di DAVIDE BELTRAME – Lo so, diciamo spesso le stesse cose… ma non è colpa mia, se l’informazione continua a trattare i casi riguardanti i cani con una superficialità pazzesca.
Io sarei felicissimo di dedicarmi ad altri temi, ma non posso non sottolineare l’ennesimo caso di giornalismo approssimativo, anche se meno “esteso” rispetto ad altri casi perchè ci sono stati anche giornali che hanno dato la notizia in modo corretto, o quantomeno non “gonfiato”.

A Sestri Ponente un cane di 5 anni (identificato nei vari articoli come Labrador, ma conosciamo l’attendibilità di questa informazione in questi casi… ) ha morso la più piccola delle bambine di casa, di 16 mesi.
Al momento dell’accaduto erano presenti la sorella della bimba (7 anni) e la madre di entrambe.
La bimba è stata prontamente portata in ospedale, al pronto soccorso è stata classificata come codice verde e giudicata dimissibile in un paio di giorni senza nessun problema clinico, è stato necessario pulire e suturare la ferita.

SCOPRI IL NOSTRO PET SHOP

Chiaramente su una bambina così piccola basta poco a causare una ferita anche importante… ma proprio la prognosi fa supporre che il cane non avesse “cattive intenzioni”, perchè anche solo un singolo morso “vero” dato al volto di una bambina di 16 mesi causerebbe danni gravi, come dimostrano purtroppo anche alcuni episodi passati.

Invece su diversi giornali anche questo episodio è diventato un “dramma sfiorato”, la bambina in alcuni articoli veniva segnalata in codice giallo al pronto soccorso e anche dopo le precisazioni del pronto soccorso stesso molti articoli non sono stati rettificati, in alcuni è stata solo aggiunta qualche riga, in altri nemmeno quella.
Certo, va detto che diverse testate hanno “corretto il tiro” modificando poi l’articolo con toni meno “allarmistici/splatter”.
Degno di nota (e non di merito) FanPage.it che tra titolo e sottotitolo nel suo articolo scrive:

Genova, bimba di 16 mesi azzannata al volto dal cane di famiglia: “Era geloso”
Il cane, un esemplare di labrador di cinque anni che non aveva mai dato problemi, ha improvvisamente aggredito la piccola in casa. Fortunatamente al momento dell’accaduto era presente anche la madre della bimba che è intervenuta evitando la tragedia. Secondo la donna, da alcune settimane l’animale si era dimostrato sempre più geloso nei confronti della piccola.

Ora, decidiamoci: era geloso e aveva dato sempre più segnali negli ultimi tempi, o “non aveva mai dato problemi”?
Chiaramente se davvero il cane avesse manifestato gelosia negli ultimi tempi, ci sarebbe da chiedersi se la famiglia stesse cercando rimedio affidandosi a un educatore/addestratore, e come mai la bambina e il cane siano stati lasciati arrivare così a contatto da rendere possibile il morso (o presunto tale)… ma come sempre non si ha una ricostruzione attendibile dei fatti che possa aiutare a giudicare con cognizione di causa.
Da segnalare sempre sul pezzo di Fanpage.it anche la descrizione della mamma novella Ercole che spalanca le fauci del cane (ricostruzione riportata anche su altre testate, ad esempio “Il Mattino” e “Il Corriere Adriatico”):

Fortunatamente al momento dell’accaduto era presente in casa anche la madre della piccola oltre alla sorella maggiore di sette anni che hanno assistito all’intera scena e sono subito intervenute per allontanare l’animale ed evitare conseguenze peggiori. La donna in particolare ha allargando le fauci dell’animale e tirato via la figlia riuscendo così a limitare i danni e ad evitare un possibile dramma.

Insomma, come spesso (per non dire sempre) accade in questi casi, è stato probabilmente gonfiato l’accaduto, non ci si è impegnati molto a capire come siano andate realmente le cose e si è buttato fuori l’articolo “acchiappa-click”.
Chiaramente, zero consigli o quasi sulla convivenza cane-bambino e su come evitare che episodi di questo tipo, o più gravi, possano ripetersi. Perchè l’importante continua a dimostrarsi più buttar fuori l’articolo “d’impatto” che dare anche qualche nozione utile.

Faccio infine notare che dato che in questo caso il “colpevole” è stato indicato come Labrador, la maggior parte dei commenti sulle varie testate era innocentista verso il cane e puntava il dito o sulla bambina, accusata di avergli sicuramente rotto le scatole o comunque aver sbagliato qualcosa, o sulla madre che non ha sorvegliato abbastanza (e questo comunque è anche possibile… specie se il cane davvero aveva manifestato insofferenza verso la bambina).
Quando però il “cattivo” è di altre razze (o quantomeno, viene indicato come tale), i commenti dei lettori sono però di diverso tenore e pochi si pongono il dubbio sugli eventuali errori degli umani. Chissà come mai…

Concludo rimandando a un articolo sulla convivenza tra cani e bambini, anche proprio per non fare come i giornali e parlare dell’accaduto… e non di come evitare che accada.

Articolo precedenteL’addestramento “classico” non esiste
Articolo successivoArriva anche il canale Telegram di “Ti presento il cane”

Potrebbero interessarti anche...

Vuoi aggiungere qualcosa? Dì la tua!

6 Commenti

  1. Purtroppo gli esseri umani si ritengono infallibili, non sbagliano mai. Quando succede un simile episodio la colpa è sempre del cane, mai dell’uomo. Chissà perchè?

  2. Premesso che io sono sempre dalla parte degli animali (tranne che degli esseri “umani”!!!!!!)deploro le intenzioni di colpire l’immaginario comune che hanno i giornalisti quando scrivono certe notizie!!! Basta!!! Gli animali sono innocenti, sempre!!!! Se accade qualcosa è colpa dell’uomo!! E dei bambini che non sanno rapportarsi con gli animali!!! Educateliiiii!!

  3. Do’un mio parere sull’accaduto: e’ora di smetterla di colpevolizzare i cani che agpgrediscono i bambini entro le paretu domestiche o nel giardino di casa quando si vuole un cane si ha la responsabilita’di educarlo fa’parte della famiglia e non come succede spesso che, ‘il bambino vuole quel cucciolo ma guarda caso diventa il pupazzo dei giochi e dei dispetti….. e’un essere vivente e va”rispettato ,a questo punto non posso che dare la colpa alla madre, come il caso o casi successi tropoe volte…..

  4. Sì ..io sono una di quelle che ha difeso il cane ..a lo avrei fatto anche,e soprattutto,x un pittbull o molosso in genere, xchè il cane è un animale sociale …nn nasce con la voglia di uccidere ..e spesso i bambini portano al limite della sopportazione anche il più placido dei cani…

  5. Io stesso ho un labrador chocolate femmina. Sono cani molto esuberanti e quando il gioco si fa interessante talvolta usano anche i denti ma soltanto gli incisivi x mordicchiare giocosamente. Tale mordicchiare du una bambina fi 16 mesi lascia dei segni mentre su um adulto nn lascia alcunché. Tutto qui! Ma nn danno proprio cosa scrivere dui giornali? Bene smettiamo di leggerli.

  6. Conoscendo i labrador, se era un labrador, è stato un contatto fortuita tra la piccola ed il cane che potrebbe essere anche per un movimento di gioia nei confronti della piccola. Sarebbe meglio che i “giornalai” prima di cercare pubblicità gratuita si accertino della verità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Figlio di Valeria Rossi dalla nascita, creatura mitologica a metà tra uomo e cane, con tratti bestiali dello yeti. Solitamente preferisce esprimersi a rutti, ma ogni tanto scrive su "Ti presento il cane" (di cui è il webmaster, quando e se ne ha voglia). La sua razza preferita è lo staffordshire bull terrier, perché è un cane babbeo che pensa solo a mangiare e a dormire. Esattamente come lui.