mercoledì , 20 agosto 2014
Home >> Allevamento (pagina 2)

Allevamento

E adesso per Natale ci regaliamo un pedigree…

alianz_aper

di VALERIA ROSSI – Ho resistito a lungo, nonostante le continue richieste dei lettori, prima di affrontare l’argomento dei pedigree “fatti in casa” proposti da tale “Alianz Canine Italia”, della quale si nota per primissima cosa il tentativo di confondersi con l’Allianz (doppia elle… ma chi ci farà caso?), notissima compagnia assicurativa: la sigla, poi, diventa A.C.I… e ogni commento ... Continua a leggere »

Quando l’allevatore apparentemente serio è un canivendolo

canivendoli2

di VALERIA ROSSI – Consigliare, come sempre faccio, ai miei lettori di andare in buon allevamento, o in un allevamento serio, mi sta causando crisi di coscienza. Un po’ come suggerire di andare da un bravo educatore/addestratore, o da un bravo veterinario. Mi vengono le crisi di coscienza perché in realtà non sono in grado di definire in modo corretto ... Continua a leggere »

Le mamme (cagne) – “bambine”

bambine_aper

di VALERIA ROSSI – Un argomento di cui si parla poco, nonostante a mio avviso sia molto importante, è l’età migliore per far accoppiare una cagna. Molto spesso sento proprietari che stanno pensando di “far avere una cucciolata alla loro cagna, per poi sterilizzarla”: e a parte l’immediato pensiero che mi balza alla mente (“sterilizzarla direttamente… no, eh?”), la prima ... Continua a leggere »

La Sciurallevatrice e le expo

fabianaexpo_aper

di FABIANA BUONCUORE – Come molti ormai sapranno, una brava sciurallevatrice seleziona la morfologia dei propri cani in base al parametro della morbidinosità. E allora, che bisogno ha di andare in expo? Ma è semplice: per far vedere ai giudici quanto sono morbidini i propri cani, per farsi fare i complimenti da tutti i visitatori dell’expo (che magari non sanno ... Continua a leggere »

Problematiche di allevamento, pressione selettiva e biodiversità

razze_tabell

di MAURIZIO GUIDUCCI – L’allevamento cinotecnico moderno – ma già la selezione primordiale effettuata dall’uomo e che ha staccato questa costola cane dall’ancestrale selvatico, facendone animale peculiare, diverso, domestico ed ausiliario nel lavoro – nel suo agire  utilizza/ha utilizzato una pressione selettiva nella scelta ed impiego dei riproduttori. Ciò incide su ciò che otteniamo, morfologicamente e geneticamente, ed inevitabilmente sul ... Continua a leggere »

A proposito di serietà in allevamento… il caso di un Border affetto da BCC

BCC_aper

di VALERIA ROSSI – Si sta parlando molto, in questi giorni, di malattie genetiche e di responsabilità degli allevatori nel testare i propri soggetti (e nell’escludere dalla riproduzione quelli sicuramente portatori di problemi). Casca dunque a fagiolo questa testimonianza che mi è arrivata su FB, e dalla quale escluderò nomi e riferimenti troppo precisi, ma che per il resto copincollo ... Continua a leggere »

Allevamento=maltrattamento genetico? Ma anche no… però qualcosa deve cambiare.

malattie_aper

di VALERIA ROSSI – Ok, parliamone ancora. Più in generale, stavolta, perché l’articolo sulla syringomielia nel Cavalier KC Spaniel ha dato il via a una serie di commenti in cui si smentiva il fatto che l’Italia stesse “messa meglio” dell’Inghilterra (prendo atto: un database ufficiale non esiste, quindi si può soltanto ascoltare il “passaparola”), ma soprattutto si rimarcava la scarsa ... Continua a leggere »

“Rinasce in Italia” il Canaan Dog? Ma se c’è da una vita!

canaan_aper

di VALERIA ROSSI – Ho ripetuto più volte che non mi va di pubblicizzare allevamenti nei miei articoli, e neppure nei commenti, perché ogni sacrosanta volta – anche quando si parla benissimo di qualcuno – salta fuori una polemica. Però devo fare un’eccezione in questo caso:  perché sono usciti due articoli, uno sul settimanale  “Gente” e uno sul “Giornale” online,  ... Continua a leggere »

A cosa servono i test genetici? La risposta di un allevatore

DNA_aper

di MARIACHIARA COSCIA – Di recente uno stimato allevatore (di razza diversa dalla mia)  è stato preso di mira su FB per aver messo in riproduzione un carrier, cioè un portatore sano, pur avendo informato a dovere e per iscritto i futuri proprietari dei cuccioli. Al di là della vicenda in sé la virulenza degli attacchi telematici nei confronti di ... Continua a leggere »

Il lavoro di selezione della Sciurallevatrice

selezione_aper

di FABIANA BUONCUORE – La Sciurallevatrice si impone un serissimo protocollo di selezione in allevamento, attenendosi scrupolosamente a punti chiave ben definiti. No, avete capito male: qui non si parla di selezione morfologica, né di selezione caratteriale e tantomeno sanitaria. Quelle sono semplici. Selezione sanitaria: i tesoridimamma (o tesoridinonna, se figli di un tesorodimamma) devono essere controllati dal dottore, provenienti ... Continua a leggere »