venerdì , 19 dicembre 2014
Home >> Cugginate >> Il mio cane o gatto (maschio) è “in calore”: me l’ha detto miocuggino

Il mio cane o gatto (maschio) è “in calore”: me l’ha detto miocuggino

di VALERIA ROSSI – Mi è venuto da ridere già scrivendo il titolo, perché questa “cugginata” è veramente clamorosa: eppure la si sente ripetere ad ogni pie’ sospinto. Più spesso per i gatti, in verità: ma proprio pochi giorni fa un’amica su FB mi faceva notare di aver sentito l’ennesima Sciuramaria che la applicava al suo cane.
Inutile ribadire, almeno spero, che i maschi “In calore” non ci vanno: il calore – anzi, tecnicamente l'”estro” – è un evento controllato dagli ormoni femminili che rendono la cagna o la gatta disponibile ad accoppiarsi: al contrario, il maschio è sempre “pronto all’uso, chiavi in mano”, perché gli ormoni che servono a lui per essere sessualmente attivo (testosterone) sono prodotti a ciclo continuo dai testicoli (e non solo).
Quindi: il maschio è sempre pronto ad accoppiarsi, in qualsiasi ora, giorno, mese. Se di “calore” si potesse parlare (ma non si può), gli durerebbe 365 giorni all’anno.
Il fatto che le Sciuremarie parlino di “maschi in calore”, però, può avere due diverse valenze: a volte intendono semplicemente dire che il loro cane o gatto è particolarmente arrapato in un preciso momento o in una precisa stagione, ben sapendo, però, che la cosa dipende dalla presenza di femmine in calore (loro sì!) nelle vicinanze. In questo caso, l’espressione è sbagliata ma il concetto è chiaro, quindi poco male.
La cosa diventa più seria quando la Sciura pensa che il suo cane sia “in calore”, per esempio, quando le monta una gamba: e lungi anche solo dal supporre che si tratti di monta da dominanza, e che quindi ci sia qualcosa da rivedere nel loro rapporto, si limita ad “aspettare che finisca il calore”, ritenendolo un evento periodico e magari ciclico.
In questi casi, ovviamente…aspetta e spera! Il calore del maschio non può finire, visto che non esiste: in compenso, se lo si lascia fare, può diventare un vero vizio quello di trombarsi impunemente le gambe di chicchessia, con grande imbarazzo dei proprietari e con scarso entusiasmo da parte delle “vittime” di questo presunto arrapamento sessuale che invece, nove volte su dieci, significa solo: “Ehilà, bello: sappi che qui comando io”. Solo in rarissimi casi il cane è veramente interessato sessualmente alla sua umana (ne abbiamo parlato in questo articolo), ma anche qui non si tratta certo di “un periodo”, ma di un problema molto grave che va affrontato e risolto al più presto.
Diamo, quindi, a Cesare quel che è di Cesare (anzi, in questo caso, meglio dare a Cleopatra quel che è di Cleopatra) ed evitiamo di usare locuzioni così inesatte, perché possono ingenerare confusioni pericolose.


Informazioni Valeria Rossi

Savonese, annata ‘53, cinofila da sempre e innamorata di tutta la natura, ha allevato per 25 anni (prima pastori tedeschi e poi siberian husky, con l'affisso "di Ferranietta") e addestrato cani da utilità per 16. Si è occupata a lungo di cani con problemi comportamentali (in particolare aggressività). E' autrice di 85 libri cinofili e della serie televisiva "I fedeli amici dell'uomo" , nonché conduttrice del programma TV "Ti presento il cane", che ha preso il nome proprio da quella che era la sua rivista cartacea e che oggi è diventata una rivista online. Per diversi anni non ha più lavorato con i cani, mettendo a disposizione la propria esperienza solo attraverso questo sito e, occasionalmente, nel corso di stage e seminari. Ha tenuto e tiene diverse docenze in corsi ENCI ed ha collaborato alla stesura del corso per educatori cinofili del Centro Europeo di Formazione (riconosciuto ENCI-FCI). Da settembre 2013, non resistendo al "richiamo della foresta" (e soprattutto avendo trovato un campo in cui si lavorava in perfetta armonia con i suoi principi e metodi) è tornata ad occuparsi di addestramento presso il gruppo cinofilo Debù (www.gruppodebu.it) di Carignano (TO).


12 commenti

Se hai difficoltà nel leggere i commenti, puoi variare la dimensione del testo:


  1. “il mio cane e’ in calore, gli ho cercato una fidanzatina…”

  2. Vicino stalker con labrador anarchico (quello che controlla i nostri orari per essere sempre presente quando usciamo):
    lui: il tuo cane (femmina) è in calore??
    io: no, è sterilizzata da anni
    lui: eh, allora sarà in calore IL MIO
    -.- -.-

    • No aspetta… tu hai il vicino che controlla gli orari in cui esci per poi venire a spararti ste cugginate?? Ma io se fossi in te mi sarei trasferita da un pezzo :-) :-)

  3. Il problema è che ci siamo trasferiti meno di anno fa e lui è comparso IMMEDIATAMENTE. Tra l’altro le cugginate fioriscono una via l’altra: la cosa che gli piace di più è cercare di far disobbedire il cane chiamandolo e invitandolo a saltargli addosso (-.-)
    Oppure: il mio cane mangia sempre perchè altrimenti MI ABBAIA.
    O: voi siete persone orribili, non lo slegate mai (in strada sarebbe illegale eh :D).
    Mio marito è arrivato al punto di nascondersi, fare orari diversi, creare false piste :D

    • Mio Dio! Tuo marito rischia di diventare più esperto di una spia internazionale nell’evitare i pedinamenti :-D Avreste dovuto informarvi sul vicinato prima di trasferirvi, e la prima volta che lo incontravate fingere di non parlare italiano :-D

  4. Un’amica ha preso un cucciolo maschio e giustamente l’ha portato dal veterinario. Ora io non so sia l’amica che si è fumata qualcosa prima di entrare e quindi non ha capito bene quello che ha detto il vet o se al contrario il vet si è fumato qualcosa o ha studiato alla cepu, ma quest’amica mi ha assicurato, giurato e spergiurato che i maschi vanno in calore. GLIEL’HA DETTO IL VET!! O.O al che sono arrivata ad alzare la voce perchè volevo capire se c’era in circolazione un cuggino che faceva il vet o se era lei che non voleva capire xD

  5. Io sto cercando di convincere mia madre che il mio bolognese di 7 mesi non cerca di montare mia figlia perchè è in calore, ma perchè è bastardello

  6. Proprio ieri ho incontrato una signora con un canetto maschio molto arrapato, che correva dietro ad ogni femmina che incontrava e lei mi ha detto:”non riesco a controllarlo, ho persino dei pezzi di pollo in tasca, ma lui li ignora, del resto è il suo periodo, “STA IN AMORE” e quando ci va per me è un dramma!”

  7. questa la devo scrivere per forza: “è facile capire quando un cocker (MASCHIO) è in calore… gli crescono le ciglia!” giuro che l’ho sentita per davverooooo!!! :-)))))))))))

  8. Una mia conoscente ha trovato una cagnolina randagia e ha deciso di tenerla, le ha messo nome Pippo credendo che fosse un maschio. Ovviamente non l’ha portata dal veterinario subito, ma dopo un bel pò, e questi le ha detto che si trattava appunto di una femmina. Tutt’ora si chiama Pippo perchè ormai erano tutti abituati! Inoltre le fa il bagno una volta alla settimana, “lei lo sa e si prepara, le piace, altrimenti puzza, i cani sono come noi, devono lavarsi spesso”.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.