciono i nostri articoli? Sostienici!

La consultazione di “Ti presento il cane” è assolutamente gratuita, ma per noi ci sono alcune spese (il server dedicato costa!) e taaaanto lavoro.
Per questo, se qualche lettore (benemeritissimo!) pensasse di darci una mano, può effettuare una donazione (con Paypal o carta di credito).


Nella stessa categoria...

112 Commenti

  1. Buongiorno a tutti! Seguo questo sito meraviglioso e l’opera bellissima di Valeria da tanto tempo…
    Scrivo solo ora perché sono un po’ più vicina di prima al grande passo di fare entrare uno Staffy nella mia vita! Lancio questo messaggio sperando che qualcuno mi legga e possa aiutarmi nella selezione dell’allevamento (sono di Milano ma posso spostarmi dappertutto) e nella raccolta di tutto il materiale possibile che possa fare di me un’umana competente e capace!
    Grazie a chiunque mi leggerà! 🙂

  2. Complimenti per l’ottimo articolo!
    Oltre a raccontare verità inconfutabili mi hai fatto piangere dalle risate!
    Soprattutto perché Herbie,un bel maschietto di 9 mesi di staffy, mi ha già distrutto qualsisi cosa tonda che rotolasse sul pavimento.compresa una palla da baseball!
    Non solo quelle ma anche bottiglie ,scope,tappeti…etc..etc.
    Però è talmente mansueto che me lo posso portare dappertutto,ristorante compreso.
    Bè ho sempre avuto a che fare con pastori tedeschi ma devo ammetterlo.. Lo staffy, anche nella sua irruente vivacità che a volte é difficile da controllare, mi piace molto di più
    P.s: Chi ha commentato parlando degli scoreggioni ha perfettamente ragione!!

  3. Eh eh eh, dopo anni e anni di Caucaso e Asia, vista l’età che avanza (la mia 😉 ) in casa abbiamo deciso per un cane più “casalingo” e “maneggevole” come compagno di vecchiaia e la scelta è caduta sullo Staffy…. Letto tutto ed il contrario di tutto, ma questo articolo di Valeria ci ha fatto decidere senza ombra di dubbio…. A me piace tanto la palla…….. 🙂 🙂 🙂

    • I cani non si abbandonano alla prima difficoltà.
      Magari così dei canili non ce ne sarà il bisogno.Poi scusami, se io voglio andare da un allevatore perché spero di che il cane non abbia patologie gravi o perché voglio un consiglio… Ci vado e basta.
      Se i canili sono pieni me ne vergogno come essere umano ma non è un problema mio, non possiamo sempre rimediare agli errori degli altri

  4. Questo sarebbe il mio cane perfetto. Mi piacciono i cani fisici e solari,d’aspetto è simpatico e non amo spazzolare. Inoltre ho sempre avuto cani sopra i 25 kg e un cane più “maneggevole” non è una brutta cosa,soprattutto se te lo vuoi portare ovunque.Peccato però che qualche anno fa sono stata picchiata da dei balordi per strada e sto seriamente pensando, quando ne avrò la possibilità, di prendere una cagnotta che in caso mi difenda. Ho una meticcia che solo con la stazza basta allo scopo (in realtà se ricapitasse non credo morderebbe) ma è di tutta la famiglia e mi trasferirò, quindi resterebbe a loro, se la porto via mi ripudiano sicuro. Vedremo se più avanti vincerà il cane ideale caratterialmente e maneggevole o il cane meno “maneggevole” ma adatto a darmi sicurezza in questo brutto mondo. Intanto ho fatto un po’ di autodifesa che male non fa.

    • Ciao, non credo che i tanti brutti musi che girano a piede libero sappiano tutto sulle caratteristiche di staffy&tipo bull, secondo me un bell’effetto deterrente l’avresti lo stesso :-). Almeno è l’effetto che ha fatto a me l’altro giorno uno staffy – al guinzaglio di una ragazza esilissima – che mi è sembrato molto grande, molto muscoloso e di molta bella presenza, prima che mi ricordassi che uno staffy è uno staffy e che avrebbe potuto ammazzarmi di coccole :-).

  5. possiedo uno staffy di tre mesi. ho anche un gatto adulto con cui il cucciolo vorrebbe giocare e che soffia e sgraffia ogni volta che il cane gli va incontro. secondo voi andranno d’accordo con il tempo o trovero’ avanzi di gatto quando il cane sara’ adulto?

    • Tagliare subito le unghie al gatto!Quando non è in casa deve circoscrivere il cane in una stanza con cuccia ciotola H20 ,giochi e ossi (di pelle)vari da rosicchiare e tappetino assorbente per popó e pupú.Alla porta mettere dei panni strofinati sul cane di modo che il gatto a sua discrezione possa annusare e imparare l’odore del cucciolo.Tenere presente che i gatti specie maschi (magari non sterilizzati)sono molto territoriali e gelosissimi del
      proprio umano e se interi marchiano dappertutto e sterilizzarli una volta che hanno cominciato a farlo non risolve il problema ,lo mitiga.Quindi lasciare tutto il territorio alla tigre e socializzare il cucciolo solo quando è a casa distraendolo dal gatto giocando con lui,inibendolo il più possibile nei confronti del micio e confermando affettivamente quest’ultimo lasciandolo libero di agire senza costrizioni ma richiamandolo con dolcezza magari offrendogli una leccornia proprio per viziarlo e convincerlo che è lui il re di casa e il suo preferito ,quando aggredisce il cucciolo.Col tempo impareranno a giocare e perfino a dormire insieme!(tutto però dipende dalla sua buona volontà ,intuizione nel capire le situazioni e dal temperamento del felino!)Comunque piuttosto del gatticidio,dovesse precipitare la situazione si rivolga all’Empa per far via il micione!Spero di esserle stato utile!Buon lavoro!

      • Naturalmente intendo di viziare il gatto nel modo corretto e non morboso e
        non appena ha “pestato”lo staffy!(mi ero espresso male).

  6. Personalmente anche io leggendo la tua situazione consiglierei una Femmina…
    Hai già la Fortuna di avere 2 maschi che vanno d’ amore e d’ accordo inserirne un Terzo con il Carattere che spesso si ritrovano gli Staffy è un po’ giocare con il fuoco.
    Anche un’ inserimento di una Femmina visti i 2 maschi non è esente da rischi potrebbero entrare in competizione.
    Se non hai intenzione di avere una cucciolata, una Femmina sterilizzata prima del 1 calore potrebbe essere una soluzione più sicura.
    Certo è anche possibile che il maschio inserito da cucciolo rispetti fino alla maturità e in seguito i suoi due compagni ma a volte tendono ad essere veramente dominanti e voler scalare le gerarchie.

  7. Ho conosciuto lo Staffy grazie proprioa “Vi presento il Cane” e me ne sono innamorato: vuoi perchè è un inguaribile coccolone con l’aspetto di un carroarmato, vuoi perchè per certi versi lo vedo simile a me, vuoi per quello o per quell’altro, ho deciso di comprarmi un cucciolo.
    Fortunatamente uno dei migliori allevatori di questa razza, non è distante da casa mia e i suoi prezzi sono adeguati al pedigree che offrono nel senzo che i genitori del cucciolo che prenderei hanno collezionato molte vittorie in expo dedicati alla razza, l’allevamento è riconosciuto dall’enci, etc etc, insomma voglio fare le cose per bene per me e sopratutto per il mio nuovo amico peloso.

    Proprio per sincerarmi che io possa essere un buon padrone e fornire un ambiente ideale per il mio staffy mi chiedo: vivo in campagna, aperta campagna, circondato da campi e boschi; è un buon ambiente per il piccoletto?
    Possiedo già altri 2 cani: un bastardino simil bassotto e un cane Epaguel Brethon, entrambi sono maschi ma vanno molto d’accordo e non hanno mai litigato. L’arrivo di uno staffy MASCHIO in questo ambiente, creerebbe problemi?
    Ho anche 4 gatti che vanno molto d’accordo con gli altri cagnolini.

    Premetto che sono una persona cresciuta con i cani, che riesco a farmi obedire anche dal cane più scalmanato (il mio breton ha imparato il comando seduto a 65 giorni e il veterinario lo ha ribattezzato “il terribile” per quanto è esuberante), giusto per farvi capire che affetto e pazienza non mi mancano.
    insomma la mia domanda è: dove vivo è un mabiente adatto?
    Il mio modo di essere: paziente ma deciso nell’educare un cane, è adatto al caratere dello staffy?

    Grazie a chiunque vorrà rispondermi.

    • Ciao Iuri,
      da possessore di staffi maschio ti dirò quali sono le mie perplessità. Le tue premesse di prendere un cucciolo in allevamento riconosciuto con i sacri crismi del caso (che prevedano pedigree, genitori visibili, campioni ma anche no, che siano invece, importantissimo, ESENTI da patologie ereditarie dello staff, come L2HGA e HC) e il luogo in cui vivi sono delle migliori per la crescita di uno staffi. Magari tutti avessero la possibilità di stare in campagna e poter far correre liberi i propri cani! La cosa che invece mi preoccupa è legata al rapporto che lo staffi, da adulto, avrà con i tuoi altri 2 cani maschi e i 4 gatti. Per carità, forse lavorando tanto sulla socializzazione riuscirai a farli convivere tutti quanti in allegria, ma se io dovessi osare ad immaginare il mio staffi maschio in campo aperto con 4 gatti e 2 cani, magari con un bel caratterino, non vedrei tante rose e fiori. Pertanto, per non fa correre rischi inutili ai tuoi animali, valuterei la possibilità di scegliere una femmina.

      • Grazie della risposta!
        Cercando un po’ ovunque tutto ciò che si può trovare sullo staffy, ho letto pareri discordanti, anche riguardo al fatto che la femmina fosse più tranquilla..anzi c’è chi dice che è più suscettibile del maschio…comunque parlerò anche con l’allevatore per dei cosnigli (Eliosunrise).
        Poi su internet, ho letto dello staffordshire di tipo irlandese; ma c’è un po’ di confusione: chi dice che sia uno staffy più vicino allo standard originale e chi dice che invece è semplicemente un pitbull, con nome cambiato per gabbare le leggi locali. Io, leggendo lo standard Fci non trovo nessun riferimento a tale varietà dello staffy. potete togliermi questa curisosità in proposito?

  8. Salve a tutti.. è da quando io e mio marito abbiamo deciso di prendere un cane, che ho cominciato ad informarmi tramite i blog di Valeria Rossi, che ringrazio tanto. Abbiamo deciso di prendere un cucciolo di staffy xké dalle descrizioni fisiche e cimportamentali, sembrava il cane fatto apposta x noi. Lo abbiamo in casa da due giorni ma ci ha già riempito la vita. Siamo letteralmente rimbecilliti entrambi x lui. Vi scrivo stamattina xké in questi giorni ho notato che il.nostro django mangerebbe e berrebbe in continuazione. Ma qual è effettivamente la quantità giusta di croccantini da dare durante la giornata?

  9. Salve a tutti!!! Io ed il mio compagno stiamo pensando di prendere uno staffy! I vostri commenti mi hanno aperto gli occhi su molti aspetti di questa razza ma avrei delle domande lo stesso. Noi abbiamo già due nanetti (madre e figlio) rispettivamente di 9 e di quasi 6 anni, non sono di razza, il maschio ha un carattere molto primitivo, è ben socializzato e molto indipendente, la femmina invece è posesiva e morbosamente affettuosa… Se prendessi una femmina di Staffy secondo voi potrei avere dei problemi? Oppure anche in questo caso crescendo insieme non mi dovrei preoccupare!? Inoltre noi siamo persone alle quali piace andate a fare lunghe passeggiate nei boschi, lo staffy è un cane che va in esplorazione (come fa il mio Axel, e cosa che amo tantissimo)o mi starebbe appiccicato anche in questo caso? Grazie per la vostra attenzione…

  10. Salve a tutti, circa 9 mesi fà mi hanno regalato un dolcissimo cucciolo incrocio (mamma staffy e papà boxer) adesso mi ritrovo per casa una macchina da guerra di circa 30 kg, e con tutte le caratteristiche descritte dalla fantastica Sig.ra Valeria sullo staffy: vero e poropri guardia del corpo dei miei figli e di mia moglie, devastatore di palle e palloni, masticatore indomito di tutto quanto arriva ai suoi denti, una vera e propria locomotiva di forza, coraggio e affetto, ma di una dolcezza fuori dal comune è diventato uno di famiglia e non lo cambieremmo con nulla al mondo, ma crescendo rimarrà tale anche nei rapporti con gli altri cani? Cosa mi aspetta da questo incrocio? Spero solo cose positive.

  11. quello che scrivo sarà gia stato trattato molte volte ,sono innamorato fortemente dello staffordshire bull terrier ,e mi stò informado dove acquistarlo e da chi acdquistarlo , la mia massima ficuduci và all’allevatore chi meglio di lui puo selezionare i vari cani e i vari comportamenti futuri ,ma il grande dramma è il costo , certo bisogna sapere da quale cucciolata è nato chi sono i genitori ,che siano senza malattie ereditarie e quantaltro per la salute del cucciolo e del futuro cane adulto ,ho sentito vari allevatori ,1 )la consegna del cuciolo solo dopo i 60/70 giorni , e questo sono daccordissimo ,2)l’elenco delle tante spese per una cucciolata lievitate alla grande qualcuno ha scritto che per l’iscrizione all’ENCI costa oltre gli 80 euro ,non è vero aggiungendo delle cifre veterinariche enormi ,è talmente lievitato che a momenti a conti fatti da lui per i primi due mesi chi acquista un cucciolo a 1000 euro a momenti non paga neanche le spese di mantenimento ,e poi c’è uno sparare male tra di loro che una brutta cosa , i miei cani sono migliori dei quello di quell’altro,allora mi chiedo e ci sarà una persona onesta e seria da fare un prezzo giusto per un cucciolo?perchè quì a conti fatti costa meno Voli Ryanair dalla propia città e andare direttamente ad acquistarlo in Inghilterra ,spero che qualcuno mi possa rispondere anche privatamente a questo indirizzo (preferisco in privato) e mail :[email protected]libero.it grazie per avermi letto , pasquale

    • Pasquale, rileggendo il tuo post, più che una risposta sembra che tu stai cercando un proposta di offerta in privato per avere un cucciolo di staffordshire bull terrier a prezzo stracciato. Forse saresti stato più onesto se avessi fatto una inserzione tipo AAA cucciolo di staffie cercasi………che non criticare il prezzo che un allevatore serio che fa SELEZIONE vera, per mettere al mondo cuccioli il più possibile sani, esenti da malattie come la L2HGA o l’HC, con un pedigree, magari bello e magari con una importante genealogia.
      Dicci tu quale sarebbe quindi il prezzo GIUSTO Sarei curioso di saperlo

  12. Qualsiasi animale domestico relegato a se se stesso per troppo tempo perde la propria domesticità.
    Più soggetti indomabili relegati a se stessi per troppo tempo formano branco.
    Il branco relegato a se stesso per troppo tempo diviene selvaggio.
    Noi proprietari dobbiamo essere gli unici leader dei nostri animali non relegandoli a se stessi per troppo tempo.

  13. Possedevo uno splendido Doberman che tenevo nella mia villa attorniata da una robusta recinzione per timore che il cane uscisse e potesse aggredire qualche passante.Era un po aggressivo.Pensai che il povero cane stava sempre solo e probabilmente ne soffriva.Un mio collega mi propose di prendere uno staffy e ci recammo dal proprietario dei cuccioli che erano rimasti in due ,un maschio e una femmina,me ne innamorai subito e li presi tutti e due ma prima chiesi al proprietario se era possibile la convivenza con il mio Doberman e mi è stato assicurato che non ci sarebbe stato alcun problema.Purtroppo non è stato così.I cuccioli di 5 mesi spesso litigavano e non era facile farli smettere.Intano crescevano bene e il Doberman accetto’ i nuovi arrivati.Dopo un anno un giorno tornando a casa i due staff si presentarono al cancello come erano soliti fare entrambi insanguinati.Cosa era successo? Era successo che i due cani avevano sbranato letteralmente il Doberman.In seguito il maschio uccise la femmina staccandole di netto una gamba.Un disastro.Il superstite l’ho dovuto tenere a catena temendo potesse aggredire qualche persona,infine ,affetto da leishmaniosi,l’ho abbattuto tramite veterinario che gli ha praticato l’eutanasia.Una brutta storia che non deve scoraggiare chi intende tenere uno staff perchè forse questi cani hanno bisogno della costante presenza del suo padrone e se lasciati a vivere da soi possono sviluppare forte aggressività.

    • Premettendo che nella vita tutto può accadere, La tua Storia è del tutto Inverosimile e credo sia una Buffonata colossale (per usare un Francesismo)
      Potrei, sicuramente non senza biasimare il tuo comportamento e gestione dei cani, crederci se si fosse trattato di due AMstaff, ma due Staffordshire di 17 mesi cresciuti con un Doberman che tu stesso definivi un Po’ aggressivo, è impossibile che riescano a Sbranarlo.
      Sicuramente ne sarebbe uscito forse Malconcio ma li avrebbe Spellati vivi.
      O Nel caso sarebbe stato Prima il Doberman una volta che il maschio avesse sviluppato una dominanza a farlo Secco.
      Il Doberman Proprio come lo Stafford non è propriamente incline ad amicizie con cani dello stesso sesso, e figurati se fosse arrivato un maschio cucciolo e quest’ ultimo avesse cagato fuori dal vaso gliel’ avrebbe fatta passare liscia.
      Inoltre parli di due cuccioli che a 5 mesi non facevano altro che litigare? A 5 mesi non litigano Giocano sono entrati oso da un mese nel concetto di Dominanza e anche l’ atteggiamento degli Adulti nei loro confronti cambia, quello che prima era permesso adesso No! e si ritorna al punto di Prima.
      Alla fine il Maschio stacca una Gamba alla Femmina…. MMHHH Interessante!!!
      Al di là di tutta questa Storia che sia vera o Meno mi viene da chiederti ma dove cavolo sei stato per tutto questo tempo?? NEll’ ala Est della tua Villa mentre loro erano stazionati nella Ovest?
      Hai la sensibilità di preoccuparti che il tuo Doberman possa sentirsi solo, (cosa vera visto che fra tutti è forse il cane che ha più bisogno della vicinanza del suo Padrone) ma non ti sei curato minimamente di poter correggere nell’ arco di un anno i comportamenti scorretti che potevano esserci?
      Complimenti, forse è vero come dici alla fine che hanno bisogno della presenza costante del Padrone, ma questo vale per tutti i Cani, sicuramente non devono essere gestiti come li hai gestiti tu.

    • Non ho idea di che razza di staffy tu abbia avuto… ma questa storia è al limite del paradossale. Gambe staccate, dobermann maciullati… eddai. Senza offesa, non credo a una parola.

  14. Buongiorno Valeria , capisco che l’articolo non è recentissimo, però ci provo,volevo capire caratterialmente e sopratutto iperattività se è paragonabile al boxer . Un saluto

  15. Buongiorno,
    ringrazio tutti dei preziosi consigli che ho trovato… e quindi… ho perso dopo 14 anni di puro amore il mio bimbo peloso… da tempo mi sono innamorata degli staffy ma ho qualche dubbio… premetto che vivo in una casa singola con 1000 mq di giardino nel quale hanno vissuto un boxer, un pastore tedesco contemporaneamente al mio amato shih-tzu e ora è rimasto un solo westy maschio… valutando una staffina e leggendo le caratteristiche mi sorge il mega-dubbio di lasciarla a casa troppe ore da sola con la nonna e il westy… i miei cani li abbiamo abituati tutti a stare in giardino da soli (shih-tzu compreso) ma leggo che lo staffy è l’ombra del suo padrone… sono una brava padroncina, i miei cani tutti molto educati… riuscirò ad organizzare anche la vita della staffina???
    Vi ringrazio anticipatamente… Lory

  16. Perfetto! Conosco una famiglia con un figlio down e ne hanno uno! Considera che in America e ormai anche in Italia, staffy/ amstaff/pitbull vengono utilizzati nella pet-therapy… In uk gli staffy sono anche chiamati nanny-dog…

  17. Ciao a tutti,io ho una bambina autistica di 7 anni e vorremmo prenderle uno staffy femmina. Pensate sia un cane adatto. Potete rispondere via mail grazie.

  18. Lavoro tutto il giorno mentre mia moglie fa la commessa e quindi ha orari sfarsati, lo porto fuori la mattina, una bella passeggiata, poi per qualche ora sta con mia moglie.
    Il pomeriggio per fortuna 1 oretta viene mio padre e la sera verso le 20 lo riporto fuori io.
    Più o meno sta solo 4 5 ore max!
    Comunque una volta abituato anche se facciamo più tardi quindi anche 8 ore non si accorge anche perché loro dormono molto!
    Ovvio che da cucciolo avendo più bisogno per uscire devi evitare per non ritrovarti ricordini in casa 🙂

  19. La tua situazione è piuttosto buona anche se ovviamente da cucciolo dovrà avere il massimo dell attenzione, quindi dovrete organizzarvi al meglio.
    Lasciare il cane solo anche da cucciolo è necessario, per passi ovvio ma necessario.
    Il fatto che avete un terrazzo e un cortile è ottimo perché con un leggero impegno potete insegnargli a fare i bisogni in una zona che non sia l appartamento.
    Per i danni potrei dirti ossi di bufalo più che giocattoli ma qualche danno ve lo farà tenetelo di conto!
    Niente che io reputi trascendentale ma ognuno ha la propria tolleranza.
    Un cucciolo nell arco della giornata ha dei tempi studio e loro studiano tanto con la bocca e quello che studiano lo tritano!!
    Io ho un piccolo appartamento senza terrazzo e quindi sicuramente ho avuto più difficoltà, qualche infisso una colonna in divanetto ikea e 2 cordless pile comprese! Ma l amo più di mia moglie e crescendo ha smesso tranquillo! 😉 auguri!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi articoli

Gli allevatori hanno creato troppe aspettative?

"La mia lavatrice ha garanzia a copertura totale.""Anche il mio cane viene da un allevamento prestigiosissimo."Potrebbe sembrare un dialogo da teatro dell'assurdo,...

Affidare il cane a pensioni o dog sitter: CHE ANSIA!

di DAVIDE BELTRAME - Visto il periodo potenzialmente vacanziero, anche se quest'anno nonostante l'ottimistico oroscopo di Paolo Fox probabilmente molte famiglie resteranno...

Il mio nome è Dora

Lo sguardo appannato e assente… traballante sulle zampe… non mangia e non beve… ecco, sdràiati qui, sulla coperta vicino al fuoco, e...

Seconda giornata di lavoro in acqua con il Centro Cinofilo Dogzilla ASD

Anche la seconda giornata di lavoro in acqua organizzata dal Centro Cinofilo Dogzilla a.s.d. è andata in archivio.Diciamocelo pure… è andata oltre...

Il commissario di ring

Il mondo delle esposizioni canine (come del resto tutto ciò che riguarda i cani) ha sempre avuto un certo fascino e suscitato...

Scarica la nostra app!

E' gratuita e potrai rimanere facilmente aggiornato su tutti i nostri contenuti!

Scarica l'app per sistemi Android
Scarica l'app per sistemi Apple

Restiamo in contatto!

135,279FansMi piace
557FollowerSegui
1,141IscrittiIscriviti
Condividi con un amico