mercoledì , 22 novembre 2017
Ultime novità
Home >> Salute >> Igiene bellezza toelettatura >> Come affrontare il freddo…dipende dal mantello!

Segui "Ti presento il cane"

Non vuoi perderti nemmeno un articolo di "Ti presento il cane" ? Allora utilizza uno nei nostri servizi di notifica!
  • Notifica via Facebook
  • Newsletter
  • Notifica via email
Il nuovo sistema di notifica. Cliccando sul pulsante potrai autorizzare l'applicazione e riceverai le notifiche di nuovi articoli direttamente su Facebook!


Come affrontare il freddo…dipende dal mantello!

Arriva il freddo. Per molti di noi è già inverno pieno. Giacconi, guanti, sciarpe e  piumoni sono saltati fuori dagli armadi per tenerci compagnia per luuuuunghi mesi di sofferenza.
Come è giusto che sia, visto che siamo animali senza pelliccia e con una termoregolazione pessima, adottiamo tutti gli strumenti necessari per con incorrere in una ipotermia fulminante mentre ci rechiamo in ufficio.
E i nostri cani?
Come vivono e come possono affrontare le temperature invernali?

Fufilda (sempre lei!) è venuta a trovarmi per il bagnetto periodico e oggi ha deciso di essere uno yorkshire (o pseudo-tale…non importa!), e ha chiesto come al solito consigli per stare bene ed in salute.
– Ciao Stefy!
– Ciao Fufilda, sei molto carina in versione yorky…che facciamo oggi?
Non so…il bagno certo, tutti i controlli consueti…ma stavo pensando di dare una accorciata al pelo, mi si annoda sempre..e lo sai che io ci tengo ad essere sempre in ordine. Tagliamo? Come l’ultima volta? Stavo così bene..ero così trendy!

Fufilda in versione yorky, questa volta dovrà rinunciare al taglio superfashion che le abbiamo fatto in settembre.
Perché?
Perché lo yorkie non ha sottopelo (e pure il pelo di copertura è fine e neppure troppo folto), vive in casa con il riscaldamento acceso 20 ore al giorno e per la maggior parte del tempo sonnecchia in cuccia o sopra le gambe della padroncina, che gode ad avere questa borsina dell’acqua calda sempre incollata (chi dorme con il cane nel letto sa quanto sia piacevole avere un corpicino caldo caldo appiccicato al fianco.).
Però Fufilda è anche una cagnetta sportiva e la sua padroncina la porta regolarmente a passeggio, al parchetto e a fare delle belle corse nel verde. Quindi si apre la porta di casa e la povera pelosina, che ha saltato, guaito e forse abbaiato per la gioia di uscire…ad un tratto si ghiaccia, in senso lato e non.
Cosa è successo?
Facciamo un passo indietro nel tempo: la sua mamma si è cambiata, ha tolto il pigiamone in pile ed ha indossato un bel maglione, calze calde, scarpe, giubbotto e tutto l’armamentario possibile, forse anche le racchette da neve.
E Fufilda?
Tu usciresti in pigiama? Nooooo…e perché lei dovrebbe?
I cani  senza sottopelo che vivono costantemente al calduccio soffrono il freddo nella stessa maniera in cui lo soffriamo noi. E’ vero che molte persone preferiscono tenere il pelo corto tutto l’anno per avere il cane sempre in ordine,  però in inverno è meglio optare per misure un po’ meno drastiche di taglio del pelo.
Magari dovremo pettinarla più spesso, ma non è consigliata una tosatura con 3 mm di pelo.

Il cappottino è un accessorio da molti visto come eccesso di umanizzazione del cane; a volte è vero, per esempio non capisco l’utilità di un vestitino estivo… però per Fufilda/Yorky un bel maglioncino caldo e un impermeabile in caso di pioggia sono strumenti necessari per evitare raffreddamenti improvvisi.
Sconsiglio il maglioncino in casa. Molti lo usano perché secondo loro il cane ha freddo, e magari è vero: però penso che il pelo, per quanto raso o sottile,  possa tranquillamente sopperire al gelo casalingo.
Su questo argomento però ammetto la mia ignoranza, perché dalle mie parti fa freddo una settimana all’anno…

Se lavate o fate lavare Fufilda, accertatevi che non subisca sbalzi di temperatura dopo l’asciugatura che deve essere perfetta, in tutte le stagioni ma in inverno di più.
Favore personale: se la vostra toelettatrice vi dice che potete riprendere il cane dopo un’ora, non fate il diavolo a quattro perché lo volete dopo venti minuti. L’orario che vi danno prevede anche il periodo di “raffreddamento”!!!!
Se Fufilda invece è un Pastore Tedesco, piuttosto che un Golden, ma anche un cane di taglia piccola munito di folta pelliccia e di tutto il sottopelo che la natura gli ha generosamente fornito..non c’è bisogno del maglioncino, al massimo di un impermeabile (soprattutto perché non dobbiate passare venti minuti ad asciugare il cane dopo la passeggiata).
Se è un cane che è abituato a stare in giardino o in terrazza, allora nessun problema di vestiario.
Regole che possono sembrare ovvie, ma che spesso non pensiamo di adottare per i nostri amici pelosi.

Potrebbe interessarti anche...



Aggiungi ai tuoi preferiti

Vuoi aggiungere questo articolo ai tuoi preferiti?

Per poter utilizzare questa funzione devi essere registrato e aver eseguito il login


Libri consigliati (da Amazon.it)



Commenti all'articolo








×

Notifiche via Facebook

Ricevi una notifica direttamente su Facebook quando viene inserito un nuovo articolo: potrai rimanere costantemente aggiornato sui nostri contenuti direttamente dal social network!

Authorize

Condividi con un amico