di VALERIA RAPEZZI – Vedere il proprio cane impazzire, in preda a paura per i fuochi d’artificio, i temporali o stati ansiosi è orribile per qualsiasi proprietario.
Avere un cane ansioso può essere la differenza tra godersi veramente il proprio cane (e la propria vita) e non poterlo fare. La parte più difficile è che il cane non ne è davvero consapevole.
Ci sono alcuni fattori scatenanti, come un rumore o un tuono, che lo rendono ansioso o lo spaventano e, in questo stato emotivo, il cane può agire in modo antisociale, ad esempio abbaiando forte, distruggendo i mobili, cercando di scappare in preda al panico e così via.
Il lavoro sul corpo del TTouch® utilizza una combinazione di TTouches per aumentare la consapevolezza del proprio corpo, ridurre lo stress e rilassare le tensioni trattenute nel corpo.
Ciò consente al corpo di funzionare al suo pieno potenziale. Mentre il corpo ritorna in equilibrio, la mente e le emozioni lo seguono.
Il TTouch®, anche in caso di cani con paure, ansie e insicurezze, funziona tramite l’attivazione del sistema nervoso.
Proprio come il cervello invia messaggi al corpo, è vero anche il contrario. Pertanto, se c’è tensione nel corpo, c’è un blocco di informazioni che da quella parte del corpo devono arrivare al cervello.
Il TTouch® usa movimenti non abituali per attivare percorsi neurologici inutilizzati che collegano le diverse aree del corpo al cervello. Stimolando diverse parti del cervello, insegniamo all’animale a pensare e realizzare che ha una scelta diversa nel suo repertorio comportamentale.

Per quali paure è utile il TTouch®?
Praticamente qualsiasi tipo di paura può trarre giovamento dalla corretta applicazione del TTouch®, nelle sue diverse componenti.
La tensione all’interno del corpo può indurre il cane a reagire in modo spaventato o ansioso a situazioni (come rumori, viaggi dal veterinario, situazioni differenti dalla solita routine); rimuovendo queste tensioni usando i TTouches e ricollegando il cervello con il corpo, si consente al cane di pensare e affrontare meglio situazioni che potrebbero spaventarlo.
Sarà il cane stesso a farci capire quali tecniche applicare di volta in volta, scegliendo tra tutti gli strumenti a disposizione grazie al TTouch®.

TTouches
Sceglieremo TTouches che aiutano in nostro cane a rilassarsi e ad aumentare la consapevolezza del proprio corpo, quali ad esempio il lavoro sulle orecchie, sulla bocca o sulla coda (come spiegato nell’articolo dedicato ai cuccioli), il Leopardo Nebuloso o la Zebra (per maggiori dettagli controllate gli articoli dedicati ai cani sportivi e con disabilità).
Ma, in linea generale, qualsiasi tocco che risulta gradito al nostro cane e lo aiuta a ritrovare uno stato di calma reale può essere utile.

Il mio consiglio è iniziare a far conoscere al nostro cane questo tipo di tocchi in un contesto tranquillo, in modo che la sua attenzione sia dedicata alle sensazioni che sta sperimentando, non venda deviata da ciò che lo circonda o dallo stato emotivo negativo correlato a paure o ansia.

Bendaggi e Thundershirt
Questo tipo di strumenti è molto utile per dare al cane informazioni sul suo corpo, aumentandone la consapevolezza e, di conseguenza, portandolo verso uno stato di calma e concentrazione.
Applicare la pressione su specifici punti di pressione attorno al corpo aiuta a dare un senso di calma.
Alcuni cani si sentiranno immediatamente tranquillizzati dalla pressione; alcuni ci mettono un po’ di più. Vi raccomando, anche in questo caso, di fare un po’ di pratica prima in situazioni di stress ridotto, in quanto alcuni soggetti potrebbero richiedere più sessioni per abituarsi a questi strumenti.
Un bendaggio o una Thundershirt sono parte del metodo Tellington TTouch, funzionano bene da soli, ma ancora meglio quando sono associati con i TTouches.
Entrambi danno al cane un senso di sicurezza attraverso il contatto del corpo.
Il bendaggio è facile da indossare e da togliere e può essere sia indossato sotto una pettorina che un cappottino.
Possono avere un effetto immediato, oppure l’effetto può accumularsi nel tempo: più volte il cane li indossa, più si rilassa.

Abbiamo visto in un articolo apposito come far indossare al cane i bendaggi, per la Thundershirt la vestizione è più semplice, bisogna avere l’accortezza di scegliere la taglia giusta per il proprio cane, misurando bene la circonferenza del torace.
Fate attenzione a non lasciare mai incustodito il cane mentre indossa un bendaggio, in quanto potrebbe accidentalmente impigliarsi. Se volete qualcosa da lasciargli addosso quando non siete a casa usate una Thundershirt.
Usate il bendaggio o la Thundershirt in qualsiasi momento sentite che il vostro cane potrebbe essere ansioso o sta iniziando a mostrare segni di ansia, provare non fa male e potrebbe essere d’aiuto.
Alcune persone riportano che i loro cani in realtà vanno da loro quando vogliono il bendaggio o la Thundershirt.
La scelta tra bendaggio o Thundershirt è del tutto personale, in quanto entrambi possono supportare il cane nei momenti di bisogno.
Osservate come si comporta il vostro cane con un bendaggio e con una maglietta (che può dare un’idea di come potrebbe reagire alla Thundershirt, se non ne avete una a disposizione da provare) e poi scegliete in base a quello che risulta più utile e gradito a lui.

Articolo precedenteCinomondiale – Al via i quarti di finale!
Articolo successivoTi presento… la Dog Dance – Routine con strutture complesse
Laurea in Allevamento e Benessere Animale, conseguita nel 2007 presso la Facoltà di Medicina Veterinaria di Milano. Ho approfondito l'argomento "alimentazione naturale", dedicandomi nello specifico all'alimentazione BARF negli ultimi 6 anni. Come istruttore cinofilo sono convinta che l'alimentazione abbia un grosso peso sul benessere e sul comportamento dei nostri cani. Un altro modo che utilizzo per lavorare per il benessere dei cani che seguo, è il TTouch. Sono diventata Practitioner 1 nel 2011 e nel 2016 ho conseguito la qualifica di Practitioner 2. Applico il TTouch in ambito di educazione, riabilitazione comportamentale e disabilità.

Potrebbero interessarti anche...